Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 28 di 28
  1. #21
    SuperNova L'avatar di iaco78
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    3,497
    Taggato in
    339 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Inizio dicendo che I miei consigli sono dettati dal primo messaggio e cioe' "dedicarmi all'astrofotografia seria"

    Immagino che da possessore di Dobson il cielo da quale generalmente osservi sia per lo meno buono, intendo senza inquinamento Luminoso...

    Dico questo perche' il cielo ha la sua importanza sia in osservazione sia in astrofotografia..Se hai un cielo inquinato da luci sarai molto limitato sugli oggetti da scegliere...e comunque ti dovrai fare un setup che ti consenta la ripresa in banda stretta ( camera mono con filtri) per limitare I problemi dell'inquinamento luminoso ..
    Ovvio che qui verranno fuori tutti gli amici che utilizzano filtri anti-inquinamento ( da non confondere con quelli a banda stretta citati prima) e techniche varie di elaborazione per contenere il problema e mi linceranno....
    Ma,a mio avviso, sono solo compromessi, una foto se fatta da un cielo buio si riconosce subito...e per me questo e' imprescindibile.Prima di avere il telescopio in postazione remota mi facevo qquasi 100 KM in macchina per osservare e fotografare....
    Se ti dovrai spostare per trovare un cielo buio adatto alla fotografia dovrai innanzi tutto pensare ad un setup semplice e leggero da spostare e assemblare ogni volta o dopo due uscite butti via tutto...
    Prima di ogni scelta valuta bene questo aspetto...

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Osservo con: Bosma MAK 150/1800-Dobson Truss 12" ES Provo a fotografare con: Sky Rover 102 f7 Apo Astrobin gallery

  2. #22
    SuperNova L'avatar di paperbike
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,109
    Taggato in
    267 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Hai un buon budget, ma sulla montatura non sbaglerei,fattelo dire da uno che ci è passato,io ne ho cambiate ben 4, ora ho trovato la pace, perché ? perché prima o poi vorrai cambiare tele, aumentare il diametro e una montatura piccola non andrà più bene, perché con l'ottantino non vai molto lontano,le galassie hanno bisogno di diametro, per il resto : guida fuori asse o tele guida più almeno una asi 12mono,CCD o reflex,un buon hub USB, i software :APT è gratis come PhD 2.
    ......e così scoprii la luce..... www.beyondtheligth.com
    Grag . Galleria Flickr:https://www.flickr.com/people/146316700@N05/

  3. #23
    Sole L'avatar di musiker64
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    Napoli, Roma
    Messaggi
    523
    Taggato in
    10 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    C'è una persona che conosco (virtualmente su Facebook) che ha questa attrezzatura (totalmente lontana dal mio budget) che pubblica foto spettacolari dal pieno centro di Roma dove presumo l'IL sia anche peggio di Napoli:

    SKYWATCHER ESPRIT 150ED

    CAMERA QHY247C

    AUTOGUIDA CON PHD2 E QHY5LII SU SKYWATCHER EVOGUIDE 50

    Mi sa che il solo apo costi oltre i 3000 euro.... per non parlare del resto....
    Dobson GSO 200/1200 - Oculari Explore Scientific 6,7 mm 82° Explore Scientific 14 mm 82°

  4. #24
    Nana Rossa L'avatar di npole
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    335
    Taggato in
    18 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Il 150 costa ben più di 3000€ ... ...e comunque non è solo questione di ottica e di camera, anche dal centro città, fa molta differenza la luce diretta oltre quella riflesse dal cielo. Lo so bene io che tecnicamente vivo in una zona dove non ci sono grandissimi agglomerati urbani, ma sono circondato da fari rossi che illuminano a giorno, non schermabili in alcun modo, qualsiasi attrezzatura tu possa comprare in queste condizioni sbatterà sempre contro dei limiti tecnici insormontabili.
    Mi meraviglia comunque che abbia speso tutti quei soldi e che utilizzi una camera a colori in condizioni di inquinamento (presumibilmente) molto alte, in queste condizioni una camera monocromatica (e filtri) è la scelta che offre i risultati migliori, una scelta che un giorno forse farò pure io, ma oltre all'esborso economico, l'impegno e il tempo per gestire sessioni del genere per ora non rientrano nei miei programmi.
    Quindi rasserenati, non è solamente l'APO da 5mila euro che fa la differenza, ci sono molte altre variabili da considerare (oltre l'esperienza dell'astrofotografo).

  5. #25
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,856
    Taggato in
    1954 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    bisogna tener conto se il tipo scatta in banda stretta (cosa a dir poco obbligata da un centro cittadino), ragazzi... non è solo un telescopio e una montatura la foto astronomica, ma il cielo e la bravura di chi scatta e di chi poi va ad elaborare lo scatto che incide dell'oltre il 50% del potenziale di una foto.

  6. #26
    Nana Rossa L'avatar di npole
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    335
    Taggato in
    18 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Non credo scatti in banda stretta (l'ho menzionato nel mio precedente post), usa una camera a colori che costicchia anche un bel po', sarebbe strano pensare che abbia speso tutti quei soldi per poi perdersi 2/3 di banda usando i filtri rispetto a una mono... però tutto può essere (alcuni lo fanno).
    Comunque anche in città, se hai inquinamento uniforme (una "patina") in post-produzione si fanno miracoli, i guai vengono quando in cielo hai i raggi laser... allora li perdi ore a metterci pezze e viene comunque un risultato che non è nemmeno lontanamente paragonabile ai cieli bui.

  7. #27
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,856
    Taggato in
    1954 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Citazione Originariamente Scritto da npole Visualizza Messaggio
    (l'ho menzionato nel mio precedente post)
    non trovo il nome, puoi ricordarmelo?

    usa una camera a colori che costicchia anche un bel po', sarebbe strano pensare che abbia speso tutti quei soldi per poi perdersi 2/3 di banda usando i filtri rispetto a una mono... però tutto può essere (alcuni lo fanno).
    a me farebbe strano se riprende a colori da centro città!

    Comunque anche in città, se hai inquinamento uniforme (una "patina") in post-produzione si fanno miracoli, i guai vengono quando in cielo hai i raggi laser... allora li perdi ore a metterci pezze e viene comunque un risultato che non è nemmeno lontanamente paragonabile ai cieli bui.
    non sono d'accordo, il file grezzo ha l'informazione che poi va elaborata, e questo segnale è proporzionato alle condizioni di cielo anche l'inquinamento luminoso, ciò che si tira fuori dall'elaborazione spinta, non è sempre conforme al segnale reale, ma questo è un discorso trito e ritrito.

  8. #28
    Nana Rossa L'avatar di npole
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Messaggi
    335
    Taggato in
    18 Post(s)

    Re: Prossimo step: astrofotografia (senza spendere 20mila euro....)

    Accennavo nel precedente messaggio (subito primo del tuo) la stessa cosa: mi pareva strano che usasse una camera a colori da un luogo presumibilmente molto inquinato, e mi pareva ancora più strano che avesse comprato una camera a colori tanto costosa per poi utilizzarla in mono, perdendosi due terzi di banda (sarebbero soldi sprecati, a meno che si facciano integrazioni... ma se sei in un posto molto inquinato c'è poco da integrare e comunque il gioco non varrebbe la spesa). Poi ci sono le scelte personali: io ho scelto una camera a colori pur essendo in un luogo non ideale perché per ora non voglio complicarmi la vita.

    Il problema dell'inquinamento luminoso diretto è che le informazioni non le avrai nemmeno sul raw, quindi per quanto tu possa fare miracoli (tipo esposizioni che durano 10 volte il tempo che durerebbero in cieli bui) molte cose purtroppo si perdono e secondo me non c'è possibilità di recuperarle. Che invece i risultati cambino totalmente faccia a seconda del manico che c'è dietro, sono d'accordo e l'ho sottolineato anche nel mio precedente messaggio, ho solo specificato che dei risultati che si possono ottenere da un Bortle 2, non si otterranno da un Bortle 9 (per esasperare il concetto), per quanto tu "bravo" possa essere, ma questo non significa che non si possa fare astrofotografia (amatoriale o meno) ovunque (altrimenti io avrei smesso da un pezzo).

    Io sono sicuro (e credo sia pure una cosa scontata) che le mie fotografie migliorerebbero di 100 volte (impegno a parte) se non avessi tutto questo schifo attorno (o se usassi una mono): https://www.astronomia.com/forum/sho...-(M81-amp-M82) ...che a volte ti fa perdere anche un po' di entusiasmo perché i lights ti fanno cadere le braccia prima ancora di cominciare con la post-produzione.

Discussioni Simili

  1. Laguna e Trifida, altro step....
    Di GALASSIA60 nel forum Deep Sky
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-06-2019, 21:09
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-02-2019, 18:04
  3. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 07-08-2018, 08:32
  4. Spendere bene
    Di Marcogas nel forum Primo strumento
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-2018, 21:19
  5. The Next Step
    Di Giuseppe Petricca nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-02-2017, 11:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •