Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
  1. #1
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Automatizzazione cupola osservatorio

    Ciao a tutti,
    chiedo aiuto anche a voi per alcuni suggerimenti/idee/aiuti. In osservatorio attualmente la cupola e il telescopio sono gestiti da Cartes du Ciel (per il telescopio) e da un software creato da un socio basato sul PIC (la cupola), il problema è che il tutto è su un computer ormai molto obsoleto e spesso la cupola non fa quello che deve e questo è un problema se si considera che magari durante una lunga posa interrompe l'inseguimento e quindi foto rovinata...
    Abbiamo però un computer di nuova generazione che al momento gestisce la camera CCD e il software di elaborazione, utilizziamo Maxim DL Pro.
    Per quanto riguarda il controllo del telescopio non dovrebbero esserci problemi, basta cambiare pc e configurarlo su Stellarium (il telescopio è un Marcon SC da 30cm su montatura a forcella) il controllo della cupola invece è più complicato in quanto non è dotata di un "cervello" suo e quindi il tutto va gestito dal pc principale facendo in modo che punti ovviamente nello stesso punto del telescopio.
    La mia idea era quella di usare Arduino e i protocolli LX200 per gestire la cupola come se fosse un secondo telescopio ma sto notando che non è così semplice, inoltre voglio ridurre il più possibile l'uso di componenti esterni come interruttori per passaggio da controllo manuale a automatico eccetera, lascerei ovviamente solo il pulsante di emergenza, questo perchè il passo successivo che vorrei realizzare dopo questo è la remotizzazione dell'intero sistema in questo modo credo che tutti i soci potrebbero usare maggiormente la strumentazione di tutto rispetto che abbiamo.
    Comunque oltre al problema di creare un'interfaccia grafica c'è anche il fatto che la cupola ruota grazie ad un motore trifase gestito da un inverter e non dal classico motore in DC (l'apertura della porta è invece gestita da due motori DC e quindi nessun problema).
    So che Maxim DL ha la possibilità, volendo, di gestire tutto: cupola, telescopio, guida, autofocus e CCD.
    L'unico problema è come adattare la cupola per essere gestita da Maxim, oppure creare un nuovo software.

    Spero che qualcuno possa aiutarmi o anche solo darmi qualche consiglio, se non sono stato chiaro chiedete pure
    Grazie
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  2. #2
    Sole L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Provincia di Lodi
    Messaggi
    867
    Taggato in
    199 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Sapevo che Mario Dho aveva progettato un osservatorio in remoto facendo anche alcuni articoli molto tecnici su delle riviste, dovrei recuperarle o cercare in rete.

  3. #3
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Allora seguendo vari consigli ricevuti da persone con più esperienza di me in questo campo ho deciso come procedere: utilizzando i driver ASCOM userò un software chiamato LesveDome (a pagamento ma veramente a prezzo ridicolo rispetto ad altri più blasonati) che interfaccerò al POTH hub insieme al telescopio e in futuro anche all'autofocus, in questo modo tutti saranno collegati e lui si occuperà dei calcoli geometrici seguendo i parametri che andremo ad inserire, a quel punto ogni software farà quello che deve tenendo però sempre in considerazione gli altri; avremo quindi la cupola gestita da LesveDome, il telescopio dal software che useremo (Maxim, Cartes du Ciel o Stellarium) e quando lo faremo l'autofocus da Maxim.
    Adesso tra poco parto per il mare quindi tutte le prove pratiche sono rimandate al mio ritorno, nel frattempo acquisteremo tutti i componenti necessari per creare il circuito per il software della cupola.
    Vi aggiornerò
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  4. #4
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Aggiorno

    Dopo aver letto decine e decine di pagine sul software LesveDome non ho potuto far altro che buttarmi su quello, ho capito come funziona il circuito e lo modificherò a livello hardware per adattarlo al controllo di un inverter (si tratta semplicemente di dare un 1 o uno 0 alla fine)
    È sorto quindi un altro problema: l'apertura e la chiusura della cupola! Infatti la nostra cupola è dotata di due soli contatti striscianti che portano i 24VAC al ponte raddrizzatore e ai teleruttori posizionati sulla parte mobile, quindi come controllarli? La prima idea che mi è venuta in mente: il Bluetooth, che non farà altro che inviare i comandi di Lesvedome a una scheda Arduino Nano che controllerà i teleruttori e a sua volta invierà i valori dei finecorsa al PC tramite Arduino MEGA.
    Presa la scheda e assemblata oggi:
    WhatsApp Image 2017-07-31 at 11.54.05.jpg

    E quest per quanto riguarda la gestione della cupola, entro sera pubblico anche tutti gli aggiornamenti sul remoto
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  5. #5
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Come promesso ecco gli aggiornamenti sul remoto.
    Il primo aggiornamento: si fa! Ormai è certo questo grande passaggio per il nostro osservatorio.

    Ma parlando seriamente, come andrò a realizzare il sistema di remotizzazione:
    per quanto riguarda la sicurezza andrò a mettere un interruttore magnetotermico differenziale (il salvavita) su ogni alimentazione: uno per la cupola, uno per il telescopio e uno generale; ogni interruttore sarà automatico, quindi in grado di riabilitarsi a comando, ognuno invierà un semplice segnale di conferma all'Arduino MEGA che si occuperà di gestire la sicurezza per avere conferma del fatto che sia tutto a posto.
    Ora il problema principale: il meteo; monteremo all'esterno, oltre alla classica All Sky Cam, un sensore di vento, di umidità e, ancora da valutare, un sensore di cielo nuvoloso e tutti questi sensori comunicheranno con Arduino che controllerà che i loro valori siano all'interno dell'intervallo stabilito, nel caso non lo fosse anche solo uno chiuderà la cupola.

    Per quanto riguarda l'autofocus mi baserò sul progetto AstroFocus che utilizza un Arduino per comandare un motore passo passo tramite driver Ascom, il tutto gestito da Maxim dl.

    L'ultimo passo è come gestire il tutto in modo semplice: userò un nuovo dispositivo sempre per Arduino chiamato MiuPanel, ovvero una scheda WiFi che mi permette di controllare tutto da remoto semplicemente usando la loro applicazione, personalizzabile tramite il codice HCTML. L'applicazione mostrerà in diretta gli stati dei vari interruttori salvavita, dell'apertura della cupola e il valore ottenuto dai sensori, avrà inoltre la possibilità di poter decidere in caso di emergenza di chiudere la cupola, questo comando avrà la priorità assoluta su qualsiasi altro. Altra cosa carina Arduino può inviare notifiche alle applicazioni attive per segnalare qualsiasi problema o la chiusura della cupola a causa del maltempo in arrivo.

    Questo per la gestione della sicurezza, per il controllo del telescopio e della camera andremo ad usare TeamViewer che permetterà di accedere al desktop del pc dell'osservatorio (dimenticavo, il computer sarà sempre alimentato e lo accenderemo tramite WOL, Wake On Lan).

    Per il momento è tutto, l'inizio dei lavori è fissato per lunedì prossimo, il 7 Agosto, e punto a finirlo prima della metà di settembre quando inizierò l'università.
    A presto con nuovi aggiornamenti
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  6. #6
    Sole L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Provincia di Lodi
    Messaggi
    867
    Taggato in
    199 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Ammazza che lavorone, mi sono perso per strada.

  7. #7
    Gigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma nord
    Messaggi
    1,681
    Taggato in
    202 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Manca solo il teletrasporto dell'osservatore all'interno della cupola...
    Celestron OMNI 120/1000 "customized"; iOptron iEQ 45 Pro; Kenko 80/1000; NES QS.

  8. #8
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Alla fine magari faccio un resoconto più ordinato

    Io sono convinto che, nel nostro gruppo, l'osservatorio remoto sia solo un bene: tante volte c'è pigrizia ad andare in osservatorio a fare qualche ripresa (e direi anche giustamente, tra famiglia e lavoro o altro) ma la strumentazione che abbiamo è di tutto rispetto e secondo me non sfruttiamo nemmeno lontanamente le sue potenzialità; credo che avendo la possibilità di poter gestire il tutto da casa migliori le cose e magari si riescono a sfruttare maggiormente quelle serate serene dove magari è impossibile andare direttamente in osservatorio ma è un peccato sprecarle.

    Una cosa che mi sono dimenticato di dire ieri riguarda i flat: dovendo ogni volta che c'è apertura smontare e rimontare la camera è facile che entri la polvere quindi i flat sono necessari, monterò quindi un sistema che permetta anche di farli in remoto: seguendo questo semplice progetto che penso possa servire anche ad altri vista la semplicità e comodità della cosa
    http://www.scopefocus.info/home/autoflat
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  9. #9
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Ho iniziato i lavori lunedì e ho anche avuto finalmente la conferma definitiva di poter procedere anche con il remoto (la cosa era quasi certa ma mancava ancora la vera e propria ufficialità).

    Inizio col dire che subito è nato un problema con l'encoder: infatti pare che la scheda non tenga le 100 linee/giro del mio, ma voglio fare ancora qualche prova domani, nel caso non funzioni ne costruirò uno usando due sensori fotoelettrici e una ruota con 12 posizioni/giro.
    A parte questo intoppo il software funziona molto bene e senza nessun problema comanda la cupola (ovviamente senza encoder gira nel verso giusto ma a caso) quindi si muove, si interfaccia molto bene con Cartes du Ciel e almeno in teoria segue il telescopio.

    Sto iniziando già a lavorare per il remoto partendo ovviamente dall'apertura della cupola, grazie ai sistemi bluetooth il comando è molto molto semplice, si tratta di attivare a coppia i teleruttori alla fine.
    Nei prossimi giorni inizierò a pensare all'autofocus, devo trovare un motore passo passo che regga anche allo zenith il peso del CCD (SBIG ST10XME e CFW8... tanto peso).

    Per quanto riguarda il controllo del meteo abbiamo preso l'AAG CloudWatcher della Lunatico, uno splendido strumento che tiene sotto controllo vento, umidità, temperatura, pioggia e la presenza delle nuvole.

    Vi aggiorno nei prossimi giorni su come prosegue la situazione
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

  10. #10
    Gigante L'avatar di Gianluca97
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Località
    Castiglione D'Adda (LO)
    Messaggi
    1,885
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Automatizzazione cupola osservatorio

    Ho terminato di installare il telescopio sul nuovo pc per interfacciarlo correttamente con POTH Ascom e Maxim, in particolare ho dedicato gran parte della serata all'autoguida.
    Bene dopo 2 ore passate a cercare la soluzione a un problema di comunicazione (in pratica attivando l'autoguida il motore DEC continuava a muoversi) alla fine ho cambiato driver passando dai Generic LX200 agli Advanced LX200, in questo modo sono riuscito a dettare l'interfaccia di controllo FS2 e la guida ha finalmente iniziato a funzionare correttamente.
    Qua una prima prova di 300s su Deneb (infatti c'è giusto un po' di blooming ) tenete conto che devo ancora regolare per bene tutti i parametri che per il momento ho inserito a caso.
    300s.jpg

    E per essere una prima prova, considerando anche il seeing pessimo mi ritengo molto soddisfatto.


    Per il resto prosegue bene il lavoro: dopo quasi 10 giorni passati a lottare contro un problema all'encoder ieri sono riuscito finalmente a far funzionare tutto, ora l'errore di posizionamento della cupola è di circa 5° e considerando il campo visivo della cupola di circa 25° direi che quasi ci siamo, devo solo mettere un sistema anti rimbalzo o prendere dei sensori ad effetto hall.
    Ho eseguito bene la fase di interfaccia tra pc-telescopio-cupola e ora la cupola segue perfettamente i movimenti del telescopio.
    Nei prossimi giorni farò il circuito stampato e monterò in via definitiva il circuito, a questo punto inizio le procedure per il remoto: in attesa del CloudWatcher abbiamo deciso di prendere una ASI120mm con lente da 2.1mm da usare come All Sky Cam avendo un campo di 150°, ottimo per questo utilizzo.
    Ora inizio a lavorare per l'autofocus: userò come detto Astrofocus e la versione 3.8 di Focusmax, il problema principale era il peso consistente del CCD (circa 1.3Kg) che allo Zenith in particolare può causare problemi di movimenti, ho quindi deciso di prendere un motore passo passo con moto riduzione, in questo modo ho una coppia più elevata e soprattutto dovrei limitare qualsiasi movimento.
    Ne realizzerò due: uno per il rifrattore e uno per il riflettore (volevano farlo solo sul rifrattore ma per me è un peccato non sfruttare la grande apertura e la lunga focale del Marcon, ci possono saltare fuori tante belle galassiette lontane )
    Vi aggiornerò nei prossimi giorni su come procede
    Osservo con Dobson Skywatcher 8"; oculari: ES 24mm 68°, ES 8,8mm 82°, Planetary HR 6mm 60° Fotografo con una Pentax K5 e Sky-Watcher 80ED su EQ5 SynScan

Discussioni Simili

  1. Suggerimenti per un osservatorio
    Di spaziale 3000 nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-08-2015, 06:06
  2. Motorizzazione cupola....
    Di david.bonamici nel forum Autocostruzione
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-04-2015, 19:14
  3. 1a all osservatorio
    Di reemo nel forum Report osservativi
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 02-08-2014, 13:57

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •