PDA

Visualizza Versione Completa : Automatizzazione cupola osservatorio



Gianluca97
24-06-2017, 08:40
Ciao a tutti,
chiedo aiuto anche a voi per alcuni suggerimenti/idee/aiuti. In osservatorio attualmente la cupola e il telescopio sono gestiti da Cartes du Ciel (per il telescopio) e da un software creato da un socio basato sul PIC (la cupola), il problema è che il tutto è su un computer ormai molto obsoleto e spesso la cupola non fa quello che deve e questo è un problema se si considera che magari durante una lunga posa interrompe l'inseguimento e quindi foto rovinata...
Abbiamo però un computer di nuova generazione che al momento gestisce la camera CCD e il software di elaborazione, utilizziamo Maxim DL Pro.
Per quanto riguarda il controllo del telescopio non dovrebbero esserci problemi, basta cambiare pc e configurarlo su Stellarium (il telescopio è un Marcon SC da 30cm su montatura a forcella) il controllo della cupola invece è più complicato in quanto non è dotata di un "cervello" suo e quindi il tutto va gestito dal pc principale facendo in modo che punti ovviamente nello stesso punto del telescopio.
La mia idea era quella di usare Arduino e i protocolli LX200 per gestire la cupola come se fosse un secondo telescopio ma sto notando che non è così semplice, inoltre voglio ridurre il più possibile l'uso di componenti esterni come interruttori per passaggio da controllo manuale a automatico eccetera, lascerei ovviamente solo il pulsante di emergenza, questo perchè il passo successivo che vorrei realizzare dopo questo è la remotizzazione dell'intero sistema in questo modo credo che tutti i soci potrebbero usare maggiormente la strumentazione di tutto rispetto che abbiamo.
Comunque oltre al problema di creare un'interfaccia grafica c'è anche il fatto che la cupola ruota grazie ad un motore trifase gestito da un inverter e non dal classico motore in DC (l'apertura della porta è invece gestita da due motori DC e quindi nessun problema).
So che Maxim DL ha la possibilità, volendo, di gestire tutto: cupola, telescopio, guida, autofocus e CCD.
L'unico problema è come adattare la cupola per essere gestita da Maxim, oppure creare un nuovo software.

Spero che qualcuno possa aiutarmi o anche solo darmi qualche consiglio, se non sono stato chiaro chiedete pure ;)
Grazie

Jerry
25-06-2017, 09:27
Sapevo che Mario Dho aveva progettato un osservatorio in remoto facendo anche alcuni articoli molto tecnici su delle riviste, dovrei recuperarle o cercare in rete.

Gianluca97
28-06-2017, 14:28
Allora seguendo vari consigli ricevuti da persone con più esperienza di me in questo campo ho deciso come procedere: utilizzando i driver ASCOM userò un software chiamato LesveDome (a pagamento ma veramente a prezzo ridicolo rispetto ad altri più blasonati) che interfaccerò al POTH hub insieme al telescopio e in futuro anche all'autofocus, in questo modo tutti saranno collegati e lui si occuperà dei calcoli geometrici seguendo i parametri che andremo ad inserire, a quel punto ogni software farà quello che deve tenendo però sempre in considerazione gli altri; avremo quindi la cupola gestita da LesveDome, il telescopio dal software che useremo (Maxim, Cartes du Ciel o Stellarium) e quando lo faremo l'autofocus da Maxim.
Adesso tra poco parto per il mare quindi tutte le prove pratiche sono rimandate al mio ritorno, nel frattempo acquisteremo tutti i componenti necessari per creare il circuito per il software della cupola.
Vi aggiornerò ;)

Gianluca97
31-07-2017, 15:20
Aggiorno

Dopo aver letto decine e decine di pagine sul software LesveDome non ho potuto far altro che buttarmi su quello, ho capito come funziona il circuito e lo modificherò a livello hardware per adattarlo al controllo di un inverter (si tratta semplicemente di dare un 1 o uno 0 alla fine)
È sorto quindi un altro problema: l'apertura e la chiusura della cupola! Infatti la nostra cupola è dotata di due soli contatti striscianti che portano i 24VAC al ponte raddrizzatore e ai teleruttori posizionati sulla parte mobile, quindi come controllarli? La prima idea che mi è venuta in mente: il Bluetooth, che non farà altro che inviare i comandi di Lesvedome a una scheda Arduino Nano che controllerà i teleruttori e a sua volta invierà i valori dei finecorsa al PC tramite Arduino MEGA.
Presa la scheda e assemblata oggi:
25217

E quest per quanto riguarda la gestione della cupola, entro sera pubblico anche tutti gli aggiornamenti sul remoto ;)

Gianluca97
31-07-2017, 19:28
Come promesso ecco gli aggiornamenti sul remoto.
Il primo aggiornamento: si fa! :D Ormai è certo questo grande passaggio per il nostro osservatorio.

Ma parlando seriamente, come andrò a realizzare il sistema di remotizzazione:
per quanto riguarda la sicurezza andrò a mettere un interruttore magnetotermico differenziale (il salvavita) su ogni alimentazione: uno per la cupola, uno per il telescopio e uno generale; ogni interruttore sarà automatico, quindi in grado di riabilitarsi a comando, ognuno invierà un semplice segnale di conferma all'Arduino MEGA che si occuperà di gestire la sicurezza per avere conferma del fatto che sia tutto a posto.
Ora il problema principale: il meteo; monteremo all'esterno, oltre alla classica All Sky Cam, un sensore di vento, di umidità e, ancora da valutare, un sensore di cielo nuvoloso e tutti questi sensori comunicheranno con Arduino che controllerà che i loro valori siano all'interno dell'intervallo stabilito, nel caso non lo fosse anche solo uno chiuderà la cupola.

Per quanto riguarda l'autofocus mi baserò sul progetto AstroFocus che utilizza un Arduino per comandare un motore passo passo tramite driver Ascom, il tutto gestito da Maxim dl.

L'ultimo passo è come gestire il tutto in modo semplice: userò un nuovo dispositivo sempre per Arduino chiamato MiuPanel, ovvero una scheda WiFi che mi permette di controllare tutto da remoto semplicemente usando la loro applicazione, personalizzabile tramite il codice HCTML. L'applicazione mostrerà in diretta gli stati dei vari interruttori salvavita, dell'apertura della cupola e il valore ottenuto dai sensori, avrà inoltre la possibilità di poter decidere in caso di emergenza di chiudere la cupola, questo comando avrà la priorità assoluta su qualsiasi altro. Altra cosa carina Arduino può inviare notifiche alle applicazioni attive per segnalare qualsiasi problema o la chiusura della cupola a causa del maltempo in arrivo.

Questo per la gestione della sicurezza, per il controllo del telescopio e della camera andremo ad usare TeamViewer che permetterà di accedere al desktop del pc dell'osservatorio (dimenticavo, il computer sarà sempre alimentato e lo accenderemo tramite WOL, Wake On Lan).

Per il momento è tutto, l'inizio dei lavori è fissato per lunedì prossimo, il 7 Agosto, e punto a finirlo prima della metà di settembre quando inizierò l'università.
A presto con nuovi aggiornamenti ;)

Jerry
01-08-2017, 00:58
Ammazza che lavorone, mi sono perso per strada.

Fazio
01-08-2017, 06:45
Manca solo il teletrasporto dell'osservatore all'interno della cupola...:D

Gianluca97
01-08-2017, 10:38
Alla fine magari faccio un resoconto più ordinato :D

Io sono convinto che, nel nostro gruppo, l'osservatorio remoto sia solo un bene: tante volte c'è pigrizia ad andare in osservatorio a fare qualche ripresa (e direi anche giustamente, tra famiglia e lavoro o altro) ma la strumentazione che abbiamo è di tutto rispetto e secondo me non sfruttiamo nemmeno lontanamente le sue potenzialità; credo che avendo la possibilità di poter gestire il tutto da casa migliori le cose e magari si riescono a sfruttare maggiormente quelle serate serene dove magari è impossibile andare direttamente in osservatorio ma è un peccato sprecarle.

Una cosa che mi sono dimenticato di dire ieri riguarda i flat: dovendo ogni volta che c'è apertura smontare e rimontare la camera è facile che entri la polvere quindi i flat sono necessari, monterò quindi un sistema che permetta anche di farli in remoto: seguendo questo semplice progetto che penso possa servire anche ad altri vista la semplicità e comodità della cosa ;)
http://www.scopefocus.info/home/autoflat

Gianluca97
10-08-2017, 08:52
Ho iniziato i lavori lunedì e ho anche avuto finalmente la conferma definitiva di poter procedere anche con il remoto (la cosa era quasi certa ma mancava ancora la vera e propria ufficialità).

Inizio col dire che subito è nato un problema con l'encoder: infatti pare che la scheda non tenga le 100 linee/giro del mio, ma voglio fare ancora qualche prova domani, nel caso non funzioni ne costruirò uno usando due sensori fotoelettrici e una ruota con 12 posizioni/giro.
A parte questo intoppo il software funziona molto bene e senza nessun problema comanda la cupola (ovviamente senza encoder gira nel verso giusto ma a caso) quindi si muove, si interfaccia molto bene con Cartes du Ciel e almeno in teoria segue il telescopio.

Sto iniziando già a lavorare per il remoto partendo ovviamente dall'apertura della cupola, grazie ai sistemi bluetooth il comando è molto molto semplice, si tratta di attivare a coppia i teleruttori alla fine.
Nei prossimi giorni inizierò a pensare all'autofocus, devo trovare un motore passo passo che regga anche allo zenith il peso del CCD (SBIG ST10XME e CFW8... tanto peso).

Per quanto riguarda il controllo del meteo abbiamo preso l'AAG CloudWatcher della Lunatico, uno splendido strumento che tiene sotto controllo vento, umidità, temperatura, pioggia e la presenza delle nuvole.

Vi aggiorno nei prossimi giorni su come prosegue la situazione ;)

Gianluca97
27-08-2017, 09:52
Ho terminato di installare il telescopio sul nuovo pc per interfacciarlo correttamente con POTH Ascom e Maxim, in particolare ho dedicato gran parte della serata all'autoguida.
Bene dopo 2 ore passate a cercare la soluzione a un problema di comunicazione (in pratica attivando l'autoguida il motore DEC continuava a muoversi) alla fine ho cambiato driver passando dai Generic LX200 agli Advanced LX200, in questo modo sono riuscito a dettare l'interfaccia di controllo FS2 e la guida ha finalmente iniziato a funzionare correttamente.
Qua una prima prova di 300s su Deneb (infatti c'è giusto un po' di blooming :biggrin:) tenete conto che devo ancora regolare per bene tutti i parametri che per il momento ho inserito a caso.
25659

E per essere una prima prova, considerando anche il seeing pessimo mi ritengo molto soddisfatto.


Per il resto prosegue bene il lavoro: dopo quasi 10 giorni passati a lottare contro un problema all'encoder ieri sono riuscito finalmente a far funzionare tutto, ora l'errore di posizionamento della cupola è di circa 5° e considerando il campo visivo della cupola di circa 25° direi che quasi ci siamo, devo solo mettere un sistema anti rimbalzo o prendere dei sensori ad effetto hall.
Ho eseguito bene la fase di interfaccia tra pc-telescopio-cupola e ora la cupola segue perfettamente i movimenti del telescopio.
Nei prossimi giorni farò il circuito stampato e monterò in via definitiva il circuito, a questo punto inizio le procedure per il remoto: in attesa del CloudWatcher abbiamo deciso di prendere una ASI120mm con lente da 2.1mm da usare come All Sky Cam avendo un campo di 150°, ottimo per questo utilizzo.
Ora inizio a lavorare per l'autofocus: userò come detto Astrofocus e la versione 3.8 di Focusmax, il problema principale era il peso consistente del CCD (circa 1.3Kg) che allo Zenith in particolare può causare problemi di movimenti, ho quindi deciso di prendere un motore passo passo con moto riduzione, in questo modo ho una coppia più elevata e soprattutto dovrei limitare qualsiasi movimento.
Ne realizzerò due: uno per il rifrattore e uno per il riflettore (volevano farlo solo sul rifrattore ma per me è un peccato non sfruttare la grande apertura e la lunga focale del Marcon, ci possono saltare fuori tante belle galassiette lontane :wub: )
Vi aggiornerò nei prossimi giorni su come procede ;)

Jerry
27-08-2017, 10:49
Molto ma molto bravo, ne uscirà un ottimo lavoro. Per quanto mi riguarda ti seguirò con interesse anche per la motorizzazione del focheggiatore che vorrei cambiare al mio. Tienici ancora aggiornati.

Gianluca97
27-08-2017, 11:04
Grazie Jerry
Certo vi aggiornerò non appena arriveranno scheda e motori, a questo punto sono lanciato e non vedo l'ora di fare la prima foto in remoto, spero di riuscire a completare tutto per il prossimo novilunio... già assaporo le pose di svariate ore :sbav:
Ormai ho contagiato tutti nel gruppo e sono tutti impazienti di vederlo finito :D

Patrizia Bussatori
27-08-2017, 21:09
Quindi alla fine la mettiamo la all sky camera? per controllare il meteo?

Gianluca97
27-08-2017, 21:14
Patrizia Bussatori
Certo, più che altro servirà per vedere con i propri occhi le condizioni del cielo e decidere se fare o meno la sessione fotografica, quindi sarà una cosa che serve a noi; l'AAG CloudWatcher invece controllerà in automatico la qualità del cielo e la presenza o meno di nuvole (ma anche vento e umidità) e servirà per le sessioni completamente automatiche: per esempio facciamo partire la foto e poi non guardiamo più il pc dell'osservatorio, questo accessorio valuta il cielo e se una condizione peggiora chiude la cupola e ferma la sessione fotografica ;)

Sigmalite Arturo
11-10-2017, 14:03
Ciao Gianluca 97, io sono nelle stesse peste tue. Dieci anni fa con un collega abbiamo costruito un sistema con un pic per fare in modo che la cupola seguisse i movimenti del telescopio ( Newton 41 cm) adesso il sistema si è bloccato e volevo rifarlo ma in piattaforma Ascom. Verrei volentieri al vostro osservatorio se mi dici i giorni in cui c'è l'apertura al pubblico per fare duehiacchere e per vedere l'opera al lavoro. L'osservatorio di Nove dove collaboro io si trova in via Nodari 13 a Nove (Vicenza)ed è aperto al pubblico il primo ed il terzo venerdì del mese mentre il secondo è il quarto venerdì e per il club astrofili Monte Grappa di cui faccio parte.

Gianluca97
12-10-2017, 21:51
Sigmalite Arturo, ciao.
Allora se ti interessa noi siamo aperti al pubblico due sabati al mese, come puoi vedere da questo sito: gam42.it
Se decidi di venire avvisami e faccio in modo di esserci quella sera ;)

Sigmalite Arturo
14-10-2017, 00:26
Grazie Gianluca97, Domenica mi trovo con il gruppo e sento se qualcuno si aggiunge alla visita e ti farò sapere.

Sigmalite Arturo
29-10-2017, 16:29
Ciao Gianluca97, volevo chiederti come hai risolto il problema del sensore azimutale o encoder della cupola. Hai fatto anche delle foto?

Gianluca97
18-11-2017, 09:23
Scusa se rispondo solo ora, mi ero totalmente dimenticato della tua domanda.
Alla fine ho risolto semplicemente cambiando gli switch magnetici.

Ne approfitto per aggiornare la discussione.
I lavori ultimamente sono proseguiti a rilento causa esami intermedi miei, ma ora che è finito quel periodo mi sono buttato a capofitto sull'osservatorio e in poco tempo ho fatto passi da gigante: inizio col dire che la cupola è ufficialmente completata (in realtà devo ancora montare il sistema dell'apertura da remoto ma è talmente semplice che lo do per fatto) il problema ai relè l'ho risolto semplicemente mettendo un diodo tra l'OUT2 (corrispondente al relè per la direzione) e l'IN4 (ha il compito di invertire la lettura degli encoder) e mi sono dato dello stupido tante volte per non esserci arrivato prima.
Il telescopio è quello che più mi ha fatto preoccupare per via di alcuni problemi legati al sistema FS2, ovvero il fatto che non è in grado di memorizzare la posizione di parcheggio, al momento le soluzioni sono due e funzionanti entrambe: la prima è lasciare sempre telescopio e pc accesi e comunicanti, ovviamente avendo cura di spegnere i motori in fase di parcheggio, l'altra alternativa è comandare l'accensione del telescopio tramite LesveDome e sincronizzare una volta acceso con la posizione di parcheggio memorizzata dai driver ASCOM Advanced LX200; entrambe le soluzioni sono funzionanti per cui decideremo poi quale soluzione sia la migliore e la più sicura.
Abbiamo montato l'AAG Cloudwatcher che metterò in funzione ufficialmente questa sera o in settimana, oltre a quello è montata anche una ASI120MC con la sua lente da usare come AllSkyCam.

Cosa manca? Al momento mancano Autofocus di cui si sta occupando un altro socio, apertura cupola che metterò penso in settimana e internet, ecco questo non dipende da noi ma dal comune e penso che sarà la causa dei ritardi nel lancio del remoto.
La cosa importante è comunque il fatto che ora tutto funziona bene: telescopio e cupola lavorano insieme a meraviglia, senza problemi, da quando ho settato correttamente il POTH non sbagliano un colpo insieme, e grazie al PlateSolving di Maxim anche a 3m di focale ha una precisione spaventosa (già immagino le foto alle galassie minuscole con il Marcon, oppure a tutti i transiti che potremo fare :sbav:).

Ma devo dirlo, oltre alla soddisfazione immensa nel vedere il proprio lavoro che funziona sempre meglio è bello vedere l'entusiasmo che è rinato nell'associazione, vedo molte persone interessate a quello che sto facendo e grazie ad alcune prime prove sta nascendo la consapevolezza di ciò che possiamo realmente fare; spero con tutto me stesso che quando tutto sarà finito la nostra associazione si riempia non solo di belle foto, ma anche di nuovi lavori come transiti, curve di luce di stelle variabili, controllo degli asteroidi e chi più ne ha più ne metta :)

A breve metterò una foto per spiegare tutto meglio ;)

Gianluca97
24-03-2018, 10:40
È tantissimo tempo che non aggiorno questa discussione, ma sono andato avanti, molto avanti :D
Sono quasi commosso nel dirvi che ho praticamente finito, cupola, telescopio, controllo meteo, pc e tra pochissimo anche internet sono pronti :biggrin:
Cosa manca? Manca solo da fare la V-curve per l’autofocus, ma ho giá testato che funziona, si tratta solo di fargli capire quanto può muoversi e in che modo; dimenticavo, devo installare il sistema di apertura automatica, ma sappiamo già che funziona, dobbiamo solo fissarlo e collegarlo definitivamente.
Sono davvero felice e soddisfatto del lavoro che io e chi mi ha aiutato abbiamo fatto, quando ho iniziato sembrava una cosa al limite dell’impossibile e ammetto che ho anche pensato che forse avevo esagerato, ma ora vedo la luce in fondo al tunnel e posso affermare che entro 2/3 settimane massimo (dipende dal meteo) sarà operativo il remoto all’osservatorio.
Negli ultimi mesi ho perfezionato di volta in volta i parametri di Lesvedome, sistemato i driver, studiato modi per interfacciare tutto, ora non sbaglia un colpo, la precisione del puntamento anche a 3m di focale ha stupito tutti!
Un brevissimo riassunto di come tutto funzionerà:
-tutto sarà controllato dal software SGPro, che ho individuato come il migliore e anche il più semplice da usare, da solo farà tutto, controllo del telescopio e di conseguenza della cupola, controllo del ccd, gestione della sicurezza con il Cloudwatcher, gestione delle sessioni, ripresa dei file di calibrazione ecc.
-Ascom, tutto si basa sui driver ascom aggiornati all’ultima versione

Ora non mi resta che finire le ultime cose e decidere quale sarà il primo oggetto ripreso (ma ho già una mezza idea per questo :biggrin: )
Questa volta veramente a presto con i primi risultati.

Jerry
25-03-2018, 04:06
Ottimo lavoro, non avevo dubbi.

Gianluca97
20-06-2018, 06:43
Ciao a tutti, rieccomi dopo tanto.
Sono qua per dire che il tutto è completato, la prima prova, tempo permettendo, sarà questa sera. Ora che è tutto collaudato e calibrato ho affidato il compito di gestire le sessioni a SGPro, un software molto potente che da solo sarà in grado di controllare tutta l’attrezzatura, controllo meteo compreso.
L’unica cosa ancora da sistemare è la guida, ma diciamo che non la ritengo necessaria all’avvio del remoto, comunque sto lavorando anche per questa.
Al momento solo il rifrattore da 108mm è dotato di autofocus, non appena sarà collaudato lo monteremo anche sul riflettore da 30cm (già ci vedo riprendere tutte quelle piccole galassiette :sbav: ).
Sono sicuro che con il nuovo sistema aumenteremo il lavoro prodotto durante l’anno, siamo già pronti a riprendere un transito di un pianeta extrasolare come prova :biggrin:
Ora non mi resta che sperare nel bel tempo, incrociamo le dita

Sigmalite Arturo
20-06-2018, 22:28
Bravo Gianluca97, io invece sono ancora fermo anche se il Gruppo in assemblea mi ha autorizzato a procedere. In realtà ho preso i due finecorsa per il sensore azimutale che penso di collegarlo al volantino di rotazione manuale della cupola. Ho calcolato che il volantino suddetto, compie 77 giri a fronte di un giro della cupola. Allego alcune foto fatte in osservatorio di Nove tanto per darti un idea.2993129932

Gianluca97
15-03-2019, 19:33
Ciao a tutti, credo sia giusto aggiornare questa discussione anche dopo tanto tempo per chi un giorno dovesse leggerla.
Allora in questo anno sono cambiate moltissime cose ma partiamo dalla cosa più importante: tutto quello che avevo fatto è stato sostituito; alla fine erano troppi i circuiti e i sistemi che dovevano lavorare insieme e creavano più problemi che altro.
Grazie a un nuovo socio abbiamo deciso di ripartire da zero: grazie alle sue conoscenze informatiche e le mie elettroniche abbiamo deciso di fare tutto da noi, io ho quindi progettato dei semplicissimi circuiti per interfacciare il suo software, si basa tutto su INDI, un nuovo protocollo simile ad ASCOM ma molto più aggiornato. Dopo le normali difficoltà iniziali nel progettare un sistema da zero abbiamo preso il via e nel giro di 4 mesi abbiamo messo in moto tutto, ormai cupola e telescopio lavorano insieme benissimo e siamo sempre più vicini alla fine.
I software che abbiamo fatto sono ovviamente open source e li pubblicheremo una volta completati fino in fondo (non manca molto, si tratta solo di testare per bene il tutto nel lungo periodo), tutto lavora come dicevo con i driver INDI, funziona su KStars e Ekos, due piattaforme rispettivamente per osservazione e fotografia, sono davvero molto semplici e intuitivi una volta capito come ragionano.
Proprio oggi sono andato a completare la nuova installazione per l'autofocus finendo di fatto anche il lavoro per la remotizzazione, ormai nel giro di giorni dovremmo essere pronti e speriamo di dare nuova vita all'associazione e a tutte le persone che ci aiutano e che vengono da noi ogni volta sempre con grande entusiasmo e curiosità; abbiamo molte idee e progetti che "bollono in pentola" e che speriamo cambieranno il nostro modo di operare.
Se avete qualche domanda sarò felice di rispondere ovviamente, non sono stato molto esaustivo in questo messaggio in quanto pubblicheremo poi tutto in dettaglio sul sito e metterò un riferimento a quello :D

etruscastro
16-03-2019, 07:05
sposto il thread nella nuova sezione -Postazioni fisse e Osservatori amatoriali-

nicola66
16-03-2019, 10:56
Ottimo , allora aspettiamo con ansia la pubblicazione di tutti i vari dettagli e paesaggi che avete fatto .

Jerry
16-03-2019, 22:56
Evvai, fammi sapere quando ci sarà la prima luce che vengo a trovarvi.

Sigmalite Arturo
25-03-2019, 09:55
Accidenti Gianluca97, sbrigati a spiegare nei dettagli cosa hai modificato con schemi e foto. Proprio adesso che stavo completando le modifiche alla cupola!

enricoze
27-09-2019, 09:59
Una cupola simile è un lavoro complesso, per varie ragioni. Intanto è metallica, ciò vuol dire che nella stagione estiva, ma anche in quella primaverile sarà un autentico forno per quanto si curi l'isolamento termico. Inoltre pur avendo la forma di una cupola non offre nessuno dei vantaggi tipici e peculiari di una classica cupola, che sono l'eccellente protezione dell'astrofilo contro le intemperie assicurando nello stesso tempo la più ampia finestra ottica. Nella cupola classica la finestra ottica ha la stessa ampiezza, la corsa è regolabile da 0 a 90° ed è aperta solo frontalmente in direzione dell'osservazione. Tutta intorno la cupola è ben chiusa, le spalle e la testa dell'utente sono protette dalle intemperie e dal freddo e specie in condizioni di vento si può osservare con la massima comodità. Inoltre questa cupola richiede per la sua costruzione una progettazione non semplice e la disposizione di macchine utensili e materiali non di facile reperibilità.

etruscastro
27-09-2019, 10:22
enricoze prima di interagire col forum è gradita una presentazione ufficiale qua: https://www.astronomia.com/forum/forumdisplay.php?29-Mi-presento
fai molta attenzione ai link che inserisci, leggi bene il nostro regolamento, il tuo messaggio l'ho modificato io ma il prossimo si prenderanno provvedimenti in tal caso. ;)

Sigmalite Arturo
27-09-2019, 14:16
Aggiungo due foto della scatola che contiene scheda controllo e scheda relais già installata in osservatorio a Nove ma al momento solo in modalità manuale. Intanto sto calibrando il sensore altazimutale e appena pronto verrà aggiunto al tutto.35845 35846

Sigmalite Arturo
06-10-2019, 08:11
Salve a tutti, oggi ho terminato di costruire il sensore di azimut per il controllo della cupola con il sistema Lesvedome. La parte rotante divisa in 12 settori (6 con fori e 6 chiusi) è stata ottenuta lavorando a traforo un pezzo di plastica al centro è stata posta un pezzetto di tubetto in ottone comperato al briko.
Con una stisciolina di metallo ho fissato il circuito con i due sensori Omron e con un tappo Bormioli ho costruito anche un cater per schermarli dalla luce. Una molla terrà il tutto premuto contro il bordo mobile della cupola. Allego qualche foto.359413593935940

Sigmalite Arturo
17-10-2019, 19:50
Salve a tutti, oggi ho terminato di costruire il sensore di azimut per il controllo della cupola con il sistema Lesvedome...

Ciao a tutti, ieri ho fissato definitivamente il braccio meccanico che sostiene il sensore di azimuth della cupola. Ho eseguito anche il test di funzionamento e dopo piccoli ritocchi sembra tutto a posto.
Vi allego due foto. Alla prossima.
3604736048

rey
17-10-2019, 20:29
Complimenti per la realizzazione e per l'impegno non indifferente! Tienici aggiornati :)

Sigmalite Arturo
25-10-2019, 12:07
Complimenti per la realizzazione e per l'impegno non indifferente! Tienici aggiornati :)

Grazie Rei, se ci riesco vi informerò passo passo e a opera completata raccoglierò il tutto per chi vorrà cimentarsi ad automatizzare la cupola.
Anche se gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo. L'altra sera dopo aver inserito i codici del periodo di prova di Lesvedome, due dei nostri hanno provato a colloquiare con il telescopio ma niente da fare, sparito da tutte le applicazioni. Panico generale. Ieri pomeriggio dalle 14 fino alle 19 a provare a vedere cosa fosse successo prima di scoprire che qualcuno fatto confusione con i cavi rs232 del computer-server della cupola.
Non so negli altri osservatori o gruppi di astrofili capita lo stesso, ma da noi capita che qualcuno si senta autorizzato a ravanare su cose creando a volte guasti o perdite colossali di tempo da parte di chi poi deve sistemare le sue malefatte. Per fare un esempio questa estate qualcuno è andato in un auto demolizione e ha portato in cupola una ventola da radiatore per raffrescare la cupola, a suo dire.
Si sono guastati due alimentatori uno in maniera irreparabile.

Sigmalite Arturo
21-11-2019, 20:04
Salve a tutti, vi voglio aggiornare sullo stato dei lavori di automatizzazione della cupola dell'osservatorio.
Per non modificare lo status dei programmi che gestiscono attualmente l'osservatorio, ho usato il mio portatile che gira con Windows 7 istallando Carte du ciel, la piattaforma Ascom e Lesvedome in trial nonché un utilissimo programma di controllo Dome Dignostics che consiglio vivamente a chi vorrà cimentarsi in futuro.
Dopo un piovoso pomeriggio di prove, il tutto funziona!!! Tutto a posto allora? No, ieri sera abbiamo provato a immettere i settaggi sul pc server che gira in window xp : niente da fare, crash su crash.
Mercoledì prossimo assemblea dei soci per decidere la sostituzione del pc che ha solo 13 anni.
Vi farò sapere.

nello_ruocco
07-12-2019, 11:34
Salve
anche io sto cercando di automatizzare e remotizzare l'Osservatorio utilizzando Lesvedome.
Ho problemi a sincronizzare la cupola con il telescopio, un LX200 Meade da 14"
Da quanto ho capito, bisogna settare le distanze, che non ho capito!
Mi date qualche dritta?

Saluti


Nello

Sigmalite Arturo
10-12-2019, 15:02
Salve
anche io sto cercando di automatizzare e remotizzare l'Osservatorio utilizzando Lesvedome.

Ciao Nello, i parametri da inserire, dipendono dalla dimensione della cupola, raggio, diametro e dal tipo di montatura fondamentalmente nonché dal sensore di azimuth. Da quello che ho capito quando il telescopio viene mandato a puntare qualcosa in cielo dal planetario virtuale sia Carte du Ciel, Stellarium con interfaccia Ascom fa equivalenza con le coordinate in ascensione retta a quelle altazimutali che poi usa per dirigere la cupola. La cupola poi deve sapere quanti passi o rotazioni del sensore deve fare per farsi trovare nel posto giusto. Se la montatura e' alla tedesca bisogna sapere dove il tubo ottico si pone quando va a est o a ovest. Più esplicativo è il sito di "Pulsar Observatories" che propone un suo dispositivo per sincronizzare la cupola con il telescopio e allega uno schema più comprensibile su come ricavare i dati da inserire per una montatura equatoriale.