Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 36
  1. #1
    Meteora L'avatar di Alpha Beta
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    16
    Taggato in
    3 Post(s)

    Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Buongiorno a tutti.
    Come da titolo, c'è chi afferma che è possibile osservare le stelle o le costellazioni dell'emisfero australe anche dalle nostre latitudini per la semplice ragione che il polo sud è un fenomeno prospettico. Le stelle girerebbero leggermente sopra l'orizzonte, senza spiegare come fanno a farlo in senso antiorario.
    Ha idea che se punto, con un telescopio computerizzato, sulla Croce del Sud (ad esempio) lo strumento non punterà mai sull'orizzonte.
    Sarebbe anche questa una prova che la Terra non può essere piatta perchè il sistema di puntamento (GoTo) avrà coordinate sballate?
    Cosa ne pensate?
    Un saluto a voi tutti.

  2. #2
    Gigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,071
    Taggato in
    85 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    C'è anche chi afferma di aver visto la madonna o gli omini verdi, non per questo bisogna dargli credito.

    Onestamente, quando le considerazioni ad un certo tema sono tanto palesi (come in questo caso), non trovo la necessità di imbastire una discussione, in quanto del tutto superflua, se il tizio (o i tizi) che affermano una simile fesseria hanno degli argomenti un po più solidi della semplice affermazione, riportali, allora se ne può parlare, altrimenti meglio lasciar perdere.
    Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  3. #3
    Meteora L'avatar di Alpha Beta
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    16
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Buongiorno Angelo.

    Sono del parere che ognuno è libero di pensare come vuole. Ma la sua libertà (o la nostra) non deve essere un pretesto, una giustificazione, per dire ad un numero di persone (che sono impreparate su un certo argomento) che le cose stanno realmente così come dice lui.
    Qui ci troviamo davanti ad un fenomeno reale, che è sotto gli occhi di tutti, non quindi soggettivo, come potrebbe essere appunto l'aver visto l'omino verde.
    Lui cerca di dare una spiegazione con un assurdità clamorosa. Io, personalmente, non ho mai visto le stelle, alle mie latitudini, girare in senso antiorario oppure aver visto la Croce del Sud poco sopra l'orizzonte. Anche perchè, come dicevo prima, se imposto sulla tastiera la ricerca Sigma Octantis, per fare un esempio, il mio telescopio o quello di qualunque altro non punterebbe sull'orizzonte. Io sono un dilettante, ma non credo che bisogna essere astrofisici per capire tutto questo.
    Grazie dell'intervento Angelo. Buona giornata.

  4. #4
    Nana Bruna L'avatar di Ro84
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    275
    Taggato in
    22 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Ciao, mi ero ripromesso di non spiegare (ancora) la meccanica celeste di base a una persona come questa di cui parli, ossia a chi crede nella Terra piatta, perché mancano proprio le conoscenze di base quasi sempre.

    Comunque...

    Il discorso in questione si basa su un assunto completamente errato, ossia che le stelle da noi apparentemente "girano in senso antiorario" mentre a sud "girano in senso orario". Dipende solo dalla direzione in cui guardi, anche alle nostre stesse latitudini: se guardi in direzione della Stella Polare per esempio, vedrai tutte le stelle che le girano attorno in senso antiorario, ma se guardi invece le stelle che transitano dall zenit in poi verso sud (tutte le costellazioni zodiacali, ma anche Orione, l'Aquila eccetera) vedrai che di fatto girano in senso orario, spostandosi da sinistra verso destra. Dipende da dove guardi. Un po' come prendere una pallina e farla ruotare sul proprio asse in senso antiorario: se la capovolgi (ossia se la guardi dalla prospettiva opposta) sembrerà invece girare in senso orario.

    Io qualche settimana fa ho osservato al telescopio Omega Centauri, che dalla mia latitudine si trova a 4° sopra l'orizzonte sud quando transita al meridiano. Sotto di esso non c'era alcuna Croce del Sud (eppure è proprio lì a pochi gradi), né le costellazioni apparivano deformate in alcun modo, o "schiacciate", come dovrebbero apparire seguendo il ragionamento di questo tale. Ho osservato per un tempo discretamente lungo anche alle latitudini equatoriali, laddove è possibile osservare praticamente tutto il cielo, e neppure lì le costellazioni basse apparivano deformate "per prospettiva". Così come ho osservato dall'emisfero australe e, guardando verso nord, avevo un Grande Carro incompleto (mancavano alcune delle sue stelle più settentrionali, come la Alfa), ma di certo non deformato. E si spostava da destra verso sinistra, ossia apparentemente in senso antiorario. Dalla latitudine di 32° sud. Che poi è lo stesso moto che segue anche alla latitudine di casa mia, in Sardegna: in primavera lo vedo capovolto alto in direzione nord, che si muove da destra verso sinistra.

    Qua è facile prendere in giro i "terrapiattisti", ma per una semplicissima ragione: non conoscono per nulla il cielo stellato, non sanno riconoscere le costellazioni (e devono imparare a conoscerle tutte le costellazioni, non certo quelle 4-5 più famose) e pretendono di dare lezioni a chi il cielo lo osserva assiduamente da decenni e lo conosce più o meno perfettamente. Queste persone quindi dovrebbero prima studiarsi alla perfezione un atlante celeste e imparare a riconoscere le 88 costellazioni (tutte), osservarle notte dopo notte per un anno (quelle visibili da noi), poi prendere l'aereo e ripetere le osservazioni dalla fascia temperata australe; poi eventualmente possono anche aprire bocca. Non si dovrebbe prenderli in giro, ma quando si pongono con una certa aria di saccenza a discutere di certe cose partendo da assunti già errati in partenza (e dimostrabili come tali), senza accettare alcuna confutazione e anzi tacciando di "trolling" chi osa permettersi di dire due parole, le soluzioni sono due: o li si deride a fondo, oppure semplicemente li si ignora.
    Ultima modifica di Ro84; 22-06-2019 alle 13:12
    Roberto - Strumenti: Dobson Skywatcher 203/1200; Skywatcher Startravel 80.
    Oculari: zoom Baader 8-24 Mark III; Baader 36 asferico.

  5. #5
    Gigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma nord
    Messaggi
    1,956
    Taggato in
    235 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Citazione Originariamente Scritto da Ro84 Visualizza Messaggio
    ...
    Comunque...

    Il discorso in questione si basa su un assunto completamente errato, ossia che le stelle da noi apparentemente "girano in senso antiorario" mentre a sud "girano in senso orario".
    Ho un dubbio atroce:
    Quando ci si trovasse esattissimamente all'equatore da che parte girano (se girano...)
    Celestron OMNI 120/1000 "customized"; iOptron iEQ 45 Pro; Kenko 80/1000; NES QS. Fabrizio.

  6. #6
    Nana Bruna L'avatar di Ro84
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    275
    Taggato in
    22 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    @Fazio il "cambio di giro" non dipende dalla latitudine, ma unicamente da come ti poni tu rispetto allo zenit: anche da noi, le stelle che transitano al meridiano a nord dello zenit (ossia a "ore 0" di azimut), "girano" in senso antiorario. Le stelle che transitano invece a sud dello zenit (ossia a "ore 12" di azimut) "girano" in senso orario. Ma ciò accade perché se guardiamo verso nord stiamo dando le spalle al polo sud, mentre se guardiamo a sud stiamo dando le spalle al polo nord. E' proprio una questione di "punti di vista", in senso letterale.

    L'unica differenza fra noi, l'equatore e l'emisfero australe è che da noi, il polo sud celeste è sotto l'orizzonte, dall'equatore ci sono entrambi rasenti l'orizzonte e dall'emisfero australe sotto l'orizzonte c'è il polo nord.

    Se noi guardiamo dall'emisfero sud infatti succede la stessa cosa: se guardiamo a "ore 12" (ossia verso sud, dando quindi le spalle al nord) le stelle girano in senso orario; se guardiamo a "ore 0" (ossia verso nord, dando quindi le spalle al sud) le stelle girano in senso antiorario.

    Chiaro che se ti avvicini al polo nord (o al polo sud) diventa più difficile notare questo effetto, perché il polo si avvicinerà sempre più allo zenit finché, al polo esatto, è allo zenit.

    PS: è molto più facile verificarlo guardando le stelle la notte che spiegarlo: a spiegarlo è un casino, ma a vederlo in pratica è intuitivo.
    Roberto - Strumenti: Dobson Skywatcher 203/1200; Skywatcher Startravel 80.
    Oculari: zoom Baader 8-24 Mark III; Baader 36 asferico.

  7. #7
    Gigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma nord
    Messaggi
    1,956
    Taggato in
    235 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Azzardo un'ipotesi:
    Quelle alla tua destra girano in un senso, quelle a sinistra nel senso opposto.
    Il problema si pone per quelle nei pressi dell'equatore celeste...
    Celestron OMNI 120/1000 "customized"; iOptron iEQ 45 Pro; Kenko 80/1000; NES QS. Fabrizio.

  8. #8
    Gigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma nord
    Messaggi
    1,956
    Taggato in
    235 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Citazione Originariamente Scritto da Ro84 Visualizza Messaggio
    @Fazio il "cambio di giro" non dipende dalla latitudine, ma unicamente da come...
    Sono sgomento!
    Evidentemente mi hai preso sul serio!!!
    Celestron OMNI 120/1000 "customized"; iOptron iEQ 45 Pro; Kenko 80/1000; NES QS. Fabrizio.

  9. #9
    Meteora L'avatar di Alpha Beta
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    16
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Citazione Originariamente Scritto da Fazio Visualizza Messaggio
    Ho un dubbio atroce:
    Quando ci si trovasse esattissimamente all'equatore da che parte girano (se girano...)
    Ciao Fazio. Infatti tutto nasce mettendo in evidenza uno startrail fotografato più o meno sull'equatore. Penso qualche parallelo più a nord.

  10. #10
    Meteora L'avatar di Alpha Beta
    Data Registrazione
    Jun 2019
    Messaggi
    16
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: Il polo sud é un fenomeno prospettico

    Tutto quello che dici Ro84 è oggettivamente dimostrabile.
    Se sei ad una certa latitudine riesci in qualche modo a vedere stelle che, apparentemente, dovrebbero essere visibili in uno dei due emisferi.
    Dici bene che, se sei sul 30° parallelo S , qualche stella dell'Orsa Maggiore, riesci anche a scorgerla, ma non la Polaris. Viceversa se sei a 40° N, quindi sulle nostre latitudini, la Croce del Sud non la possiamo mai vedere anche se è possibile vedere Omega Centauri.
    Secondo il tizio, essendo su una terra piatta, tutte le stelle dovrebbero essere, in qualche modo, visibili: la Polaris sempre in alto, poi man mano tutte le altre. La Sigma Octantis dovrebbe essere sulla linea d'orizzonte. Diciamo quindi che quest'ultima si trova a 0,5 gradi sull'orizzonte (solo come esempio), ne viene fuori che il mio telescopio non la beccherà mai, quindi il suo ragionamento è totalmente sbagliato. O forse mi sfugge pure a me qualcosa?

Discussioni Simili

  1. Oltre il Polo Sud della Luna!
    Di Giuseppe Petricca nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-08-2014, 12:23
  2. Bordo lunare nei pressi del Polo Sud
    Di Andrea Vanoni nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 28-07-2014, 22:04
  3. Impostazione Telescopio x cercare Polo Nord
    Di Manuele78 nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 25-10-2012, 16:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •