Pagina 2 di 22 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 220
  1. #11
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    21,803
    Taggato in
    1790 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    sono d'accordo con te Dark, ma il mio passaggio era rivolto solo a coloro che vedono volare ogni oggetto non identificato e lo associano agli alieni o a chi vede loro tracce in monoliti o costruzioni del passato giustificandone così la loro presenza e la nostra "evoluzione" solo grazie a loro.
    per tutto il resto concordo perfettamente con te!

  2. #12
    Sloop93
    Guest L'avatar di Sloop93

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Sento molti intorno a me dire frasi del tipo, "gli alieni (loro pensano solo agli omini con le antenne e non a ogni forma primordiale di vita) non esistono". Tralasciando che noi, in quanto apparentemente esistiamo in questo universo siamo "alieni" per qualsiasi altra forma di vita esistente, esistono miliardi di sistemi solari con altrettanti pianeti, volete che su ameno uno non ci siano le medesime condizioni di vita che troviamo sulla Terra?

    Come ho letto già in commenti precedenti, non abbiamo le prove per dire che esiste qualcosa li fuori, ma nemmeno per dire che non esiste nessuna forma di vita al di fuori del nostro pianeta.

    E comunque, sarebbe molto triste pensare di essere soli nell'Universo no?

  3. #13
    Nana Rossa L'avatar di bertupg
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    San Giorio di Susa (TO)
    Messaggi
    473
    Taggato in
    69 Post(s)

    Talking Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    A mio modo di vedere, è come dire che se da casa mia non sento suoni di tamburi africani provenire dai paesi circostanti, ne deduco che non ci abita nessuno!
    Mi sembra una "ricerca" che si basa su presupposti piuttosto discutibili... per non dire di peggio!
    O per lo meno sono discutibili le deduzioni che se ne fanno.
    Un titolo più corretto (anche se meno d'effetto) avrebbe potuto essere: "nessuna traccia di quella che secondo alcuni potrebbe in teoria essere uno dei possibili segni di un particolare tipo (sui molti possibili) di civiltà interstellare" (e non semplicemente "aliena")
    ...a mio modesto parere, ovviamente!

  4. #14
    SuperGigante L'avatar di paperbike
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,938
    Taggato in
    253 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Esatto, perché l'errore più comune che si fa pensando agli alieni è quello di pensarli come noi o più evoluti, e se invece fossero ancora allo stato primordiale? Se non avessero ancora sviluppato la tecnologia così come la intendiamo noi? Oppure potrebbero averne di così evoluta che potremmo chiamarla "energia pulita", e poi perché dovrebbero per forza venire a conoscerci?
    Potrebbero anche non essere in grado di farlo.
    Io rimango del parere che di certo c'è altra forma di vita nell'universo, forse un giorno lo scopriremo.
    ......e così scoprii la luce..... www.beyondtheligth.com
    Grag . Galleria Flickr:https://www.flickr.com/people/146316700@N05/

  5. #15
    Sloop93
    Guest L'avatar di Sloop93

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Io sono più che sicuro che, in una qualche galassia lontana vi è un qualcosa di matematico, le probabilità sono molto alte, visto il numero di stelle e sistemi planetari.
    Ma trovo difficile che siano entrati in contatto con noi, a meno che non siano davvero molto evoluti...

    E poi, la maggior parte dei discorsi sulle forme di vita extraterrestri scivola nelle teorie del complotto, ed in pseudoscienze come l' "Astro archeologia" (io ne so qualcosa, studio proprio archeologia e storia dell'arte) ahahaha

  6. #16
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,534
    Taggato in
    337 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Citazione Originariamente Scritto da paperbike Visualizza Messaggio
    Esatto, perché l'errore più comune che si fa pensando agli alieni è quello di pensarli come noi o più evoluti, e se invece fossero ancora allo stato primordiale? Se non avessero ancora sviluppato la tecnologia così come la intendiamo noi? Oppure potrebbero averne di così evoluta che potremmo chiamarla "energia pulita", e poi perché dovrebbero per forza venire a conoscerci?
    Potrebbero anche non essere in grado di farlo.
    Io rimango del parere che di certo c'è altra forma di vita nell'universo, forse un giorno lo scopriremo.
    ...Ma forse anche no.

    Sono, per il resto, d'accordo con tutto con Paperbike.

    Io trovo proprio statisticamente un ridicolo arrampicarsi sugli specchi cercar di affermare una visione tanto antropocentrica da porci sempre in quella posizione privilegiata da aver avuto solo noi tutte le fortune possibili; e che diamine che siamo, tutti "fiji dell'oca bianca"?

    Anche se è vero che la quantità di condizioni CONTEMPORANEAMENTE "rispettate" nel caso della Terra è effettivamente notevole.

    Tutti stiamo a guardare parametri come la presenza di ossigeno e di acqua allo stato liquido, dimenticando che esistono batteri anaerobi che prosperano in presenza di zolfo e metano, con pochissima se non nulla percentuale di O2 disponibile.

    Stiamo a guardare la temperatura; ma già su Marte in fin dei conti nelle zone equatoriali un minimo di attività endogena residuale potrebbe sotto poche decine di metri di suolo garantire che non si vada mai sotto i trentadue Farenheit.
    Ma per ora, nemmeno un lichenetto piccino picciò di quelli che riescono bene o male a vivere nei posti più rocciosamente freddi e desolati dell'Antartide - è anche vero che le sonde le abbiamo mandate in pochi posti, per ora.

    Non è quello il punto, a mio avviso. Il "miracolo terrestre" è un altro.

    Sono le fasce di Van Allen e il meccanismo (se ancora è il modello migliore) della dinamo autoindotta che le genera a permetterci la vita. Se la Terra non fosse il pianeta dinamico ed in continua evoluzione tettonica che è, non avrebbe un campo magnetico decoroso, e verrebbe mezza sterilizzata un lato per volta da ogni flare solare un po' convinto. Le radiazioni ionizzanti, che son mutagenetiche, sono il motore delle variazioni casuali da una generazione all'altra che fan parte del "materiale grezzo" su cui si applica l'evoluzione per selezione adattativa del modello darwiniano.

    Però non debbono essere quantitativamente troppe né di frequenza troppo alta (o se preferite, lunghezza d'onda troppo corta), se no friggono tutto.

    Il numero dei pianeti "papabili" per accogliere la vita perciò si riduce di molto, non basta dire "Hubble ha individuato un pianeta né troppo grande né troppo piccolo a una distanza media dalla sua stella che secondo i calcoli permette di avere acqua liquida escluso che ai poli, mai troppo calda, non più di una sorgente idrotermale di quelle in cui sopravvivono persino pesci specializzati", perché poi devi vedere come sta messo a radiazioni.

    Ma le galassie son troppe, ogni galassia è composta da troppe stelle, e si sta rivelando "troppo normale" per una stella avere il suo bel codazzo di pianeti perché la statistica non suggerisca una presenza di vita abbastanza diffusa nell'Universo: la materia secondo me TENDE ALLA VITA, che è una forma di evoluzione "spontanea" dell'Universo materiale quando le condizioni fisiche lo permettano.

    Da questo, a presumere che noi si "abbia il diritto" di averne contezza e prova certa, eh, beh, ci corre.

    Io penso che se si riuscisse a sviluppare meccanismi di protezione dalle radiazioni adeguati, che non implichino di andare in giro scafandrati di metallo pesantissimo come Roby il Robot de "Il Pianeta Proibito", sarebbe in effetti il caso di andarci proprio a piedi in superficie, su Marte.

    E non a piantare una bandiera cinese a fianco di una russa e una americana, ma a girarci un bel po', diciamo roba di sei mesi. A fare che? A cercare FOSSILI. Un paleontologo/a, un geologo/a rilevatore alla Parotto, un criptozoologo/a potrebbero fare troppo di più di una serie di robottini anche se quelli son molto pazienti, non mangiano, non c@c@no non debbono dormire sei-sette ore al giorno e non hanno freddo; ed i robottini hanno un sacco di tempo in più, non lasciano i figli a casa a crescere lontani dai genitori.

    Ma l'occhio, l'istinto affinato dall'esperienza che ho visto in alcuni paleontologi che facevan parte dello staff di professori che ho avuto l'immeritata fortuna di avere come docenti, nel guardarsi intorno e nel puntare nel posto "giusto" della sezione rocciosa in parete per campionare uno strato apparentemente uguale a tutti gli altri e che poi si rivelava puntualmente zeppo di fossili, dubito che il robottino raffinato sappia averlo.

    Pure se le leghe ternarie con cui sarà stato costruito saranno state sviluppate degli OKB russi che fanno gli aerei Sukhoi, Mikoyan-Gurevich o Yakovlev, pure se gli stessi russi avranno testato la sua affidabilità meccanica ed i propellenti del suo vettore, se l'elettronica sarà stata nippo-americana con software sviluppato dagli indiani, se il controllo qualità sarà stato svedese e se i soldi per farlo li avranno messi i cinesi.

    Ci vuole, l'uomo, con un bel po' di panini dietro ed i film di Stanlio ed Ollio per non intristirsi nello shelter antiradiazioni nelle fredde notti marziane.

    Una volta che fosse dimostrato che la vita su Marte c'è stata, cosa a mio contestabilissimo avviso di molto probabile, anche se adesso è un postaccio sterilizzato dai raggi cosmici e dagli UV ad alta energia del Sole, oltre a beccarsi indisturbata tutta la radiazione gamma delle supernovae...
    a quel punto il dado è tratto, il principio confermato e poi filosoficamente parlando se pure non ci sarà l'incontro "suoni e luci" del Terzo Tipo con la sequenza acustica "ta-di-daa-pooo-paaaa" del film di Spielberg, cambia poco.

    * * * *

    A me le conclusioni tratte da una rilevazione sistematica sia pure su un bel po' di galassie dell'infrarosso medio... convincono molto poco come "prova", avessero trovato tutto l'infrarosso che volevano, non è che sarebbe stata una gran dimostrazione dell'esistenza di civiltà aliene...

    Sai quanto infrarosso rilasciano i vulcani su Io...
    INQUINAMENTO LUMINOSO- segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  7. #17
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,534
    Taggato in
    337 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Citazione Originariamente Scritto da Sloop93 Visualizza Messaggio
    studio proprio archeologia e storia dell'arte
    E sei pure di Roma Sud...

    io e te dobbiamo prenderci un caffé prima o poi.
    INQUINAMENTO LUMINOSO- segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  8. #18
    Gigante L'avatar di DarknessLight
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1,492
    Taggato in
    209 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    @Valerio Ricciardi la materia tende alla vita dici?
    Ma certo!!!!

    Che cosa è la vita in fondo?
    È una reazione che sfrutta l energia estratta dall ossidazione dei carboidrati (beh in realtà esistono anche altri metabolismi).
    e quindi è semplice chimica: se l elettromagnetismo funziona sulla terra allora funziona allo stesso modo ovunque... e vuoi che non ci sia nell universo un altro pianeta roccioso dotato di h2o liquida, nucleo attivo e di conseguenza campo magnetico e orogenesi?! E dove quindi può svilupparsi anche la vita...

    Dai, gli alieni sono OVUNQUE!!!! Solo che il cosmo è così sterminato che probabilmente non li incontreremo mai... e molto probabilmente non sapremmo nemmeno riconoscerli...

  9. #19
    Pianeta L'avatar di fulvio_
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    75
    Taggato in
    15 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    Citazione Originariamente Scritto da DarknessLight Visualizza Messaggio
    Dai, gli alieni sono OVUNQUE!!!! Solo che il cosmo è così sterminato che probabilmente non li incontreremo mai...
    A mio avviso, oltre le distanze immense il vero problema sta nella contemporaneità dell'esistenza della razza umana con una o più razze aliene. 50 o 100 mila anni di esistenza di una razza evoluta sono un battito di ciglia nel tempo di vita di una generazione stellare, capace di partorire la vita.
    A mio avviso sono esistite ed esisteranno miliardi di civiltà nel cosmo. Contemporanee a noi, pochine. Che vogliano e possano farci visita... direi nessuna!
    Ultima modifica di fulvio_; 07-05-2015 alle 22:32

  10. #20
    Gigante L'avatar di DarknessLight
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    1,492
    Taggato in
    209 Post(s)

    Re: Civiltà aliene: nessuna traccia nell’universo vicino

    @fulvio_ sono d'accordo.
    Ma poi lo spazio è una specie di deserto freddo. Che senso ha colonizzare i piccoli ammassi d roccia (i pianeti rocciosi)?!
    Ci sono tanti modi di produrre energia utile. Non bisogna per forza sfruttare l energia di altri pianeti.
    Si può ad esempio sfruttare l energia della propria stella.
    Una civiltà che sa colonizzare pianeti dovrebbe sicuramente avere mezzi di produzione di energia efficacissimi: ergo sarebbe inutile per loro colonizzare lo spazio!! Sarebbe un inutile spesa di energia!!
    Quindi PUÒ DARSI che le civiltà evolute nemmeno trentino di colonizzare lo spazio oltre il proprio sistema stellare: sarebbe inutile e dispendioso.
    E solo un ipotesi eh...

Discussioni Simili

  1. Il Nulla nell'Universo
    Di Azazel nel forum Cosmologia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 20-10-2016, 23:54
  2. Un'intruso nell'universo: il quarto neutrino....
    Di Red Hanuman nel forum Cosmologia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-02-2014, 09:55
  3. Civiltà aliene, due modelli in competizione
    Di Davide1975 nel forum Esobiologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-11-2013, 06:57
  4. La nostra bolla nell'Universo
    Di Vincenzo Zappalà nel forum Articoli
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 15-09-2013, 19:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •