Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Nana Rossa L'avatar di Dinamo
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Vicenza, Veneto
    Messaggi
    465
    Taggato in
    78 Post(s)

    Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Ho letto ultimamente un libro che parla in modo molto basico della gravità quantistica e in particolare mi ha colpito il modo in cui descrivono l'evoluzione del nostro meraviglioso universo: per farla molto (forse troppo) breve, rinnegano una singolarità iniziale che non terrebbe in considerazione gli effetti quantistici della gravità (big bang) e parlano di un "grande rimbalzo" eterno, ovvero l'Universo periodicamente si espande e si contrae. Attualmente ci troviamo in fase di espansione, accelerata per di più, e mi chiedevo come potrà (se la teoria é corretta) il nostro Universo collassare nuovamente.

    Questo era il dubbio, ma passiamo all'idea azzardata che mi sono fatto per spiegarmi questa cosa (che chiaramente non pretende di essere corretta, soprattutto perché non ho le formule matematiche ne le competenze per mettere su niente che sia più di un pendolo).
    Ho pensato alla libertà asintotica dei quark in cromodinamica quantistica: più i quark si allontanano, più gluoni si producono e, siccome detti gluoni sentono l'interazione forte, la fprza di legame aumenta con la lontananza dei quark.
    Ció che mi sono immaginato (sempre nel contesto della gravità quantistica) é che man mano che lo spazio si espande e gli "atomi di spazio-tempo" si separano (cosa che forse ho capito male), si generano più gravitoni che, sempre se ho capito bene, sentono l'interazione gravitazionale. Mi viene da pensare quindi che con l'aumentare della distanza aumenti la forza che "comprime" l'Universo.

    Mi rendo conto che potrei aver detto una grande sciocchezza, ma sono qui per imparare e sono curioso di sapere come funziona davvero.
    Se fossimo soli l'immensità sarebbe proprio uno spreco.

  2. #2
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,594
    Taggato in
    470 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Intanto, sarebbe bello che citassi il libro che stai leggendo...

    In questo genere di teorie, la spiegazione più utilizzata per invocare un "big crunch" chiama in causa la densità critica di massa - energia dell'universo, o .
    Se la densità di massa - energia dell'universo è maggiore di tre protoni per metro cubo, od una quantità equivalente di energia, allora l'universo prima o poi si chiuderà su se stesso.
    E qui, puoi chiamare in causa anche la materia oscura e l'energia oscura per arrivare a superare la massa necessaria...

  3. #3
    Nana Rossa L'avatar di Dinamo
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Vicenza, Veneto
    Messaggi
    465
    Taggato in
    78 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Ero a conoscenza della questione della densità, ma mi pare di aver capito che ad oggi i dati stabiliscono che non si dovrebbe verificare il collasso. Per questo ero perplesso.
    Il libro é "gravità quantistica" della collezione "una passeggiata nel cosmo" che si riferisce alla versione "a loop" della teoria
    Se fossimo soli l'immensità sarebbe proprio uno spreco.

  4. #4
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,594
    Taggato in
    470 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Mah... Al momento, sembra che il valore di sia all'incirca 1. Ma non so se è stata considerata la materia oscura...

  5. #5
    Nana Bruna L'avatar di lucianob
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    216
    Taggato in
    53 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    No' @Red Hanuman
    Per quanto so' io o aver letto in giro, si sta considerando ora il problema della Materia oscura, o almeno in questi 2 anni, tra scoperte e via dicendo.
    No si sa' se questo Universo finira' per implodere nuovamente e crearne uno nuovo, tra le varie brane che dovrebbero ripetersi con un tempo x . Per poi confluire in un unico punto tutta la materia e energia dell'universo.
    Oppure
    Oppure
    Continuare l'espansione, continuando a riempire l'universo, mantenendo una certa densità di campo generale, ora non ricordo piu' gli estremi,

    Tanto per ricordare alcuni appunti che in giro avevo messo da parte e utli.
    """
    Secondo la teoria-M, tutte le superstringhe aperte tendono ad avere entrambe le estremità collegate ad una d-brana. Così, esse possono essere presenti solo in un particolare Universo, e non possono fluttuare liberamente nell'iperspazio: conseguentemente, sia le particelle materiali che le particelle mediatrici delle forze (eccetto una) non possono uscire dal nostro Universo.
    Secondo la teoria-M, tuttavia, i gravitoni sono costituiti, a differenza di tutte le altre particelle, da stringhe chiuse ad anello. Ciò renderebbe la gravità una forza molto particolare, poiché consentirebbe la sua trasmissione da un Universo all'altro tramite l'iperspazio. La materia presente in un Universo, in altre parole, potrebbe interagire attraverso la gravità con la materia presente in un altro Universo. Questa ipotesi spiegherebbe così la bassa intensità dell'interazione gravitazionale: parte dei gravitoni virtuali emessi da una particella massiva in un particolare Universo fluttuerebbero per l'iperspazio interagendo con la materia di Universi differenti. Ciò potrebbe fornire una spiegazione al fenomeno della cosiddetta materia oscura.
    """

    Visto che in questi ultimi anni si e' scoperto che, sembrerebbe vivere in un Universo Olografico, per via che sembrerebbe a detta di alcuni fisici che, un fotone sia duplicato altrove E mantenga alterata la sostanza.
    Mi verrebbe da pensare che leggendo le varie teorie e le cose impensabili sulle 23 dimensioni massime, spiegate dal Fisico Teorico Michio Kaku, a me' parrebbe siamo in una bolla olografica !

    Io sto ancora aspettando che si possa includere le 4 forze fondamentali, trovandone la soluzione, di cosa le accomuna, penso sarebbe una grande scoperta, perché porrebbe la comprensione sia dei viaggi nel tempo che lo stesso Universo e la fisicità delle sue leggi.

    Michio Kaku ha scritto un libro che volevo prendere quando riesco, anche perché e' una persona che stimo e che sa' vedere oltre, comunque un libro che dovrebbe spiegare qualcosa.
    "Vedi il libro : Mondi paralleli. Un viaggio attraverso la creazione, le dimensioni superiori e il futuro del cosmo"

    Comunque ogni oggetto nell'Universo tende a piegare la curvatura dello spazio e qualsiasi lo tende, dipende se questo universo riesce a controbilanciare questo aumentando lo spazio, mantenendo la densita' e bilanciato dalla materia oscura .
    Un saluto a tutti .

  6. #6
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,594
    Taggato in
    470 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Caro @lucianob, il valore di a cui mi riferisco è quello ricavato dalle misure di curvatura dello spazio che ci circonda (per quanto lontano siamo riusciti a tutt'oggi ad arrivare). Queste misure dovrebbero ovviamente tenere conto di materia ed energia oscura (non sono calcoli, ma misure dirette).
    Sembra che il nostro universo sia piatto, e che di conseguenza sia vicina ad 1...
    Ma chi lo può sapere, esattamente?

  7. #7
    Nana Rossa L'avatar di Dinamo
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Vicenza, Veneto
    Messaggi
    465
    Taggato in
    78 Post(s)

    Re: Evoluzione dell'Universo in gravità quantistica, un dubbio e un'idea azzardata

    Ho letto qualcosa sulla teoria-M, ma, sarà per ignoranza, non mi convince molto. Citando le parole (all'incirca) dell'autore del libro sopra menzionato: "la matematica è uno strumento utilissimo per comprendere la realtà, ma la teoria delle stringhe sembrerebbe arrivare a un livello di astrazione che si dissocia eccessivamente dalle osservazioni e la sua non-falsificabilità dovrebbe impedirle di essere considerata scientifica". Detto a grandi linee, poi le parole che ho usato sono molto più forti della frecciatina che aveva tirato lui
    Se fossimo soli l'immensità sarebbe proprio uno spreco.

Discussioni Simili

  1. Gravita' quantistica a loop
    Di Marcos64 nel forum Astrofisica
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 05-02-2016, 16:09
  2. Simulazione: universo in evoluzione
    Di DarknessLight nel forum Cosmologia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 15-10-2015, 15:33
  3. Nexus, una soluzione alla gravità quantistica?
    Di Red Hanuman nel forum Cosmologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-03-2015, 14:02
  4. Dubbio su relazione fra Forza di Gravità e Atmosfera
    Di martin84jazz nel forum Astrofisica
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 18-11-2014, 18:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •