Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 33
  1. #1
    Pianeta L'avatar di Vincenzo80
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Caserta
    Messaggi
    54
    Taggato in
    3 Post(s)

    PAD (Post Atacama Depression)

    Ebbene sì, mi ha colpito...anche se per fortuna non in forma grave!
    Non ho appeso i telescopi al chiodo come successo a qualcuno, ma (benché la ragione e il portafoglio consiglino di aspettare) sono assalito da nostalgia per i cieli australi e vorrei tornarci. Dopo aver letto fior di report entustiastici, la curiosità di vedere i cieli della Namibia è comunque forte e pensavo di organizzare un viaggio lì per l'estate 2020.
    La domanda è: dove?
    Se il seeing della zona è buono (come pare) mi piacerebbe fare oltre al visuale con i Dob anche riprese ai pianeti, che lì passeranno vicino allo Zenit, nonché, se possibile, delle escursioni diurne nei dintorni.
    Tivoli farm, che sarebbe stata la prima scelta, è piena a tutto il 2020, se ne parlerebbe l'anno dopo. Nein.
    Kiripotib costa un po' di meno, è un po' più vicina a Windhoek (poche decine di km ad ogni modo), hanno un Meade ACF 10" che credo si possa usare per il planetario anche se si capisce che è dedicato alle riprese deep-sky.
    Hakos è la più economica delle tre, è la farm con più recensioni negative (non tante in percentuale comunque), sono però i più isolati, i più vicini al Gamsbserg che mi piacerebbe visitare, ed inoltre hanno un C11HD che su seeing sub-secondo d'arco darà sicuramente soddisfazioni in alta risoluzione. Mi lasciano perplesso le accuse di razzismo (!) che un paio di recensori rivolgono alla struttura su TripAdvisor, che cozzano peraltro con le esperienze positive di astrofili italiani e americani che sono stati lì.
    Dalle immagini diurne che ho visto, il cielo delle 3 farm mi sembra sempre abbastanza chiaro. Nonostante la buona altitudine (1500 mt) questo mi fa pensare a luce diffusa dal pulviscolo atmosferico che abbassando la trasparenza fa salire il valore numerico dell' SQM a valori oltre il 22, riportati da vari appassionati da quei luoghi. La mia è, naturalmente, solo un'ipotesi, la cui validità potrà essere provata solo con misure in campo.
    Non dimenticherò mai l'aspetto marmoreo del centro galattico a Laguna Miscanti, a 4000 metri di quota, tanto brillante da gettare ombre e addirittura di colore verdastro nei punti più brillanti. Spero di rivederlo così anche in Namibia.

    Ho visitato solo sommariamente i siti web delle farm sopra e letto qualche report, un po' poco per organizzare il viaggio. Tutti i consigli (soprattutto da chi ci è stato) sono quindi i benvenuti.
    Ultima modifica di Vincenzo80; 12-09-2019 alle 09:05

  2. #2
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Cercola
    Messaggi
    4,507
    Taggato in
    818 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Vedi @Salvatore che ti dice...
    Non credo in nessun dio, né nell'amore, né nella giustizia, credo solo nella Scienza e nell'amicizia. Da quest'ultima vengo spesso delusa, ma continuo a crederci...

  3. #3
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,312
    Taggato in
    247 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Riguardo alle recensioni su TripAdvisor, credo che c'è da prendere in considerazione quanta compatibilità ci sia da parte di chi scrive per associarsi ad altre persone o culture diverse, tanto per citare un esempio, per mancanza di posti in treno ho dovuto prenotare un viaggio di 970km per due persone in pulman, leggendo le recensioni sul sito citato tra le moltissime positive per confort dei mezzi e servizi ho trovato delle negatività che potevano farmi annullare la prenotazione, ma poi era necessario comunque il viaggio, unica soluzione fattibile e abbiamo provato, beh, sia andata che ritorno delle note positive evidenziate si sono riscontrate tutte, di quelle negative neanche una, a parte un non proprio iter organizzativo per la gestione bagagli, quindi prendiamo con le molle le recensioni, forse sono già negativi gli autori per loro conto...
    Bino-10-30x60 New-150/750 AC-50/360, 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 Pl-8 UWA-10 Zoom-7,5x22,5 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-3/2,25/1,3x, Antonio

  4. #4
    Pianeta L'avatar di Vincenzo80
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Caserta
    Messaggi
    54
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Citazione Originariamente Scritto da SVelo Visualizza Messaggio
    Vedi @Salvatore che ti dice...
    Ciao SVelo, con Salvatore ci ho chiacchierato al ritorno dal viaggio in Atacama e abbiamo parlato proprio di questo. Però lui è stato solo al Tivoli.

  5. #5
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    22,706
    Taggato in
    1858 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    sposto in -AstroFriends-

  6. #6
    Nana Bianca L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    5,153
    Taggato in
    786 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Ciao Vincenzo.

    Come ben dici io sono stato al Tivoli, e quindi non posso che consigliarti questo. Diversi astrofili che sono stati anche nelle zone desertiche del Cile dicono che il Tivoli é il top per chi intende fare una vacanza astronomica.

    É ben organizzato, e a corredo offre un infinità di strumenti, sembra essere il top. Il problema é che bisogna prenotare sempre molto anticipatamente.

    Se, e da ciò che si capisce, hai fretta e non intendi aspettare devi accontentarti delle altre farm. Gli astrofili fedeli al Tivoli, che ho avuto il piacere di conoscere sul posto, mi hanno ribadito che le altre strutture non sono al livello del Tivoli sia per strumentazione che per accoglienza e servizio del soggiorno.

    Per quanto riguarda il cielo, non ho visto il cielo di Atacama e quindi posso solo esprime il mio pensiero in base alla mia esperienza. Posso assicurarti che il cielo li é spettacolare.

    Ho letto che nel deserto Dell Atacama non tutti i posti sono completamente al buio, ma qui hai più esperienza di me. Di certo é vero che quel fantastico posto a 4000 metri deve avere un cielo senza il minimo dubbio bellissimo.
    Ma era possibile avere a disposizione uno strumento in postazione fissa per più e più giorni?

    Personalmente aspetterei l' anno seguente per andare al Tivoli, ma questo é il mio pensiero. Prova a rintracciare alcuni degli astrofili che hanno visitato le altre strutture.
    Dobson DocTelescope 24" F 4,2 ; Takahashi FCT 150 ;Intes MN 68 ( 154/1200) ; BD Skywatcher 200/1000. Nagler 31 e 5 mm , Delos 17,3 ; 10 e 8 mm ecc...

  7. #7
    Pianeta L'avatar di Vincenzo80
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Caserta
    Messaggi
    54
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Ciao Salvatore,

    una discussione "Atacama vs. Namibia" sarebbe assolutamente interessante ma problematica perché mancano proprio gli appassionati che siano stati in entrambi i luoghi, nel senso che forse esistono ma a quanto mi consta non hanno condiviso su qualche forum nostrano le loro esperienze. Da quanto leggo, mi sento di affermare che le varie farms namibiane offrono un rapporto "comodità/SQM" superiore alle strutture analoghe in Cile, quindi da questo punto di vista siamo sicuramente d'accordo. Chi, come te mi pare di capire, cerca un grosso specchio a portata di mano in un posto molto buio, è naturale che abbia Tivoli farm in cima alla propria wishlist. Personalmente ho preso il Sumerian da 10 pollici proprio per portarlo sotto i cieli migliori del mondo anche a prescindere da farms, lodge &co., e un viaggio in Atacama, vissuto per così dire avventurosamente come ho fatto io, si sposa perfettamente con questa esigenza.
    Ad onor del vero oggi ho letto su CloudyNights un post del bravo Tom Polakis che ha viaggiato parecchio e che pare saperla lunga, e che in parte riecheggia proprio quello che ho detto all'inizio. In sintesi ecco quanto dice:

    "Il Cile ha una qualità del cielo superiore, sia in termini di trasparenza che di seeing. Il Paranal ha 280 notti fotometriche all'anno, il seeing medio è inferiore a 1 secondo d'arco ed è 8600 piedi sopra il livello del mare. Anche se la Namibia ha un clima secco, non può competere con il Cile settentrionale. La maggior parte dei grandi telescopi del futuro sarà situata in Cile.
    Quando sono stato in Namibia per sei settimane, circa un terzo delle notti è stato compromesso da polvere sospesa (non sabbia) che veniva giù da nord, dove la trasparenza è spesso terribile. Il cielo diurno sarebbe di un azzurro / grigio. Un amico che ha viaggiato verso nord fino a Etosha ha mostrato foto di tramonti in cui il sole è quasi scomparso prima di raggiungere l'orizzonte"

    (in realtà Polakis non è critico verso la Namibia come potrebbe sembrare da questo estratto, altrove la consiglia infatti senza riserve, solo che evidentemente preferisce il Cile).

    Un punto importante è che le misure SQM da sole (pur essendo molto meglio dei "non mi vedevo le mani, sono inciampato in un gatto nero,ecc") rischiano di esserre poco significative se non sono accompagnate anche da una stima o una misura della trasparenza, ad esempio con la magnitidine limite attraverso il metodo dei triangoli. Anch'io mi ero ripromesso di farlo in Atacama poi per vari motivi non mi è stato possibile.
    Tornando in topic, mi chiedo se qualcuno ha notizie del seeing che c'è nelle varie farm. Dovrebbe essere buono.
    Ultima modifica di Vincenzo80; 12-09-2019 alle 20:03

  8. #8
    Pianeta L'avatar di Vincenzo80
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Caserta
    Messaggi
    54
    Taggato in
    3 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Visto che il topic purtroppo langue, ne approfitto per fare una domanda a @Salvatore.
    Hai avuto modo di osservare dal Tivoli il "fantasma di Magellano" ? Parlo della Integrated Flux Nebula nei pressi della Grande Nube di Magellano: pare richieda cieli da Bortle 0, ma so per certo che in Namibia qualcuno l ha vista ad occhio nudo.
    Ultima modifica di Vincenzo80; 16-09-2019 alle 13:02

  9. #9
    Nana Bianca L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    5,153
    Taggato in
    786 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Io purtroppo no. Nemmeno presa in considerazione. Mi pare che @Ro84 ne abbia parlato.
    Dobson DocTelescope 24" F 4,2 ; Takahashi FCT 150 ;Intes MN 68 ( 154/1200) ; BD Skywatcher 200/1000. Nagler 31 e 5 mm , Delos 17,3 ; 10 e 8 mm ecc...

  10. #10
    Nana Rossa L'avatar di Ro84
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    344
    Taggato in
    36 Post(s)

    Re: PAD (Post Atacama Depression)

    Mi sono perso questa discussione, grazie per il tag.

    Io capisco bene la "nostalgia da cielo australe", anche se nel mio caso è probabilmente diversa (in meglio o in peggio non saprei) perché nella mia vita finora la parte di cielo a noi preclusa l'ho osservata per 3 anni e 4 mesi in totale. Da un lato è meno aggressiva perché io non ho più la "fame di oggetti australi" che avrei potuto avere se li avessi osservati solo per pochi giorni o un paio di settimane al massimo; dall'altra però è una sorta di mancanza che potrei provare per delle cose che in qualche modo sono o sono state a lungo incluse nella mia vita e che adesso non ho alla portata di mano. Per intenderci, un po' come il "mal di Sardegna" o il "mal di Sicilia" che affligge chi è sardo o siciliano e si è trapiantato altrove.

    Sul "fantasma di Magellano" non ho mai sentito dire, almeno non con questo nome. Quello che io ho notato durante le mie osservazioni in Australia (e l'ho descritto) è che la Grande Nube di Magellano è un oggetto che al minimo accenno di chiarore, che non è necessario che sia una luce artificiale ma può anche essere il centro galattico che sale un po' troppo nel cielo, si ridimensiona abbastanza e da macchia molto estesa diventa più simile alla Piccola Nube nella forma, sebbene resti più grande. Se invece non c'è alcuna luce, la Grande Nube appare decisamente più sfrangiata soprattutto sul lato a nord, e con la visione distolta diventa anche più "globosa"; in realtà non è una vera "flux nebula", ma sono gruppi stellari che costituiscono il braccio settentrionale della Grande Nube, o meglio ciò che ne resta dopo che la forte azione mareale della Via Lattea ne ha disgregato la struttura regolare. Con il telescopio da 20 pollici questa sorta di alone lo risolvevo parzialmente in stelle o in piccoli noduli sparsi in modo irregolare.

    @Salvatore secondo me ci hai fatto caso anche tu.
    Roberto - Strumenti: Dobson Skywatcher 203/1200; Skywatcher Startravel 80.
    Oculari: zoom Baader 8-24 Mark III; Baader 36 asferico.

Discussioni Simili

  1. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 08-05-2019, 19:49
  2. Il centro galattico dal deserto di Atacama
    Di corrado973 nel forum Il mondo notturno
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 13-05-2018, 12:29
  3. Primo Post
    Di Pietro Rossello nel forum Luna
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 30-07-2013, 19:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •