Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Continuano le scoperte di creature viventi terrestri che si cercano disperatamente su Marte. A quando una missione interamente terrestre? Basta che non sia di sterminio?...
    leggi tutto...

  2. #2
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,948
    Taggato in
    394 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Al netto delle semplificazioni dei "tuttologi", che il riscaldamento globale sia confermato, e non smentito, da eventuali picchi di freddo in stagioni e latitudini durante i quali non ce li aspetteremmo di norma, è un fatto.
    Ben noto, e certo non dagli ultimi anni in cui il fenomeno - dalla natura ancora controversa e dal rapporto gerarchico fra le varie probabili concause ancora non ben definito - si è palesato in modo evidente e poi è diventato dominio dei media.
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  3. #3
    Nana Rossa L'avatar di givi
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Besana in Brianza
    Messaggi
    397
    Taggato in
    28 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Quoto e straquoto Enzo
    Giovanni. Nikon Action EX 16x50 CF.

  4. #4
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,948
    Taggato in
    394 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Bisogna stare molto attenti a non far diventare il global warming una sorta di mito/barzelletta, come il complotto per nascondere l'ipotetico finto sbarco sulla Luna.

    Il problema esiste. Una visone su scala sufficientemente piccola da percepirne l'insieme, le correlazioni con le attività antropiche piuttosto che con le curve di Milutin Milanković piuttosto che con le emissioni poderose di c.d. gas serra da eruzioni vulcaniche, allo stato no.

    Ma le rilevazioni dei glaciologi non mentono né possono mentire, essendo verificabili con una fettuccia metrica ed avvenendo in zone in cui davvero non può mutare l'apporto d'acqua per cause antropiche locali.

    Ben poco sappiamo di quanto potrebbe interagire sul fenomeno una ipotetica serratissima attività di riduzione delle emissioni da attività umane (inclusi gli allevamenti di ruminanti). Ben poco sappiamo sulle capacità di auto-regolazione del sistema (le biomasse delle foreste, che son trappole di carbonio, tendono a crescere più rigogliose all'aumentare della CO2 nell'aria, di cui si nutrono avidamente; lo scioglimento del permafrost favorisce la colonizzazione da parte di cespugli ed alberi d'alto fusto di zone della Taiga prima buone solo per crarcar Mammut congelati; il mare ha sotto il livello di compensazione dei carbonati una capacità di dissoluzione di CO2 nel suo interno del tutto ignota etc)...

    Ma attenti a evitare di accettare l'evidenza di un fatto, solo perché mediamente chi lo commenta parla quasi a vanvera. Sarebbe un approccio ideologico, alla fin fine fideistico, che nuoce alla scienza.
    Io ho avuto uno dei due miei professori di Petrografia (seguivo ambo i corsi perché quello in oggetto era una delle massime autorità europee sul chimismo e l'evoluzione delle rocce metamorfiche) che non credeva al meccanismo della subduzione, convezione nel mantello esterno e precipitazione frazionata dei magmi in risalita come motore della tettonica globale.

    Non gli tornavano certi aspetti di petrochimica, che gli parevano in contraddizione con l'assunto.
    E per qualche schizzo d'acqua sporca, buttava il pur evidente bambino.
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  5. #5
    Nana Bruna L'avatar di manuela
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    provincia di como
    Messaggi
    294
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Caro Valerio, leggendo il tuo post si ha la sensazione che tu abbia certe competenze ed informazioni, è questo lo rende appetibile: sempre si desidera avere il maggiorn numero possibile di dati per farsi un'idea il più possibile vicina alla realtà conosciuta e conoscibile.
    Purtroppo però , devi tener conto che il post viene letto anche da persone come me che ,in campo scientifico hanno competenze scarsissime e con umiltà seguono un portale come questo nel tentativo di diminuire almeno un pochino l'enorme lacuna : questo comporta che se desideri che venga apprezzato devi, purtroppo, esporre i concetti con un linguaggio più semplice e immediato anche se non è facile per chi è abituato a usare il linguaggio specifico di settore che anzi, di solito è costruito per avere la massima chiarezza nel minor tempo possibile ma solo per chi lo conosce. (meccanismo di subduzione???)
    Scusami, non vuole essere una critica, ma anzi è il desiderio genuino di poter fruire appieno e non solo a spanne delle tue evidenti conoscenze, è il solo modo per farmi un'idea della cosa e capire se condivido oppure no la tua posizione
    Ultima modifica di manuela; 27-05-2013 alle 18:10 Motivo: correzioni grammaticali

  6. #6
    Nana Bruna L'avatar di Mario Fiori
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    148
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Carissimo Enzo questo nteressante articolo e le tre risposte che sono seguite mi hanno stimolato qualche riflessione.
    Il Global Warming è naturalmente , come abbiamo sempre detto, un meccanismo preso così senza particolari studi approfonditi che tengano conto di tutti i fattori, naturali e non.
    Certamente l'essere umano con i suoi avventati ed invasivi sfruttamenti ha influito, ma la natura sa' reagire e certi cambiamenti comunque ci sono sempre stati ed anche in forma più catastrofica.
    Per il resto, perdonami, ma riflettendo bene credo che prima o poi qualche esserino lo troviamo fuori del nostro pianeta, credo sempre che la vita, in senso generico non di "omini verdi", sia più diffusa di quanto si pensi.

    E' vero che le missioni spaziali costano tanto, ma meno armi e più spazio sarebbe un'ottima filosofia, aldilà di ciò che posso poi più o meno pensare del "dio" denaro.
    Comunque grande Enzo.

  7. #7
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalà
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Citazione Originariamente Scritto da Mario Fiori Visualizza Messaggio
    Carissimo Enzo questo nteressante articolo e le tre risposte che sono seguite mi hanno stimolato qualche riflessione.
    Il Global Warming è naturalmente , come abbiamo sempre detto, un meccanismo preso così senza particolari studi approfonditi che tengano conto di tutti i fattori, naturali e non.
    Certamente l'essere umano con i suoi avventati ed invasivi sfruttamenti ha influito, ma la natura sa' reagire e certi cambiamenti comunque ci sono sempre stati ed anche in forma più catastrofica.
    Per il resto, perdonami, ma riflettendo bene credo che prima o poi qualche esserino lo troviamo fuori del nostro pianeta, credo sempre che la vita, in senso generico non di "omini verdi", sia più diffusa di quanto si pensi.

    E' vero che le missioni spaziali costano tanto, ma meno armi e più spazio sarebbe un'ottima filosofia, aldilà di ciò che posso poi più o meno pensare del "dio" denaro.
    Comunque grande Enzo.
    caro Mario,
    io sono d'accordissimo nel cercare la vita in mondi alieni. Ci mancherebbe! Solo che preferirei, prima, di conoscere meglio i "nostri" alieni sia per sapere cosa e dove trovare sia per essere sicuri di non inquinare dicendo poi solo: "Ops...". Ad esempio, sta venendo fuori che il luogo di ricerca su Marte non sia quello più adatto. Si comincia a capire solo adesso che abbiamo studiato meglio il nostro "accaldato" pianeta... Insomma, si potevano spendere meglio i soldi... tutto qua.

  8. #8
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,948
    Taggato in
    394 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Citazione Originariamente Scritto da manuela Visualizza Messaggio
    il post viene letto anche da persone come me che, in campo scientifico, hanno competenze scarsissime ... questo comporta che se desideri che venga apprezzato devi, purtroppo, esporre i concetti con un linguaggio più semplice e immediato anche se non è facile per chi è abituato a usare il linguaggio specifico di settore che anzi, di solito è costruito per avere la massima chiarezza nel minor tempo possibile ...
    Mi scuso pubblicamente perché in realtà non eri tu ad avere strumenti interpretativi inadeguati, son stato io che per quanto attiene la parte geologica senza accorgermene ho utilizzato per mera distrazione un linguaggio che è assolutamente tecnico.

    La Geologia (da alcuni lustri si parla più estensivamente di Scienze della terra) è una scienza meravigliosa, affascinante, intellettualmente esaltante perché in teoria deterministica, nei fatti composta di una realtà tanto variegata, con tante variabili, con così numerosi aspetti fenomenici (ciò che osservi, e misuri nella realtà) che l'interpretazione oltre un certo punto richiede doti di intuizione e di visione di sintesi che sembrano più affini al lavoro dell'investigatore o dello psicanalista che del chimico col termometro e col bilancino.

    Torniamo al riscaldamento globale. C'è chi lo nega: questo è folle e antiscientifico, perché le evidenze sono marchiane. I ghiacciai si stanno sciogliendo ad una velocità sempre crescente, e le guide alpine lo denunciano da svariati lustri. Il loro fronte arretra.

    Se arretrassero solo, che ne so, sulle Dolomiti, ci si potrebbe chiedere se ciò sia legato ad oscillazioni delle precipitazioni a livello locale. Ma arretrano i ghiacciai alpini, arretrano quelli della Nuova Zelanda, arretra il limite verso mare della calotta artica, si va sciogliendo una superficie di permafrost immensa, sostituita da una taiga cespugliata dalla quale iniziano a svettare alberi là dove c'era solo suolo gelato. E le foreste ai margini della taiga siberiana si estendono, cosa che notano i pastori di renne e yak perché la superficie adatta a pascolo, per immensa che sia, si riduce.

    Quindi si può affermare con ragionevole serietà, mantenendo dei condizionali quasi solo per educazione, che i ghiacciai arretrano a prescindere da condizioni climatiche di nicchia.

    A cosa è dovuto tutto ciò? C'entra sopratutto l'uomo, non c'entra sopratutto l'uomo ma le attività antropiche ci mettono "il carico da undici" (come dicono i giocatori di carte) che squilibra il sistema spingendolo verso una direzione precisa (l'aumento globale progressivo di temperatura) laddove avrebbe potuto auto-equilibrarsi in assenza di tutte le immense foreste che distruggiamo come fossero insalatina da taglio e di tutta la benzina che inutilmente bruciamo, o l'uomo ha un'influenza percettibile, ma del tutto secondaria rispetto all'azione di meccanismi naturali ciclici che ancora non sappiamo sviscerare con attendibile precisione per mancanza di dati, e, per conseguenza, di armoniosi modelli interpretativi?

    Io non lo so, e sto cercando di farmi un'idea.

    Ma una mia fidanzatina di quando avevo ventiquattro-ventisei anni, dal carattere controverso ma intelligentissima, diceva "un fatto è un fatto; e non c'è nulla di più testardo di un fatto".

    E allora un corretto metodo scientifico implica prima l'accertare sperimantalmente e con la giusta dose di scetticismo se una cosa è realmente un fatto, poi non negarlo, ma cercare di farsi delle buone domande. Perché nella ScIenza (quella con la maiuscola anche sulla I, come Crozza che scimmiotta il più svanito e inconcludente Zichichi) farsi le domande giuste a momenti conta più di trovare le risposte.

    Prometto di raccontare qui in estrema sintesi che accidenti è il meccanismo di subduzione
    (Perdono! Perdono! Perdono! )
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  9. #9
    Nana Bruna L'avatar di manuela
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    provincia di como
    Messaggi
    294
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Caro Valerio ti ringrazio moltissimo per la gentilezza e la disponibilità; ho capito 2 cose:
    -che l'argomento è così vasto e complesso che al momento perfino per gli stessi scienziati accreditati è molto difficile dire in quale misura il fenomeno sia dovuto a cause non legate all'attività dell'uomo (tipo attività solare ecc e per le quali non possiamo fare nulla) , quanto sia dovuto invece ad attività umane però indispensabili alla sopravvivenza umana e quindi non ci possiamo fare nulla, e quanto invece dovuto ad attività umane non indispensabili e che si potrebbero evitare. Credo che ci vorranno ancora molti studi approfonditi e interdisciplinari per arrivare a trovare delle risposte o almeno delle "domande giuste"; quindi le persone come me possono solo cercare di tenersi informate il più possibile (e adottando un comportamento ecologico responsabile, ad ogni buon conto, nei limiti del possibile) ma credo astenendosi al momento da giudizi, se neppure gli esperti sono ancora riusciti a farsi un quadro completo del problema.
    -la seconda cosa che ho capito è che ami con grande passione la geologia e la natura, e quindi "soffri" molto l'argomento. Soprattutto soffri molto che certi personaggi televisi, privi della minima competenza, usino ogni cosa a fine di mero spettacolo, togliendo dignità oltre che a sè stessi (dei quali poco ci importa) anche all'intelligenza umana, ma a questo mal non c'è rimedio. Io non so nulla di geologia, però molti anni or sono avevo letto un libro di P. Teillhard de Chardin che si intitolava"il cuore della materia" (l'autore però ha il torto di essere un filosofo e un religioso, per quanto fosse anche uno scienziato e quindi le sue idee sono un poco di parte) ed esprimeva un uguale innamoramento per la geologia.
    Ancora grazie per la cortese risposta

  10. #10
    Nana Rossa L'avatar di AlexanderG
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma
    Messaggi
    306
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Un altro batterio extraterrestre sulla Terra

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalà Visualizza Messaggio
    Solo pochi giorni fa uno dei soliti tuttologi televisivi, su Rai 3 (la più seria?), ci ha detto che questo freddo è dovuto al riscaldamento globale.]
    Se rai 3 è seria, io sono un cuoco

Discussioni Simili

  1. Sempre meno lavoro sulla Terra
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 04-04-2013, 08:42
  2. Polvere di stelle sulla Terra
    Di Gabriella Bernardi nel forum Articoli
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 11-02-2013, 18:51
  3. La vita sulla Terra? Merito di Giove.
    Di Vincenzo Zappalà nel forum Articoli
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 05-12-2012, 18:19
  4. C'è vita su Marte? Sulla Terra sì... Attenzione!
    Di Vincenzo Zappalà nel forum Articoli
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 08-09-2012, 12:18
  5. l'ombra della terra sulla luna...
    Di achille nel forum Il cielo ad occhio nudo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 04-06-2012, 22:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •