Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Pianeta L'avatar di amorospo
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Sesto San Giovanni - Ponte Nizza
    Messaggi
    43
    Taggato in
    0 Post(s)

    Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Ho da poco ricominciato il mio viaggio nel mondo della ripresa planetaria con webcam dopo un lungo periodo di distacco dal mondo dell'astronomia e, da buon utente medio smemorato, mi son trovato a ricominciare praticamente da zero. Spulciando qua e là non ho trovato però nessuna guida soddisfacente relativamente ad IRIS, software dal potenziale illimitato, ma forse uno fra i più ostici da comprendere e quindi spesso abbandonato in favore di altri più semplici e/o automatizzati. Iris è un po' il photoshop dei programmi astronomici: fa praticamente tutto, solo che bisogna saperglielo far fare!
    Iris è utilizzato principalmente per fare lo stacking di immagini o filmati planetari o deep sky, ma può essere utilizzato anche per fare acquisizione video, oppure per l'elaborazione grafica delle stesse immagini. Il grosso vantaggio/svantaggio di iris è che funziona prettamente da riga di comando, il che è spesso un baluardo insuperabile per chi vi si affaccia la prima volta.

    In questa guida mi occuperò SOLO della parte relativa allo stacking delle immagini planetarie acquisite tramite filmati.
    I passi che vado a spiegare sono frutto della mia esperienza e non pretendono di essere la Verità con la V maiuscola, ma vogliono solo essere di aiuto a chi si sente sopraffatto dalla propria amica-compagna ignoranza.

    Vi spiegherò in pratica come passare da questi 3 singoli frames (i migliori r,g,b):
    3r1.jpg3g1.png3b1.jpg
    a questo (somma dei 3 sopra)
    _RGB_solo1_frame.jpg
    per arrivare a quest'altro (somma dei migliori 100 frame per ogni canale rgb):
    _RGB.jpg

    Veniamo al dunque.

    Acquisizione del filmato

    Acquisiamo il filmato in formato avi tramite un qualsiasi software (io uso gigiwebcapture ma ce ne sono parecchi) e salviamolo sul nostro pc. Al fine di seguire la guida passo passo potete scaricare questo filmato di non eccelsa qualità, ma utile ai nostri fini.

    Filmato di prova

    Elaborazione file avi

    Clicchiamo su FILE, SETTINGS e scegliamo in WORKING PATH la directory in cui si vuole che iris lavori. Il mio consiglio è di creare una directory ad hoc poichè ad ogni elaborazione passerà in questa directory qualche migliaio di files.
    Ora convertiamo il filmato acquisito nei singoli fotogrammi (frames) per poi poterli elaborare. Clicchiamo su FILE, AVI CONVERSION e poi con SELECT scegliamo il filmato. Spuntiamo RGB perchè il filmato di prova è a colori, oppure b/n oppure solo il canale rosso. Diamo un nome ai 3 canali che iris genererà: io di solito li chiamo con grande sforzo di fantasia "r,g,b" ma è a ns completa discrezione.
    Premiamo "convert" poi "yes" ed iris scomporrà il filmato avi originario nei 3 canali rgb creando 3 serie di file .fit (in pratica i singoli frame del filmato) con numerazione progressiva da 1 a xxx. Nel nostro caso 138 (senza nessuno scarto).

    Background: nero è meglio!

    Apriamo la console per l'input dei comandi cliccando sotto la barra dei menù sull'icona grigia con scritto in nero una roba simile ">-->--" tra la "H" e la macchina fotografica.
    Da ora in poi dimentichiamoci i menù perchè opereremo solo tramite riga di comando.
    Allineeremo prima il canale del rosso R che di solito è quello con più segnale e poi allineeremo gli altri due di conseguenza.
    Nella finestra "Command" scriviamo di fianco al ">"
    load r1
    e poi
    stat
    Nella finestra di output vengono riportati i valori principali in ADU del frame selezionato (r1). Interessante è il valore "median" che sarebbe grosso modo il valore di background del frame, ossia quanto è scuro il cielo nero: più è basso meglio è. Questo valore sarebbe ottenibile anche scrivendo il comando bg.
    Ora, sperando di aver ottenuto un valore decentemente basso in fase di acquisizione, che è indice di un buon cielo nero, elaboriamo la sequenza per scurire il cielo illuminato erroneamente dal rumore di ripresa.
    Con il mouse andiamo in un angolino dell'immagine e premendo il tasto sinistro tracciamo un quadratino sul fondo cielo e poi scriviamo:
    noffset3 r 1r 0 138
    dove:
    nooffset3 è il comando che normalizza il background dell'immagine
    r è la sequenza di frames da elaborare
    1r è la sequenza di frames risultante dall'elaborazione
    0 è il valore che si vuol raggiungere come background
    138 è il numero di frame della sequenza da elaborare

    Stacking (allineamento) delle immagini

    Ora che abbiamo scurito il fondo cielo possiamo passare all'allineamento vero e proprio dei frames. Iris mette a disposizione diversi comandi di allineamento: register, cregister, coregister, pregister. Noi ci occuperemo dell'ultimo che è quello che rende meglio sui pianeti.
    Creiamo con il mouse un rettangolo che contenga il pianeta. Non è importante una precisione assoluta, perchè il rettangolo serve solo a determinare il centro del "quadrato di allineamento" di cui parleremo dopo. Ora scriviamo:
    pregister 1r 2r 128 138
    dove:
    pregister è il comando per l'allineamento delle immagini
    1r è la sequenza di frames da elaborare (che poi è quella risultante da prima)
    2r è la sequenza di frames risultante dall'elaborazione
    128 è il valore in pixel del lato della selezione quadrata di cui parlavo prima usata da iris per allineare le immagini. Il valore DEVE essere una potenza di 2. Più alto è e più lenta è l'elaborazione. Se lo spostamento del pianeta in fase di ripresa è molto (come nel filmato di prova) conviene mettere un valore di almeno 256. Se viceversa lo spostamento è minimo basta selezionare un quadrato attorno al pianeta, vedere quanto misura di lato e indicare la potenza di 2 immediatamente superiore. Se avete un supercomputer NASA mettete 512 e non pensateci più
    138 è il numero di frame della sequenza da elaborare

    Finito l'allineamento viene creato il file SHIFT.LST che è un elenco di tutti gli spostamenti relativi di ogni frame.

    Scelta dei frame migliori

    bestof2 2r 138
    dove:
    bestof2 è il comando per la scelta dei migliori frames
    2r è la sequenza da cui estrarre i migliori frames
    138 è il numero di frame della sequenza da elaborare

    Vengono creati due file: SCORE.LST e SELECT.LST che sono rispettivamente la lista coi punteggi di qualità e la classifica dei frames migliori
    Scriviamo:
    select 2r 3r
    dove:
    select è il comando per la lettura della classifica di cui sopra
    2r è la sequenza di frames da elaborare
    3r è la sequenza di frames risultante dall'elaborazione

    Somma dei migliori frame

    Per poter ottimizzare il rapporto segnale/rumore andiamo ora a sommare i migliori frames fin qui elaborati.
    Selezioniamo un'area con il mouse che comprenda il disco del pianeta e scriviamo:
    add_norm2 3r 100
    dove:
    add_norm2 è il comando per la somma normalizzata dei frames
    3r è la sequenza di frames da elaborare
    100 è il numero di frame della sequenza da elaborare. Di solito io cerco di usare circa il 50% dei frame acquisiti. In questo caso dimostrativo sforo la percentuale solo perchè il filmato di partenza è davvero ridotto all'osso.
    Ora spostiamo la linguetta del threshold da 255 al valore pari a 255*100, dove 100 è il numero scelto poco fa. Se il valore supera 32767 lasciamo la linguetta al massimo, tanto il comando add_norm2 ha già pensato alle compensazioni del caso.

    Salvataggio del canale R

    Abbiamo finito l'elaborazione del primo canale R. Ora Salviamo il risultato tramite il menu FILE, SAVE. Chiamiamo il file SumR.fit
    Passiamo ora ad allineare e sommare gli altri due canali.

    Allineamento e somma degli altri due canali G,B

    I comandi sono simili a prima, quindi procedo un po' più spedito:
    Scriviamo:
    load g1
    (seleziono una parte di cielo nero) noffset3 g 1g 0 138
    file_trans 1g 2g 138

    dove:
    file_trans è il comando per spostare le immagini in base ai dati presenti nel file SHIFT.LST creato prima con l'allineamento del canale rosso
    1g è la sequenza di frames da elaborare
    2g è la sequenza di frames risultante dall'elaborazione
    138 è il numero di frame della sequenza da elaborare

    bestof2 2g 138
    select 2g 3g
    load 3g1

    (seleziono il pianeta) add_norm2 3g 100
    Threshold a 25500
    save frame G

    Finito con il verde passiamo al blu:
    load b1
    (seleziono una parte di cielo nero) noffset3 b 1b 0 138
    file_trans 1b 2b 138
    bestof2 2b 138
    select 2b 3b
    load 3b1

    (seleziono il pianeta) add_norm2 3b 100
    Threshold a 25500
    save frame B

    Composizione dell'immagine RGB

    Ora che abbiamo creato i 3 frame passiamo ad unirli in un'unica immagine.
    Clicchiamo sul menù VIEW, (L)RGB.
    Nelle caselle r,g,b scriviamo il nome dei file salvati: SumR, SumG, SumB
    poi clicchiamo APPLY e poi OK.
    Siam pronti quindi a salvare la nostra immagine RGB.
    Ovviamente ora l'immagine NON è pronta alla divulgazione, ma è semplicemente il massimo estraibile in termine di segnale/rumore e allineamento. Occorre fare una bella passata in photoshop (oppure usare lo stesso IRIS) per aggiustare saturazione, contrasto, maschere sfuocate, wavelet, ecc. Ma non è proprio la mia materia.

  2. #2
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,045
    Taggato in
    1892 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    bel lavoro!
    grazie

  3. #3
    Pianeta L'avatar di amorospo
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Sesto San Giovanni - Ponte Nizza
    Messaggi
    43
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Citazione Originariamente Scritto da amorospo Visualizza Messaggio
    Ovviamente ora l'immagine NON è pronta alla divulgazione, ma è semplicemente il massimo estraibile in termine di segnale/rumore e allineamento. Occorre fare una bella passata in photoshop (oppure usare lo stesso IRIS) per aggiustare saturazione, contrasto, maschere sfuocate, wavelet, ecc. Ma non è proprio la mia materia.
    Riguardo quest'ultima parte, se c'è qualcuno che è pratico di photoshop et similia mi saprebbe indicare qualche consiglio/trucco per avere dei buoni risultati senza andare alla cieca a smanettare tra i mille parametri?
    Devo ammettere che ogni volta che metto mano alle mie immagini ottengo dei risultati che non mi convincono troppo: o troppo sciatte (colori sbiaditi, sfocature) o troppo spinte (artefatti, contrasti innaturali).

  4. #4
    Nana Rossa L'avatar di david3
    Data Registrazione
    Mar 2016
    Località
    La Spezia-Reggio emilia
    Messaggi
    329
    Taggato in
    25 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Citazione Originariamente Scritto da amorospo Visualizza Messaggio
    Riguardo quest'ultima parte, se c'è qualcuno che è pratico di photoshop et similia mi saprebbe indicare qualche consiglio/trucco per avere dei buoni risultati senza andare alla cieca a smanettare tra i mille parametri?
    Devo ammettere che ogni volta che metto mano alle mie immagini ottengo dei risultati che non mi convincono troppo: o troppo sciatte (colori sbiaditi, sfocature) o troppo spinte (artefatti, contrasti innaturali).
    Ciao amorospo ho imparato ad usare iris da pochissimo attraverso un tutorial online,ho fatto la mia prima elaborazione di immagini raw.
    Alla fine i formati che escono dall'elaborazione sono PDS per Photoshop e PIC o FIT; io volevo sapere se lo sai come trasformare i formati PIC o FIT IN JPEG perché io su internet non riesco a trovare niente sembrano due formati sconosciuti.
    Ciao grazie

  5. #5
    Gigante L'avatar di carkinzo
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Collesalvetti (LI)
    Messaggi
    1,162
    Taggato in
    54 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Veramente interessante, ma volevo fare una domanda in proposito:
    quelle poche volte che ho provato a fare riprese planetarie,
    ho utilizzato la modalità "filmato" della mia reflex Canon, che però
    questa ti sforna dei video in formato .MOV. Ora, una persona
    tempo fa mi disse che l'unico programma in grado di poter lavorare
    con questo formato, è proprio Iris; ne sai niente in proposito?
    Per ché per quel poco che ci capisco, sembra che lavori solo con AVI.
    Grazie.
    Skywatcher Explorer-150mm/750mm PDS - TS Apo 80/352 - Vixen SXP con Starbook Ten - Canon EOS 60D modificata con filtro Super UV IR Cut.

  6. #6
    Nana Bruna L'avatar di tonyven
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Latina
    Messaggi
    248
    Taggato in
    10 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Se può essere ancora utile ho provato a caricare un file jpeg su Iris, e lo ha aperto. Dopodichè per lavorarci, senza farci nulla, l'ho subito salvato di nuovo con l'estensione che dà Iris, FIT o PIC. Così mi sono ritrovato finalmente un file FIT su cui potevo lavorarci sopra con IRIS. E li che è incominciato il bello
    SkyWatcher 10" Oculari: 6mm ;micro guide 12.5mm;25mm Montatura AZ-EQ6

  7. #7
    Nana Bruna L'avatar di tonyven
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Latina
    Messaggi
    248
    Taggato in
    10 Post(s)

    Re: Guida IRIS per stacking filmati pianeti e luna

    Ho provato a convertire un filmato AVI ma mi dice Decompressor not found!
    SkyWatcher 10" Oculari: 6mm ;micro guide 12.5mm;25mm Montatura AZ-EQ6

Discussioni Simili

  1. Registax - Elaborazione filmati con Webcam
    Di Huniseth nel forum Software Generale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-10-2013, 15:36
  2. M81 Test guida
    Di marcom73 nel forum Deep Sky
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-05-2013, 12:06
  3. Come fotografare Luna e Pianeti
    Di Andrea Mistretta nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 12-07-2012, 21:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •