Obiettivo Luna: ecco la missione Artemis

La NASA ha guidato la carica nell’esplorazione dello spazio per 60 anni e, mentre celebriamo il 50 ° anniversario del primo sbarco sulla Luna, l’agenzia si sta preparando per il suo prossimo grande salto con il programma Artemis.

Artemis o meglio Artemide,  la Dea greca della Luna e della caccia, sorella gemella di Apollo. La scelta del nome femminile non è casuale, poiché il programma mira a portare la prima donna sul suolo lunare entro il 2024.

La missione  comprende tutti gli  sforzi per riportare gli umani sulla Luna – che ci preparerà e ci spingerà su Marte. Attraverso il programma Artemis, vedremo la prima donna e il prossimo uomo camminare sulla superficie della Luna. Come “portatore di torcia”, letteralmente e figurativamente, Artemide ci farà luce su Marte.

E non poteva mancare l’attesa della presentazione del logo della missione  recentemente  svelato e  che “cela” molti significati, come spiegato dall’agenzia.

Missione Artemis
Missione Artemis

Il logo di Artemis mostra la lettera ‘A’ che poggia sulla Terra, che traccia la traiettoria verso la Luna in ricordo del programma Apollo. La lettera A simboleggia la freccia che si trova nella faretra di Artemide e rappresenta il lancio della missione che punta oltre la Luna, come a voler suggerire che la missione è solo la rampa di lancio di futuri programmi di esplorazione del Sistema Solare. La traiettoria attorno alla A difatti è di colore rosso proprio a simboleggiare che la missione preparerà e spingerà l’uomo su Marte.

La Terra in basso simboleggia l’umanità poiché la missione vedrà la collaborazione internazionale di molti enti. La mezzaluna creata dalla Terra è un richiamo all’arco della dea Artemide che simboleggia la ‘fonte’ da cui vengono inviati tutti gli sforzi e le energie per perseguire le missioni, ovvero dall’uomo.

Maggiori dettagli li trovate nelle notizie originali.

https://www.globalscience.it/13219/cosmo/artemis-si-svela/

https://www.nasa.gov/feature/artemis-identity

 

 

 

Ti ricordiamo che per commentare devi essere registrato. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

4 Commenti    |    Aggiungi un Commento

  1. Io che sono nato nel 1989, mi emoziono ancora a vedere i video dell'allunaggio. Forse finalmente la nuova generazione potrà assistere di nuovo a questa impresa storica.

  2. Alla fine no! La madre degli ignoranti è sempre incinta, ci sarà un ignoranza moderna, si chiederanno come mai nulla si vede delle vecchie missioni, ferraglie varie ecc.. Adesso è più facile pensare che sia possibile l'atterraggio sul suolo Lunare, solo a pensare a Rosetta che ha centrato un sassolino vagante nello spazio, ma avranno sempre modo di trovare argomenti, non credo alla fine di questa cultura...