Pagina 11 di 11 PrimaPrima ... 91011
Risultati da 101 a 104 di 104
  1. #101
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,594
    Taggato in
    468 Post(s)

    Re: Diametro e schemi ottici

    Ragazzi..... Manteniamo la calma, per favore.....

  2. #102
    SuperNova L'avatar di cherubino
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    3,470
    Taggato in
    400 Post(s)

    Re: Diametro e schemi ottici

    No, Deep, non vorrei essere frainteso.
    Chiaramente più luce raccogli e più vedi, soprattutto se parliamo di oggetti deboli.
    Però mi riferisco a come li vedi. Alcuni oggetti del profondo cielo, almeno secondo il mio gusto, è bello vederli "contestualizzati".
    Ad esempio gli ammassi aperti a me piace vederli immersi nel campo stellare cui fanno parte e per fare questo serve osservarli a basso ingrandimento. Un 50 cm. impone un minimo di pupilla d'uscita di 6/6 quindi non ti permette di andare sotto gli 80x che offrono poco campo.
    Ad esempio alcune nebulose oscure vanno guardate a massimo 20x per essere viste tutte e staccate dalle stelline che oscurano.
    In questo i binocoloni sono il massimo, ma anche gli strumenti che permettono ingrandimenti molto bassi, pur permettendo una raccolta di luce inferiore a quella che darebbe uno strumento molto più grosso.
    Tutto qui.

    Paolo

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  3. #103
    Pianeta L'avatar di cielo 17
    Data Registrazione
    May 2013
    Località
    milano
    Messaggi
    34
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Diametro e schemi ottici

    Ciao,

    Non mi è chiaro perchè con i cieli inquinati, i telescopi newton non riescono a mostrare una immagine nitida come i rifrattori. Inoltre perchè i pianeti risultano più nitidi con i rifrattori?
    Ho ipotizzato dei motivi, sono corretti?

    Immagino che la luce che ci arriva dal cielo stellato, quando c'è inquinamento atmosferico (intendo il pulviscolo, ed il vapore acqueo), non sia formata solo da "raggi paralleli" fra loro, ma presenti anche una componente diffusa.

    Se questa luce entra in un riflettore (intendo il newton), viene riflessa dallo specchio primario al secondario e passa all'oculare. Incontra le 3 o 4 razze che reggono lo specchio secondario, il supporto dello specchio secondario con lo specchio.
    I raggi non perpendicolari allo specchio primario vengono riflessi da questi oggetti nel tubo (per quanto sia nero, non assorbe tutta la luce, soprattutto non tutta quella lunare o dei pianeti) e vengono fermati solo dai diaframmi dell'oculare. Nel riflettore non è possibile mettere altri diaframmi.
    Possiamo soltanto verniciare di nero (come ho fatto) la parte non riflettente dello specchio secondario (in modo che non diffonda la luce che lo colpisce nel tubo) facendo attenzione a non sporcare il lato riflettente e lo specchio grande, e verniciare le viti e parte del focheggiatore che non sono neri. Immagino che i riflettori di qualità abbiano queste parti già nere.

    Se questa luce entra in un rifrattore, passa attraverso le lenti che la concentrano nell'oculare: siccome le lenti già normalmente diffondono una piccola parte della luce, un buon rifrattore ha molti diaframmi ed una ottima opacizzazione per neutralizzare questa luce diffusa (ed ovviamente delle lenti che diffondono meno luce possibile!). Per questo motivo un buon rifrattore mostra nell'oculare solo i "raggi luminosi" che arrivano paralleli allo strumento.

    Se in un riflettore il 20% della luce viene persa nella riflessione, sicuramente non tutto lo spettro visibile viene riflesso nello stesso modo, quindi abbiamo anche una leggera falsità dei colori, rispetto ai rifrattori di qualità.

    Specifico che non ho mai osservato in un rifrattore valido montato su una montatura solida. Gli unici rifrattori che uso sono dei binocoli (un nicon se 10*50 ed un nexus 70ed, entrambi hanno qualche cromatismo con la Luna), che sono ottimi per le visioni ad ampio campo.

    Un riflettore economico non crea cromatismi, quindi un riflettore economico dovrebbe essere migliore di un rifrattore economico (soprattutto se a focale corta) per i soggetti più luminosi
    Un rifrattore economico non ha i diaframmi e l'ottima opacizzazione dei modelli più pregiati.

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  4. #104
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,720
    Taggato in
    363 Post(s)

    Re: Diametro e schemi ottici

    Disamina sostanzialmente corretta, aggiungerei però che:

    1) nei riflettori è possibilissimo curare maggiormente l'assorbimento sistematico della componente di luce diffusa: semplicemente il più delle volte non viene fatto per ragioni di costi.
    Nei diametri amatoriali più diffusi, il criterio ispiratore dei fabbricanti è quello di allettare con molti centimetri a poco prezzo, seguendo la linea che ricorda che fra un 25 cm discreto e un 15 cm fatto benissimo il 25 farà di massima vedere comunque di più.

    I diaframmi antiriflesso possono benissimo essere installati, tant'è che tutti i Mak Newton, "per loro natura" costosi assai per via della lastra correttrice in rapporto al diametro, li hanno (ad es. lo Skywatcher da 190 mm); nessuno vieta di inserirne un certo numero sui nostri strumenti. Lo spazio fra un diaframma e l'altro, che andrebbe realizzato con macchine CNC e annerito col c.d. "nero opaco per marmitte ad alta temperatura" (più opaco del classico nero opaco a spruzzo) può essere, sulla superficie del tubo, rivestito con vellutino nero "di plastica" autoadesivo (quello che non spela) o neoprene spugnoso spesso 2 mm.

    Anche annerire il bordo non riflettente del secondario ha senso eccome, come parimenti andrebbero anodizzati neri e non cromati il tubo del focheggiatore.

    2) Uno specchio realmente molto corretto costa molto, molto di più di quel che viene richiesto per i vetri commerciali. Se così non fosse, non ci sarebbero sul mercato dei Newton che a fronte di "dati di targa" normalissimi (che so, un 200 o 250 mm f/5) costano tre se non quattro volte - solo tubo - i modelli commerciali.

    Essendo il Newton uno schema veramente elementare, fatto di pochi pezzi che debbon solo essere disposti e orientati in modo corretto fra loro, la differenza non può essere concentrata solo in un focheggiatore che non balla e in una ventolina elettrica dietro il primario.

    E' la somma di molti accorgimenti.

    Come dicono gli americani, dollar by dollar un Newton è superiore a un rifrattore acquistato con un budget simile. Ma inch by inch un rifrattore senza compromessi - sopratutto se non con rapporto focale troppo spinto - lo surclassa.

    Peraltro, la polemica fra i due utenti di prima la trovo davvero incomprensibile, stante che non dico che a vedere bene potendosi permettere un Nexton da 50 cm posizionato stabilmente a 1900 metri o usando un rifrattore da 20 di eccellente so' boni tutti senza essere Sir Percival Lowell, però insomma...

    Anch'io una volta ho accompagnato due persone da Firenze a Milano con una vettura in prova stampa che stavo testando, tanti anni fa (una Mercedes Classe S da 4,5 l di cilindrata con sospensioni autolivellanti idropneumatiche e sedili in pelle climatizzati individualmente etc) e quando siamo arrivati i passeggeri si son complimentati con me per l'ottima guida ed il viaggio molto riposante, rimarcando come ci avessi messo mezz'ora meno di quel che impiegavano abitualmente con la loro Passat 1600, e che per giunta avevano sentito anche meno le curve...

    E certo, ero stato un grande pilota io...

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    INQUINAMENTO LUMINOSO- segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

Discussioni Simili

  1. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 15-04-2013, 08:10
  2. Diametro e cielo
    Di Huniseth nel forum Report osservativi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-10-2012, 17:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •