Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21
  1. #1
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Continuo la mia personale visione del metano idrato, basata sui dati scientifici che ho recuperato e sulla mia esperienza di planetologo. Non voglio imporre niente a nessuno. Solo fornire qualche base di partenza necessaria a una riflessione critica su una probabile rivoluzione energetica....
    leggi tutto...

  2. #2
    Meteora L'avatar di Elena
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    20
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.


  3. #3
    Nana Bruna L'avatar di Mario Fiori
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    148
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Perdonami Enzo se adesso faccio un po' di politica in questo sito dove non dovrebbe essere fatta, ma in questo caso ci vuole e comunque è una politica non partitica e non nel senso che abbiamo purtroppo imparato a vedere dal dopoguerra ad oggi ed oltre.
    A volte mi viene da dire :" ma se quello che spesso pensiamo e diciamo in questo stupendo sito, con tutte le differenti opinioni (che è giusto ci siano) pacatamente e chiaramente espresse, con tutti i fili conduttori comuni, con tutta la fantasia e la passione che mettiamo guidata da quello che appunto il filo conduttore del sito : l'Universo, il Cosmo, lo presentassimo in modo più compatto, chiaro e deciso, anche solo come metodo di ragionamento, potremmo fare qualcosina per diffondere un po' di cambiamento?" D'altra parte un giovane leader lo abbiamo, sei tu caro Enzo.
    Attenzione non voglio fondare nessun partito, lungi da me non ne sarei capace e forse non sarebbe utile; diffondere un poco il metodo di ragionamento, di dialogo, di fantasia del sito però si ci vorrebbe, non una politica di protesta sguaiata e incocludente (ne abbiamo già svariate ), solo invece una di metodo (scientifico), di confronto, di toni bassi e decisi e, soprattutto, il più possibile di verità.
    Dopo la parentesi "politca" veniamo a questa fonte energetica da valutare a fondo con i pro (tanti) e i contro (forse meno, ma pericolosi), valutare bene come estrarli quest idrati senza danno alcuno in assoluto, questo è ciò che ci vuoleo.
    Vera fonte innovativa; poi le cosiddette rinnovabili potrebbero essere sempre presenti ad integrare senza distruggere interi paesaggi : piccoli impianti per singole abitazioni di solare o eolico potrebbero sempre integrare,il solare nei deserti, il solare nello spazio al posto dei satelliti spia o addirittura armati, qualche parco eolico dove non c'è paesaggio da distruggere e c'è veramente vento sufficiente e costante, biomasse, maree, qualcosa che nel nostro sistema solare ci possa dare energia, studi approfonditri su vero cosiddetto carbone pulito, insomma tutto ci stà. Scusa Enzo se mi sono dilungato troppo, ora concludo e ti saluto

  4. #4
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da Mario Fiori Visualizza Messaggio
    Perdonami Enzo se adesso faccio un po' di politica in questo sito dove non dovrebbe essere fatta, ma in questo caso ci vuole e comunque è una politica non partitica e non nel senso che abbiamo purtroppo imparato a vedere dal dopoguerra ad oggi ed oltre.
    A volte mi viene da dire :" ma se quello che spesso pensiamo e diciamo in questo stupendo sito, con tutte le differenti opinioni (che è giusto ci siano) pacatamente e chiaramente espresse, con tutti i fili conduttori comuni, con tutta la fantasia e la passione che mettiamo guidata da quello che appunto il filo conduttore del sito : l'Universo, il Cosmo, lo presentassimo in modo più compatto, chiaro e deciso, anche solo come metodo di ragionamento, potremmo fare qualcosina per diffondere un po' di cambiamento?" D'altra parte un giovane leader lo abbiamo, sei tu caro Enzo.
    Attenzione non voglio fondare nessun partito, lungi da me non ne sarei capace e forse non sarebbe utile; diffondere un poco il metodo di ragionamento, di dialogo, di fantasia del sito però si ci vorrebbe, non una politica di protesta sguaiata e incocludente (ne abbiamo già svariate ), solo invece una di metodo (scientifico), di confronto, di toni bassi e decisi e, soprattutto, il più possibile di verità.
    Dopo la parentesi "politca" veniamo a questa fonte energetica da valutare a fondo con i pro (tanti) e i contro (forse meno, ma pericolosi), valutare bene come estrarli quest idrati senza danno alcuno in assoluto, questo è ciò che ci vuoleo.
    Vera fonte innovativa; poi le cosiddette rinnovabili potrebbero essere sempre presenti ad integrare senza distruggere interi paesaggi : piccoli impianti per singole abitazioni di solare o eolico potrebbero sempre integrare,il solare nei deserti, il solare nello spazio al posto dei satelliti spia o addirittura armati, qualche parco eolico dove non c'è paesaggio da distruggere e c'è veramente vento sufficiente e costante, biomasse, maree, qualcosa che nel nostro sistema solare ci possa dare energia, studi approfonditri su vero cosiddetto carbone pulito, insomma tutto ci stà. Scusa Enzo se mi sono dilungato troppo, ora concludo e ti saluto
    la tua idea mi stimola molto...
    Sì, in realtà potrei provare a buttare già una specie di manifesto di Astronomia.com, non solo legato all'astronomia, ma proprio al modo secondo il quale bisognerebbe valutare tutto ciò che ci circonda (e si ricade nell'Univero che è il tutto, compresa la mente umana).
    Facciamo così, io provo a buttare giù uno schema iniziale e poi, ognuno, potrebbe aggiungere, modificare, variare, proporre. Alla fine potremmo avere una specie di manifesto del pensiero "nuovo" o forse molto più vecchio di adesso ma molto più produttivo.
    Servirà a poco? Può darsi, ma la nostra comunità di amici forse merita questo sforzo. In pochi luoghi ho visto così tante persone pronte a fare marcia indietro, a scusarsi, a cercare di riprendere il filo della discussione, come in questo sito. Sì, forse hai proprio ragione vediamo di costruire qualcosa tutti assieme...
    Saremo forse finalmente consci di far parte dell'Universo... E sono sicuro che molti sono pronti a passare il messaggio ai loro figli e nipoti e chissà mai...? In fondo le più grandi rivoluzioni sono state fatte solo con parole e concetti, senza armi e violenza.

    Bravo Mario! come sempre hai colpito nel segno e fai scendere la tua umile, modesta, ma profondissima mano benevola e sapiente su di noi!!!

  5. #5
    Nana Rossa L'avatar di AlexanderG
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    306
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalà Visualizza Messaggio
    Continuo la mia personale visione del metano idrato, basata sui dati scientifici che ho recuperato e sulla mia esperienza di planetologo. Non voglio imporre niente a nessuno. Solo fornire qualche base di partenza necessaria a una riflessione critica su una probabile rivoluzione energetica....
    leggi tutto...
    Caro Enzo,
    aggiungo una sola nota al tuo post: quando parli di "distribuzione molto democratica" della risorsa, vorrei far notare che l'attuale distribuzione delle riserve petrolifere non rispecchia affatto l'effettivo beneficio delle popolazioni indigene, soprattutto per quanto riguarda l'Africa ed il Sud America, ma anche nella stessa Arabia Saudita dove, al di là di qualche "potente sceicco", la maggior parte della popolazione non se la passa poi così bene. (Unica eccezione è forse la Norvegia)
    Perché dovrebbe quindi essere diverso con questa nuova fonte di energia?
    Anzi, il "know-how" politico degli attuali sfruttatori dovrebbe costituire un vantaggio per loro rispetto a coloro che potrebbero essere dei potenziali concorrenti.
    Naturalmente dico questo non per fare polemica, ma solo per dare uno spunto in più nella riflessione.

    Ciao,
    Alex.

  6. #6
    Nana Bruna L'avatar di luigino
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Porcari (Lucca)
    Messaggi
    109
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Per me questa notizia di una possibile risorsa del pianeta, mi fa piacere, come mi fa piacere aver saputo dello shale gas, però fuori da questo sito, nei media, non se ne parla da nessuna parte. Ti vorrei chiedere: ma le pale eoliche, che erano e forse anche ora sono reclamizzate come una importante energia del futuro, hanno grossi problemi di manutenzione? visto che molte sono ferme ed inutilizzate, o comunque qual'è il motivo di questo non utilizzo dopo che per costruirle sono state impiegate risorse notevoli? Sui media nessuno ne parla.

  7. #7
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da luigino Visualizza Messaggio
    Per me questa notizia di una possibile risorsa del pianeta, mi fa piacere, come mi fa piacere aver saputo dello shale gas, però fuori da questo sito, nei media, non se ne parla da nessuna parte. Ti vorrei chiedere: ma le pale eoliche, che erano e forse anche ora sono reclamizzate come una importante energia del futuro, hanno grossi problemi di manutenzione? visto che molte sono ferme ed inutilizzate, o comunque qual'è il motivo di questo non utilizzo dopo che per costruirle sono state impiegate risorse notevoli? Sui media nessuno ne parla.
    le pale eoliche sono state e sono ancora una delle punte di diamante dell'ecomafia. Tanti soldi per costruirle e limitato funzionamento se non addirittura nullo.
    Non si parla di shale gas e di metano idrato proprio perchè i media vogliono mantenere la situazione precedente che portava soldi nei giusti canali (anche a loro probabilmente e ai loro tuttologi).

    Fa veramente ridere che oggi che gli stessi organi ufficiali come l'IPCC abbiano accettato che il GW è fermo da 17 anni, il povero agronomo Mercalli continui a dire a "Che tempo che fa" che il riscaldaamento continua e che stiamo distruggendo la Terra. E' un po' come se la TV ci dicesse ancora che il Sole gira intorno alla Terra.
    Eppure sono persone senza cultura scientifica come lui (viene chiamato climatologo ma nemmeno sa un'equazione di stato) che dettano le regole che gli spettatori senza voglia di pensare seguono come pecore...

  8. #8
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da AlexanderG Visualizza Messaggio
    Caro Enzo,
    aggiungo una sola nota al tuo post: quando parli di "distribuzione molto democratica" della risorsa, vorrei far notare che l'attuale distribuzione delle riserve petrolifere non rispecchia affatto l'effettivo beneficio delle popolazioni indigene, soprattutto per quanto riguarda l'Africa ed il Sud America, ma anche nella stessa Arabia Saudita dove, al di là di qualche "potente sceicco", la maggior parte della popolazione non se la passa poi così bene. (Unica eccezione è forse la Norvegia)
    Perché dovrebbe quindi essere diverso con questa nuova fonte di energia?
    Anzi, il "know-how" politico degli attuali sfruttatori dovrebbe costituire un vantaggio per loro rispetto a coloro che potrebbero essere dei potenziali concorrenti.
    Naturalmente dico questo non per fare polemica, ma solo per dare uno spunto in più nella riflessione.

    Ciao,
    Alex.
    E' chiaro che io parlo a livello utopistico. Oggi il petrolio è proprietà di pochi e quei pochi non vogliono certo la democrazia, ma i soldi per pochi eletti. Tuttavia, creano il bello e il cattivo nel mondo. Il metando idrato esiste in tutti gli stati, africa, oceania e asia comprese. Dovrebbe, teoricamente, eliminare la sudditanza da pochi stati anti democratici e magari permettere che anche l'Africa possa prodursi la sua propria energia senza essere obbligata a comprare armi per avere un minimo di energia sempre per i pochi ricchi. Io spererei in una rivoluzione energetica che possa portare a una ricoluzione sociale pacifica. In fondo da quando il Brasile ha finito di rimpinzare USA e Germania delle sue materie prime date via per pochi soldi ai più ricchi (conosco bene la situazione), l'economia di tutto il pease è aumentata. Hanno imparato a sfruttare le grandi risorse per loro stessi. Una grande rivoluzione che potrebbe rompere gli equilibri imposti dall'occidente e dai paesi produttori di petrolio. Un giorno forse ci riuscirà anche il Congo e capirà che può vivere anche senza comprare armi dall'occidente che si frega le mani dal piacere per ogni bambino che muore entro l'anno!!! Una nazione in ginocchio preferisce usare le armi per le varie fazioni. Una nazione che può usare le sue ricchezze chiuderebbe con gli sfruttatori occidentali (e adesso anche cinesi...). Boh... Spero non siano solo utopie fantascientifiche...

  9. #9
    Nana Bruna L'avatar di Mario Fiori
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    148
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalà Visualizza Messaggio
    la tua idea mi stimola molto...
    Sì, in realtà potrei provare a buttare già una specie di manifesto di Astronomia.com, non solo legato all'astronomia, ma proprio al modo secondo il quale bisognerebbe valutare tutto ciò che ci circonda (e si ricade nell'Univero che è il tutto, compresa la mente umana).
    Facciamo così, io provo a buttare giù uno schema iniziale e poi, ognuno, potrebbe aggiungere, modificare, variare, proporre. Alla fine potremmo avere una specie di manifesto del pensiero "nuovo" o forse molto più vecchio di adesso ma molto più produttivo.
    Servirà a poco? Può darsi, ma la nostra comunità di amici forse merita questo sforzo. In pochi luoghi ho visto così tante persone pronte a fare marcia indietro, a scusarsi, a cercare di riprendere il filo della discussione, come in questo sito. Sì, forse hai proprio ragione vediamo di costruire qualcosa tutti assieme...
    Saremo forse finalmente consci di far parte dell'Universo... E sono sicuro che molti sono pronti a passare il messaggio ai loro figli e nipoti e chissà mai...? In fondo le più grandi rivoluzioni sono state fatte solo con parole e concetti, senza armi e violenza.

    Bravo Mario! come sempre hai colpito nel segno e fai scendere la tua umile, modesta, ma profondissima mano benevola e sapiente su di noi!!!
    Ti ringrazio molto Enzo, penso di non meritare troppi cmplimenti, anche perchè non vorrei darti troppi problemi ed averti scatenato troppi pensieri.
    Comunque io sono con te!

  10. #10
    Nana Bruna L'avatar di Mario Fiori
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    148
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Il metano idrato: stuzzicare il can che dorme? Sì, ma con attenzione.

    Citazione Originariamente Scritto da AlexanderG Visualizza Messaggio
    Caro Enzo,
    aggiungo una sola nota al tuo post: quando parli di "distribuzione molto democratica" della risorsa, vorrei far notare che l'attuale distribuzione delle riserve petrolifere non rispecchia affatto l'effettivo beneficio delle popolazioni indigene, soprattutto per quanto riguarda l'Africa ed il Sud America, ma anche nella stessa Arabia Saudita dove, al di là di qualche "potente sceicco", la maggior parte della popolazione non se la passa poi così bene. (Unica eccezione è forse la Norvegia)
    Perché dovrebbe quindi essere diverso con questa nuova fonte di energia?
    Anzi, il "know-how" politico degli attuali sfruttatori dovrebbe costituire un vantaggio per loro rispetto a coloro che potrebbero essere dei potenziali concorrenti.
    Naturalmente dico questo non per fare polemica, ma solo per dare uno spunto in più nella riflessione.

    Ciao,
    Alex.
    Purtroppo hai ragione Alex, sono loro che hanno le tecniche e ,soprattutto i soldi a palate, per la ricerca (spesso pilotata e senza guardare in faccia a nulla e nessuno), per pagarer (a volte male e poco) la manodopera, per pubblicizzare e diffondere a loro piacimento il prodotto. La vedo dura per alcuni popoli del terzo mondo, un po' meno per le oligarchie che li governano.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 21-10-2013, 17:39
  2. Un fiume di metano
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 28-12-2012, 20:29
  3. C'è vita su Marte? Sulla Terra sì... Attenzione!
    Di Vincenzo Zappalà nel forum Articoli
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 08-09-2012, 11:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •