Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22
  1. #1
    Meteora L'avatar di Gianluk
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    3
    Taggato in
    0 Post(s)

    Exclamation Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mia...

    Salve a tutti! Sono Gianluca sono nuovo del forum, mi sono appena presentato nella sezione idonea, e ora sono qui già a rompere e chiedere chiarimenti..
    Vi racconto in breve, ho da sempre sognato di avere un telescopio e per i miei 31 anni(la scorsa settimana) la mia ragazza me ne ha regalato uno. Ne sono stato felicissimo. Esperienza in materia di osservazioni purtroppo pari a zero, di fatto a supporto ho ordinato anche un libro per chi si approccia a questo fantastico mondo. Nonostante ciò una volta montato e "settato" il mio nuovo telescopio (cosa che non sò se ho fatto bene, in quanto il manuale non era chiaro. Lho fatto leggendo dal web come fare, anche se non ho capito il fatto del grado fisso ovvero 42° stando a Roma, perché con quell'inclinazione non inquadravo quello che volevo..) dopo 4 ore a provare non sono riuscito a vedere un bel nulla.
    Ero in giardino e stando in periferia di luce non ce n'era molta. Tramite l'ausilio di Skymap applicazione sul mio telefono ho provato a puntare Giove che dal mio punto di osservazione sembrava il corpo celeste più luminoso. Lo centravo nel cercatore, lo centravo nel focalizzatore (da dove si osserva diciamo, scusate se sbaglio termini cercate di capire vi prego, spero di imparare presto) e a quel punto mettevo l'ottica più piccola 20mm che da manuale equivale a 50x. Un bel niente. Una macchia bianca sfocata, provo a muovere lentamente la messa a fuoco, nulla. Ho provato anche con le altre lenti che sono arrivate la 12,5 la 6 e la 4 mm. Non cambiava nulla. O tutto nero o una macchia sfocata con al centro evidente la croce della "bocca" del telescopio stesso.. Nella migliore messa a fuoco visualizzavo quello che presumo essere Giove così come lo vedevo ad occhio nudo... Rammaricato me ne sono andato a letto, dopo infiniti tentativi. Stasera riproverò ma se potete datemi qualche consiglio perché non sò proprio come fare. Di certo non mollo al primo intoppo, credo di essere io a non saper usare questo strumento .

    Il mio strumento leggendo qui e là, non è molto amato dagli amanti del settore, è molto economico ma questo è quello che potevamo permetterci. Si tratta di un Seben 1000-114. Tuttavia sempre leggendo, sembra essere ottimo per un neofita come me. Insomma se ho appena preso la patente meglio una panda di una mercedes credo. In fondo appena potrò inizierò con la luna che sembra la più facile ed emozionante per chi comincia...

    Però sono qui a chiedervi anche un ultimo consiglio:
    la mia lei ha visto che ci sono rimasto un pò male ed in effetti è così, non mi aspettavo di vedere il national geographic dal mio telescopio, ma nelle recensioni del prodotto ho letto di gente che è riuscita a vedere gli anelli di saturno, marte e le macchie nere di giove. Per me anche se il cielo è infinito sarebbe davvero il massimo poter fare tutto ciò. Ma non sono riuscito nemmeno ad ingrandire e mettere a fuoco il corpo celeste più luminoso nella serata di ieri... Ora mi chiedo e vi chiedo, è il caso che approfitto di amazon e lo do indietro e quando posso ne prendo un altro imputando il problema al prodotto oppure devo solo metterlo come si deve? Insomma io sono per tenerlo, anche uno yoyo è un oggetto banale che se non sai usarlo lo butti in un cassetto, ma se sai come usarlo ti ci diverti un mondo. Io ho paura di trovarmi in una situazione simile... Sicuramente sono io a non essere in grado, non può essere che la gente millanta cose su un prodotto... Insomma così è davvero un giocattolo inutile. Vi chiedo scusa per questa specie di sfogo e vi ringrazio in anticipo per la pazienza e a chiunque mi aiuterà! Ps. Ho letto tante cose fra stanotte e stamattina, mi sono confuso di più probabilmente ma potrebbe essere un'errata collimazione il problema? Ultima cosa che è la cosa più fastidiosa, è normale che riveda la croce che sta davanti alla bocca del telescopio quando provo ad osservare qualcosa?

    Grazie ancora...

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  2. #2
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,310
    Taggato in
    247 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Il Newton 114/1000 è un telescopio barlowato, nel senso che la focale di 1000mm è derivata da una lente interna al focheggiatore, se noti la lunghezza del tubo non è un metro, il fatto che vedi il riflesso della crociera che regge lo specchio secondario è perché sei troppo fuori fuoco, serve comunque come riferimento in caso devi collimare gli specchi, la luce eccessiva di Giove non ti permette di vedere dettagli e anche andando a fuoco non cambia molto, se hai il tappo del tubo e un ulteriore foro all'interno metti il tappo al tubo e libera questo foro, diaframmando per Giove le cose cambiano, per fare pratica ti consiglio la Luna per messa a fuoco e ingrandimenti...
    Per l'uso della montatura equatoriale ci vuole tempo e non è detto che si usi sempre in questo senso in particolare per il solo visuale, usala in Alt/Az altezza e dx/sx vedrai che andrai meglio, ti consiglio Stellarium come app, avrai modo di impostarla e avere riferimenti migliori, non demordere perché si deve fare comunque pratica e studio delle tecniche quindi anche con un altro strumento manuale non cambia molto anche se fosse migliore di questo...
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  3. #3
    Sole L'avatar di mikyfly
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    825
    Taggato in
    91 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Di che zona di Roma sei?

    Comunque un suggerimento "sempre verde" é di prendere confidenza con lo strumento di giorno, su soggetti lontani almeno un paio di chilometri. Così intanto inizi a capire la differenza tra i vari oculari, centri il cercatore, capisci come funziona la messa a fuoco.

    Ciao

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Osservo con: Dobson 250/1200. Osservo e fotografo in alta risoluzione con: Newton ZEN 150/1000; primi passi nella fotografia deep con: TS 102 ED F7

  4. #4
    Sole L'avatar di Gimo85
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    Trieste
    Messaggi
    896
    Taggato in
    66 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluk Visualizza Messaggio
    ...non ho capito il fatto del grado fisso ovvero 42° stando a Roma, perché con quell'inclinazione non inquadravo quello che volevo..
    Quell'inclinazione fissa (la Latitudine di Roma), una volta orientato il tutto verso Nord, serve a mettere il telescopio parallelo all'asse terrestre, per poi poter usare la montatura equatoriale, per la quale serve pratica e un po' di pazienza.
    In che senso non inquadravi quello che volevi? Devi svitare i fermi degli altri due assi e muovere il telescopio in un modo un po' strano all'inizio, ma se ci prendi la mano è come andare in bicicletta.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluk Visualizza Messaggio
    Un bel niente. Una macchia bianca sfocata, provo a muovere lentamente la messa a fuoco, nulla. Ho provato anche con le altre lenti che sono arrivate la 12,5 la 6 e la 4 mm. Non cambiava nulla. O tutto nero o una macchia sfocata...
    Questo potrebbe essere dovuto alle condizioni meteo, riprova per diverse sere e vediamo come va. Quando c'è vento o molta umidità, anche se le stelle appaiono luminose e 'luccicanti' l'effetto è quello che hai notato tu, e non si riesce a mettere a fuoco, seeing pessimo, dicono gli astrofili!E più ingrandimenti usi, più la situazione peggiora.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluk Visualizza Messaggio
    Il mio strumento leggendo qui e là, non è molto amato dagli amanti del settore, è molto economico ma questo è quello che potevamo permetterci. Si tratta di un Seben 1000-114.
    Non perchè sia economico, ma perchè per 'tirare' la lunghezza focale a 1000mm e aumentare gli ingrandimenti hanno messo una lente di barlow interna, su un telescopio di fattura economica...per fare una metafora automobilistica hanno messo un motore di una panda 750 con un turbo che ne raddoppia la potenza, senza modificare tutti gli altri elementi, per cui se le condizioni non sono perfette diventa molto difficile da gestire.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianluk Visualizza Messaggio
    Ora mi chiedo e vi chiedo, è il caso che approfitto di amazon e lo do indietro e quando posso ne prendo un altro imputando il problema al prodotto oppure devo solo metterlo come si deve?
    Io proverei prima a vedere se lo strumento ha dei problemi, oppure è stata solo una serata sfortunata...per fare esperienza qualsiasi strumento purchè non difettoso è efficace!

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Misurate ciò che è misurabile e rendete misurabile ciò che non lo è (Galileo Galilei)
    SW 70/400 70/700 70/900 120/1000 tutti rifrattori, tutti acromatici, tutti su equatoriale.

  5. #5
    Meteora L'avatar di Gianluk
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    3
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Grazie delle risposte dettagliate e della pazienza. Il fatto che probabilmente non avendo mai osservato prima, anche con uno strumento più costoso non avrei ottenuto molto di più, questo mi conforta. Le vostre risposte confermano la mia sensazione di prima esperienza, come un lavoratore al primo giorno di lavoro o un innamorato la prima sera con la morosa. Sospettavo tutto ciò. Stasera appena torno a casa, visto che il cielo sembra permetterlo, mi ci dedico di nuovo fino alla chiamata di morfeo. Infine ringrazio chi mi ha invitato, appena avrò possibilità lo farò molto volentieri, qual migliore occasione per imparare un po'. Per quanto riguarda la zona sono a Roma est, a colle regillo per l'esattezza, sotto Frascati diciamo. Buona serata grazie ancora. Domani vi aggiorno se avrò concluso qualcosa stanotte. Ps. Altri consigli son ben accetti.

  6. #6
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,310
    Taggato in
    247 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Per adesso studiati questo, fondamentale per il tuo strumento...
    http://www.telescopedoctor.com/artic...one_newton.pdf
    Poi cerca in rete anche su Youtube qualcosa inerente la tecnica "Star Hopping" se hai dubbi chiedi pure...
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  7. #7
    Meteora L'avatar di Gianluk
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Messaggi
    3
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Citazione Originariamente Scritto da frignanoit Visualizza Messaggio
    Per adesso studiati questo, fondamentale per il tuo strumento...
    http://www.telescopedoctor.com/artic...one_newton.pdf
    Poi cerca in rete anche su Youtube qualcosa inerente la tecnica "Star Hopping" se hai dubbi chiedi pure...
    Grazie ma sfogliando già lo avevo scaricato. Domani provo a seguire passo passo il tutto. Ad ogni modo stasera per quanto ne capisco, sembra un'ottimo scenario, Marte è incredibilmente riconoscibile anche ad un occhio nudo e poco esperto come il mio. Però dal mio telescopio purtroppo non riesco ad osservarlo. Riesco a centrarlo, ma poi qualunque oculare inserisco non cambia nulla, vedo solo questo punto di luce che si ingrandisce e rimpiccolisce a seconda di come salgo e scendo con il focalizzatore, anche andando molto piano. Niente di definito o per lo meno di godibile. Solo un punto di luce indefinito, una lampadina nell'oceano di notte, nessun dettaglio.
    Poi ho sempre nel bel mezzo la crociera del telescopio durante lo spostamento del focalizzatore. Non capisco se è normale. Boh sono proprio una frana. Sperando che la luna mi porti consiglio non appena si affaccierà. Notte a tutti.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  8. #8
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,310
    Taggato in
    247 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Allora, adesso per fortuna per noi non c'è la Luna altrimenti avresti ben chiaro il discorso ingrandimenti e messa a fuoco, la crociera che si vede quando vai fuori fuoco è una cosa normalissima per un riflettore Newton, se fosse un rifrattore Galileiano vedresti dei cerchi concentrici, la rifrazione, quando ti studi bene la collimazione ne capirai anche il concetto.
    Marte salvo quando si trova all'opposizione il punto più vicino alla Terra che sarà a breve anche con strumenti superiori non è un gran che, il pianeta pur essendo più vicino a differenza dei giganti Giove e Saturno è "piccolo" e quindi l'unica occasione per sfruttare un po' l'osservazione è la sua opposizione e non sarà comunque di molto più grande...
    Peccato che hai individuato Marte che arriva in ora tarda della serata e non Saturno che è ancora visibile con Marte un po' più verso ovest e ancora prima Giove per tutta la prima parte della sera, forse il discorso messa a fuoco sarebbe stato più chiaro...
    Comunque Luna e pianeti restano la base di partenza e vai avanti su questi oggetti a fare pratica, quando avrai raggiunto padronanza dello strumento e capito come gestirlo i risultati non mancheranno, anche se questo strumento è costruito in una certa maniera è sempre un 114mm ed è stato la nave scuola per la maggior parte degli astrofili del passato (chi se lo poteva permettere altrimenti poteva essere un 60/70mm) ti permetterà di imparare a navigare nel cielo, osservare i pianeti maggiori, ammassi aperti, stelle doppie e alcuni degli oggetti del catalogo Messier più luminosi, come si vedranno questi ultimi dipenderà sempre dal cielo e non saranno comunque al massimo risolti, ma serviranno come banco di studio e saranno utili allo scopo...

    Questo post contiene 6 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  9. #9
    Galassia L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    13,491
    Taggato in
    1022 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Il suggerimento di @mikyfly è il migliore che poteva essere dato!

    L'idea di progettare un Newton di lunghezza focale consistente "compressa" in un tubo di dimensioni compatte è più che buona. A patto di usare materiali ottici di qualità e una meccanica che sia almeno decorosa.
    Purtroppo questo spesso non succede e, per offrire un prodotto a buon mercato, s'impiega uno specchio primario sferico anziché parabolico, una Lente di Barlow di pessima qualità, un focheggiatore molto approssimativo e chi più ne ha, più ne metta.
    Ho un 150/1400 (un regalo) che risponde alla perfezione ai predetti requisiti ed è decisamente scadente, in massima parte a causa dell'impossibilità di essere collimato.
    Un tale che conosco ha un Celestron 114LCM (114/1000) e l'ho provato: tutta un'altra cosa! Davvero buono, nel suo piccolo.

    Il fatto di non trovare, almeno all'apparenza, un punto di fuoco soddisfacente, può essere imputato a due fattori:

    1- impossibilità fisica di fuocheggiare correttamente perché fra focheggiatore e oculare c'è qualcosa di troppo, oppure manca qualcosa; di solito, si tratta di una prolunga, ma non credo sia questo il caso. La prolunga viene utilizzata per l'osservazione visuale con quei Newton progettati per un uso principalmente fotografico e hanno, per questo motivo, il fuoco spostato verso l'interno, al fine di poter focheggiare con gli strumenti di ripresa.
    2- qualità ottica degli oculari veramente orripilante. Nel caso specifico, si vocifera che le lenti degli oculari forniti a corredo del Seben Starsheriff siano di plastica!

    La conclusione nuda, cruda e traumatica? Rimandalo indietro!

    Forse non è un caso, che il sito di vendita online di Seben sia stato chiuso e continuino a vendere quei pochi oggetti, forse fondi di un magazzino da vuotare, su eBay e Amazon.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  10. #10
    Sole L'avatar di Gimo85
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    Trieste
    Messaggi
    896
    Taggato in
    66 Post(s)

    Re: Primo telescopio della mia vita. Da eccitazione a rammarico, ma al 99% è colpa mi

    Citazione Originariamente Scritto da Angeloma Visualizza Messaggio
    L'idea di progettare un Newton di lunghezza focale consistente "compressa" in un tubo di dimensioni compatte è più che buona. A patto di usare materiali ottici di qualità e una meccanica che sia almeno decorosa.
    Purtroppo questo spesso non succede...
    Ho letto diverse prove e recensioni su questo strumento e devo dire che la qualità costruttiva che hanno riscontrato tutti è bassa. Il risultato sull'ottica però è estremamente variabile, alcuni riferiscono il telescopio sia letteralmente impossibile da collimare, altri invece l'hanno trovato decoroso, adatto per neofiti. Da sostituire gli oculari, che sono tutti di scarsa qualità, ma dovrebbero comunque restituire qualche immagine, almeno il 20 mm.

    Sul rimandarlo indietro sarei più cauto, magari su soggetti terrestri si potrebbe veramente chiarire se non si va a fuoco. E poi bisogna vedere se allo stesso prezzo si può comprare qualcosa di meglio.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Misurate ciò che è misurabile e rendete misurabile ciò che non lo è (Galileo Galilei)
    SW 70/400 70/700 70/900 120/1000 tutti rifrattori, tutti acromatici, tutti su equatoriale.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 08-06-2017, 18:00
  2. Consigliatemi voi il primo telescopio della mia vita
    Di pefo89 nel forum Primo strumento
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 12-11-2015, 12:16
  3. Sempre colpa della Luna ....?
    Di GALASSIA60 nel forum Deep Sky
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 23-08-2013, 12:19
  4. Il mio primo telescopio, Il mak 127 AZ GOTO della SW
    Di AstroMak nel forum Autorecensioni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-07-2013, 11:18
  5. Primo Saturno della mia vita...EMOZIONANTE
    Di pool187 nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-05-2013, 10:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •