Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17
  1. #11
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    19,703
    Taggato in
    1624 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    sì!

  2. #12
    SuperNova L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    4,731
    Taggato in
    729 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    Complimenti per la prima luce , ti si aprirá un mondo nuovo, per ora si é semi aperto. Comunqie ottima la prima.

    Qualcosa di veramente efficace contro l' umido al secondario sono le fasce anticondensa o resistenze applicate posteriormente allo specchio. Se vuoi qialcosa che funziona veramente , quello é l' unica cosa da fare , poiché teli e paraluce tendono solo a ritardare o emarginare l' effetto.
    Dobson Zen 450/2250 ; Takahashi FCT 150 ;Intes MN 68 ( 154/1200) ; ; BD Skywatcher 200/1000

  3. #13
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    19,703
    Taggato in
    1624 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    e comunque, come scrivo spesso, se la serata è in quelle condizioni significa che è compromessa di suo e non c'è resistenza che tenga.

  4. #14
    SuperNova L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    4,731
    Taggato in
    729 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    Quello Antonio ovviamente é sottointeso... grazie per averlo aggiunto.

    Nelle serate invernali , quando il cielo é spettacolare , limpido e terso , la temperatura sotto -e qualcosa , e vedi aloni intorno le stelle e poi ti accorgi che hai il secondario congelato , ti accorgi che é una gran rottura di scatole , potresti osservare per ore , ma lo strumento non va.( cé anche chi non si accorge di avere lo specchio congelato )

    Credo comunque che questo sia un caso estremo , che capita a noi visualisti del Nord in alta montagna. Sono contro le resistenze , ma sul nuovo strumento in progetto , voglio metterle per non farmi scappare piu serate cosi per niente.
    Dobson Zen 450/2250 ; Takahashi FCT 150 ;Intes MN 68 ( 154/1200) ; ; BD Skywatcher 200/1000

  5. #15
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    19,703
    Taggato in
    1624 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    sono d'accordo con te Salvatore, io mi riferivo a questa specifica richiesta dettata dall'umidità della serata!

  6. #16
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    586
    Taggato in
    72 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    Purtroppo nelle mie zone l'umidità è sempre mediamente alta, diciamo che se va bene (veramente bene) siamo su valori intorno al 60%.
    Con il rifrattore non ho mai avuto grossi problemi, ma dopo le uscite con @alextar e dopo l'esperienza qui descritta, mi sono convinto che l'umidità è un nemico ben più pericoloso per i dobson.
    Sto quindi valutando qualche rimedio per limitare i danni e non ridurre le uscite a 3/4 all'anno, quando il meteo mi fa la grazia assoluta.
    rifrattore acro SW 120/600, Messier MC 127/1900; ES Twilight I, ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, Plossl NT 17mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-6,7mm, Planetary-ED 8-5mm.

  7. #17
    Nana Rossa L'avatar di Japponiglio
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Varese
    Messaggi
    307
    Taggato in
    43 Post(s)

    Re: 2018: l'inizio di una nuova era!

    il secondario bagnato (o ghiacciato) mi è capitato solo a Lucomagno in serate in cui l'umidità è arrivata al 90% e, praticamente, ero nella condensa in sospensione... fortunatamente a fine serata. Quando capita, metti anche il caso di avere delle resistenze... ma l'umidità attorno a te è tale da impedirti comunque una visione decente. Il telo in terra mettilo sempre, non ti protegge da questo problema, ma per noi che abbiamo dei dobson, ripari dall'umidità il primario ed il suo alloggiamento. Male non gli fa.

    Benvenuto nel club dei dodicipollicisti!

    M44 lascialo perdere con il dob, è un oggetto da focali più corte... e concentrati su quello che fin ora hai solo immaginato! Fatti traghettare dai messier, che probabilmente erano i tuoi obiettivi di una volta, agli NGC, ora il tuo safari è più ricco!
    Blog. Lightbridge 300-1524, ES 100° 5.5-14-25mm, UHC & OIII Astronomik, Nikon 10x50

Discussioni Simili

  1. Inizio fotografico 2018
    Di Gianluca97 nel forum Deep Sky
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 23-01-2018, 17:59
  2. da dove inizio ?
    Di baxiolo nel forum Primo strumento
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 05-01-2018, 19:31
  3. Un nuovo inizio :)
    Di Alex881 nel forum Mi presento
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-01-2016, 10:39
  4. L'inizio di una nuova Avventura
    Di marco.maffei nel forum Mi presento
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 02-08-2015, 19:07
  5. Inizio di un avventura
    Di Salvatore nel forum Mi presento
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 03-07-2014, 20:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •