Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Gigante L'avatar di Winnygrey
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,056
    Taggato in
    47 Post(s)

    Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Non fidandomi più molto di meteoblue ho voluto testare Clear Outside. In una giornata in cui era prevista solo una finestra di cielo aperto nel tardo pomeriggio fino a notte inoltrata era facile restare fregati. In effetti quando alle 18 il l cielo non era ancora sgombro ho temuto il peggio. Ed invece si è alzato un bel vento che ha spazzato via tutto. Ho quindi montato l'FC 76 su una gloriosa New Polaris in assetto alt-az.

    Posto intanto alcune foto, seguirà il report.

    FB_IMG_1560075760794.jpg

    FB_IMG_1560075765813.jpg

    FB_IMG_1560075769382.jpg

  2. #2
    Nana Bianca L'avatar di nicola66
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Giugliano in Campania Napoli
    Messaggi
    6,640
    Taggato in
    640 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Tutto magnifico
    Quel Gavi da contorno é una vera chicca
    Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi

  3. #3
    Gigante L'avatar di Winnygrey
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,056
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Eh sì, magnifico, anche perché questa volta eravamo solo io e la mia compagna.

  4. #4
    Gigante L'avatar di Winnygrey
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,056
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Di una serata in cui il vento alzatosi nel tardo pomeriggio per spazzare via le nuvole e attenuatosi parecchio dopo il tramonto ci si potrebbe domandare: perché "quasi" perfetta?

    Principalmente perché devo imparare a prendere appunti e disegnare schizzi di quello che vedo. Poi rimane un poco il rammarico di non aver potuto riprendere Giove, consapevole che questi giorni è all'opposizione e che il meteo è troppo ballerino.

    Ricapitolando: telescopio Taka FC76, montatura New Polaris in altaz, diagonale Taka da 31,8 ed oculari Taka LE (24, 18, 7,5 e 5mm), vari extender, torretta binoculare TecnoSky con oculari Plossl da 15mm (comprata usata con questa coppia, prima o poi vedrò se e come sostituirli).

    Temperatura gradevole, seeing ballerino a tratti ma poi in miglioramento tanto da permettermi una delle visioni migliori di sempre del gigante gassoso all'una passata.

    In programma avevo messo l'osservazione di Mercurio e Marte. Evidentemente non sono stato tempestivo e mi sono perso Mercurio, mentre ho visto un lontano e tremolante Marte.

    Mi sono dedicato poi alla Luna in attesa che il cielo si oscurasse un po' di più. Scolpita già col 24mm mano a mano che l'oscurità avanzava la visione acquistava più contrasto e la sensazione è stata come se si accendesse un faro in cielo. Ho montato la torretta e per andare a fuoco ho usato prima il suo estrattore di fuoco poi il vari extender (1,6x). Meglio la seconda soluzione della prima. Bellissimi Theophilus, Cyrillus, Catharina, la Dorsa Smirnov i maria e al polo nord lunare i picchi illuminati che si stagliano sopra zone buie dando l'impressione che la Luna si stia sgretolando.

    Dopo aver indugiato sul suolo selenico, ho puntato la vicina Algieba. Sempre fascinosa con le due componenti una arancione brillante e l'altra giallo acceso.
    Ho poi puntato 54 Leonis (Struve 1487), una facile doppia dal lieve contrasto di bianchi. Tappa seguente: Cor Caroli, Alpha Canum Venaticorum. Questa doppia prospettica è molto facile ma anche molto bella. I pareri sui colori delle due componenti sono discordi, ma devo dire che mi trovo perfettamente d'accordo con Mike Ropelewski ("A visual Atlas of Double Stars") che le indica bianco e bianco-bluastro, ed invita ogni osservatore a farsi la propria opinione.

    A questo punto è tappa obbligata fare visita ad Alcor e Mizar. Forse non tutti sanno che è stata la prima stella doppia osservata dall'uomo (almeno, qui in occidente) e che nonostante si sia creduto che fosse stato Giovan Battista Riccioli nel 1650 ad osservarla per primo, in realtà fu scoperta il 7 gennaio 1617 da Benedetto Castelli, amico di Galileo che, a sua volta, su segnalazione di questi, la osservò una settimana dopo (Paolo Maffei, "Al di là della Luna").


    E qui arriva un piccolo punto dolente. Avendo già avuto modo di osservare il tripletto del Leone con questo telescopio qualche mese fa, ho voluto tentare M51 ed M101. Ahimé senza successo, anche dopo che la Luna è tramontata ho tentato (con vari contorcimenti, ricordo che ho usato una montatura altaz in manuale). Devo fare maggiore pratica ed avere più pazienza.

    (fine prima parte)

  5. #5
    Gigante L'avatar di Winnygrey
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,056
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Lasciando perdere i tentativi per le due galassie mi sono diretto verso Arturo (dimenticandomi però M3... che era in lista...). Da Arturo mi sono spostato verso Pi e Xi Bootis. Pi Bootis, più facile, é una bella coppia di colore bianco. Xi Bootis è un po’ più difficile, ma forse più suggestiva e bella. In realtà è un sistema complesso, ma concentrandomi solo sulle componenti A e B direi che la differenza di magnitudine e di colore (giallo e violetto) la rende affascinante.

    Irrinunciabile la visione di Izar, anche se con un 76mm ed un momento di seeing non ottimale non ha reso come qualche sera fa da cieli cittadini e con Sua Maestà l’FC100N...
    Con il fratello minore riuscire ad individuare la piccola secondaria non è stato per nulla semplice. E la visione non era per nulla appagante.

    Una visione veloce ad Alkalurops e Zeta Coronae Borealis, coppia azzurrina molto bella sia col 7,5mm che con il 5 mm.

    A questo punto avevo messo in scaletta M13. Avevo la curiosità di vederlo da un cielo decente con soli 76mm di lente.

    A bassi ingrandimenti è un batuffolo, salendo fino a 120x (5mm) la nuvoletta inizia ad essere granulosa e mostrare nelle regioni piú esterne le stelle in maniera più stabile. Mentre verso il centro la sensazione è di un scintillio pulsante. Decisamente ipnotico. Certo, non è come vederlo all’oculare di un N-Nasmyth da 800mm di apertura libera... però anche un modesto 76mm regala una bella visione.

    Tappa successiva, la bella Ras Algethi, Alfa Herculis. La primaria una gigante rossa e la secondaria verde bluastro.

    Dalla “testa dell’inginocchiato” sono salito fino a Vega ed Epsilon Lyrae, la doppia doppia. Poi è stata la volta di M57, col 5mm un anello di fumo di forma ovale.

    Scendendo era d’obbligo rendere omaggio ad Albireo, sempre bellissima coppia godibile a bassi ingrandimenti.

    A questo punto sono rimasto da solo ad osservare, sarà stata circa mezzanotte. La Luna si avviava molto stancamente verso il tramonto e la mia compagna ha ceduto al sonno. Sono quindi tornato ad indugiare un poco sul suolo selenico. Volevo aspettare il tramonto, che è stato spettacolare con la falce lunare sempre più rossa.

    Ho notato poi Saturno basso tra gli alberi e nonostante fosse molto basso ho puntato il fido Taka sul Signore degli anelli. Sempre bello anche se essendo così basso niente divisione di Cassini.

    A questo punto tornando a Sud, prima di puntare Giove, ho rivisto volentieri Acrab e Graffias nello Scorpione. Quando il gigante gassoso era abbastanza alto la GMR faceva bella mostra di sé.

    Il primo impatto è stata una facile visione delle due bande equatoriali, poi pian piano tutti gli altri dettagli sono venuti all’occhio. La GMR, i festoni e le bande temperate a nord e sud. Una visione che mi ha incantato.

    Intanto una pallida via Lattea faceva timidamente capolino dopo il tramonto del nostro satellite.

    Ho ritentato M51 ed M101, ma il richiamo di Giove è stato più forte e sono rimasto un altro buon quarto d’ora ad ammirlarlo.

    E qui finisce a malincuore la serata. Avrei voluto potesse durare di piú, ma era previsto un peggioramento e volevo smontare con calma.

    Difatti poi più tardi è arrivato un temporale ed è piovuto ben bene.

    Direi che sono stato molto fortunato.
    Ultima modifica di Winnygrey; 10-06-2019 alle 11:36

  6. #6
    SuperGigante L'avatar di PHIL53
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Lido di Ostia
    Messaggi
    2,679
    Taggato in
    678 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Buon bottino di stagione !

    Non so se o cosa hai come cercatore ottico...con un Telrad (in aggiunta ovviamente ad un cielo decente...) diventa facile individuare M 51, "appoggiando" il cerchio grande (quello da 4°) ad una stella visibile ad occhio nudo dalle parti di Alkaid, esattamente 24 CVn.

    Se tieni presente anche che si trova su una linea quasi perpendicolare a quella che unisce Alkaid ad Alcor, vedrai che lo prossima volta la trovi di sicuro !

    Prova a dare uno sguardo alla mappa artigianale allegata....
    File Allegati File Allegati
    Expl. Scientific 16" - ES 82° 24mm & 18mm 2" - 14mm+11mm+6,7mm+Planetary ED 5mm - Telrad - Filtri UHC - OIII Nikon 10x50 Action EX - SkySafari 4 Plus

  7. #7
    Gigante L'avatar di Winnygrey
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Genova
    Messaggi
    1,056
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Serata quasi perfetta alla Maliarda (Rossiglione)

    Come cercatore ho un ottimo 6x30, ma mi sono "allenato" col 7x50 (che ha un fov minore) e quindi mi sono trovato spiazzato. Si tratta solo di fare esperienza ed avere un briciolo di pazienza in più. Il fatto è che con oggetti molto alti diventa un delirio e mi stanco prima. Dovrei aggiungere una mezza colonnina alla montatura in modo da essere un pochino più comodo.

Discussioni Simili

  1. Serata alla Maliarda (Rossiglione)
    Di Winnygrey nel forum Report osservativi
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-08-2017, 17:44
  2. La Maliarda, Rossiglione (GE), 6-7 agosto 2016
    Di Winnygrey nel forum Report osservativi
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 10-08-2016, 14:03
  3. La serata quasi....perfetta !
    Di GALASSIA60 nel forum Deep Sky
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 26-02-2015, 22:45
  4. luna quasi alla metà
    Di Massimo B nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 04-02-2014, 16:41
  5. space-mining. Da O-Game alla (quasi) realtà
    Di Alfiere nel forum Astronautica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-2013, 08:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •