Pagina 4 di 14 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 134
  1. #31
    Sole L'avatar di Aldir
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Udine
    Messaggi
    638
    Taggato in
    26 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Se vediamo saturno a 100 x o 200x o 300x si nota benissimo senza problemi di vista che più aumenti ingrandimento e più scuro diventa il pianeta. Ovvio che in fotografia la differenza è notevole. Riguardo alle stelle il rifrattore è il massimo come visione non ha paragoni rispetto agli specchi anche perché non ha ostruzione . vedere stelle come puntine piccolissime in un telescopio a specchi le vedi solo a 50x e gia li c'è differenza anche se super collimati. Per come ho visto io ovvio.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  2. #32
    Galassia L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    14,304
    Taggato in
    1110 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    È una bella sgroppata, ma se capiti in zona, ti invito all'Osservatorio delle Alpi Apuane e le stelline puntiformi te le faccio vedere nel mio Newton a 300x.
    A parte questo, io osservo galassie, nebulose, ammassi globulari, Luna e pianeti. Le stelle, le lascio al rifrattore 90/500 con un oculare 30mm 68° da 2": 16x con campo reale di 4°.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  3. #33
    SuperNova L'avatar di cherubino
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    3,563
    Taggato in
    418 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Mi si permetta una considerazione..

    non entro nel merito della discussione su come il rapporto focale influenzi l'osservazione poiché è un argomento molto difficile e ben più sottile di come lo si voglia far passare.
    Vi indico però che, a mio avviso, non ci siamo chiesti la cosa principale: la provenienza di queste lenti.
    Da quanto so esse sono vendute dalla DKD Ltd che è una azienda con un controllo di qualità pari a "dubbio".
    Poiché ho esperienza con i loro doppietti (fui tra i primi ad acquistarne uno oltre 3 o 4 anni fa non ricordo più nemmeno bene) posso dire alcune cose senza timore di essere smentito.
    1) sovente crown e flint sono assemblati al contrario
    2) anche quando vengono sistemati resta una sferica residua notevolmente elevata e le ottiche offrono immagini "povere"
    3) il loro costo è molto molto basso.

    Ora io non ho la certezza che i nuovi prodotti di Tecnosky siano realizzati assemblando tali lenti ma il percorso dei produttori di doppietti acromatici in Cina e dintorni è molto "chiuso" quindi si va a cadere lì.
    Altrettanto non so se, negli ultimi 3/4 anni la situazione sia migliorata e quindi questi doppietti odierni siano migliori di quelli circolanti in passato
    Mi auspico che il controllo fatto all'ingresso sul mercato Italiano sia tale (da parte del venditore) da eliminare gli eventuali doppietti "bacati" e conoscendo Giuliano di Tecnosky non ho modo di credere il contrario.

    Ora però bisogna anche essere realisti e comprendere il valore di un'ottica nel generale.
    Un rifrattore da 20 cm. per essere davvero perforante non può costare così poco, o almeno non lo può fare se si vogliono rispettare alcune caratteristiche logiche di un prodotto.
    Per questo consiglio a chiunque voglia prendere un rifrattore di siffatte proporzioni aspettarsi ciò che è logico aspettarsi (buon lavoro ad ingrandimenti medio/bassi e basta).
    Ho avuto anni fa un 203/1800 TMB (che costa esattamente il doppio) e che lavorava molto bene per l'impiego deep sky ma meno bene (in relazione al suo diametro) su quello planetario. Buone immagini ma molto molto lontane da quelle di un apocromatico da 15 cm.
    Fantastico invece in campo "cielo profondo". Un solo peccato: dimensioni e pesi notevoli che lo rendono quasi da o stazione fissa e rendevano quasi inutilizzabile una Losmandy G11.
    Vi ricordo che nessuno che abbia "sale in zucca" userebbe un tubo da 20 cm. a rifrazione con focale da quasi 2 metri su una montatura con la portata inferiore ai 40 kg "minimo".
    La Alter D6 NON porta in modo adeguato lo strumento e per esperienza diretta ho visto che si deve scegliere una Titan Losmandy (prezzo oltre 7 mila euro sul nuovo) o una AP 1200 o montature simili (chiunque pensasse ad una EQ6 incorrerebbe in un grave errore) ma anche le attuali CEM-60 e EQ8 NON sono affatto a loro agio nel gestire simili leve.

    Questo il mio contributo da 2 cent.

    Paolo

    Questo post contiene 5 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di cherubino; 03-06-2016 alle 17:14

  4. #34
    SuperNova L'avatar di Marcos64
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Biella
    Messaggi
    3,743
    Taggato in
    577 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Due cent spesi con grande piacere!
    Dob SW 254/1200 - Mak SW 127/1500 Oculari: TS Paragon ED 35, Baader Hyperion 21, UWA 7 82°, Luminos 10 82

  5. #35
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    7,440
    Taggato in
    415 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Mi raccomando non aumentare i prezzi anche tu...
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: Pl-4,6,9,12,15 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  6. #36
    SuperNova L'avatar di cherubino
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    3,563
    Taggato in
    418 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    io mi occupo di divulgazione (gratuita).
    Sempre e comunque.



    Paolo

  7. #37
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,951
    Taggato in
    394 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Citazione Originariamente Scritto da cherubino Visualizza Messaggio
    Vi ricordo che nessuno che abbia "sale in zucca" userebbe un tubo da 20 cm. a rifrazione con focale da quasi 2 metri su una montatura con la portata inferiore ai 40 kg "minimo".
    La Alter D6 NON porta in modo adeguato lo strumento e per esperienza diretta ho visto che si deve scegliere una Titan Losmandy (prezzo oltre 7 mila euro sul nuovo) o una AP 1200 o montature simili (chiunque pensasse ad una EQ6 incorrerebbe in un grave errore) ma anche le attuali CEM-60 e EQ8 NON sono affatto a loro agio nel gestire simili leve.
    Dopo di che, il vantaggio dei 20 cm non ostruiti va interamente perso, sommando il costo di una montatura adeguata, rispetto all'osservazione deep sky ottenibile con un teoricamente meno attraente C11... campo massimo a parte. Perché un CPC11 o un Meade da 12", più gestibili quanto a supporti, hanno comunque troppa superficie in più perché essa non prevalga anche al netto di assorbimenti vari e ostruzione.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di etruscastro; 04-06-2016 alle 08:59 Motivo: modifica quote
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  8. #38
    Sole L'avatar di Aldir
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Udine
    Messaggi
    638
    Taggato in
    26 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Citazione Originariamente Scritto da Angeloma Visualizza Messaggio
    È una bella sgroppata, ma se capiti in zona, ti invito all'Osservatorio delle Alpi Apuane e le stelline puntiformi te le faccio vedere nel mio Newton a 300x.
    A parte questo, io osservo galassie, nebulose, ammassi globulari, Luna e pianeti. Le stelle, le lascio al rifrattore 90/500 con un oculare 30mm 68° da 2": 16x con campo reale di 4°.
    Ho visto le foto dell osservatorio...bel posto...vero un po lontanuccio se ci sara occasione mi farebbe piacere..Dunque ti credo se vedo...perche in tutti gli strumenti che ho visto parecchi nostra associazione di varie misure fino a un newton cassegrain da 45. Marcon ..ebbene non hanno eguali rispetto al rifrattore Zen da 180 focale 2700 gia con 35 anni di lavoro...che ho usato moltissime volte...forse ne sono innamorato ma un contrasto sui pianeti e puntiformita nelle stelle da ipnosi...rifrattore e rifrattore...

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  9. #39
    Galassia L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    14,304
    Taggato in
    1110 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    ebbene non hanno eguali rispetto al rifrattore Zen da 180 focale 2700 gia con 35 anni di lavoro...
    forse ne sono innamorato ma un contrasto sui pianeti e puntiformita nelle stelle da ipnosi...rifrattore e rifrattore
    Ti sono nel cuore, ma perdonami se non credo alla favola che 'piccolo è meglio' (le dimensioni contano).
    E neanche a quella delle stelle puntiformi perché lo sono in ogni caso, in dipendenza dell'ingrandimento e del seeing.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  10. #40
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    8,057
    Taggato in
    519 Post(s)

    Re: Nuovi acromatici giganti da tecnosky

    Partire da preconcetti e non cambiarli mai lo trovo sbagliato.
    Configurazioni che non siano buoni rifrattori hanno delle problematiche stabilite dalle leggi dell'ottica, quindi è inutile dire che gli ostruiti facciano le stelle puntiformi come i rifrattori perchè non è vero, se poi non ci vuoi fare caso è un altro discorso. Un buon apo/ed, anche se inferiore di diametro fa vedere dettagli non accessibili a ostruiti di diametro maggiore. Non che non si vedano, ma non sono nitidi allo stesso modo.
    Poi il seeing danneggia in base al diametro, altra legge fisica inoppugnabile, in più l'ostruzione amplifica il problema.
    Anche in questo caso, se uno guarda senza farsi troppi problemi le differenze non le vedrà mai, ma non è un buon osservatore. Va bene all'inizio, ma poi le differenze saltano fuori e diventano sempre maggiori con l'esperienza.
    Con seeing cattivo il 180 manco lo tiro fuori, il mak127 va in tilt, l'80/1200 vivacchia e il 60/700 va bene, significa che si vede meglio nel 60? In termini assoluti no, ma in quella condizione fra il vedere una schifezza e vedere qualcosa di accettabile la differenza c'è. Ora se si fa una casistica sulle sere di seeing ottimale tarato su diametri crescenti si vedrà che i piccoli medio rifrattori se la cavano molto più spesso.
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

Discussioni Simili

  1. Un Consiglio dei Giganti per il Gruppo Locale
    Di Red Hanuman nel forum Cosmologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-03-2014, 07:03
  2. Scontro tra giganti..a specchi!
    Di Dead Space nel forum Primo strumento
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 08-05-2013, 07:44
  3. I figli dei giganti sono giganti
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 29-03-2013, 09:16
  4. Un folla di giganti nella Via Lattea
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 06-08-2012, 10:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •