Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 53
  1. #41
    Pianeta L'avatar di Diabolik
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    98
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Citazione Originariamente Scritto da frignanoit Visualizza Messaggio
    (foto della situazione attuale, fuori dalla crociera e anche dentro al fok) vediamo come siamo messi..
    Spero si capisca qualcosa...
    Guarda quella del fok....





    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Celestron 114LCM (Newton 114/1000), oculari Plössl 6-8-13-17-31, Barlow 2x

  2. #42
    Nana Bruna L'avatar di Save
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Terontola, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale
    Messaggi
    278
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Oddio, qui c'è parecchio da tribolare.

    Allora, il Cheshire con lo scalino è completamente inutile. Quando vai dal tornitore per l'inserto metallico filettato portagli anche il Cheshire: dovrà tornirtelo esternamente al fine di rimuovere lo scalino, in modo che la canna abbia un diametro esterno di 31,8 mm ed entri con precisione nel fuocheggiatore fino a battuta della testa. Questo è di fondamentale importanza per ottenere una corretta collimazione con l'oculare Cheshire.

    Attenzione: se il tuo telescopio ha una lente di Barlow incorporata nel fuocheggiatore poni bene attenzione che dopo la modifica il Cheshire, entrando più in profondità, non vada a sbattere su tale lente. In questa eventualità dovrai optare per un differente metodo di collimazione.

    Per questa ragione se fossi in te io la collimazione la farei così.

    Per prima cosa procurati un oculare Cheshire modello corto senza crocicchio (vedere mia guida).

    Seguire attentamente la guida del mio amico "Bongi":

    1) Centrare e rendere circolare il secondario;

    2) Inclinare il secondario fino a quando al suo interno sia contenuto integralmente il riflesso del primario, anche avvalendosi come riferimenti dei tre blocchetti di tenuta del primario;

    3) Portare il pallino nero creato dal Cheshire dentro l'anellino al centro del primario.

    Bene, non c'è l'anellino marcatore sullo specchio primario, ottimo.

    Con i guanti in lattice evitando di toccare lo specchio, dopo aver posizionato il tubo in orizzontale sopra un tavolo, mettendo asciugamani sotto e facendo la massima attenzione e quant'altro devi smontare lo specchio primario. Rimuovere anche i tre blocchetti.

    Con un foglio di carta crei e ritagli una perfetta sagoma circolare che riproduca lo specchio primario.

    Ripieghi su sè stesso questo cerchio di carta per tre volte, fino a quando non ottieni un cono che sembra il cappello di Mago Merlino.

    Con le forbici tagli appena appena la punta del cono o del cappello se preferisci.

    A questo punto riapri il cerchio ripiegato e ti accorgerai che proprio al centro del cerchio c'è un foro ottagonale.

    Impronta nuovamente il cerchio sopra lo specchio primario, facendoli combaciare.

    Nel centro del primario, all'interno del foro ottagonale, appiccica un anello salvabuchi che trovi in cartoleria, magari di diametro non troppo grande.

    Ecco fatto, adesso avrai anche te il marcatore sul primario, che è necessario per ottenere una corretta collimazione.

    Nota Bene: le varie fasi della collimazione, quando si parte da una scollimazione totale come nel tuo caso, devono essere ripetute più volte per affinare progressivamente la colimazione stessa. In proposito leggiti con attenzione la mia guida, c'è scritto tutto.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  3. #43
    SuperNova L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    4,799
    Taggato in
    227 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Dalle vitine di collimazione, le tre esterne alla rondella non c'è margine di regolazione? Hai si il secondario centrato al fok come posizione stazionaria, però è fuori asse alto/basso e anche dx/sx per vedere il primario per intero, non puoi registrarlo da li senza andare a toccare il bullone con la rondella e cominciare a orientarlo verso il primario?

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  4. #44
    Pianeta L'avatar di Diabolik
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    98
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Ho capito, ragazzi: lo devo mandare in riparazione...
    Ho fatto casino non appena ho provato a collimarlo, immaginatevi voi se mi metto a smontare il primario...
    Al massimo, posso provare in qualche modo a rimediare una bussola (pare si chiami così) autofilettante della dimensione giusta, e provo a metterla dentro. A questo punto lo SS dovrà per forza essere centrato rispetto allo SP, e quindi potrò ripartire da zero.

    @Save: Non ho capito perchè il Cheshire con lo scalino non va bene: che lo producono a fare quindi? E il crocicchio non aiuta nell'ultima fase della collimazione?

    @frignano: le vitine di collimazione dello SS, come dicevo, posso muoverle come voglio. Peccato che poi però mi si decentri lo SS rispetto al fok, che quindi che cavolo ho fatto a fare la prima fase di regolazione?

    Non capisco, mi sembra tutto troppo complicato.

    Se ribecco quell'utente che mi diceva che la collimazione "è una roba da 5 minuti" lo uccido.... :-(

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Celestron 114LCM (Newton 114/1000), oculari Plössl 6-8-13-17-31, Barlow 2x

  5. #45
    SuperNova L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    4,799
    Taggato in
    227 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Senti a me, regola il secondario dalle viti di collimazione che veda il primario per intero, ti ho già scritto prima che hai un rapporto F4 e già di suo il field stop cioè il centro dello specchietto non può essere in asse all'oculare, come si vede in figura che ti ho allegato, il fascio di luce che arriva dal centro del primario va a prendere il secondario poco più avanti dal centro, quindi per essere correttamente collimato lo devi vedere di poco decentrato verso il lato sx, più verso la crociera, è un percorso obbligatorio, fai così e ci salti fuori, preoccupati solo di vedere il secondario rotondo e non ovale, il tuo occhio in centro al secondario e la crociera che spacca il centro della pupilla con il primario che si vede per intero e che si vedono i tre supportini che lo tengono, non preoccuparti di dove va a finire il secondario, se vedi ciò che ti ho scritto vuol dire che il fascio di luce ti centra l'oculare e anche l'occhio... poi fai uno star test e affini il centraggio del riflesso della crociera sulla stella.. "dal primario"

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di frignanoit; 16-07-2019 alle 17:54
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  6. #46
    Sole L'avatar di Mulder
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Paitone BS
    Messaggi
    771
    Taggato in
    40 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Non ho capito perchè il Cheshire con lo scalino non va bene: che lo producono a fare quindi?
    Io il newton lo collimo solo con quello, senza bisogno di nessun ritocco con lo star test

    Se ribecco quell'utente che mi diceva che la collimazione "è una roba da 5 minuti" lo uccido
    La prima collimazione è la più terribile, intanto che si capisce il funzionamento e soprattutto se bisogna andare a toccare il secondario. Presa poi la mano i 5 minuti basteranno sia per collimare che per fumarsi una sigaretta o bere una birra

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Dob Gso 10". Acro Omegon 102/660. Cassegrain TS 6". Oculari: Baader zoom+barlow; morpheus 12,5-9-6,5-4,5mm; Es 24 mm 82°; swa 32, 40mm. Bino 12X50.

  7. #47
    Gigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma nord
    Messaggi
    1,956
    Taggato in
    235 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Citazione Originariamente Scritto da Diabolik Visualizza Messaggio
    Ho capito, ragazzi: lo devo mandare in riparazione...
    ... Non capisco, mi sembra tutto troppo complicato...
    Io non ho Newton, tantomeno ne ho collimato alcuno, quindi sono l'ultima persona indicata per dare consigli ma dico la mia:
    A mio parere se il secondario, nel rimontarlo così accroccato, non è alla stessa distanza originaria dal suo crocicchio potrebbe complicare o rendere addirittura impossibile la collimazione.
    Vado a tentoni: Credo che il secondario debba necessariamente stare ad una precisa distanza dal crocicchio che lo sorregge (con un margine in + ed in - molto piccolo per permettere appunto una collimazione ottimale) ma se la distanza nel rimontarlo è stata modificata grossolanamente (lo spessore di dadi, di rondelle...) la vedo dura!

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Celestron OMNI 120/1000 "customized"; iOptron iEQ 45 Pro; Kenko 80/1000; NES QS. Fabrizio.

  8. #48
    Nana Bruna L'avatar di Save
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Terontola, Italia, Europa, Terra, Sistema Solare, Via Lattea, Gruppo Locale, Superammasso Locale
    Messaggi
    278
    Taggato in
    24 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Citazione Originariamente Scritto da Diabolik Visualizza Messaggio
    Non ho capito perchè il Cheshire con lo scalino non va bene: che lo producono a fare quindi? E il crocicchio non aiuta nell'ultima fase della collimazione
    Il Cheshire nella prima fase serve per centrare e rendere circolare lo specchio secondario.

    Lo scalino comporta che il tubo del Cheshire rimanga quasi tutto fuori dal fuocheggiatore invece di entrare fino a battuta. Questo a sua volta implica che non si riesca a vedere l'area oltre il bordo dello specchio secondario, quindi viene a mancare il riferimento necessario per centrare il secondario.

    Tra l'altro quel tubo sporgente così lungo crea un disassamento del fuocheggiatore che inficiando l'ortogonalità del fuocheggiatore falsa tutta la collimazione ab initio.

    Lo prodocuno i cinesi sulla base di un progetto standard scriteriato, ma è evidente che chi lo ha creato non aveva la minima idea di come usarlo.

    Tra l'altro in tale specifico modello il crocicchio è realizzato con fili di rame molto sottili, che si spostano al minimo tocco, rendendo quindi utopistico raggiungere una corretta collimazione.

    Considera che le marche americane che producono Cheshire noti per la loro qualità come AstroSystems e Catseye vendono esclusivamente modelli senza scalino, com'è ovvio che sia.

    Se mi posso permettere di darti un consiglio un po' crudo ma che potrebbe metterti sulla buona strada, non c'è assistenza clienti al mondo che possa conferirti l'esperienza necessaria a gestire un telescopio. Anzitutto è importante che tu capisca come funziona la collimazione e per farlo devi leggere parecchio.

    Per esempio non hai capito che senza l'anello marcatore sullo specchio primario di fatto non puoi collimare lo specchio primario. Te pensa che il crocicchio sul Cheshire serve solo ed esclusivamente in relazione all'anellino sul primario, sia per quanto riguarda la collimazione del secondario che del primario. In pratica è come se tu volessi battere entrambe le mani avendone soltanto una: è impossibile. Quindi è logico che in una maniera o in un'altra devi mettere un anellino sul primario, se vuoi collimare il telescopio, sia che tu voglia utilizzare il Cheshire corto o lungo o anche un altro tipo di collimatore.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  9. #49
    Pianeta L'avatar di Diabolik
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    98
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Ok ragazzi, capito.
    Grazie a tutti, siete stati utilissimi.
    Intanto oggi sono riuscito, con degli spessori cilindrici ed una bussoletta che facesse un minimo da guida per il vitone centrale, a rimettere a posto lo SS.
    Domani rimonto tutto e vediamo...

    Grazie ancora, siete mitologgggici.

    Fab
    Celestron 114LCM (Newton 114/1000), oculari Plössl 6-8-13-17-31, Barlow 2x

  10. #50
    Pianeta L'avatar di Diabolik
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    98
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Ok, disastro combinato...

    Amici che dite?
    Ho messo uno straccio davanti al tubo x diminuire la luce e fare la foto.
    Con Cheshire e senza

    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Celestron 114LCM (Newton 114/1000), oculari Plössl 6-8-13-17-31, Barlow 2x

Discussioni Simili

  1. disastro Meade: ETX-70
    Di cherubino nel forum Autorecensioni
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 25-06-2018, 07:40
  2. report di un disastro martedi' 4 ottobre
    Di iaco78 nel forum Report osservativi
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 12-10-2016, 13:26
  3. Giove primo disastro ...
    Di Enry61 nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 10-03-2016, 12:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •