Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    690
    Taggato in
    94 Post(s)

    Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Avevo bisogno di togliere un po' di ruggine dagli occhi e di polvere dallo specchio, così lo scorso 2 marzo, pur se le condizioni meteorologiche non erano particolarmente favorevoli, ho preso la via verso Prato Gentile a Capracotta.
    Il tempo è rimasto variabile per tutta la giornata, con minacciose e dense nubi basse in mattinata che, per fortuna, si sono andate quantomeno a diradare man mano che si avvicinava la sera.
    D'altro canto, le temperature erano piuttosto miti: in pianura sono partito alle 18.00 con 16°C, per poi trovare 3°C all'arrivo in quota alle 19.50, mantenutisi poi più o meno stabili.
    L'umidità si è rivelata molto elevata, certamente con valori pari se non superiori al 90% e ciò ha determinato un tutto sommato accettabile effetto rugiada, con gli strumenti risultati alla fine umidi (ma gli specchi non appannati, per fortuna).
    Le condizioni di IL del luogo si sono dimostrate scarse rispetto a quanto il sito mi ha fatto intravedere in passato. Innanzitutto, il piazzale su cui sosto di solito era impraticabile per la neve e quindi ho dovuto appostarmi su un altro, più aperto sulla strada e quindi più esposto al disturbo di auto in transito. Inoltre, l'alta umidità ha reso il cielo lattescente e poco trasparente e propagava la luce proveniente dai paesini posti più in basso e, soprattutto, dal rifugio vicino, che, stavolta, è rimasto acceso fino alle 23.30, con effetti devastanti sull'orizzonte nord. Il seeing è stato generalmente mediocre, attestatosi generalmente su un III livello della scala di Antoniadi, ma andando leggermente a migliorare in corso d'opera.
    Ho osservato dalle 21.00 alle 00.30, lottando con le nuvole, ritornate alla carica già dalle 22.00 in poi e dovendo modificare radicalmente il piano osservativo, praticamente tutto centrato in origine su un nord, reso, come detto, quasi impraticabile dalle luci diffuse.
    Come al solito, il mio compagno di avventure è stato il Dobson ES Ultralight 12”, con rifrattorino acromatico 70/400 come cercatore e oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 82° 16mm ES 82° 11-6,7mm, TecnoSky Planetary ED 8-5mm.
    Di seguito gli oggetti osservati:

    NGC2403 (Cam; GX; osservata con 24mm, 16mm, 11mm). Galassia di dimensioni considerevoli (21'x12'), già intuibile addirittura nel cercatore e osservata al meglio solo col 24mm, a dimostrazione della pessime condizioni del cielo. Si pone di tre quarti, con asse maggiore sud/est-nord/ovest, bulge sub-circolare abbastanza esteso, che poco si stacca dal resto dell'oggetto, a causa di una LS piuttosto uniforme.

    M81 - M82 (UMa; GX; osservate con 24mm, 16mm, 11mm). Uso le due sontuose galassie dell'Orsa Maggiore come base per lo star-hopping verso il successivo oggetto, ma dedico comunque qualche minuto alla loro osservazione, in coppia a 64x e a 95x, poi singolarmente a 138x. Come al solito, preferisco la Sigaro, più netta e dalla forma più caratteristica. Ottengo la resa migliore col 16mm, e certamente non è la migliore da quando maneggio i 12” del mio dobson.

    NGC3077 (UMa; GX; osservata con 24mm, 11mm). Galassia di dimensioni medio piccole (2'58”x2'22”), disposta di piatto, con asse maggiore poco pronunciato e orientato in senso nord/est-sud/ovest. Ha bulge poco luminoso, di una forma comparabile a quella dell'oggetto nel suo insieme.

    M44 (Cnc; OC; osservato con 24mm). Come già ho avuto modo di sperimentare, il Presepe rende meglio nel settantino, dove può essere apprezzato nel contesto di un ampio fondo cielo, rispetto al dobson, dove pure è possibile notare numerosi dettagli in più, ma in una prospettiva troppo ristretta.

    NGC2859 (LMi; GX; osservata con 24mm, 11mm). Piccola galassia (1'45”x1'18”) disposta di piatto, con asse maggiore est-ovest; ha bulge luminoso circolare, non molto esteso, che sfuma rapidamente verso l'esterno, assumendo quasi l'aspetto di un stella fuzzy.

    NGC2832 (Lyn; GX; osservata con 24mm, 11mm). Altra piccola galassia in prossimità di α-Lyn, di forma ellittica con scarsa eccentricità (2'05”x1'25”), disposta di piatto con asse maggiore nord/ovest-sud/est; bulge non molto luminoso, che in distolta appare più brillante e quasi puntiforme, ma leggermente schiacciato nel senso di maggior estensione dell'oggetto stesso.

    NGC2964 - NGC2968 (Leo; GX; osservate con 24mm, 11mm). Bella coppia di galassie, già riconoscibili a 64x e osservate in visione congiunta anche a 138x. Sono entrambe poste di piatto e hanno magnitudine apparente comparabile. La prima ha LS omogenea e ha forma ellittica piuttosto allungata in senso est-ovest; la seconda è inclinata lungo l'asse nord/ovest-sud/est e si presenta più stretta, con bulge più concentrato e brillante, schiacciato e proteso a seguire il medesimo andamento dell'oggetto nel suo insieme.

    NGC3003 (LMi; GX; osservata con 24mm, 11mm). Galassia d'aspetto molto gradevole, che ricorda morfologicamente la Sigaro: soprattutto in distolta, appare chiaramente disposta di taglio, protesa in modo marcato in senso est-ovest, molto stretta; il bulge non è particolarmente brillante e poco si stacca rispetto al resto del corpo, di cui assume la stessa conformazione.

    NGC3738 - NGC3756 (Uma; GX; osservate con 24mm, 11mm). Piccole galassie individuate a 64x e osservate in visione congiunta a 138x, molto piacevole anche grazie al fatto che costituiscono gli estremi di una virgola di stelle. Hanno magnitudine apparente simile, ma aspetto differente: la prima appare posta di piatto con asse maggiore nord-sud e LS uniforme; la seconda è invece di tre quarti, molto schiacciata e sviluppata in senso nord/ovest-sud/est, con bulge circolare riconoscibile ma non particolarmente luminoso, che sfuma docilmente verso l'esterno.
    rifrattore acro SW 120/600, Messier MC 127/1900; ES Twilight I, ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, Plossl NT 17mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-6,7mm, Planetary-ED 8-5mm.

  2. #2
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    690
    Taggato in
    94 Post(s)

    Re: Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Una tenue, ma insidiosa foschia inizia ad avviluppare gran parte della volta celeste, così rivolgo l'attenzione a oggetti più agevoli.

    M51 - NGC5195 (Uma; GX; osservate con 24mm, 16mm). Facilmente individuate nel a 64x, scelgo questo ingrandimento dopo aver provato, con risultato peggiore, i 95x. La Vortice appare come un ampio disco diafano, privo di dettagli interni ad eccezione del brillante e puntiforme bulge, mentre la sorella minore si presenta come una stella fuzzy, con alone esterno che sfuma rapidamente.

    M94 (CVn; GX; osservata con 24mm, 11mm). Galassia molto luminosa, con brillante bulge puntiforme e alone circostante che sembra leggermente allungarsi in senso est-ovest.

    M101 (Uma; GX; osservata con 24mm). La Girandola è tanto grande quanto evanescente: si presenta come una chiazza estesa e informe di colore grigiastro, senza caratterizzazioni interne.

    Le condizioni peggiorano ancora…

    M42 M43 (Ori; DN; osservate con 24mm). L'unico spicchio di cielo ancora libero offre la possibilità di ammirare la Grande Nebulosa di Orione e la sua sorella molto basse sull'orizzonte. Le osservo senza filtro e la resa è soltanto dignitosa, ma si tratta di un doveroso saluto a due fedeli amiche che comunque non deludono mai.

    M48 (Hya; OC; osservato con 24mm). ammasso aperto di dimensioni medio-grandi (30'), non particolarmente brillante, né concentrato, ma comunque molto gradevole. Presenta una distribuzione a macchia di leopardo delle sue componenti, comunque tanto numerose da non essere quantificabili, che, nel complesso, danno l'impressione di uno scarabeo: il corpo ha testa a sud, dove si legge una sorta di semicirconferenza, e coda appuntita a nord, mentre tutt'attorno una serie di astri distribuiti in modo non uniforme sembrano tracciare molto vagamente le zampe dell'animale.

    Finalmente una tregua…

    NGC2782 (Lyn; GX; osservata con 24mm, 11mm). Piccola galassia (1'44”x1'21”) disposta di piatto, che rende soprattutto in distolta: ha forma sub-circolare leggermente più estesa in direzione nord/ovest-sud/est, bulge puntiforme e molto luminoso che ben si stacca rispetto al corpo dell'oggetto, alone esterno che sfuma in maniera piuttosto graduale.

    NGC3718 - NGC3729 (Uma; GX; osservate con 24mm, 11mm). Piccole galassie riconosciute già a 64x e osservate in visione congiunta a 138x. La prima è disposta di tre quarti, ha forma ellittica molto allungata con asse maggiore nord/ovest-sud/est, bulge puntiforme, molto brillante; l'altra è molto più evanescente, posta di piatto e, soprattutto in distolta, si coglie qualche dettaglio in più: ellittica anch'essa, ma meno eccentrica, si presenta di piatto e con LS più uniforme.

    NGC3631 (Uma; GX; osservata con 24mm, 11mm). Galassia piuttosto estesa rispetto alle precedenti (4'11”x4'01”), di forma sub-circolare, quasi impercettibilmente più estesa in senso nord/ovest-sud/est; ha una LS omogenea e non particolarmente elevata, bulge non nettamente distinguibile, porzione più esterna che va a sfumare rapidamente.

    NGC4088 - NGC4085 (Uma; GX; osservate con 24mm, 11mm). Chiudo alla grande con quest'altra piacevolissima coppia di galassie, forse la migliore della serata se si escludono gli oggetti Messier. La prima è relativamente grande (4'23”x2'06”), maestosa, disposta di tre quarti, molto schiacciata, con asse maggiore nord/nord/ovest-sud/sud/est, bulge non nettamente distinguibile, ma comunque di morfologia analoga a quella dell'oggetto nel suo insieme, LS omogenea. Verso ovest, l'altra piccola galassia (2'34”x0'34”) ha aspetto comparabile (ma dimensioni e LS inferiori) e andamento poco differente, quasi perfettamente nord-sud.

    Insomma, serata un po' combattuta, ma comunque portata a casa. In attesa di tempi migliori, mi ritengo comunque soddisfatto per aver finalmente, anche se solo parzialmente, appagato la mia voglia di cielo profondo.
    rifrattore acro SW 120/600, Messier MC 127/1900; ES Twilight I, ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, Plossl NT 17mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-6,7mm, Planetary-ED 8-5mm.

  3. #3
    Nana Bianca L'avatar di nicola66
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Giugliano in Campania Napoli
    Messaggi
    6,588
    Taggato in
    636 Post(s)

    Re: Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Ben fatto 👍
    quello che conta alla fine, è di essere soddisfatti di aver portato a casa la serata osservativa.
    Ps:
    La prossima luna nuova ci sarò anch’io 👍
    Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi

  4. #4
    SuperGigante L'avatar di Gitt
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Bovisio Masciago (MB) - Italy
    Messaggi
    2,571
    Taggato in
    978 Post(s)

    Re: Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Complimenti, @Giova84, hai affrontato una situazione difficle, con umidità, luci diffuse, neve, auto in transito e nuvolaglia a disturbare il tutto.

    Mettici anche un seeing mediocre e hai un mix che avrebbe fatto rinuciare molti astrofili.

    A proposito, non è che si trattava più che altro di delta termico, visto che sei partico con +16°C e sul posto hai trovato +3°C ?

    Sei stato proprio in gamba, perchè nonostante tutto hai osservato un buon numero di oggetti distinguendo tutto quello che si poteva ragionevolmente cogliere in una situazione del genere.

    Il fatto che poi non si siano appannati gli specchi nonostante l'umidità elevata, conferma la robustezza del tuo setup.

    Per quanto riguarda gli oggetti, ho anch'io appena osservato nell'ultimo weekend la coppia 4085/4088 e concordo col tuo giudizio: anzi, direi meglio di molti Messier!

    Anche 3718/3729 è una coppia spettacolare, ma richiede ottime condizioni per poterla apprezzare al meglio.

    A proposito di 2832, leggo che hai notato che il bulge ti appare "leggermente schiacciato nel senso di maggior estensione dell'oggetto stesso".

    Forse questa percezione ti è derivata dalla presenza di una galassia interagente: NGC2831, una E0 m.13,6 dal nucleo brillante, che, in condizioni di buon seeing, si può "sdoppiare" dalla compagna.
    Dobson RPAstro 16"/f4,5 | Oculari: Hyperion 21/68°, ES 14-11-8,8-6,7/82°, Planetary ED 5-3,2/60° | Barlow: Meade APO 140 2x | Filtri: Astronomik UHC e O-III

  5. #5
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    690
    Taggato in
    94 Post(s)

    Re: Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Ciao @Gitt, che piacere leggerti! Era da un po' che non ti si vedeva sul forum...allora, ti rispondo, come sempre, con grande piacere:

    A proposito, non è che si trattava più che altro di delta termico, visto che sei partico con +16°C e sul posto hai trovato +3°C ?
    Non credo, perché il mio setup ha dimostrato di reggere bene situazioni simili: sabato scorso sono ritornato allo stesso posto e lo sbalzo termico è stato simile, ma in corso di serata il seeing si è dimostrato ottimo.

    Anche 3718/3729 è una coppia spettacolare, ma richiede ottime condizioni per poterla apprezzare al meglio.
    Prendo nota per le prossime uscite: ci tornerò sicuramente!

    Forse questa percezione ti è derivata dalla presenza di una galassia interagente: NGC2831, una E0 m.13,6 dal nucleo brillante, che, in condizioni di buon seeing, si può "sdoppiare" dalla compagna.
    Interessantissima questa cosa, un altro passaggio su questa coppia è d'obbligo!

    A quando il tuo prossimo report? Io sto faticosamente stilando quello di sabato scorso, ma ne varrà la pena...
    rifrattore acro SW 120/600, Messier MC 127/1900; ES Twilight I, ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, Plossl NT 17mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-6,7mm, Planetary-ED 8-5mm.

  6. #6
    SuperGigante L'avatar di Gitt
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Bovisio Masciago (MB) - Italy
    Messaggi
    2,571
    Taggato in
    978 Post(s)

    Re: Primi veri sprazzi di cielo del 2019

    Citazione Originariamente Scritto da Giova84 Visualizza Messaggio
    A quando il tuo prossimo report? Io sto faticosamente stilando quello di sabato scorso, ma ne varrà la pena...
    Mi manca ancora una paginetta di appunti, salvo imprevisti dovrei completarlo nel weekend.
    Dobson RPAstro 16"/f4,5 | Oculari: Hyperion 21/68°, ES 14-11-8,8-6,7/82°, Planetary ED 5-3,2/60° | Barlow: Meade APO 140 2x | Filtri: Astronomik UHC e O-III

Discussioni Simili

  1. Il cielo di Marzo 2019
    Di Stefano Simoni nel forum Articoli
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-03-2019, 12:11
  2. Il cielo di Febbraio 2019
    Di Stefano Simoni nel forum Articoli
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-01-2019, 14:58
  3. Il cielo di Gennaio 2019
    Di Stefano Simoni nel forum Articoli
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-01-2019, 09:38
  4. Marte.. ultimi sprazzi
    Di robj nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 10-10-2018, 14:44
  5. Astri cattura i suoi primi lampi gamma dal cielo
    Di Red Hanuman nel forum News
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-06-2017, 19:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •