Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59

Discussione: Notizie dall'UAN

  1. #1
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Astrouanews

    10 AGOSTO: "ASPETTANDO LE PERSEIDI" PER "MANDOLINI SOTTO LE STELLE"
    Nel cuore della Citta' di Napoli, in Piazza del Plebiscito, giovedi' 10 agosto 2017 dalle ore 21:30 l'Unione Astrofili Napoletani propone, all'interno della manifestazione "Mandolini sotto le Stelle" organizzata dal Comune di Napoli, l’evento "Aspettando le Perseidi", giunto quest'anno alla sua quarta edizione. La settimana di San Lorenzo, infatti, e' tradizionalmente associata al prodursi del fenomeno noto come "lacrime di San Lorenzo", associato allo sciame di meteore delle Perseidi (vedi nota piu' in avanti). Dalla postazione dell'UAN, identificabile facilmente per il gazebo blu, Soci dell'associazione guideranno il pubblico al riconoscimento delle costellazioni e delle stelle piu' luminose del cielo estevo e, grazie ai propri telescopi, all'osservazione dei pianeti Giove e Saturno e poi con la Luna, che sorgera' intorno alle ore 22:00. Alle ore 24:00 le luci di Piazza del Plebiscito saranno temporaneamente spente, cosi' da dare ai partecipanti la possibilita' di osservare le stelle cadenti, provenienti in direzione della costellazione del Perseo. Ai partecipanti l'UAN offrira' una mappa celeste del mese di agosto, per stimolare l'osservazione del cielo anche sotto in posti meno segnati dall'inquinamento luminoso oltre che dalla citta'. La partecipazione e' libera e gratuita.

    12 AGOSTO: OCCHIO... ARRIVANO LE PERSEIDI!
    L'UAN ha organizzato un evento pubblico ad ingresso libero presso il Lido Gallo di Varcaturo, grazie alla disponibilità offerta dai gestori dello stabilimento balneare, per seguire l'apparizione delle meteore associate allo sciame delle Perseidi nella sera del massimo di attivita', che quest'anno e' previsto nella notte tra il 12 ed il 13 agosto. Dalle ore 21:00 a mezzanotte il pubblico potra' seguire nell'area ristoro dello stabilimento un intervento con videoproiezione dal titolo "Siamo fatti di stelle cadenti", che sara' ripetuto alle 22:00 ed alle 23:00, mentre all'esterno potra' eseguire osservazioni guidate dai Soci presenti del cielo d'agosto con l'aiuto di carte celesti, che saranno distribuite gratuitamente ai partecipanti, per rintracciare la costellazione del Perseo e le costellazioni del cielo estivo; inoltre, gli stessi potranno osservare Giove, Saturno e la Luna con i telescopi dell'UAN.

    PROSSIMI EVENTI PER IL PUBBLICO
    Agosto
    Mer 09, osservazioni nella Solfatara, evento in via di definizione
    Gio 10, "Mandolini sotto le stelle: aspettando le Perseidi" in Piazza del Plebiscito
    Sab 12, "Occhio... cadono le Perseidi" al Lido Gallo, Lago Patria

    Settembre
    Gio 07, Visita Serale Astronomica in OACN (prenotazione obbligatoria all'OACN)
    Gio 21, "Luna e Musica" in OACN (prenotazione obbligatoria all'OACN)
    Ven 29, "Notte dei ricercatori" in OACN
    Sab 30, VII AstroUAN_Meeting in OACN
    Gio 26, "Luna e Musica" in OACN (prenotazione obbligatoria all'OACN)
    Ultima modifica di etruscastro; 28-08-2017 alle 14:52 Motivo: messaggio moderato!
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

  2. #2
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Dalla newsletter dell'UAN

    ESOPIANETI ED ESOBIOLOGIA
    =========================
    NANE ROSSE A GOGO. La maggior parte delle stelle sono nane rosse: piccole, fredde, con una evoluzione estremamente lunga. Ambiente ideale per chi e' a caccia di mondi extrasolari di tipo roccioso, purtroppo emettono radiazioni molto energetiche, in grado di "sterilizzare" i pianeti vicini. Insomma, non proprio l'ideale per lo sviluppo della vita (http://bit.ly/2uOwl1T).

    CATENE DI CARBONIO NELLA NUBE DI ORIONE. Un gruppo di astronomi ha trovato, in un ammasso stellare molto simile a quello in cui si formo' il Sole, tracce di cianopoliini: molecole prebiotiche come il cianoacetilene, un precursore della citosina (http://bit.ly/2uRB9DH).

    UN NUOVO CONTEGGIO DEI PIANETI ERRANTI. I pianeti di tipo gioviano che hanno perso il legame con la propria stella e che ora vagano nello spazio sono appena un quarto delle stelle piu' comuni: lo ha stabilito un nuovo censimento, riducendo di quasi 10 volte la stima precedente (http://bit.ly/2ude9x5).
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

  3. #3
    Nana Rossa L'avatar di Christopher
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Località
    Vibo Valentia
    Messaggi
    362
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Dalla newsletter dell'UAN

    Non ho più grazie @SVelo, quindi ti ringrazio qui!
    Avrei una domanda, l'alto numero di nane rosse nella nostra galassia dipende da un preciso fattore? O solo la vita lunga rispetto alle stelle di altre classi permette loro di "sembrare" numerose?

  4. #4
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Re: Dalla newsletter dell'UAN

    Sicuramente @Red Hanuman ti risponderà
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

  5. #5
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,477
    Taggato in
    452 Post(s)

    Re: Dalla newsletter dell'UAN

    Citazione Originariamente Scritto da Christopher Visualizza Messaggio
    Non ho più grazie @SVelo, quindi ti ringrazio qui!
    Avrei una domanda, l'alto numero di nane rosse nella nostra galassia dipende da un preciso fattore? O solo la vita lunga rispetto alle stelle di altre classi permette loro di "sembrare" numerose?
    Ci sei quasi arrivato.
    È ovviamente più difficile avere le condizioni ideali per la formazione di una stella di tipo O che per una di tipo M, perché serve molta più massa, e non è detto che una nube interstellare ne contenga abbastanza.
    Poi una nube molto massiccia è molto più probabile che si frammenti generando, invece di un'unica stella grande, un certo numero di stelle più piccole.
    Anche la formazione di stelle grandi è problematica, perché nel momento in cui si accede la fornace nucleare la radiazione luminosa spazza via la materia nei dintorni, impedendo ulteriori accrescimenti.
    Per finire, una stella di classe O impiega poco tempo a formarsi ed a morire, mentre per le stelle di classe M il tempo di formazione e di vita nella sequenza principale è dell'ordine di decine di miliardi di anni almeno.
    L'insieme di queste condizioni porta ad avere le seguenti abbondanze stellari.(all'incirca):
    Classe O - 1 su 3 milioni
    Classe B - 1 su 800
    Classe A - 1 su 160
    Classe F - 1 su 33
    Classe G - 1 su 13
    Classe K - 1 su 8
    Classe M - 3 su 4.

  6. #6
    Nana Bianca L'avatar di nicola66
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Giugliano in Campania Napoli
    Messaggi
    6,648
    Taggato in
    640 Post(s)

    Re: Astrouanews n. 12 del 31 luglio 2017

    Ottimo
    Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi

  7. #7
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Re: Astrouanews n. 12

    La Sezione di Archeoastronomia dell’Unione Astrofili Napoletani (UAN) organizza un corso di Astronomia Culturale, autorizzato dal MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) dedicato principalmente, ma non solo, agli Insegnanti di ogni ordine e grado. Tale attività è patrocinata dalla Società Italiana di Archeoastronomia (SIA) che ha sede presso l’Osservatorio Astronomico di Merate.


    Il corso, articolato in 12 lezioni frontali di due ore ciascuna, si svolgerà presso la sede dell’UAN, all’interno dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte in Napoli, ogni martedì pomeriggio a partire dal 3 ottobre 2017 e fino al 12 dicembre 2017. Il corso comprende anche due trasferte di 4 ore ciascuna, che si terranno di domenica il 12 e 19 novembre a Cuma e a Pompei. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di aggiornamento per i docenti.


    A causa del limitato numero di posti disponibili (quindici), gli interessati devono effettuare la prenotazione entro il 12 settembre. I docenti possono accedere al bonus per la formazione.


    Tutti i dati, comprendenti anche il programma del corso, le modalità di iscrizione ed il regolamento, sono reperibili al seguente link e scaricabili in formato PDF:


    http://www.frru2.altervista.org/a/4.htm


    @etruscastro e/o @Red Hanuman, non so se sia consentito pubblicare i recapiti sopra citati, se non lo è li cancello subito, Inoltre vi prego, se potete, di modificare il titolo togliendo la data e lasciando solo "Astrouanews", grazie (manco so' tornata che già rompo... )
    Ultima modifica di etruscastro; 28-08-2017 alle 11:57 Motivo: messaggio moderato!
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

  8. #8
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    22,142
    Taggato in
    1805 Post(s)

    Re: Astrouanews n. 12 del 31 luglio 2017

    i recapiti li ho tolti io!

  9. #9
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Re: Astrouanews n. 12

    Grazie, dal titolo potresti togliere anche "n. 12"? Grazie
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

  10. #10
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,388
    Taggato in
    784 Post(s)

    Re: Astrouanews n. 12

    SCOPERTA UN'ALTRA STELLA VARIABILE. Altra scoperta del gruppo di astrofili campano, nato da un'iniziativa dell'UAN: si tratta di una stella variabile nella Costellazione del Cigno, classificata come EW. E' in effetti un sistema binario costituito da due stelle che ruotano attorno al comune baricentro gravitazionale e con le atmosfere quasi a contatto tra loro, con un periodo di rivoluzione di poco piu' di 6 ore, una luminosita' di 16,4 magnitudini ed una variazione di luminosita' di 0,23 magnitudini. La scheda di questa nuova variabile e' pubblicata nel catalogo VSX al link http://bit.ly/2wfgQDn. Il gruppo di scopritori e' costituito da Antonio Marino e Andrea Tomacelli (UAN), Pasquale Ago, Lattanino Cupolino e Dario Castellano (Associazione Astrofili Aurunca) e Nello Ruocco (Osservatorio Nastro Verde).

    FISICA

    LA COERENZA DEI NEUTRINI, OSSERVATA PER LA PRIMA VOLTA. Osservata la cosiddetta diffusione coerente di neutrini da parte di nuclei atomici, nella quale i neutrini interagiscono con un nucleo atomico nel suo complesso e non con i singoli protoni o neutroni che lo compongono. Previsto per via teorica nel 1974, il fenomeno permettera' di sondare in modo piu' approfondito il comportamento dei neutrini (http://bit.ly/2igVMXc).


    SISTEMA SOLARE

    ECLISSI DI SOLE, CI SIAMO! Lunedi 21 un'eclissi totale di Sole "spazzera'" gli Stati Uniti dalla costa Ovest a quella Est. Purtroppo l'evento sara' invisibile dall'Italia, ma sara' comunque possibile seguirlo o virtualmente, facendo uso di uno dei tanti programmi di planetario virtuale disponibili sia per computer sia per tablet o smartphone (come Stellarium, ad esempio) o in tempo reale su Internet, grazie alle immagini che saranno riversate in rete, come quelle del canale video della NASA, che pubblicherà quelle riprese da palloni stratosferici che riprenderanno immagini della corona solare da 30 km di altezza.

    ECLISSI DI SOLE, IERI ED OGGI: ARTICOLI DEL PROF. RIGUTTI SU "COELUM ASTRONOMIA". La rivista "Coelum Astronomia" ha dedicato il numero di Luglio-Agosto all'eclissi del 21 agosto, ma non solo, e puo' essere letta on-line dal sito http://bit.ly/2wuhH2N. Alla rivista ha contribuito il Prof. Mario Rigutti, nostro Socio Onorario, con ben tre articoli, invitando i destinatari di questo notiziario a leggerli: Come "funzionano" le Eclissi di Sole; Eclissi storiche: i primi passi verso lo studio della parte esterna del Sole; Le mie Eclissi: diario di viaggio di un Astronomo.

    CORSA A CRONOMETRO PER LA TEMPESTA SOLARE. Sulla Terra brucerebbe ogni record, ma nello spazio e' una normale eruzione di plasma dal Sole, come ne accadono tante. Assolutamente singolare e' invece il fatto che il suo passaggio sia stato registrato da ben dieci veicoli spaziali variamente dislocati nel Sistema Solare (http://bit.ly/2i5MYU8).

    FOTO DELL'ECLISSI PARZIALE DI LUNA DEL 7 AGOSTO 2017. Sono state pubblicate nella Galleria Fotografica dell'UAN tre foto della Luna in eclisse, riprese dal Socio UAN Ottaviano Fera dalla Sede Osservativa dell'UAN ospitata nell'Osservatorio Astronomico di Capodimonte (http://bit.ly/2vfjT9M). Altre foto saranno pubblicate prossimamente: coloro i quali volessero pubblicare le proprie foto nella galleria, possono inviarle all'indirizzo: edgardo_filippone@yahoo.it.

    A OTTOBRE L’ASTEROIDE 2012 TC4 SFIORERA' LA TERRA. Grande 15-30 metri, questo asteroide passera' a 44.000 km dalla Terra il 12 ottobre prossimo, fornendo agli scienziati l’opportunita' di studiarne orbita e composizione. Non rappresenta in alcun modo un pericolo, anzi: sara' l’occasione per un’esercitazione fra tutte le istituzioni che lavorano per la difesa planetaria (http://bit.ly/2wmhmjq).

    MAGNETISMO LUNARE: UNA STORIA DA RISCRIVERE. Nel 1971 gli astronauti dell’Apollo 15 riportarono con loro diversi chili di rocce lunari, rocce che hanno ancora oggi segreti da svelare. Un’analisi della loro magnetizzazione residua ha offerto importanti indizi sull’evoluzione del campo magnetico del nostro satellite, suggerendo che esso sia durato tra 1 e 2,5 miliardi di anni in piu' di quanto stimato finora (http://bit.ly/2x3NHZd).


    ESOPIANETI ED ESOBIOLOGIA

    PIANETI EXTRASOLARI, FACCIAMO IL PUNTO. Quelli confermati a oggi sono circa 3.500, in continua crescita. Parliamo di esopianeti, mondi al di fuori del Sistema solare. Cosa sono? Come si individuano? Con quali strumenti stiamo tentando di capire se potrebbero essere in grado di ospitare la vita? E, infine, trovare una risposta all’eterna domanda: ”Siamo soli nell'Universo?” (http://bit.ly/2xgkUQu).


    NEBULOSE, STELLE ED AMMASSI

    UNITED COLORS OF GAIA. L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha appena pubblicato una mappa con i colori di quasi 20 milioni di stelle. E' solo l’antipasto: l’uscita del ”catalogo cromatico” completo, con oltre un miliardo di sorgenti censite, e' in programma per la primavera 2018 (http://bit.ly/2wmgfAb).

    NANA BIANCA "ZOMBIE", RESIDUO DI SUPERNOVA. Si chiama LP 40-365 ed e' una nana bianca anomala: molto leggera, molto veloce, dalla composizione strana. Esattamente quel che ci si attende come residuo di una supernova “Iax”, un tipo di deflagrazione debole scoperto di recente. Lo studio e' stato pubblicato sulla rivista americana "Science" (http://bit.ly/2x3QZeT).

    E' INFLAZIONE DI BUCHI NERI, ANCHE DI TAGLIE FORTI. I buchi neri stellari sono molto piu' numerosi di quanto stimato finora, dice un censimento di UC Irvine uscito su MNRAS. Dobbiamo attenderci anche molti altri eventi di fusione fra quelli di grande massa, come le coppie che hanno dato origine alle onde gravitazionali rivelate da LIGO (http://bit.ly/2wfdyzP).


    GALASSIA, GALASSIE E COSMOLOGIA

    BUCHI NERI PASTEGGIANO NELLE “GALASSIE MEDUSA”. Osservando con il VLT dell’ESO sette "galassie medusa”, un gruppo internazionale di astronomi guidato da Bianca Poggianti dell’INAF di Padova ha scoperto un processo, fino a oggi sconosciuto, attraverso il quale i buchi neri supermassicci si "nutrono" e si attivano. Il meccanismo all’origine dei "tentacoli" di gas che danno il nome a queste galassie sarebbe lo stesso che instrada il gas verso le regioni centrali delle galassie, alimentando i buchi neri annidati nel loro cuore e rendendoli cosi' luminosi (http://bit.ly/2wf2Mtp).

    QUANDO ALLA DARK MATTER SI RUPPE LA SIMMETRIA. Nell’Universo primordiale la materia oscura potrebbe aver attraversato una fase d’instabilita', sufficiente a spiegarne l’abbondanza attuale. La teoria, descritta su Physical Review Letter, potrebbe essere sottoposta a verifica sperimentale (http://bit.ly/2vf58nH).

    MASER ASTRONOMICI, SENZA PIÙ ”MYSTERIUM”. Laser a microonde naturali, i maser astronomici, cosi' sorprendenti da essere stati attribuiti, in un primo tempo, a un'ipotetica molecola chiamata “mysterium”, giocano un ruolo di primo piano nello studio dell’evoluzione stellare e del gas attorno ai buchi neri supermassicci (http://bit.ly/2xgxNKv).

    UNA MAPPA COSMICA RIVELA UN UNIVERSO MENO "GRUMOSO". La piu' vasta mappa dell'Universo finora realizzata mostra un Universo in cui la materia e' aggregata in modo meno disomogeneo di quanto suggerito da rilevazioni precedenti, basate sulla misurazione del fondo a microonde. I dati, ottenuti con la tecnica della lente gravitazionale debole, sono comunque ancora compatibili con il modello standard della cosmologia (http://bit.ly/2vVzQEe).
    ... quanta stelle 'n cielo! Che Luna! E c'aria doce! (S. Di Giacomo) Rifrattore TS 80/900 Foch. 1.25" EQ3-1 cerc. 6x30 oculari MEADE 25, PL 12,5, K 9 Barlow 3x

Discussioni Simili

  1. Notizie da Marte
    Di Willy nel forum Astronautica
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-07-2019, 15:32
  2. Notizie da Venere
    Di corrado973 nel forum Planetologia
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 16-01-2018, 20:41
  3. Notizie da Io
    Di corrado973 nel forum Planetologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-10-2016, 12:42
  4. Ottime notizie per il futuro delle sonde gestite dall'ESA
    Di Pierluigi Panunzi nel forum Astronautica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-11-2014, 16:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •