Emout.org

La sonda Cassini in orbita intorno a Saturno non finisce mai di stupirci!

In altri articoli ho già parlato del fatto che Saturno in questo periodo si trova in una posizione particolare della sua orbita intorno al Sole, in vicinanza dei nodi della sua orbita e cioè nel periodo del suo anno corrispondente ad un equinozio: il suo piano orbitale si presenta quasi di taglio rispetto al Sole e questo fatto comporta delle scoperte assolutamente inedite, causate dal gioco di ombre proiettate da anelli e satelliti su… anelli e satelliti!

In questi ultimi giorni gli occhi elettronici della sonda Cassini sono stati diretti verso gli anelli, e che cosa si è trovato? Che anche gli anelli stessi, le parti di detriti e ghiaccio che li compongono, proiettano ombra su altre parti di anello!! E’ questa una scoperta assolutamente incredibile soprattutto perché, al di là di averlo potuto ipotizzare, non ne era mai strata ottenuta prova fotografica.

ombre sugli anelli

Nella foto a fianco e nel particolare, vediamo delle bellissime ombre frastagliate proiettarsi sul chiaro degli anelli appena più vicini a Saturno e a breve distanza dagli anelli eclissanti. Nel particolare vediamo centinaia e centinaia di picchi d’ombra stagliarsi su altri anelli: ad ognuno di questi picchi corrisponde un corpo roccioso più grande di altri vicini e non altrimenti distinguibile! Davvero una meraviglia!

C’è chi ha pure fatto la battuta che ora gli scienziati della NASA avranno il loro bel da fare e dovranno dedicare parecchio tempo all’arduo compito di nominare una per una le singole roccette che compongono quella parte di anello. Questo dimostra la grande euforia presente nei locali del centro spaziale della NASA dedicati alla sonda Cassini…

ombre sugli anelli

L’altra foto che voglio presentare invece (a fianco) riguarda apparentemente un’ennesima foto dell’ombra di un satellite sugli anelli: stupenda comunque! Ma subito dopo un’altra foto ha fatto sobbalzare gli scienziati dalle loro sedie, presentando un’ennesima sorpresa. Provate a paragonare le due foto: notata la differenza?

Mentre nella prima delle due l’ombra del satellite è un’ellissi allungata e netta, nell’altra foto l’ombra è evidentemente frastagliata! Badate bene che la deformazione del bordo dell’ombra non è dovuto ad effetti di sovresposizione della foto, ma sono dovuti al fatto che in alcuni punti gli anelli presentano uno spessore importante (lungi dall’essere piatti e quasi adimensionali), per cui l’ombra stessa si deforma in presenza di parti di anelli dallo spessore maggiore. Anche questa è un’assoluta primizia!

Pubblicità su Astronomia.com

Info Autore

ha pubblicato 309 articoli

Classe 1955, è nato e vive a Roma, è laureato in Ingegneria Elettronica e lavora come sviluppatore software, ma avrebbe voluto laurearsi in Astronomia. Coltiva la passione per l’astronomia dal giorno dopo lo sbarco dell’uomo ... pagina autore

I 29 commenti di questo articolo sono in sola lettura poichè precedenti al nuovo restyling del portale. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nuova community!

  1. Una domanda:
    Queste roccette che compongono l’ anello si muovono tutte insieme in orbita ? o quelle più interne viaggiano più veloce di quelle esterne ? grazie ciao.

  2. Ogni sistema di anelli è composto da più fasce a distanze differenti ma è sempre la legge di Keplero a governare la situazione:
    - tutte le roccette che si trovano alla stessa distanza vanno alla stessa velocità,
    - quelle più vicine a saturno sono più veloci,
    - quelle più lontane sono più lente
    Immagina dunque ogni singola roccetta ha a fianco (a destra e a sinistra) roccette con cui viaggia alla stessa velocità, di conserva, poi ha roccette più lontane che viaggiano più lentamente e che dunque sorpassa ad ogni rivoluzione ed infine ha le roccette più interne che sono più veloci e dalle quali viene sorpassata ad ogni giro…
    Un bel caos armonico! Dinamicissimo!

  3. grande Pier!! bellissimo articolo veramente. pensare di vedere i sassi è fantastico!!! Riguardo all’ultima foto sarebbe bello poter confrontare le dimensioni delle ombre dei singoli roccioni (foto uno) con le irregolarità dell’ultima. teoricamente non si dovrebbe andare oltre oggetti dell’ordine del chilometro, ma in astrofisica niente è mai veramente sicuro … Magari potresti fare un bel programmino di confronto …. :shock: :roll:

  4. Fantastico, è come vedere gli anelli in 3d dopo averli sempre visti in 2d!
    Devo insistere, ci vorrebbe un articoletto celebrativo della Cassini, è una missione straordinaria!

    (ps, ho cambiato nickname, ci sono troppi ‘alex’ in giro… :shock: )

  5. @mauro & pierluigi
    Non sono un esperto di anelli di saturno, ho solo studiato qualcosina su qualche libro e letto qualche articolo; dal poco che ho capito dalle mie letture la legge di Keplero vale si per gli anelli ma dobbiamo tenere conto che non tutte le rocce che li compongono si muovono lungo un orbita cicolare, si a dunque un moto caotico con urti tra i vari pezzi che compongono gli anelli.
    Va inoltre aggiunto che gli anelli sono un sistema stabile (con stabile intendo che gli anelli non perdono massa e non modificano significativamente la loro forma) solo grazie a delle lune interne agli anelli chiamate anche lune pastore proprio per la loro funzione. Le lune grazie alla loro forza gravitazionale riescono a mantenere in orbita attorno a saturno i pezzi degli anelli che altrimenti andrebbero persi o su saturno o nel nostro sistema solare.
    Bisogna comunque tener presente che le spiegazioni attuali riguardanti la dinamica degli anelli non sono ancora complete e non spiegano tutto, in particolare non riescono a spiegare come mai gli anelli sono in quella configurazione da così tanto tempo.

    Buona Osservazione di Saturno
    MrGrass

  6. @ mr grass
    non so se l’hai già visto, c’è un precedente articolo “Le magie di saturno I” che parla proprio dei “pastori” … io l’ho trovato molto esplicativo…

  7. Si, si è già parlato e consiglio di dare anche un occhiata al n°2 dove si parla dei 2 satelliti Giano ed Epimeteo, un vero gioco di prestigio, ancora Grazie ad Enzo del suo articolo.

  8. @ enzo … ma non solo
    Mentre approfittavo di questa pausa per cercare di migliorare le mie basi di astronomia mi sono resa conto di star procedendo a balzi e tentoni, in modo molto “caotico” (o random ?.. :grin: …)
    Ho sentito quindi il bisogno di avere una specie di guida, anche solo sulla progressione degli argomenti da cercare per esempio: le leggi della fisica che non si può non conoscere se si vuol capire correttamente un qualsiasi articolo di astronomia anche di tipo divulgativo… e da qui mi è venuta un’idea che butto lì come una delle mie solite str…omiche: che ne dici di un qualcosa (articolo, spazio o chessoio) del tipo “primi passi nel mondo dell’astronomia” dedicato a tutti quelli come me che quando leggono “ma come sai” in natura l’energia TOTALE di un sistema deve rimanere costante” (cfr ad una delle tue prime bellissime risposte date a me) si sentono smarriti e titubanti rispetto a quel “ma come sai” ??? Non so se questo mio desiderio sia condiviso nel popolo dei frequentatori di questo interessantissimo sito, o se sono solo io la capra ignorante, ma comunque, chiedendo venia se ho detto una cav… o se non ho saputo spiegarmi a dovere (dopo una notte quasi insonne, e con la prospettiva di una giornata infernale, ahimè può succedere… :cry: .) butto qui questa idea, e resto in attesa… :???: .
    Buona giornata a tutti! (ma soprattutto a me :razz: :lol: ….)