Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 28 di 28
  1. #21
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    si la procedura prima il secondario la ritengo giusta, ma solo per una collimazione di prima fase, in cui serve centrare il secondario per vedere se il primario è centrato rispetto allo scafo del tele, e quindi equidistante dal profilo della culatta interna, ed in tal caso quindi è centrato anche rispetto al fok.(Questo si verifica guardando nel fok senza oculare;per maggiore precisione ho disegnato dei cerchi concentrici su un foglio che pongo a chiusura del tele, così si vedono in trasparenza;se sono equidistante dalla circonferenza interna del tele il primario è ok.)
    Ma se vai sul cielo così, 9 volte su 10 ad alto ingrandimenti sei fuori collimazione.
    Allora dato che il primario sappiamo che è centrato, dobbiamo ovviamente centrare finemente il secondario, non c'è altra possibilità di agire, no?
    E qui entra in ballo la cella del secondario.
    Il fatto che sia mal realizzata non lo dico io, ma lo dice una persona che lavora ogni giorno su questo ed altri tele e montature varie e fa assistenza ai negozi di astronomia, e ha modificato decine di tele di questo tipo.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  2. #22
    Sole L'avatar di Mulder
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Paitone BS
    Messaggi
    795
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Io con il mio Cassegrain (che di fatto ha la stessa meccanica del tuo RC), dopo averne studiate di ogni, procedo così:

    1:
    Collimazione grossolana del primario(solo per la prima volta)
    Mi metto davanti al telescopio a circa un metro di distanza, con occhio da cecchino esattamente al centro del supporto del secondario si vedono i 4 bracci dello spider; facendo in modo che i bracci reali coprano alla perfezione quelli riflessi all'interno dello specchio primario devo fare in modo di rendere tutto concentrico
    sulle 4 fette riflesse che si vanno a creare, agendo sulle tre coppie di viti che regolano lo specchio grande(le brugole piccole sono di bloccaggio, quelle più grandi di registrazione). Facendo ciò, se la matematica non è un opinione, ho fatto in modo di far convergere la luce riflessa dal primario verso il centro dello specchio secondario.

    2:
    Collimazione fine del secondario con star test
    Possibilmente facendo tutto senza l'uso di diagonali, punto una stella abbastanza luminosa ad un ingrandimento pari al diametro del telescopio, mantenendola "sempre" al centro dell'oculare; sfocando di circa mezzo giro il fok compare l'ombra del secondario in mezzo agli anelli di difrazione;agendo sulle tre brugole di regolazione dello specchio piccolo porto l'ombra esattamente al centro degli anelli. Sfocando leggermente di meno compare quello che sui siti stranieri chiamano "poisson spot" ovvero un puntino luminoso al centro dell'ombra, che è di aiuto per affinare la collimazione, facendo in modo di rendere concentrici anelli, ombra e puntino luminoso.

    3:
    Collimazione fine del primario con star test
    Sempre senza usando diagonali punto una stella meno luminosa rispetto alla collimazione del secondario,mantenendola "sempre" al centro dell'oculare vado ad ingrandire circa il doppio del diametro del telescopio e metto a fuoco oppure leggermente fuori fuoco di circa un quarto di giro del micrometico. Qui vado a correggere la luminosità del disco di airy, stringendo la vite di regolazione che si trova sul lato più luminoso, oppure viceversa, dipendemente dalla coppia di viti che è più allineata al lato da correggere. L'unica difficolta nell'eseguire questa procedura al buio è di centrare le due chiavi a brugola nell'esagono delle viti, poi la regolazione è semplice dato che mentre si stringono o allentano le viti si può vedere nell'oculare ciò che si sta facendo.

    4:
    Collimazione del focheggiatore
    Io lascio questa procedura per ultima (anche se poi ultima non è perchè le fasi 2 e 3 andranno ripetute) perchè il supporto del focheggiatore è tutt'uno con la cella dello specchio primario, dunque muovendo le tre coppie di viti di regolazione della cella si va a muovere anche l'assialità del fok. Dunque l'istinto mi dice di centrare prima gli specchi con star test, poi il focheggiatore e poi di nuovo gli specchi, ma con movimenti tanto minimi da non pregiudicare la regolazione fatta in questa fase 4. Il massimo sarebbe avere un buon collimatore laser e quello che va fatto è semplicemente centrare il fascio luminoso del laser con l'anellino posto al centro dello specchio secondario. Io non avendo ne laser ne focheggiatore collimabile mi sono arrangiato con cheshire e spessorini in carta, poi ripetendo le fasi 2 e 3 ho dovuto dare una toccatina di un micron di giro su una delle 3 viti del secondario e per il resto era ok...

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Dob Gso 10". Acro Omegon 102/660. Cassegrain TS 6". Oculari: Baader zoom+barlow; morpheus 12,5-9-6,5-4,5mm; Es 24 mm 82°; swa 32, 40mm. Bino 12X50.

  3. #23
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Tutto va bene fino al punto 2 Ultimo paragrafo:agisci sulle tre viti di collimazione del secondario, e vedi il centro dei dischi di diffrazione invece di andare verso il centro del secondario traslare invece lungo la circonferenza tenendosi sempre decentrati man mano che tu allenti o stringi
    le brugole, senza mai poterli centrare, fino quasi a fare un giro completo senza aver combinato nulla.
    Questo effetto perverso è causato dalla cella del rc8:non appena allenti una vite, lo specchio secondario si sgancia, non trattenuto bene dalla vite centrale, e per gravità essendo pesante "trasla" e non risponde correttamente ai movimenti delle viti di collimazione;io solamente per caso sono riuscito a centrarlo perché ad un certo punto si è bloccato in un punto e stringendo una vite ha cominciato a centrarsi!!
    Ovviamente però non è una operazione sicuramente ripetibile, ma del tutto fortuita.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  4. #24
    Sole L'avatar di Mulder
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Paitone BS
    Messaggi
    795
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Ah be allora è un altro discorso. La mia cella è effettivamente tutt'altro che fluida e, come ti dicevo, per le piccole regolazioni evito di allentare le altre 2 viti, ma perlomeno si muove. Vediamo se @condorito9 ci può spiegare cosa è possibile fare per sistemare questa cella ballerina.
    Dob Gso 10". Acro Omegon 102/660. Cassegrain TS 6". Oculari: Baader zoom+barlow; morpheus 12,5-9-6,5-4,5mm; Es 24 mm 82°; swa 32, 40mm. Bino 12X50.

  5. #25
    Nana Bruna L'avatar di condorito9
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Località
    Casnigo, Bergamo
    Messaggi
    222
    Taggato in
    22 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Non mi volete male, ma per fare queste modifiche serve un tornio e una fresatrice, quindi l'idea è eliminare la vite centrale e sostituirla con una sfera d'acciaio, ma, siccome la cella non viene più sorretta dalla vite centrale, le altre tre invece di lavorare in spinta, devono lavorare in trazione.-
    Non tutti riescono a fare a casa questa modifica, a rischio di decentrare il secondario.
    EQ6-R Zeq25Pro RC8 Canon 60d starshoot proTSED70Q66ED STELLARVUE 90APO Carbon atik GP

  6. #26
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Sono d'accordo con condorito, per operare con sicurezza al rc8 bisogna prima conoscere tutti i parametri di progetto, distanze specchi in primis, e avere attrezzi che non tutti sanno usare come si deve.
    Penso però che se non si è dei perfezionisti, questo tele vi posso garantire che da ottime visioni planetarie anche se non è collimato al 100% e a questo proposito ho fatto molte prove, su Saturno ad esempio pur se lo star test era con le centriche visibilmente decentrate(anche se non totalmente)restituiva una buona definizione del pianeta ed anche la visibilità della div. di cassini.

  7. #27
    Sole L'avatar di Mulder
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Paitone BS
    Messaggi
    795
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    eliminare la vite centrale e sostituirla con una sfera d'acciaio, ma, siccome la cella non viene più sorretta dalla vite centrale, le altre tre invece di lavorare in spinta, devono lavorare in trazione.-
    Non tutti riescono a fare a casa questa modifica, a rischio di decentrare il secondario.
    E non avendo più la possibilità di regolare la distanza tra i due specchi, se non usando degli spessori sotto la sfera, oppure facendo tutto mantenendo la distanza impostata di fabbrica... Sicuramente da non fare a casa...
    Dob Gso 10". Acro Omegon 102/660. Cassegrain TS 6". Oculari: Baader zoom+barlow; morpheus 12,5-9-6,5-4,5mm; Es 24 mm 82°; swa 32, 40mm. Bino 12X50.

  8. #28
    Pianeta L'avatar di Zacpi
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    62
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Rc8:difficoltà collimazione

    Farò un'ultima considerazione:le brugole del secondario premono direttamente sul vetro dello specchio, e così facendo non possono neanche garantire un bloccaggio sicuro, se non sono sicuramente tutte strette;d'altronde se dopo fatta la collimazione si va a stringerle tutte ovviamente si rischia di riscollimare!!è come risolvere un'equazione con due incognite...

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

Discussioni Simili

  1. Difficoltà puntamento con eq1 con inseguitore
    Di Alebiasia nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 05-03-2018, 18:07
  2. Difficoltà montatura equatoriale CG/3
    Di 76astro nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-05-2017, 23:22
  3. Venere pieno di difficoltà
    Di Darth Fener nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 03-02-2017, 19:18
  4. Difficoltà nel vedere dettagli
    Di Makaveli nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 92
    Ultimo Messaggio: 26-04-2016, 20:15
  5. Difficoltà ricerca oggetto.
    Di Galileo72 nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 18-07-2014, 14:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •