Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28
  1. #1
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Rc8:difficoltà collimazione

    Ciao a tutti i possessori di un rc8"(omegon)ed ecco i fatti:ieri sera dopo una osservazione di saturno abbastanza buona(Cassini visibile a tratti)vado a provare la collimazione e punto una stella alta, circa 40/45 gradi dec., e noto una scollimazione, ovvero cerchi di diffrazione un po' decentrati, a 400x.
    Inizio la solita procedura sul secondario, allento la brugola di poco in corrispondenza della decentratura stringendo le altre due e un po' si ricentrano i dischi, ma poi riallentando di poco per affinare il centraggio torna tutto fuori centro.
    Ritento allora provando sulle altre brugole la stessa procedura, ma succede sempre la stessa cosa di prima.
    Morale:si riesce a centrare i dischi solo di poco, ma volendo una centralità perfetta niente da fare, dopo ore di tentativi non c'è verso.
    Vi chiedo gentilmente se forse è capitato a qualche possessore di rc?

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  2. #2
    Nana Bruna L'avatar di Save
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Terontola, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale
    Messaggi
    278
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Prova ad agire su una coppia di viti alla volta: allenti una vite e nel frattempo stringi l'altra. Così avanti, di coppia in coppia, fino ad arrivare alla collimazione ottimale.

    Come fai tu mi sembra più complicato, perchè hai due viti da stringere contemporaneamente ed è normale che ci diventi matto.

    Lo specchio primario è collimato? Quali procedure hai seguito per collimare il primario?

    Potrebbe essere anche il fuocheggiatore non in asse ... che modello è? Se è il Cryford micrometrico, anche io ne ho due e ti posso confermare che in posizione extrafocale, soprattutto se lo estrai di molto e ci carichi accessori pesantucci, tende a flettere. Ciò si evidenzia come un decentramento dello spot centrale, che però in intrafocale è perfettamente centrato rispetto al disco stellare. Per questo motivo io collimo sempre estraendo il fuocheggiatore di qualche centimetro come quando osservo, in modo da avere una collimazione quanto più vicina a quelle che saranno le reali condizioni osservative.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di Save; 02-07-2019 alle 11:05

  3. #3
    Sole L'avatar di ten
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Marina di Carrara
    Messaggi
    913
    Taggato in
    118 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Anch'io sto lottando con la collimazione dell'RC10 e dopo aver provato con un collimatore laser per Newton ed un brillantissimo Howie Glatter con tanto di dischi concentrici olografici, sono riuscito ad ottenere una collimazione decente utilizzando il collimatore... di Carlo Rigo! L'Howie Glatter è bellissimo, massiccio altamente professionale. Peccato che balli all'interno del focheggiatore, mandando a putt*** tutto il lavoro. E' molto costoso e non vale tutti quei soldi, vista la qualità costruttiva bassa. E' inutile utilizzare un materiale spaziale se poi le misure sono sbagliate...

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    CEM60 RC10 + 80ED + 80/400 + Canon 600D + QHY5L-II + QHY163M + Ruota portafiltri + filtri LRGBHaS2O3

  4. #4
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    In effetti allentare una vite e stringere le altre due non è facile, ma ho visto in rete che quasi tutti lo fanno, o lo consigliano, per questo ho fatto così anche io, ma proverò la tua soluzione che mi sembra più fattibile.
    Tra l altro sospetto che fare tre passaggi di seguito senza poter controllare gli effetti causi una sovracorrezione che fa più danno che altro, come succede nel mio caso, portandomi fuori strada.
    Il fok è il cryford originale con un diagonale baader, ma non estraggo molto il tutto per non causare flessioni, vado poco in extrafocale, oltretutto la diagonale non introduce nessuna aberrazione, infatti ruotandola la decentratura dei dischi di airy non cambia, il problema è il secondario.
    Il primario dovrebbe essere ok, guardando nel fok si vede il secondario e i sostegni perfettamente in centro

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  5. #5
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Caro ten, purtroppo sono convinto che i nostri rc si possano collimare con certezza solo sulle stelle reali, neanche artificiali, con tutti i problemi che ciò ovviamente comporta, io ho già perso due notti di osservazioni per colli mare questo rc, e non c'è neanche una procedura certa per farlo, bisogna andare a tentoni, comincio a pensare che il progetto rc sia poco adatto ad un uso amatoriale, richiede moltissimo impegno per collimare, io preferirei osservare!
    Forse è più adatto ad osservatori professionali.

  6. #6
    Nana Bruna L'avatar di Save
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Terontola, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale
    Messaggi
    278
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Ci sono molte variabili nella collimazione di questo telescopio, forse troppe, mi rivengono in mente gli incubi per collimare l'MN 68.

    Da quanto ho capito, potrei sbagliare quindi aspetto conferme, sono necessari tre passaggi rigorosamente nel seguente ordine:

    1) Collimazione del fuocheggiatore: deve essere allineato allo specchio secondario. Per farlo si può usare un laser e verificare che il punto rosso del laser sia esattamente al centro dello specchio secondario. Per intervenire in questo senso dovrebbero esserci delle viti di regolazione del fuocheggiatore. Potrebbe succedere che ruotando il laser il punto rosso non ruota su sè stesso ma descrive un cerchio: soluzione, comprare un laser di migliore qualità e comunque serrare il laser nel fuocheggiatore e collimare di conseguenza. Vero che l'anello d'ottone di serraggio causa un disassamento, ma lo stesso avverrà quando usate un oculare, quindi non ha senso collimare in teoria quando poi la pratica è diversa.

    2) Collimazione del secondario: deve essere allineato rispetto a primario e fuocheggiatore. Per farlo si può usare un laser e verificare che il punto rosso del laser, dopo essersi riflettuto sul secondario, rientri esattamente nel punto in cui il laser si origina. Per intervenire in questo senso si agisce sulle tre viti dello specchio secondario.

    3) Collimazione del primario: con l'Howie Glatter verificare che i cerchi proiettati sul muro siano perfettamente concentrici. Per intervenire in questo senso agire sulle viti di collimazione dello specchio primario. Anche qui ritengo che sia saggio serrare l'anello d'ottone, per i motivi sopra esposti.

    Sicuramente se si parte da una situazione di notevole scollimazione, le tre fasi dovranno essere effettuate più volte al fine di affinare la collimazione.

    Mi domando. Questa procedura può essere effettuata anche con l'oculare Cheshire?

    1) Collimazione del fuocheggiatore: dal momento che in questo telescopio non si può spostare il ragno si agirà sul fuocheggiatore, fino a quando lo specchio secondario visto col Cheshire (modello corto senza crocicchio) dal fuocheggiatore sia esattamente centrato e circolare. Verificare che rimanga centrato passando da intra ad extra.

    2) Collimazione del secondario: si potrebbe effettuare portando i tre blocchetti di tenuta del primario esattamente ai bordi, usando un Cheshire modello corto senza crocicchio. O perchè no, usando un Cheshire modello lungo con crocicchio e specchietto a 45° si potrebbe far corrispondere il centro del crocicchio con l'anellino attaccato sul secondario.

    3) Collimazione del primario: poichè il centro del primario è forato, venendo a mancare il riferimento centrale, non c'è verso di usare il Cheshire. Soluzione: collimare su una stella, tenendo un occhio all'oculare e agendo sulle viti del primario. Come si fa col Mak.

    La procedura col Cheshire è una mia ipotesi, aspetto consigli da chi ne sa più di me.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di Save; 02-07-2019 alle 13:09

  7. #7
    Nana Bruna L'avatar di Save
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Terontola, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale
    Messaggi
    278
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Citazione Originariamente Scritto da ten Visualizza Messaggio
    sono riuscito ad ottenere una collimazione decente utilizzando il collimatore... di Carlo Rigo
    La procedura descritta per il R.E.E.G.O., molto semplice e intelligente, sembra però saltare la fase di allineamento del fuocheggiatore, che a mio giudizio è essenziale. Forse mi sfugge qualcosa.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  8. #8
    Sole L'avatar di ten
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Marina di Carrara
    Messaggi
    913
    Taggato in
    118 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Il focheggiatore lo allineo con il collimatore per Newton. Tanto è molto semplice, basta verificare che il puntino rosso cada nel cerchietto del secondario. Con le stelle vere non riesco, soprattutto in queste serate con temperature assurde ed i pavimenti/pareti che sembrano stufe...
    turbolenze a non finire e quindi immagini oscene e non affidabili.
    CEM60 RC10 + 80ED + 80/400 + Canon 600D + QHY5L-II + QHY163M + Ruota portafiltri + filtri LRGBHaS2O3

  9. #9
    Nana Bruna L'avatar di condorito9
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Casnigo, Bergamo
    Messaggi
    222
    Taggato in
    22 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Oltre a quello già descritto in mille e un modo di collimazione, a prescindere del collimatore usato (taka, howie ecc), il unico, vero e fastidioso problema di questi RC,(io ne ho uno) è che la cella de secondario fa C....!!
    La vite centrale, che sorregge il secondario balla tantissimo, quindi basta allentare una delle tre viti ed il secondario fa una traslazione che hai voglia di provare ad centrarlo.
    Chiudi, pensi sia a posto guardi, c'è un piccolo errore, moli la vite e via un'alta traslazione, e da capo.-
    Ho modificato la cella e da quasi due anni, non ho più bisogno di altre collimazioni.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    EQ6-R Zeq25Pro RC8 Canon 60d starshoot proTSED70Q66ED STELLARVUE 90APO Carbon atik GP

  10. #10
    Sole L'avatar di Mulder
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Paitone BS
    Messaggi
    792
    Taggato in
    41 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Tengo a sottolineare l'importanza di avere la stella perfettamente al centro dell'oculare mentre si collima con lo star test.

    allento la brugola di poco in corrispondenza della decentratura stringendo le altre due
    Dato che sei a 400X ed il disallineamento è minimo, stiamo già parlando di collimazione fine e per centrare l'ombra del secondario parliamo di movimenti della vite dell'ordine di un sessantesimo di giro, dunque io eviterei di allentare le altre due ma di agire solo su una alla volta.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Dob Gso 10". Acro Omegon 102/660. Cassegrain TS 6". Oculari: Baader zoom+barlow; morpheus 12,5-9-6,5-4,5mm; Es 24 mm 82°; swa 32, 40mm. Bino 12X50.

Discussioni Simili

  1. Difficoltà puntamento con eq1 con inseguitore
    Di Alebiasia nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 05-03-2018, 18:07
  2. Difficoltà montatura equatoriale CG/3
    Di 76astro nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-05-2017, 23:22
  3. Venere pieno di difficoltà
    Di Darth Fener nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 03-02-2017, 19:18
  4. Difficoltà nel vedere dettagli
    Di Makaveli nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 92
    Ultimo Messaggio: 26-04-2016, 20:15
  5. Difficoltà ricerca oggetto.
    Di Galileo72 nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 18-07-2014, 14:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •