Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,704
    Taggato in
    1934 Post(s)

    DSJ Deep Sky Journal N° 120 Aprile 2020 (Cor Caroli)

    Torna il DSJ il Deep Sky Journal di Astronomia.com, l'appuntamento mensile con un oggetto del profondo cielo consigliato per il periodo da osservare o fotografare dai nostri cieli; e in questo numero prendiamo atto che siamo in pieno Coronavirus o COVID19 che sta tenendo la cittadinanza italiana chiusa nelle proprie case e con i rispettivi cieli spesso inquinati dalle luci delle nostre città o dalle città limitrofe, per questo il numero 120 del DSJ si adeguerà, non porteremo all'attenzione come spesso facciamo un oggetto semi-sconosciuto dalla maggior parte degli astrofili o oggetti che, seppur bellissimi, mostrano non poche criticità nella loro osservazione, ma parleremo di un oggetto molto luminoso ma per questo non meno interessante, che è un interessante sistema doppio, parliamo infatti di Cor Caroli...

    FOTO COR CAROLI (immagine liberamente tratta da wikipedia.org)

    Cor_Caroli_2011-03-01.jpeg.jpeg















    Cor Caroli è la stella più brillante o la Alpha dalla nomenclatura di Bayer della costellazione dei Cani da Caccia, è un eccellente stella doppia fisica che brilla di una magnitudine apparente di +2.89 (2.89 la componente A e +5.61 la componente B) e si trova ad una distanza stimata di circa 110 anni luce; è rintracciabile alle coordinate celesti di Ascensione retta 12h 56m 01.7s e di Declinazione +38° 19' 06" con una massa di 2.8 volte quella solare per la A e 1.6 masse solari per la B. La componente A, la principale, risulta essere 83 volte più luminosa della nostra stella... il Sole.
    La separazione attuale delle due componenti attualmente si attesta in 19.6 secondi d'arco con una distanza stimata di circa 650 Unità Astronomiche tra i due corpi., il periodo orbitale si attesta in 7900 anni.

    La stella è nominata anche 12 Cvn


    TROVIAMO COR CAROLI CON STELLARIUM

    1.jpg











    2.jpg











    3.jpg











    Trovare Cor Caroli non è abbastanza semplice data la sua magnitudine che la rende visibile anche dai grandi centri cittadini, non è una stella che fa parte di una costellazione circumpolare ma potremmo definirla, in estrema semplificazione, come se lo fosse dato è visibile da una latitudine media di Roma da gennaio a settembre nel vario arco della nottata. Individuata l'Orsa Maggiore con il suo tipico "carro" basta dirigersi in direzione sud in una zona quasi del tutto priva di stelle brillanti dove l'unica, facilmente visibile, è proprio Cor Caroli,


    FORSE NON TUTTI SANNO CHE...

    Cor Caroli... il Cuore di Carlo che poi è re Carlo II d'Inghilterra, l'omaggio fu reso da Halley su suggerimento del fisico Scarborough il quale sosteneva (senza non poca piaggeria potremmo dire noi) di aver visto quella stella brillare la notte del 29 maggio 1660 quando il re ritornò a Londra dopo aver vendicato il padre il re Carlo I ucciso da Cromwell; più precisamente, da un testo di Warner del museo di Storia di Washington, Scarborough avrebbe visto, in Cor Caroli, il cuore palpitante di Carlo I, il re ucciso. non è escluso che Halley abbia poi dedicato la stella a Carlo II per promuovere la fondazione dell'Osservatorio di Greenwich.


    A LEZIONE DI FISICA...
    Benché di aspetto "normale" Cor Caroli è una stella atipica, già nel 1906 Lunderdoff aveva notato la variabilità di alcune righe spettrali, Belopolsky osservò mutamenti con un periodo di 5.4 giorni e Prager e Guthijick variazioni di luminosità globale nell'ordine di 5 centesimi di magnitudine, tutto ciò sembra causato da un intenso campo magnetico.

    In conclusione Cor Caroli appartiene a una ristretta classe di stelle variabili magnetiche decisamente "esotiche" di cui oggi, se ne conoscono solo poche decine come Epsilon dell'Orsa maggiore e Iota Cassiopea.


    CONSIDERAZIONI OSSERVATIVE...

    Cor Caroli è una di quelle stelle che si lasciano osservare per la sua più totale bellezza, la sua separazione di 19" la rende appetibile anche nei piccoli diametri e il delta cromatico tra le due componenti che varia dal color giallo paglierino al topazio la rende una delle stelle doppie più belle e semplici dell'interno cielo stellato.


    PICCOLO TUTORIAL SULLE STELLE DOPPIE


    DSJ del mese di Aprile





    RACCOLTA DSJ DI ASTRONOMIA.COM

  2. #2
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,704
    Taggato in
    1934 Post(s)

    Re: DSJ Deep Sky Journal N° 120 Aprile 2020 (Cor Caroli)

    il DSJ al tempo del Coronavirus...
    buona lettura

    Etruscastro

Discussioni Simili

  1. DSJ Deep Sky Journal N° 119 Marzo 2020 (NGC 3432)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-02-2020, 16:57
  2. DSJ Deep Sky Journal N° 118 febbraio 2020 (NGC 2350)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-01-2020, 10:45
  3. DSJ Deep Sky Journal N° 117 Gennaio 2020 (NGC 2022)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-12-2019, 12:18
  4. [DSJ] Deep Sky Journal N° 31 (Aprile 2014)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 15-04-2014, 13:05
  5. [DSJ] Deep Sky Journal N°33 (Aprile 2014)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-04-2014, 08:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •