PDA

Visualizza Versione Completa : Le stagioni di Titano



Vincenzo Zappal
07-10-2012, 17:15
Sono ormai trent'anni che si effettuano osservazioni dettagliate di Titano. E' stata completata un'orbita completa della sua rivoluzione attorno al Sole ed ora di trarre le prime conclusioni sulle stagioni del grande satellite di Saturno....
leggi tutto... (http://www.astronomia.com/2012/10/07/le-stagioni-di-titano/)

horus
07-10-2012, 18:04
Ma l'immagine basata su fotografie reali??

Red Hanuman
07-10-2012, 19:31
Ma l'immagine basata su fotografie reali??
Immagine artistica.... E' scritto nella didascalia....;)

Mario Fiori
08-10-2012, 07:48
Sono ormai trent'anni che si effettuano osservazioni dettagliate di Titano. E' stata completata un'orbita completa della sua rivoluzione attorno al Sole ed ora di trarre le prime conclusioni sulle stagioni del grande satellite di Saturno....
leggi tutto... (http://www.astronomia.com/2012/10/07/le-stagioni-di-titano/)

Caro Enzo, io, forse esagero da buon profano, non mi meraviglio molto che il nostro Sole abbia un'influenza non indifferente anche a quella distanza che mi sembra quasi un nulla nelle distanze cosmiche.
E' anche vero che il buon astro di casa nostra non una potenza nell'insieme della famiglia stellare, ma c' sicuramente di peggio e se la cava benissimo (fino a che dura).
Mi fa' piacere anche notare che , vista la differenza delle distanze che intercorrono con il Sole da noi e da Titano, non ci si puo', cari signori dagli effetti speciali (non te di certo Enzo), se sulla Terra ,oltre certamente all'uomo, anche Elios ce la mette tutta per stravolgere stagioni, ghiacciai, venti,correnti e quanto di altro vogliamo.
Vorrei chiederti anche se plausibile che, studiando pi a fondo Titano, possiamo scoprire anche qualcosa di endogeno che da una mano al distante Sole nella moltiplicazione di questi effetti.

Vincenzo Zappal
08-10-2012, 09:27
Caro Enzo, io, forse esagero da buon profano, non mi meraviglio molto che il nostro Sole abbia un'influenza non indifferente anche a quella distanza che mi sembra quasi un nulla nelle distanze cosmiche.
E' anche vero che il buon astro di casa nostra non una potenza nell'insieme della famiglia stellare, ma c' sicuramente di peggio e se la cava benissimo (fino a che dura).
Mi fa' piacere anche notare che , vista la differenza delle distanze che intercorrono con il Sole da noi e da Titano, non ci si puo', cari signori dagli effetti speciali (non te di certo Enzo), se sulla Terra ,oltre certamente all'uomo, anche Elios ce la mette tutta per stravolgere stagioni, ghiacciai, venti,correnti e quanto di altro vogliamo.
Vorrei chiederti anche se plausibile che, studiando pi a fondo Titano, possiamo scoprire anche qualcosa di endogeno che da una mano al distante Sole nella moltiplicazione di questi effetti.

caro Mario,
sicuramente abbiamo molto da imparare da Titano. Se non altro cercando di capire le differenze e le somiglianze... Titano sicuramente un pianeta vivo, in senso geologico e atmosferico. Anni fa avevamo pubbliacto un lavoro un po' speiale per spiegare l'atmosfera di Titano. Magari ne scriver su un prossimo articolo...