Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40
  1. #21
    Gigante L'avatar di tony70xx
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,252
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Citazione Originariamente Scritto da Huniseth Visualizza Messaggio
    Oppoverinoi....!!!!!!

    Di elettronica proprio zero eh.........

    Va bè, allora:
    L'amperometro misura gli ampere ... lapalissiano...
    Ma voi intendete il voltmetro, ovviamente , che misura i Volt .. lapalissiano ....
    Perchè la tensione della batteria, che suppongo sia di 12 o 15 Volt, deve essere monitorata, se scende sotto gli 11/10 cominciano i problemi al PC e alla montatura. - Veramente per il pc ce ne vorrebbero almeno 15, di Volt.
    Il voltmetro si collega in parallelo alla batteria, rispettando le polarità segnate) scala 0-20 Volt per una buona risoluzione. Il voltmetro non si brucia mai, al massimo resta a fondo scala la lancetta) - se è analogico.

    Detto questo, passiamo al fusibile.. dovrebbe proteggere la montatura, quindi va in serie fra il morsetto del positivo (o negativo, è uguale) e il filo che va alla montatura. (sui 3A)
    Se alimenta anche il pc ce ne vuole un altro, sempre dal morsetto della batteria al filo che va al Pc. (diciamo sui 5A)

    Un amperometro potrebbe servire per misurare la corrente che viene assorbita dagli utilizzatori collegati, va inserito in serie fra il morsetto positivo e prima dei fusibili, se è uno solo il fusibile resta in serie a quello.
    Ma attenzione, se c'è un pc collegato assorbe quasi tutta la corrente misurata, la montatura, a parte alcuni momenti in cui va al massimo, assorbe poco.
    La scala 0-10 Ampere per una buona risoluzione - non si brucia, in ogni caso se supera i 10 ampere è perchè i fusibili non hanno funzionato ed avete già bruciato qualcosa di più costoso...

    18A/ora significa che quella batteria può erogare 18 Ampere per un'ora, o 9A per due ore, o 1.8A per 10 ore.
    In pratica non succede mai, dura di meno e dopo qualche carica precipita di brutto e alla fine nemmeno si ricarica più. (se volete ve ne porto uno scatolone)

    Per quanto riguarda la ricarica della batteria, deve essere caricata per 10 ore a 1.8 Ampere, se fate di più si scalda e poi non carica più bene. (ma tanto è solo questione di tempo, sono molto deluso dalle batterie.)
    Ovviamene spero che il caricabatterie sia una cosa seria..... con amperometro e voltmetro..

    Se ci sono dubbi chiedete...
    Non ci capisco niente di elettronica?? VERO, :-)

    Ma mi ha fatto uno schema il "tecnico" e io ho riportato. Se guardi le foto, nel polistirolo ci sono altri fusibili, infatti ho scritto che il fusibile va messo in base a ciò che ci si attacca, solo con la montatura uso un 2 amp ma ho varie misure. Per quanto riguarda l'amperometro il "tecnico" mi ha assicurato che mi avrebbe misurato il residuo nella batteria e non quanto erogato (in effetti avevo dubbi ma il tecnico è lui è poi l'amperometro della misura giusta non lo aveva). Il consumo so che è all'ora.
    Comque funziona (la sto usando ora)! Il caricabatterie è elettronico e finita la carica si stacca da solo (va in mantenimento)
    Volevo mettere uno da 15 (amperometro) e mi ha detto che lo bruciavo (pensavo fosse vero, altrimenti lo avrei comprato) ........

    Insomma come faccio a fargli misurate la carica residua?
    E, soprattutto, quanto può rimanere la batteria, dopo la carica, ferma, senza che si scarichi completamente e non sia più buona?

  2. #22
    Nana Bianca L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    7,240
    Taggato in
    437 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita


    Sorry.. dove osservo io c'è la corrente elettrica...
    Se usate anche il pc con quella batteria vi mette ko
    Mai visto in 30 anni un amperometro bruciarsi.. ovvio che se c'è un corto circuito qualcosa si brucia, ma l'amperometro è l'ultimo a farlo.
    Chiara la differenza fra amperometro e voltmetro? Sicuro..?
    Il voltmetro, misurando la tensione, cioè i 12 o 15 volt che siano, nominali, mai reali, ti dice che tensione c'è, non quanta carica. Potrebbe segnare 12 volt ed erogare pochi milliampere.


    ps - non c'è modo per conoscere la carica residua, dipende dalle condizioni della batteria e da quanto carica ha accumulato, ma dovete saperlo dal modo in cui si è caricata. Cioè da quanta corrente ha assorbito in modo costante e per quanto tempo, oppure il caricatore potrebbe staccarsi per carica terminata e invece non ha caricato un bel niente.
    Ti spiego come funziona il caricabatteria "automatico": poniamo la batteria di 12 volt nominali, se è a posto gli fornisce 1 A per dieci ore, così facendo la tensione sale lentamente fino a diciamo 13.5 e si stacca. Perfetto. Ma potrebbe cominciare ad essere ciucca, assorbe molto di meno e per compensare l'automatico aumenta la tensione, ma arrivato 13.5 stacca lo stesso.. ma non si è caricata e dura pochissimo.

    Dipende.. fortuna..
    Senza Pc dura quanto serve. Ma tanto, se la usate poco, dopo un po di volte non si carica più. Ma non scoraggiarti.. sono sempre un po scettico io, magari funzionerà in eterno.
    Stai solo attento alle polarità per non bruciare qualcosa. invece di mettere strumentini inutili usa spinotti a polarità non reversibile, a prova di distratto.
    Ultima modifica di Huniseth; 02-10-2012 alle 22:14
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  3. #23
    Gigante L'avatar di tony70xx
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,252
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Ho saldato tutto, pure qualche dito. Se invertivo qualche polarità già avrei fatto il danno, ora non si può più sbagliare, gli spinotti alla prossima (tanto dici che dura poco).
    di elettronica ci capisco veramente poco ma giuro che so cosa sono gli ampere e cosa i volt. Se assorbo 1 ampere l'ora, la batteria dovrebbe erogare 12 volt per 18 ore.
    Detto questo, con il celestron 114 SLT consumavo 8 duracell (sei euro dai cinesi) in 2 nottate, se con questa cosa che pesa uno sproposito non supero le duracell ........ Mi compro un gruppo elettrogeno (e non provare a smontarmi anche questo, a quelli delle bancarelle funziona che é una meraviglia!!)

  4. #24
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,700
    Taggato in
    1933 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    forse io sono stato fortunato con la mia power tank, ma la ha da 2 anni e passa e ancora funziona benissimo ( faccio le corna! ), la uso 1 volta al mese e quando va bene 2, non la ho mai scaricata del tutto e ogni volta che torno a casa la rimetto sotto carica.....

  5. #25
    Nana Bianca L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    7,240
    Taggato in
    437 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Questo non vuol dire che sia integra. Vuol solo dire che ti alimenta la montatura per il tempo che la usi.
    Naturalmente puoi sempre fare una prova... gli fai erogare un paio di Ampere per le ore nominali di funzionamento.. ma io non lo farei.. per l'integrità del fegato...
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  6. #26
    Gigante L'avatar di tony70xx
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,252
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Beh dopo diversi utilizzi mi sento di affermare che la power tank autocostruita va che è una bellezza (Etruscastro può confermare) ........... e se un giorno dovesse smettere di fare il suo dovere so con chi prendermela!!

  7. #27
    Nana Bianca L'avatar di garmau
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    olbia
    Messaggi
    6,256
    Taggato in
    485 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Quindi ha superato il collaudo. ..bene...bene..

  8. #28
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,700
    Taggato in
    1933 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Citazione Originariamente Scritto da tony70xx Visualizza Messaggio
    Beh dopo diversi utilizzi mi sento di affermare che la power tank autocostruita va che è una bellezza (Etruscastro può confermare) ........... e se un giorno dovesse smettere di fare il suo dovere so con chi prendermela!!
    confermo!!!

  9. #29
    SuperNova L'avatar di marcom73
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma città
    Messaggi
    3,530
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    OTTIMO !!!!
    però la tua non ha il COMPRESSORE !!! HI HI HI a presto !!!
    C11 - RC8 - SharpStar 65Q - AZ EQ6 GT
    Astrobin : http://www.astrobin.com/users/marmony73/

  10. #30
    Gigante L'avatar di tony70xx
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,252
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Power tank autocostruita

    Citazione Originariamente Scritto da marcom73 Visualizza Messaggio
    OTTIMO !!!!
    però la tua non ha il COMPRESSORE !!! HI HI HI a presto !!!
    Il famoso compressore astronomico ............

Discussioni Simili

  1. power tank....o succedaneo?
    Di garmau nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 27-07-2012, 22:19
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-07-2012, 21:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •