Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 24
  1. #11
    Meteora L'avatar di Sigmalite Arturo
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    28
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Citazione Originariamente Scritto da andreaconsole Visualizza Messaggio
    Non ti serve l'inverter. Se porti lo step up alla tensione del portatile, lo puoi collegare direttamente, tra l'altro con una migliore efficienza complessiva.
    Penso che sia una buona idea quella di alimentare il notebook con lo step up. Niente inverter.

  2. #12
    Pianeta L'avatar di Data
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Rovigo area
    Messaggi
    44
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Avete entrambi ragione ma le mie esigenze sono diverse. Mi spiego meglio.

    Ho deciso di includere uno Step UP sulla linea dedicata alla montatura per garantire un voltaggio il più possibile costante nel tempo. Mi rimaneva il posto per un'altra 12V e mi piaceva l'idea di avere a disposizione la 220V. Così il progetto iniziale era nato con l'intenzione di includere un inverter all'interno della box.

    Purtroppo lo spazio non era sufficiente ed ho lasciato la linea così com'era. Voi giustamente dite che sarebbe meglio collegare il portatile allo step up ma per i motivi sopra citati vorrei destinarlo alla montatura. L'ideale sarebbe mettere 2 step up (possibile farlo in futuro) di cui uno settato a 12V mentre l'altro a 19V in quanto l'alimentatore del portatile funziona a tale voltaggio.

    Facendo così però perderei la possibilità di collegare un inverter (che funziona a 12V). Insomma devo trovare porto per una terza presa

  3. #13
    Meteora L'avatar di Sigmalite Arturo
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    28
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Questo è il mio powerbank, se riesco a inserire le foto. Ieri sera ha avuto il battesimo della prima notte osservativa... partito a 12,7 v e ho chiuso tutto con 12,4v.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  4. #14
    Sole L'avatar di DavideP
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Parabiago -MI-
    Messaggi
    976
    Taggato in
    55 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    caspita come siete bravi! bel lavoro
    Apo ED 66/400 - Nikon Action Ex 8x40 - Mak 127/1500 SLT - Oculari PL40/30 - FF27 - Zoom8/24 - Barlow Apo 2x - Torretta Tecnosky - Canon 600D - Le mie Foto -

  5. #15
    Pianeta L'avatar di Data
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Rovigo area
    Messaggi
    44
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Citazione Originariamente Scritto da Sigmalite Arturo Visualizza Messaggio
    Questo è il mio powerbank, se riesco a inserire le foto. Ieri sera ha avuto il battesimo della prima notte osservativa... partito a 12,7 v e ho chiuso tutto con 12,4v.
    Aperaggio batteria?

  6. #16
    Sole L'avatar di DavideP
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Parabiago -MI-
    Messaggi
    976
    Taggato in
    55 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    visto che siete così esperti ne approfitto per farvi qualche domandina

    io uso una semplice batteria auto da 50ah mi sembra con un fusibile da 4a.....corro il rischio di bruciare tutto?? perchè finora non mi è mai successo niente, ma non vorrei sia stata solo fortuna...

    non ho il volmetro come voi, quindi non posso vedere quando la batteria sta diminuento di voltaggio, è un pericolo per il circuito della montatura quando il voltaggio scende al di sotto di un tot?

    grazie!
    Apo ED 66/400 - Nikon Action Ex 8x40 - Mak 127/1500 SLT - Oculari PL40/30 - FF27 - Zoom8/24 - Barlow Apo 2x - Torretta Tecnosky - Canon 600D - Le mie Foto -

  7. #17
    Pianeta L'avatar di Data
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Rovigo area
    Messaggi
    44
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Secondo me non ci sono pericoli. Il fusibile deve essere ovviamente "calibrato" per l'assorbimento massimo che vuoi avere su una determinata linea. Oltre, il fusibile salta (giustamente). Nel caso in cui la batteria stia per scaricarsi (voltaggio ed amperaggio in diminuzione) può succedere che la montatura non risponda correttamente ma senza danneggiare componenti ne circuiteria.

    Il voltmetro l'ho messo per verificare lo stato della batteria ma non è indispensabile. Diciamo che aiuta a farsi un idea sulla carica residua altrimenti difficile con solamente l indicatore di percentuale. Poi sono sempre felice di essere smentito

  8. #18
    Meteora L'avatar di Sigmalite Arturo
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    28
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Ciao DavideP, il fusibile serve per aprire un circuito elettrico in caso di sovraccarico per guasto o per troppo prelievo. In buona sostanza protegge l'impianto dal rischio di guasti e/o fusione dei conduttori cosa non improbabile nel caso delle batterie per le correnti in gioco. La taglia del fusibile dipende dalla sezione dei cavi che compongono il circuito e dal carico massimo. Nel mio caso con una montatura AZ-EQ6 che con i due motori funzionanti al massimo consuma circa 3,5-4 Ampere il fusibile da 5 A rischia di essere di taglia piccola.
    riguardo al voltmetro tieni presente che alcune montature richiedono una tensione minima che non può essere oltrepassata per rischio danni alla scheda elettronica. Ti consiglio di cercare sulle istruzioni del tuo telescopio.

  9. #19
    Meteora L'avatar di Sigmalite Arturo
    Data Registrazione
    Oct 2017
    Messaggi
    28
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Citazione Originariamente Scritto da Data Visualizza Messaggio
    Aperaggio batteria?
    25 Ah con elettrolita in gel avuta in occasione da un elettricista. Ti allego la targa della batteria che riporta interessanti dati sulla scarica e sulla ricarica.
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  10. #20
    Pianeta L'avatar di Data
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Rovigo area
    Messaggi
    44
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Powerbank autocostruito 1.0

    Citazione Originariamente Scritto da Sigmalite Arturo Visualizza Messaggio
    Ciao DavideP, il fusibile serve per aprire un circuito elettrico in caso di sovraccarico per guasto o per troppo prelievo. In buona sostanza protegge l'impianto dal rischio di guasti e/o fusione dei conduttori cosa non improbabile nel caso delle batterie per le correnti in gioco. La taglia del fusibile dipende dalla sezione dei cavi che compongono il circuito e dal carico massimo. Nel mio caso con una montatura AZ-EQ6 che con i due motori funzionanti al massimo consuma circa 3,5-4 Ampere il fusibile da 5 A rischia di essere di taglia piccola.
    riguardo al voltmetro tieni presente che alcune montature richiedono una tensione minima che non può essere oltrepassata per rischio danni alla scheda elettronica. Ti consiglio di cercare sulle istruzioni del tuo telescopio.
    Per quale motivo pensi che un fusibile da 5A possa essere piccolo?

Discussioni Simili

  1. Problema con collimatore autocostruito
    Di Rogerxx00 nel forum Accessori
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 26-06-2017, 12:48
  2. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 03-12-2016, 09:01
  3. Flat Field box autocostruito
    Di kilis nel forum Autocostruzione
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-07-2016, 22:14
  4. Mizar RV-85 ... treppiede autocostruito
    Di ryo nel forum Autocostruzione
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-02-2016, 14:31
  5. Telrad autocostruito
    Di lallo nel forum Autocostruzione
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 26-03-2015, 11:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •