Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 25 di 25
  1. #21
    Pianeta L'avatar di star74
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    62
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Confronto tra Maksutov-Cassegrain 127 e Schmidt-Cassegrain 127

    Partecipo a diversi topic, pi o meno interessanti. Astronomia.com è l'ultimo, anche se sono 39 anni che mi diletto di astronomia e ho la pretesa senza presunzione di aver imparato diverse cose, che non sto qui ad elencare. In questo, come in altri topic, tutti e dico tutti devono poter avere la possibilità di esprimere le proprie argomentazioni, che siano queste modeste o banali, poco importa, d'altro canto penso che tutti (me compreso) possiamo sempre imparare, è una fatto certo questo. Io sono sempre aperto ad ascoltare altri, come mi sta capitando con alcuni di voi che trovo veramente preparati a prescindere dall'età. Detto questo, bene continuiamo pure su diversi fronti Un saluto a tutti.

  2. #22
    Nana Bruna L'avatar di giovanni73
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    261
    Taggato in
    12 Post(s)

    Re: Confronto tra Maksutov-Cassegrain 127 e Schmidt-Cassegrain 127

    I due tele hanno la stessa risoluzione avendo lo stesso diametro e la luminosità in visuale è teoricamente la stessa (ma il mak 127 skywatcher che ho avuto lasciava qualcosa allo SC con rivestimento XLT).Avendo focali diverse daranno ingrandimenti diversi a parità di oculare ciò si traduce in teoria con un 32 mm avente 52° di campo apparente in un campo reale massimo di 1,1° contro 1,3° vignettatura permettendo.La configurazione mak ha un contrasto migliore ,più affine a quella di un rifrattore e lo si nota soprattutto in diurno.Dato il diametro a meno di cieli strepitosi il mak 127 (ma penso analogamente lo SC a meno che arrivi a 150mm che iniziano realmente a fare la differenza,perlomeno per esperienza personale prima avevo il mak 127 ora il C6) può dare buone soddisfazioni nel planetario e sulle doppie.Per capirsi confrontato ad un rifrattore 102f 11 mostrava più potere risolutivo ,ma su un globulare come M13 era di gran lunga preferibile l'acro, che era anche più propenso a sviluppare più ingrandimenti utili,fianco a fianco la stessa sera.La scelta è tua,spero di averti dato qualche informazione in più

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    C8 HD Sc 150 f10 80/1000 90/500 Sw Azeq6 Nextar 6 se

  3. #23
    Pianeta L'avatar di over885
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    96
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Confronto tra Maksutov-Cassegrain 127 e Schmidt-Cassegrain 127

    Certo Giovanni, tutto torna utile! Grazie

  4. #24
    Galassia L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    14,304
    Taggato in
    1109 Post(s)

    Re: Confronto tra Maksutov-Cassegrain 127 e Schmidt-Cassegrain 127

    confrontato ad un rifrattore 102f 11 mostrava più potere risolutivo ,ma su un globulare come M13 era di gran lunga preferibile l'acro, che era anche più propenso a sviluppare più ingrandimenti utili
    La prossima volta, metti nel Mak un Plössl da 4mm e poi me la racconti.

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  5. #25
    Gigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,792
    Taggato in
    145 Post(s)

    Re: Confronto tra Maksutov-Cassegrain 127 e Schmidt-Cassegrain 127

    Citazione Originariamente Scritto da Capitano Visualizza Messaggio
    Senza approfondire molto ,facciamo un po dichiarezza il cosidetto menisco del mak ha una lavorazione molto più complicata della lastra correttrice dei sct puri , il menisco lo puoi appurare da solo toccandolo ha una curvatura verso l'interno , è spesso molto di piu della lastra corretrice dei sct, tutte è due fanno lo stesso lavoro Correggere i raggi verso il primario affinche non si disperdono nel tubo, tu mi chiederai perche non usano lo stesso sistema? qui viene il bello il primario del mak gregori ha un curvatura al contrario del menisco , non mi fate dire parole difficili perche non riesco, perche adottano questo sistema difficile da lavorare ,una spiegazione c'e' questa lavorazione fa si che il secondario risulta più piccolo raggingendo focali lunghissime a f/15 aumentando il contrasto , ecco perche i mak gregori non superano certe aperture ,ps la lasta correttrice dei sct è spessa massimo un cm di vetro con trattamenti per questo costa meno che un Mak Gregori dello stesso diametro
    Scusami Capitano ma la cosa è molto diversa, il menisco del maksutov è molto, ma molto (ma veramente molto) più semplice come lavorazione rispetto alla lastra di uno SCT.

    La prima è composto da due superfici perfettamente sferiche e di identico raggio, la forma sferica è quella più naturale (e di conseguenza più semplice da fare in poco "tempo macchina" e con grande precisione), la lastra dello SCT ha una faccia piana e l'altra descrive una curva di 4° ordine, la sua lavorazione è molto particolare, necessità di un utensile (una sorta di stampo su cui viene fatto aderire il blank tramite sottovuoto, prima di andare in molatura) il quale deve essere estremamente rigido e preciso nella forma.

    Altra cosa il secondario del maksutov-gregory è ottenuto alluminando il centro della faccia interna del menisco (nessuna lavorazione aggiuntiva), nulla di più semplice.

    Fondamentalmente il mak e lo SCT rispondono alle medesime esigenze, grande diametro in formato compatto:
    • il mak ha dalla sua un progetto con tutte le superfici sferiche (come detto facili da fare velocemente e con grande precisione), di contro ha il peso dovuto alla massa vetrosa dello spesso menisco e del primario (che deve essere di circa il 10% più grande in diametro rispetto al menisco), l'acclimatamento particolarmente lungo e l'essere almeno f/12 (il mak-cas che ha un secondario indipendente dal menisco, mentre il mak-gre deve essere un f/15) altrimenti non si riesce a correggere comletamente il campo dalla sferica;
    • lo SCT ha primario e secondario sferici (con tutti i PRO detti sopra) e la lastra "complicata", rispetto al mak (paridiametro) è un po più corto, meno pesante (tra i due 127 in oggetto ci passa circa 1/1,2 kg di differenza, di cui 8/900 g solo di vetro), si acclimata mediamente il 20% più velocemente, ha un rapporto focale più "universale", ma una "difettosità" più alta (una percentuale più bassa di tubi rispetto al mak, passano il controllo qualità).


    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/ • • • La Mia Strumentazione

Discussioni Simili

  1. Celestron Schmidt - Cassegrain C8 XLT
    Di Syd nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 11-01-2015, 13:28
  2. Schmidt Cassegrain VS Newton
    Di Galileo72 nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 01-01-2014, 09:29
  3. MARCON Schmidt cassegrain
    Di cherubino nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 31-12-2013, 20:30
  4. Schmidt Cassegrain Zen 250 f20
    Di cherubino nel forum Autorecensioni
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-10-2013, 20:04
  5. Schmidt Cassegrain
    Di etruscastro nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-05-2012, 15:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •