PDA

Visualizza Versione Completa : Allineare una Montatura Equatoriale alla Tedesca



etruscastro
01-02-2013, 13:46
ALLINEARE UNA MONTATURA EQUATORIALE ALLA TEDESCA




Quanto è importante nell’ambito astronomico un buon allineamento di una montatura equatoriale?

Diciamo subito che gli astroimager ( astrofili che si dedicano alle foto e alle riprese degli oggetti astronomici) sono obbligati ad un’allineamento quanto più possibile preciso per ottenere un’inseguimento perfetto, mentre per un’astrofilo che dedica la sua serata alla sola osservazione visuale può permettersi un’allineamento un pochino meno preciso, cosciente del fatto però, che un buon allineamento semplifica e di molto l’osservazione pratica al nostro strumento, soprattutto se osserviamo a forti ingrandimenti.

sorvolando il fatto che tutti dovrebbero conoscere le coordinate celesti come l’ascensione retta e la declinazione, un corretto allineamento al polo Nord ci aiuta a trovare facilmente gli oggetti tramite i moderni sistemi GoTo oppure manualmente utilizzando i cerchi graduati posti sulla montatura.

Lo strumento che più aiuta in questo allineamento è senz’altro il cannocchiale polare,
1525











purtroppo è un’ accessorio che non tutte le montature hanno, anche se quasi tutte hanno la predisposizione di alloggio, un piccolo consiglio in fase di acquisto è quello di accertarsi che la montatura interessata lo abbia, vediamo quali semplici mosse occorrono per un corretto utilizzo:

1- Posizionare la “gamba” del tripod da mettere a Nord ( generalmente è contrassegnata con un simbolo, o più semplicemente è la parte “fronte” del blocco motori)
2- Livellare correttamente il treppiede utilizzando la livella a bolla.
3- Regolare la latitudine del proprio sito di osservazione utilizzando la vite predisposta (es. per Roma vale il valore di 42°)
1526















4- tale regolazione serve proprio per facilitare la centratura di Polaris, questa operazione andrebbe fatto a montatura scarica, per non sforzare la filettatura della vite regolatrice.
5- Aprire e mettere a fuoco il cannocchiale polare (possibilmente da fare di giorno) su un’oggetto terrestre.
6- Bilanciare la montatura con il tubo ottico (OTA) su gli assi di AR e DEC, regolare i contrappesi fino a trovare il giusto punto di bilanciatura, questa operazione occorre per un migliore inseguimento dei motori e per non mettere inutilmente sotto sforzo la meccanica stessa di inseguimento.

Di notte, posizionare la montatura verso la Polare, dovreste vedere un’immagine di questo tipo:
1527




















Attenzione: l’OTA deve puntare verso OVEST, la Polare va posizionata NON nel centro del crocicchio, ma bensì sul cerchio concentrico intorno ad esso, questo perché Polaris dista circa 1° dal polo nord celeste.

A volte il punto di centratura della Polare ha diverse tacche di regolazione, questo perché Polaris è soggetta alla precessione degli equinozi, Ogni tacca dovrebbe aver riportato l’anno di centratura!

Attenzione, perché per poter effettuare questa operazione con profitto, dovete esser certi che il cannocchiale polare sia in asse con l’A.R.!

Per semplificare di molto il concetto di allineamento riporto al PDF nel link sottostante dell’ottimo Renato Sanzari:
http://www.astrofiliaurunca.com/wp-c...oad.php?id=507 (http://www.astrofiliaurunca.com/wp-content/plugins/download-attachments/includes/download.php?id=507)

Un problema ricorrente a certi astrofili, è quello di poter allineare la propria montatura senza poter vedere la Polare (nascosta alla vista per vari motivi), allora si usa il metodo di Bigourdan http://www.astronomia.com/forum/showthread.php?1848-Metodo-Bigourdan-(di-P-Camaiti)
da questo momento dovreste essere in grado di saper utilizzare la vostra montatura equatoriale con profitto!

Etruscastro

Patric
01-02-2013, 14:38
Ottimi consigli e suggerimenti!!!!

Poi per chi vuole sapere in fretta dove si trova il polo celeste in un determinato momento rispetto alla polare può utilizzare Polar Finder http://www.polarfinder.com/...che semplifica un po' le cose.
Di seguito anche una breve istruzione su come utilizzarlo.
http://mkastropage.altervista.org/stazionamento.htm

Ciao

etruscastro
01-02-2013, 14:45
ottimo Patric! :)
il lavoro di squadra è sempre un'ottima cosa e da sempre eccellenti risultati! ;)
grazie

tony70xx
01-02-2013, 17:21
Per stazionare velocemente e con una discreta approssimazione (così almeno ho letto e provando mi sembra risulti giusto) si può anche guardare la posizione di Kokab nel piccolo carro e tenendo presente che la polare passa nella retta immaginaria che c'è tra il polo nord celeste e Kokab, usando tutti e due gli occhi (uno al cannocchiale Polare e l'altro libero), allineare il cerchietto dove va appunto centrata la Polare, in corrispondenza di questa retta immaginaria, e poi naturalmente portare, con i comandi altazimutali della montatura, la polare nel cerchietto. Descriverlo è complicato ma farlo è molto semplice, ci vuole un minuto.

etruscastro
01-02-2013, 17:28
giusto Tony
conoscevo il "trucco" ma personalmente non l'avevo mai provata (sono anni che non ho più una eq!)
penso che questo link aiuti tutti: http://gerlos.altervista.org/trucco-cannocchiale-polare
;)

marcom73
01-02-2013, 17:42
se non ero iscritto a questo forum... stavolta mi ci iscrivevo !! :biggrin:;)

Alfiere
08-04-2013, 14:42
Non mi è chiara una cosa. Allineare grossolanamente, per pura osservazione visuale, è possibile anche senza cannocchiale polare? e se si quanto risulta essere utile? ed eventualmente possibile come lo si fà? Da ignorante allineerei la polare esattamente al centro del "buco" dove si infila il cannocchiale polare.

La latitudine di Milano dove la posso trovare (Roma42° Milano?)?. Almeno l'"alzo" lo setto e non lo muovo più ;)

marcom73
08-04-2013, 15:04
Vedere la polare dentro al BUCO del cannocchiale polare ti consente di un'approssimazione comuqnue accettabile.
Rregolare bene la montatura allinenadola in maniera precisa ti permette, nell'inseguimento, di agire sul solo movimento della A.R. invece di dover correggere anche in DEC....

Milano sta a 45° e rotti ( dipende dalla località precisa ), ma puoi approssimare a 45...

Alfiere
08-04-2013, 15:27
Altra domanda, allineo la testa della eq. alla polare, ponendola a 45°, a questo punto dovrei avere, prendendo come riferimento il diametro verticale, la polare al centro. poi devo agire sulle 2 viti che la fanno ruotare sul proprio asse per terminare l'allineamento e avere la polare al centro anche sul diametro orizzontale del "buco" giusto? Vorrei settare alla bene e meglio la testa per poterla fissare e ponendo la "gamba" nord del treppiede alla polare essere sempre centrato quantomeno grossolanamente. Così una volta fatto chiudo i tappi e ho finito. Posta la gamba nord alla polare sono più o meno a posto. Vorrei evitare di acquistare un cannocchiale polare se possibile. Farei solo visuale quindi motori o no, un allineamento anche grossolano potrebbe andare più che bene ;)

marcom73
08-04-2013, 15:44
anche se la polare NON coincide come tu ben sai esattamente con il Polo, porre la stessa essattamente ( per quanto possibile ) al centro del buco, come detto, ti permette di avere una accettabile approssimazione.

per quanto riguarda la Latitudine è come detto fin qui.. per l'AZIMUT, come dici correttamente devi sistemare le gambe in modo da orientare grossolanamente a nord e poi ti aggiusti con i movimenti micrometrici.

ricordo poi a me stesso che la montatura deve essere IN BOLLA altrimenti introduci altre variabili d'errore che peggioreranno la possibilità di successo per un buon inseguimento.

se hai un posto dove solitamente ti metti ad osservare valuta la possibilità di fare dei segni sulle zampe e a terra per ritrovare facilmente il corretto posizionamento della montatura....

Nel caso di cui sopra, ti consiglio di dare un occhiara al metodo " DELLA DERIVA " o BIGOURDAIN per stazionare al meglio e poi blocca tutto e segna... una volta fatto te lo ritrovi... ;)

Alfiere
08-04-2013, 15:50
Si tendenzialmente osserverei da dietro casa mia, ho campagna aperta e zero IL. Solo la solita umidità.. una volta allineata e segnata, ripiazzarla dovrebbe essere sufficiente.

[edit]BIGOURDAIN.. Ho letto la "teoria" e qualcosa ho capito. Devo applicarla sul campo, appena le condizioni saranno tali da poter essere definite quantomeno "buone". Settimana prossima.

marcom73
08-04-2013, 15:57
assolutamente si.... potresti sulla zampe fare dei segni con un pennarello indelebile di quelli che servono per scrivere sui CD mentre a terra potresti fare dei segni con una vernice... occhio che se stai sulla terra ti esponi al richio che le zampe affondino e potresti perdere la BOLLA....

Alfiere
08-04-2013, 16:06
No osservo da una sorta di piattaforma di cemento di circa 3x3. Sotto quell'aspetto sono tranquillo, unico problema potrebbe essere il Sud. Casa mia mi farebbe da copertura. In ogni caso la montatura, a meno di spostamenti, non la smonto, la porto fuori a mano aperta, non è molto pesante per fortuna ;)

marcom73
08-04-2013, 17:55
nessunto ti vieta di trovare due postazioni fisse... da scegliere a seconda di quello che hai deciso di guardare... :)

Alfiere
09-04-2013, 16:59
E hai ragione anche tu, ma davanti a casa ho l'illuminazione della strada privata, quindi impossibile osservare. l'occhio non si abitua mai, e dietro casa di contro ho il buio, campagne a perdita d'occhio ma sud coperto.

marcom73
09-04-2013, 17:12
dietro casa di contro ho il buio, campagne a perdita d'occhio

:sbav::sbav: che bello.... pure io lo voglio....:cry:

Starfighter
12-04-2013, 20:37
Ragazzi da dove osservo io, non riesco a beccare la stella polare.. c'è la possibilità di utilizzare una bussola per una sorta di allineamento alle bene e meglio??...
non linciatemi se dico una castroneria...
grazie

etruscastro
13-04-2013, 06:43
certo, se fai solo visuale potrebbe essere già sufficiente, ma se vuoi fotografare prova a fare il metodo Bigourdan (http://www.astronomia.com/forum/showthread.php?1848-Metodo-Bigourdan-(di-P-Camaiti)")

Starfighter
13-04-2013, 09:24
Perfetto... Tengo conto, magari della declinazione magnetica, giusto per levarmi qualche grado di errore..
Ora comunque mi leggo anche l'altro metodo

Grazie

GALASSIA60
14-04-2013, 13:42
Mi allineo anche io per porre una domanda da " frescone " come si dice: forse già ho chiesto questa cosa e me ne scuso, ma devo risolvere il problema. Premesso che: 1) dal balcone vedo la Polare. 2 ) Ho libero solo l'orizzonte sud- ovest, quindi quando il programma di allineamento mi chiede le altre stelle di calibrazione ad est mi fermo ( allineamento solo a due stelle ) 3) Ho il cannocchiale polare ma non mi chiedete di settarlo con date, ghiere, etc in quanto con quelle" viti cinesi " ultramicroscopiche lo butterei direttamente dal balcone.
Con il Polar Finder e la linea Polaris - Kockab metodo veloce giro l'asse di a.r. fino a farlo coincidere con suddetta linea, e poi centro la polare nel cerchietto. Giusto ? Ma l'asse a.r. lo devo lasciare così quando inizio a fare lo stazionamento a due stelle ? Quindi non con tutte e due gli indici coincidenti ( set index come dice il go-to ) con la testa equatoriale ?
Conviene fare questo o per avere un sufficiente stazionamento fotografico basta il Polar align. Come si fa il polar align precisamente ?
Scusate il prolungarmi ma mi sto rendendo conto che anche con l'autoguida per fare esposizioni lunghe ci vuole uno stazionamento semi-perfetto !!!:sad: Grazie in anticipo.

tony70xx
14-04-2013, 15:05
L'allineamento della montatura alla polare e l'allineamento a 3 stelle del go-to sono 2 operazioni completamente indipendenti, quindi quando inizi l'allineamento a 3 stelle del go-to la montatura deve già essere stazionata (sarebbe meglio farlo prima di montare l'ottica per non sforzare le viti di regolazione della latitudine) e parti con gli assi a zero (il tele punta il PNC).
Per quanto riguarda lo stazionamento polare usando la linea immaginaria che unisce la polare a Kokab, centri la polare col cann. pol., con un occhio guardi Kokab (ad occhio nudo), con l'altro guardi nel cannocchiale polare e porti il cerchietto sulla linea immaginaria polare-Kokab ruotando l'asse asc. retta. A questo punto, usando i comandi lat. Azimuth porti la polare nel cerchietto.

Starfighter
18-04-2013, 23:07
Allora ragazzi, il prossimo mese mi prenderò il mio primo newton con montatura equatoriale.. Il celestron 130/650 MD..
Già vi avevo accennato che dalla mia postazione non vedo la polare, quindi per trovare il polo celeste nord utilizzerò la bussola.. Ecco siccome non ho mai visto in vita mia questo tipo di montatura, mi potete spiegare come cercare un oggetto celeste, con le coordinate equatoriali?
Nel senso, per ora ho capito che devo orientare la mia montatura verso nord, impostare la mia latitudine.. e poi come si procede?
Ragazzi vi pongo questa domanda perché sono molto curioso, so benissimo che magari avendo davanti la montatura sarebbe più facile capirci qualcosa.. Però per il momento mi accontento di apprendere per poi fare pratica appena ce l'ho tra le mani.
In questi giorni ho già imparato un mucchio di cose, grazie alla condivisione sul forum delle esperienze personali di ognuno di voi!

Grazie

Andrea Mazzucco
18-04-2013, 23:43
Con questo link puoi comunicare con il tecnico di auriga, ti consiglio di chiedergli di anticiparti il pdf del manuale di istruzioni, così puoi leggertelo con calma.
http://www.auriga.it/support.asp?page=tech&path=CHIEDI%20AL%20TECNICO&famID=T

Huniseth
19-04-2013, 07:48
Non ci perdere nemmeno un minuto per cercare qualcosa con le coordinate e le ghiere.
Non hai il Nord, non hai una montatura col cannocchiale polare (d'altronde non vedresti la Polare lo stesso), hai una montatura non precisissima, non fai fotografia, non hai i motori.
Il Bigourdan, che sarebbe l'unico sistema usabile, diventa una semplice esercitazione che in pratica non ti serve.
Fai invece molta pratica, usa il reddot, memorizza le stelle principali, guarda le carte stellari o qualche software planetario.

Alfiere
19-04-2013, 09:03
Fai invece molta pratica, usa il reddot, memorizza le stelle principali, guarda le carte stellari o qualche software planetario.

Straquoto. Considera che ho passato i primi anni osservativi senza sapere cosa fosse l'allineamento della montatura. Semplicemente piazzavo (e piazzo) la gamba del trepiede con stampigliata la "N" verso nord e ho regolato l'altitudine della testa sui 45° (posizione in ° della polare osservando dalla zona di Milano).

Se non fai fotografia un allineamento grossolano va piu che bene. Per affinare, non avendo il cannocchiale polare, tolgo i tappi dove lo stesso andrebbe alloggiato e mi limito a guardare se attraverso il "buco", piazzandomi sulla perpendicolare,vedo la polare nel centro. Easy easy. Certo che se nn vedi la polare tutto si complica.
Ti suggerirei tramite la bussola, di puntare il piede del nord verso nord appunto. e regolare l'altitudine in base a da dove osservi.

Starfighter
19-04-2013, 10:07
Non ci perdere nemmeno un minuto per cercare qualcosa con le coordinate e le ghiere.
Non hai il Nord, non hai una montatura col cannocchiale polare (d'altronde non vedresti la Polare lo stesso), hai una montatura non precisissima, non fai fotografia, non hai i motori.
Il Bigourdan, che sarebbe l'unico sistema usabile, diventa una semplice esercitazione che in pratica non ti serve.
Fai invece molta pratica, usa il reddot, memorizza le stelle principali, guarda le carte stellari o qualche software planetario.

non riuscirei nemmeno in linea di massima ad utilizzare le ghiere?.. praticamente adotto lo stesso sistema che utilizzavo con l'alt/az.. prendevo un riferimento con una stella luminosa e poi cercavo nelle vicinanze quello che m'interessava.. comunque l'inseguimento una volta allineata la montatura, posso eseguirlo grossolanamente con le ghiere?...
Solo per informazione, a questo punto, se ipoteticamente riuscissi ad allineare la montatura all'asse polare, le ghiere come dovrei utilizzarle per la ricerca con le coordinate equatoriali?

ora mi leggo anche i link che mi avete postato..

grazie

Starfighter
19-04-2013, 10:09
Con questo link puoi comunicare con il tecnico di auriga, ti consiglio di chiedergli di anticiparti il pdf del manuale di istruzioni, così puoi leggertelo con calma.
http://www.auriga.it/support.asp?page=tech&path=CHIEDI%20AL%20TECNICO&famID=T

il manuale d'istruzioni l'ho già scaricato, dal sito della celestron... grazie.. grossolanamente c'è spiegato qualcosina..
grazie

Huniseth
19-04-2013, 10:30
Le ghiere non funzionano nemmeno con la montatura allineata alla perfezione, col tuo setup. Senza contare la messa in bolla e tutto il resto. Concentra il tuo tempo sull'uso pratico. Forse prima trovavi qualcosa perchè era vicino, non certo per merito delle ghiere.

Starfighter
19-04-2013, 10:39
Le ghiere non funzionano nemmeno con la montatura allineata alla perfezione, col tuo setup. Senza contare la messa in bolla e tutto il resto. Concentra il tuo tempo sull'uso pratico. Forse prima trovavi qualcosa perchè era vicino, non certo per merito delle ghiere.

le ghiere non l'ho mai avute..
ho un piccolo rifrattore 60/700 su trepiedi in legno e metallo.. utilizzavo carta stellare e bussola..
esempio: l'estate scorsa saturno si trovava (per un certo periodo) nei pressi di spica.. quindi cercavo le coordinate alt/az su stellarium; con la bussola cercavo il le coordinate geografiche, per sapere in linea di massima dove trovare la costellazione; una volta individuata, vedevo spica e poi beccavo Saturno..

Nebulose a ammassi posso cercarli come dici tu?

geko77
20-10-2020, 14:35
scusate la domanda (che sembra sciocca già a me che la faccio ma non riesco a rispondermi), ma per un uso visualista (spero si dica così) e osservazioni iniziali di oggetti visibili anche ad occhio nudo (luna, pianeti) una volta che ho allineato la montatura, gamba segnata a N, latitudine Milano 45° (circa) e stella polare (quasi) al centro, come osservo ad esempio saturno in questo periodo che se non erro è da tutt'altra parte? devo ruotare tutto di 180° e muovere la latitudine o mi sfugge qualcosa (più di qualcosa temo)?
Grazie infinite.

stevesp
20-10-2020, 16:48
Allenta le frizioni e praticamente devi ribaltare il telescopio verso sud dove c’è giove adesso di sera
Più facile a farsi che a dirsi
Muovendo gli assi, una volta inquadrato nel cercatore e chiudi le frizioni e muovendo di fino gli assi RA e DEC lo centri nell’oculare del telescopio ( sempre che cercatore e telescopio siano stati allineati) con la montatura equatoriale basta muovere un solo asse per seguire lo spostamento del pianeta e tenerlo nell‘oculare
Ovviamente se la montatura è tutta manuale
Altrimenti ci pensa il motore

Huniseth
20-10-2020, 17:13
Forse è meglio un ripassino sulle equatoriali...
Come si vede, ci sono 4 regolazioni possibili: Asse Declinazione - asse AR - Questi NON si toccano per fare lo stazionamento
Azimut e altezza (latitudine) - questi si usano per lo stazionamento e poi NON si toccano più.
Succede che dopo lo stazionamento il telescopio punta al Nord ma di solito si guarda al Sud, pazienza, assumerà posizioni strampalate se muoviamo gli assi di AR e Dec, la prossima volta farà (Il supremo) il movimento degli astri in modo diverso.. :biggrin:
https://www.lorenzosestini.it/wp-content/uploads/2018/05/m-equatoriale.gif

geko77
20-10-2020, 17:33
grazie Huniset questo è quello che avevo capito ma quindi diciamo una volta posizionato e regolato gamba del trepiede verso nord, azimut e altezza e ho nel centro (o meglio ad 1°) la stella polare sono ok. E se ora volessi osservare Giove, che faccio? non devo più muovere supporto azimut e altezza ma devo spostarmi fino a giove con declinazione e AR ho capito bene?

grazie ancora per la pazienza, sono un esperto di bici ma non di telescopi e posso solo immaginare quanto alcune domande possano risultare frustranti da spiegare ad un neofita.

stevesp
20-10-2020, 18:30
Per spostare gli assi AR e DEC a mano sblocca le frizioni

Huniseth
20-10-2020, 19:13
Se c'è scritto NON vuol dire che per quella funzione non vanno mossi. Capisco che la montatura a Sud prende posizioni sbilenche, ma deve essere così.

geko77
21-10-2020, 10:03
ok ci sono arrivato (mi ci sono voluti un pò di 3d ehhhhehe lo so )
grazie mille
ora aspettiamo il cielo sereno :-)