Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Pianeta L'avatar di Fraru810
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Cortona
    Messaggi
    52
    Taggato in
    5 Post(s)

    La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Dopo che a più riprese ho interpellato gli esperti del forum per sciogliere i dubbi relativi all'acquisto del mio secondo telescopio la quarantena forzata mi ha dato il là per fare il grande passo. Cercando di prendere con filosofia la carcerazione e la probabile estate senza mare e voli aerei mi son detto: sono multabile se esco a fare una passeggiata? Allora in questi giorni andrò a passeggio nello spazio e vediamo se venite a braccarmi anche lì.
    Con poco meno dei 400 euro di soglia minima delle multe predisposte dal nostro nobilissimo governo ho seguito il vostro consiglio acquistando un Dobson Skywatcher da 200mm che mi è stato velocemente recapitato e che altrettanto velocemente ho assemblato e predisposto all’uso, curioso com’ero di tastarne le capacità.
    Purtroppo anche per questo tipo di evasione ho dovuto mettere alla prova la mia pazienza. Prima il maltempo, poi la Luna mi hanno costretto a rinviare la prima sessione osservativa a 360 gradi anche se per la verità la scorsa settimana non ho resistito ad un battesimo nel pieno della luce del nostro satellite con la visione di M42, M44 ed M41, oggetti magnifici che già avevo avuto modo di osservare col mio vecchio sessantino.
    Stasera 10/4, con la Luna sorgente alle 23 ed un cielo completamente sgombro ho finalmente potuto sviluppare un programma osservativo che ho quasi del tutto rispettato e che mi ha dato notevoli soddisfazioni.
    Ho scaldato i motori con un gruppo di ammassi aperti. Dopo aver iniziato col notevolissimo M35 mi sono spostato di pochi gradi per la sequenza ravvicinata di ammassi dell’Auriga, M36, 37 e 38. Incoraggiato dalla pesca fortunata e soprattutto veloce (sono pur sempre alle prime armi col Dobson) ho quindi deciso di tentare la sorte con due oggetti non semplici anche perché presenti in una zona del cielo pericolosamente vicina alle luci del borgo di Cortona, ai piedi del quale vivo: M1 e la cometa C/2017 T2Panstarrs. Nel primo caso Zeta Tauri mi ha fornito un valido punto di riferimento mentre nel secondo la caccia è stata molto più difficile visto che la vicina y Camelopardalis era al limite della visibilità ad occhio nudo. Il risultato è stato inatteso seppur leggermente deludente: se per M1 sapevo benissimo che non avrei visto di più che una pallida nebbiolina scura dalla cometina mi aspettavo qualcosina di più di un debole batuffolino pur essendo consapevole del fatto che 1) non è la Hale Bopp 2) tocca attendere ancora un po’ e soprattutto sperare nella clemenza solare per vederla al meglio. Tuttavia si trattava pur sempre della mia terza cometa in ventiquattro anni di passione, la seconda al telescopio dopo la C2014 Q2 Lovejoy, non certo roba di tutti i giorni (in attesa della C2019 Y4 Atlas che tenterò di scorgere domani sera). Trovandomi in zona ho quindi “rapito” a Cassiopea M103, discretamente visibile malgrado i suddetti disturbi luminosi per poi cambiare radicalmente porzione di cielo.
    Ed è qui che mi sono veramente emozionato: M3, stupendo globulare nei Levrieri mi ha lasciato veramente a bocca aperta, nulla a che vedere col batuffolino visto una decina di anni orsono col mio vecchio 60/700.
    Dopo tanta bellezza ho dovuto prender fiato con una visione relativamente normale, la doppia Cor Caroli ed il sistema Mizar-Alcor. Sono quindi tornato nei Levrieri, ma stavolta per mancare M94 ed M51 che non sono riuscito a beccare nonostante numerose manovre. Il sorgere della luna intanto si avvicinava pericolosamente e nei venti minuti restanti ho tentato senza troppe pretese di carpire uno degli oggetti dell’Orsa Maggiore scegliendo M108 dopo aver mancato (per fretta?) M94. Stavolta sono riuscito a distinguere una nebbiolina ovaleggiante e spostandomi di pochissimo ho completato l’opera con la nebulosa Civetta M97, un dischetto scuro ben distinguibile che francamente non credevo di poter vedere in un cielo che tutto sommato stasera era tutt’altro che eccezionale. E mentre mi chiedevo dove fosse la civetta ecco che dagli alberi della campagna circostante si alzava il verso di un vero pennuto di quella specie. Leggendovi spiritualmente un segno di assoluta armonia cosmica ho deciso di fermarmi proprio in quell’istante mandando agli annali la mia prima vera serata da dobsoniano, una serata che difficilmente dimenticherò.
    Ultima modifica di Fraru810; 11-04-2020 alle 01:15

  2. #2
    Nana Bianca L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    5,550
    Taggato in
    825 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Sei andato alla grande! Ottima partenza la strada sembra tutta in salita! Il racconto poi é davvero emozionante, risveglia vecchi ricordi

    Ps, dal racconto il cielo pare non sia male male.
    La Mia Strumentazione
    Sempre con gli occhi verso il cielo

  3. #3
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    7,442
    Taggato in
    415 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Infatti, hai visto già tanto e sicuro che l'esperienza non ti manca e non hai certo mancato oggetti facili come ne hai trovati anche di difficili, non so come hai visto la C/T2 ma la C/Y4 forse sarà più deludente, io l'ho osservata la scorsa settimana e sembrava meglio della visione proprio di poco fa, il cielo non è il massimo e la Luna già si fa sentire, ma sembra peggiorata più che migliorata, preparati la ricerca strategicamente perché nonostante ero riuscito già a trovarla adesso si trova in una zona che non sta ne di qua e ne di la ed è tutto un programma...
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: Pl-4,6,9,12,15 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  4. #4
    SuperGigante L'avatar di alextar
    Data Registrazione
    May 2014
    Località
    marcianise (CE)
    Messaggi
    2,999
    Taggato in
    461 Post(s)

    Arrow Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Ho letto Napoli e sono trasalito, a ma osservi da Cortona, mo sì, conosco quel cielo, non sarà il Pollino ma è un buonissimo cielo.
    Hai visto la facilità del dobson? Smart hopping
    M94 non è così immediata, la Vortice invece la devi riprovare, è assolutamente a tiro dello strumento e del cielo.
    Continua così, vai alla grande
    Dobson 200/1200 oculari ortho 6mm ed planetary 5mm, Plossl 15mm superplossl 10mm 25mm, barlow 3x Coma barlow 2x skywatcher dashcamere, la prima che mi capita a tiro

  5. #5
    Pianeta L'avatar di Fraru810
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Cortona
    Messaggi
    52
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Alextar - Star hopping tutta la vita! Ho vissuto a Casoria fino a gennaio, ora sono nella campagna di Cortona, per fortuna direi...la quarantena in condominio sarebbe stata un tormento
    Frignanoit - Quella della Giraffa in effetti è una zona abbastanza ostica. La Panstarrs si è mostrata come una pallida macchia sfocata, ma va detto che la porzione di cielo era a tiro delle lucine del borgo, quindi credo si possa ottenere di meglio. Ho letto che il nucleo della Atlas pare si stia riducendo. Ennesima cometa che viene meno sul più bello?
    Salvatore - Male non è, soprattutto per chi come me è abituato al triste cielo della città. Ieri tuttavia non era un cielo eccellente dato che ad occhio nudo si arrivava a fatica ad una magnitudine 4.5 in zona zenit

  6. #6
    Nana Rossa L'avatar di Free
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Località
    Castrovillari
    Messaggi
    391
    Taggato in
    28 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Bellissimo tour, per non parlare del racconto, molto emozionante ad un certo punto sembrava che fossi io stesso con l'occhio all'oculare.

  7. #7
    Pianeta L'avatar di Fraru810
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Cortona
    Messaggi
    52
    Taggato in
    5 Post(s)

    Seconda serata: niente Atlas, tante prime volte ed un dubbio da sciogliere

    Seconda serata iniziata maluccio, ma finita in crescendo al punto dall'esser stata interrotta per rischio indigestione da galassie ignote. Ma andiamo per gradi.
    Ero partito con la sicurezza di beccare la Atlas che invece non ho trovato malgrado un'ora passata a dilatare le pupille in quella maledetta costellazione dal collo lungo.
    Ho provato inutilmente a cercare un punto di riferimento basandomi su Delta Aurigae, Omicron Uma e le stelle visibili ad occhio nudo della suddetta Giraffa, ma nada. Partire con una cilecca sembrava aver mal indirizzato la serata osservativa spingendomi a darmi all'ippica, pardon, alla cinofilia, con un nuovo tentativo al cospetto dei cani da caccia con quella M51 che ieri mi era sfuggita miseramente. Stavolta ho fatto centro e devo dire che dopo M31 (al momento vista solo col vecchio rifrattorino) la Vortice è stata la galassia più emozionante, probabilmente per quella sua peculiarità di apparire in due blocchi (una macchia ben distinguibile a cui si affianca un'opalescenza più piccola, la coda del vortice).
    Bella anche la M94, che mi è apparsa con una forma leggermente più schiacciata della precedente, ma pure ben distinta dallo sfondo.
    La fatica per la lotta con la cometa, unita al pomeriggio trascorso in compagnia di un'app contenente esercizi fisici a corpo libero utili a smaltire la staticità ed i bagordi della quarantena, mi stava spingendo pericolosamente in direzione materasso quando notando la testa del serpente mi son detto "perché non provare con M5? Suvvia, è un oggetto facile facile!" Devo dire che la ricerca non è stata proprio delle più semplici pur essendomici cimentato con successo negli anni passati perfino sotto il cielo di Napoli, ma aiutandomi con la coppia Alfa-Lambda Serpentis sono riuscito ad andare a dama, e che dama!
    A questo punto sono però caduto nel subdolo tranello dell'effetto domino. Dal Serpente a Spica è un attimo e la Vergine nel mio vocabolario fa rima con "Galassia Sombrero", qualcosa che ai tempi del sessantino era a capo della guarnigione degli oggetti impossibili che potevo ammirare solo in fotografia. Utilizzando come punto di partenza le due stelle "alte" della costellazione del Corvo credo di averla individuata come una pallida macchietta sfocata. Niente di trascendentale, ma sembra proprio che il tabù Sombrero sia stato finalmente rotto.
    Trovandomi lì non potevo non cedere alla tentazione di puntare il telescopio nella zona di cielo che ospita il Superammasso Vergine-Chioma sottovalutando il fatto che avrei rischiato di far l'alba causa imbarazzo della scelta. Al primo lancio ho subito centrato due macchie lattiginose finendo però per impelagarmi in uno spinosissimo dubbio che ora mi tocca porvi in questa sede evitando di intasare il forum aprendo un'apposita discussione nella pagina sul Profondo Cielo: per un osservatore alla prima esperienza in questa zona di cielo tanto ricca, qual è il metodo migliore per riconoscere gli oggetti osservati? Io ne ho visti nitidamente tre, di cui appunto due non troppo distanti da Denebola in direzione Vergine rientranti contemporaneamente nel campo dell'oculare. Possibile siano M84-M86? Le mappe di Stellarium e Sky Safari presentano un assembramento tale dal non permettere un riconoscimento certo.
    In ogni caso tornerò da quelle parti nei prossimi giorni per provare a capirci qualcosa in più e per affacciarmi anche in quell'altro ricco mondo galattico che è la costellazione del Leone.

  8. #8
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    7,442
    Taggato in
    415 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Sono possibili M84 e M86 insieme..
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: Pl-4,6,9,12,15 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  9. #9
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    806
    Taggato in
    116 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Innanzitutto benvenuto nel club dei dobsoniani! Come prime osservazioni e con un cielo buono, ma non ottimo, sei andato davvero bene!
    Ti assicuro che le prime esperienze con la Vergine, per chi non è pronto ad affrontare la scorpacciata di galassie cui si appresta, possono essere traumatiche: la mia fu un vero e proprio naufragio..
    Comunque, molto probabilmente hai visto M84 ed M86 nello stesso campo e poco distante M87. Che oculari hai in dotazione? Giusto per capire con che campo reale osservi.

    Stellarium lo usi su pc o su smartphone? Perché su pc aumentando lo zoom col mouse progressivamente il software ti fa apparire gli oggetti del cielo profondo con magnitudine progressivamente inferiore: potrebbe essere un primo elemento per capire ciò che stai vedendo. Conta, per esempio, che nel campo di M84-86 ci sono, credo, almeno 6-7 galassie ravvicinate e alla portata del tuo strumento sotto cieli bui, ma è chiaro che se ne hai viste due allora sono quelle con magnitudine maggiore, appunto M84-86, che sono appunto le prime che ti fa vedere Stellarium aumentando lo zoom.
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  10. #10
    Pianeta L'avatar di Fraru810
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Cortona
    Messaggi
    52
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: La mia prima sessione osservativa da dobsoniano

    Al momento sto utilizzando gli oculari in dotazione, uno da 10mm ed uno da 25mm (preferito per il profondo cielo). Stellarium lo uso sul pc mentre sullo smartphone ho SkySafari che in effetti è molto meno dettagliato. In effetti anch'io pensavo che Stellarium potesse essere l'unica soluzione; peccato che il mio portatile abbia un problema di batteria ed al momento non ho modo di portare la corrente nel punto del giardino dove osservo

Discussioni Simili

  1. Doppia sessione osservativa: il mio primo Saturno
    Di RelativeTime nel forum Report osservativi
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 14-05-2015, 00:22
  2. una bella (ed emozionante) sessione osservativa!
    Di martin84jazz nel forum Report osservativi
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 06-03-2015, 16:28
  3. Sessione osservativa del 13/05/13
    Di garmau nel forum Report osservativi
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 16-05-2013, 22:04
  4. Consigli per sessione osservativa :\
    Di mingo80 nel forum Report osservativi
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 16-04-2013, 16:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •