Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 27
  1. #11
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    8,057
    Taggato in
    519 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Non usciamo dal tema, nessuno dice che un diametro piccolo vede meglio di uno grande, ovunque si trovi, però si tratta di sapere quanto possiamo vedere con cosa e dove. Se dobbiamo restare in HOME causa restrizioni di movimento, va detto che almeno al Nord di terrazzi accessibili ce ne sono pochissimi perchè hanno tutti il tetto con copertura classica, quindi l'uso è da balcone o da giardino.
    Bravo, hai visto M81, ma sono galassie entry level che sapendole cercare le trovi con strumenti più piccoli, ritengo che nessuno possa negare che in cielo cittadino o di periferia inquinata diventa un puro esercizio di abilità cercare la galassia xx2349, che sarebbe alla portata di un buon diametro, in quanto o non la si vede o si vede sul tipo "dovrebbe essere lì"
    Io penso che sarebbe meglio dedicarsi ai pianeti e alla povera e bistrattata Luna, che qualcuno la osserva così poco che non sa se è tonda o quadrata. La Luna cambia sempre aspetto e non c'è osservazione uguale ad un'altra, i batuffoli grigi al massimo sono un meno grigi o un po più grandi e sinceramente, salvo osservazione simil scientifica, non mi dicono un granchè.
    Quindi, in lockdown, se è possibile, puntiamo qualcosa di più evidente in qualsiasi cielo e con strumenti più piccoli e possibilmente buoni. Su montatura come preferite se non fate foto.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  2. #12
    Nana Rossa L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    475
    Taggato in
    65 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Uscendo dai binari battuti 1x10³ volte su "quale strumento" - yawn! - propongo una soluzione completamente diversa: usiamo dal balcone/finestra/terrazzo lo strumento che abbiamo ma con tecnologia VIDEOASTRONOMIA aka EAA. Ovvero in visuale con assistenza elettronica. Anche da cieli cittadini si ottengono risultati superlativi, con spesa ragionevole per le varie Revolution Imager, Mallincam, Hypercam, ZWO etc.

    Non necessita di guida o lunghe esposizioni e si adatta quindi perfettamente a dobson e altazimutali. Qui un pezzo del noto "Uncle Rod" Mollise di 11 anni fa con esempi delle immagini stupefacenti che si ottenevano già allora.

    https://uncle-rods.blogspot.com/search?q=videoastronomy

    Sarò lieto se qualcuno fosse così gentile da riportare la sua esperienza - se ne legge molto poco in Italia! Personalmente appena trovo una soluzione adeguata EAA mi ci butto a pesce.

    Ciao!

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  3. #13
    Nana Rossa L'avatar di Lorenzogibson
    Data Registrazione
    Apr 2018
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    378
    Taggato in
    38 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Citazione Originariamente Scritto da Huniseth Visualizza Messaggio
    Bisogna farsene una ragione, il covid19 non se ne vuole andare e noi siamo confinati, alla peggio in casa, alla meno peggio con spostamenti limitati - e bisogna evitare freddature altrimenti son guai e ci mettono in quarantena a prescindere.
    Quindi quale telescopio avere? i dobson grandi necessitano di trasferte per i cieli neri, e salendo di quota aumenta anche il freddo..
    Opterei per i rifrattori, qualche mak, qualche SC e qualche newton di uso casalingo - Cosa ne pensate?
    Penso di rimanere in topic , precisando che non siamo in tempi di lockdown, per ora non ci sono limitazioni ai movimenti , la recente normativa ci consente di spostarci, e se non incontriamo persone possiamo anche non indossare mascherine di vario tipo. Sono d'accordo però sul fare attenzione ai raffreddamenti, coi tempi che corrono si rischia la quarantena e allora si che avremmo 'limitazioni'...
    Ovviamente chi ha il giardino o un balcone spazioso potrà usare il fidato dobson, ( giardino nel mio caso), in caso contrario , un cavalletto video con un rifrattorino, mak o altro strumento compatto, da usare sul balcone ( se si teme il raffreddamento , optare per il mordi e fuggi...). Se si hanno i soldi , anche un rifrattore serio ( non troppo lungo), su montatura robusta, sul balcone dovrebbe starci, con soddisfazione per chi osserva, ma qui il discorso diventa di natura economica....

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di Lorenzogibson; 12-10-2020 alle 12:24 Motivo: Aggiunta

  4. #14
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,031
    Taggato in
    179 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Relativamente al rischio raffreddamento, nel mio caso rischio di più in città che in montagna e questo perché tendo a beccarmi l'accidente soprattutto a causa degli sbalzi di temperatura.

    In montagna sono semplicemente sempre coperto, mentre in città (ma anche se in misura minore, in baita), rischio di prendere alla leggera l'abbigliamento; sapete com'è, dopo aver lasciato fuori gli strumenti, si lascia il calduccio della casa avendo ancora in dote un po di "calorie" residue, poi l'umidità e soprattutto lo stare fermi, comincia farti battere i denti se non sei stato attento con l'abbigliamento e lì si comincia a rischiare. Se poi sei magari un po sudaticcio, perché si è giocato con i bambini o per qualche lavoretto casalingo, appena si esce la martellata è assicurata.

    Relativamente al miglior strumento, li non mi addentro, perché come per il resto, dipende dalla propria "logistica" e condizioni al contorno (del balcone).



    @Zoroastro
    L'EAA la uso durante le osservazioni pubbliche da quando ho la asi120mc (circa dal 2016), grazie al live stacking, a monitor riesco a far vedere (in diretta) qualche deep facile anche sotto il fetentissimo cielo milanese. Solitamente la monto sull'apetto con riduttore (feq di circa 250 mm), su EQ5 e lascio inseguire, se c'è il classico cielo pulito dal föhn, non si deve neanche "spingere" molto per fare uscire le parti centrali di M42 o il nucleo di M31, si riesce a beccare anche M81 e 82 insieme. Nel frattempo, gli altri si vedono i pianeti all'oculare.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  5. #15
    Nana Rossa L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    475
    Taggato in
    65 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Grazie Angelo - quindi confermi che è una buona soluzione per cieli fetenziali da lockdown cittadino, bene. Leggo anche che una CCD sarebbe più indicata di una CMOS.

    Ciao!

  6. #16
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,031
    Taggato in
    179 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Si confermo, quando mi hanno fatto scoprire ( @andreaconsole ) sta cosa del livestacking, mi si è aperto un mondo.
    Relativamente a CMOS vs CCD non saprei, penso sia cosa da "iniziati" dell'astroimaging.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  7. #17
    Nana Bruna L'avatar di Gonariu
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    194
    Taggato in
    37 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Citazione Originariamente Scritto da Huniseth Visualizza Messaggio
    Bisogna farsene una ragione, il covid19 non se ne vuole andare e noi siamo confinati, alla peggio in casa, alla meno peggio con spostamenti limitati - e bisogna evitare freddature altrimenti son guai e ci mettono in quarantena a prescindere.
    Mah, sarà che qui in Sardegna il clima è temperato-caldo, a Settembre finivo di guardare Marte alle due del mattino in magliettina. A Ottobre ho limitato molto le osservazioni ma non per paura del freddo (la temperatura è scesa anche qui) ma perché avevo paura che, mettendo il telescopio fuori per acclimatarsi, si prendesse una passata d'acqua fuori programma! Ieri che il tempo era migliore mi sono messo un giubbottone invernale ed ho osservato Marte con un'occhiata veloce alle Pleiadi usando l'80/400 finendo a mezzanotte e mezza, stamattina alle 7 occhiata mordi e fuggi di Venere coll'80/400. Conclusione: basta coprirsi bene se poi mi becco un colpo d'aria con tanto di febbre a 38 e con tampone di controllo anti-Covid non me ne importa niente, già messo in conto! La palestra ha chiuso quest'estate, non vado a visitare i parenti perché ci sono persone anziane di 80-90 anni, dei soliti caffé decaffeinati al bar mi sono stufato, le osservazioni, specialmente di Marte non le mollo (lo si rivedrà come questo mese tra una decina d'anni ........), una quarantena con tampone è un prezzo che si può pagare! Aggiungete (dulcis in fundo) che sono un insegnante delle superiori con 8 classi (perciò di gente ne vedo tanta), alcuni tamponi penso che prima o poi mi capiteranno! Conclusione II: di morire di Covid non me ne importa niente, come diceva Epicuro, quando ci sono io non c'è la morte, quando c'è la morte non ci sono io, quindi non ci incontriamo!!!

  8. #18
    Nana Rossa L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    475
    Taggato in
    65 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Grande Gonariu!

  9. #19
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    8,057
    Taggato in
    519 Post(s)

    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Se Gonariu ragiona così pur essendo un insegnate, quindi uno che dovrebbe essere esempio di responsabiltà verso la collettività, e qualcun altro gli dice anche bravo.. mi rendo conto che questo paese è definitivamente fallito, e soprattutto perchè.
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  10. #20
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,953
    Taggato in
    502 Post(s)


    Re: Quale telescopio in tempi di lockdown?

    Dunque: 1) Evitiamo gli OT; 2) evitiamo i commenti piccati. Grazie.

Discussioni Simili

  1. Quale telescopio?
    Di Frenk144 nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 15-08-2016, 10:20
  2. Quale telescopio
    Di Carmelos nel forum Primo strumento
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 27-06-2016, 23:44
  3. Quale telescopio usare?
    Di Daniele Varaldo nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 24-02-2016, 21:17
  4. Quale telescopio comprare?
    Di Lawliet nel forum Primo strumento
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 28-08-2014, 08:31
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-02-2014, 12:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •