Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40
  1. #21
    Nana Bruna L'avatar di halpanweton
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Località
    LATINA
    Messaggi
    180
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Postate qualche foto fatta da voi con questi incredibili dobson, così vediamo cosa fanno in realtà.
    Il c11 non è che te lo regalano Salvatore , qui stiamo parlando di newton aperto a lambda 4 vs rifrattori, non andiamo fuori tema,please.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Zeiss 110/750, Unitron4inch, vixen 90/1300,Kenko 90/1300, vixen 200.rss f4.

  2. #22
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    24,738
    Taggato in
    2056 Post(s)


    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    io credo che dovete abbassare i toni della discussione, soprattutto tu @halpanweton , è irritante leggere un thread con questa spocchia.

  3. #23
    Sole L'avatar di Ro84
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    593
    Taggato in
    71 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Citazione Originariamente Scritto da halpanweton Visualizza Messaggio
    Postate qualche foto fatta da voi con questi incredibili dobson
    Solo che i Dobson non nascono per fare foto ma solo per il visuale, e lo sai anche tu.

    Guarda, finora ho cercato di essere cortese, ma si sta superando il limite.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Roberto - Strumenti: Dobson Skywatcher 203/1200; Skywatcher Startravel 80.
    Oculari: zoom Baader 8-24 Mark III + Barlow; Baader 36 asferico.

  4. #24
    Nana Bruna L'avatar di halpanweton
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Località
    LATINA
    Messaggi
    180
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Bene, buon sabato a tutti.
    Zeiss 110/750, Unitron4inch, vixen 90/1300,Kenko 90/1300, vixen 200.rss f4.

  5. #25
    Nana Bianca L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    5,549
    Taggato in
    825 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Citazione Originariamente Scritto da halpanweton Visualizza Messaggio
    Postate qualche foto fatta da voi con questi incredibili dobson, così vediamo cosa fanno in realtà.
    Il c11 non è che te lo regalano Salvatore , qui stiamo parlando di newton aperto a lambda 4 vs rifrattori, non andiamo fuori tema,please.
    IMG_20200521_211544.jpg Dobson 610 strehl non lo so e non mi interessa, so che si vede bene. 640x scatto singolo su smartphone tenuto a mano (il Dob non insegue) (felicissimo di portarmi dietro 80 kg di peso per quello che é il mio scopo) . É comunque da una foto così cé poco da capire.

    Il C11 é lambda/8, il Takahashi dovrebbe essere perfetto! E sono strumenti miei di cui ne conosco pregi e difetti. Ho confrontato il Takahashi con un 12" Cinese in montagna qualche volta, non era il mio ma sembrava in ordine. E comunque io preferisco parlare di strumenti miei e non di sporadiche osservazioni fatte per qualche minuto su un oggetto xxx di cui ho un vago ricordo...

    Io mi associo a @Ro84, qua si offende alla grande, ma di brutto brutto! Non mi piacciono certi comportamenti, altrimenti avrei evitato di interagire, ho solo risposto perché ero consapevole che questo 3D riguardava Halpanweton, che da un po' di tempo ci prende per imbecilli qua e là.

    Tolto il sasso, mi tolgo dalle scatole.

    Ciao ciao.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    La Mia Strumentazione
    Sempre con gli occhi verso il cielo

  6. #26
    Nana Bruna L'avatar di halpanweton
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Località
    LATINA
    Messaggi
    180
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Finalmente ci sei arrivato!!! Bravo, il dobson è uno strumento si economico ma,come mi confermi fatto solo per visuale, no foto, peggiore sui pianeti e luna perché lavorato a lambda 4, in poche parole,incompleto.
    Non voglio mancare di rispetto ad alcuno, se avete da controbattere gentilmente accetto tutto.
    È solo il mio umile punto di vista,non mi reputo sopra nessuno di voi tutti.
    Ciao di nuovo a tutti

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Zeiss 110/750, Unitron4inch, vixen 90/1300,Kenko 90/1300, vixen 200.rss f4.

  7. #27
    Nana Bianca L'avatar di Salvatore
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    Zurigo-Catania
    Messaggi
    5,549
    Taggato in
    825 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    @halpanweton un risultato recente con un Cinese di dubbia qualità, sottocampionato e pianeta inseguito a mano durante la ripresa (il telescopio in oggetto da 200mm e focale 1000mm sicuramente può fare qualcosina in più)

    https://www.astronomia.com/forum/sho...l-Ottobre-2020
    Ultima modifica di Salvatore; 17-10-2020 alle 20:14
    La Mia Strumentazione
    Sempre con gli occhi verso il cielo

  8. #28
    Nana Bruna L'avatar di halpanweton
    Data Registrazione
    Sep 2018
    Località
    LATINA
    Messaggi
    180
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Ho visto le foto e direi che sono eccezionali, non noto i puntini dei satelliti che comunque dovevano essere percepibili secondo me in quanto vicino all opposizione del pianeta essendo abbastanza vicini, probabilmente erano sul lato nascosto di Marte, quando c'è il seeing che collabora si possono ottenere immagini molto belle.
    Complimenti doppi perché fatte con un 8pollici f5
    cinese poi ...
    Marte poi è un pianeta molto "nervoso"
    Cordiali saluti

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Zeiss 110/750, Unitron4inch, vixen 90/1300,Kenko 90/1300, vixen 200.rss f4.

  9. #29
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    8,057
    Taggato in
    519 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Le foto non significano niente in questa disputa... sono soggette a troppe variabili.
    Io sono dell'idea, per quanto dice la mia esperienza, che i buoni rifrattori e stiano alle costole dei buoni SC e Newton di diametro maggiore, i dobson non li considero o li considero nei Newton economici, quindi si salvano solo grazie al diametro ma ho grossi dubbi sulla qualità dell'immagine.
    Non credo possibile confrontare un 90mm con un 200mm, per quanto non sia lavorato bene come il 90mm, si vedrà sempre più grande e luminoso, certo a discapito della qualità, difetto che viene "nascosto" dalla quantità di luce in più.
    Innegabile che le stelle non saranno puntini, che avranno la coda o altro, ma se ne vedranno di più, è sicuro.
    Il diametro conta purtroppo, una semplice prova si fa diaframmando qualunque telescopio o binocolo, e chi mi viene a dire che un fantastilioso Swarosky da 25mm sia meglio di un rottame cinese da 50/60mm io non gli credo.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  10. #30
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,955
    Taggato in
    394 Post(s)

    Re: Sensibilità dell'occhio umano (in visuale) alle lavorazioni lambda/x

    Citazione Originariamente Scritto da Salvatore Visualizza Messaggio
    Poco più di un mese fa avevo avevo quasi in parallelo un rifrattore Takahashi da 150 mm (...) e un banale C11 da ben 280mm di diametro. (...) Non ho potuto confrontare i pianeti, ma in base all' esperienza acquisita in questi mesi Il Takahashi mi ha sempre offerto immagini migliori (ma é noto che trovare condizioni di turbolenza favorevoli per un diametro da 25 cm in su non é cosi facile). La sera in cui ho fatto il paragone ho preso a confronto due globulari, M2 e M15. Per quanto le immagini del rifrattore fossero di una pulizia e contrasto maggiore, il C 11 mostrava globulari più luminosi e sciolti con diverse stelle in più. Ho usato uguali ingrandimenti.
    Un C11 ha un diametro che, da noi, non è molto utilizzabile con frequenza per ragioni di seeing.
    La calma atmosferica di cui necessita è cosa da notti estive lievemente caliginose con l'afa che ti fa sentire appiccicoso mezz'ora dopo aver fatto la doccia, quando si dorme male e sembra esserci un leggero velo di foschia.
    A quel punto, la drasticamente maggiore apertura di un C11 mette "la pistola sul tavolo" del suo potere risolutivo, e, sulla Luna e sul planetario o sugli ammassi globulari, vedi dettagli che il Taka da 150 nemmeno si sogna. Il Taka te li mostra più belli. Un non so che di più inciso, di più secco, fine nel contrasto degli ultimi dettagli. Però se vai a contare i craterini in Clavius o Plato, col C11 ne conti MOLTI di più, quelli del Taka son più belli e "materici" ma dove arriva un 285 non arriva un 150, è la legge; e la legge non si aggira nemmeno mettendo sul banco del negoziante 35.000 euro.

    Il resto è leggenda legata al marketing e al fatto che una cosa cara e "esclusiva" costituisce oggetto del desiderio, una cosa più alla portata di tutti no.

    Siccome però quelle serate dai posti buoni son poche, dai posti "normali" son pochissime, e posti dove siano frequenti non è cosa da Italia, ecco che mediamente un rifrattore da 150 mm buono, pure se non è figlio di un Visconte e fratello di un cardinale - che queste son tutte menate classiste e servono a vendere una cintura di cuoio MOLTO ben fatta al doppio del giusto se c'è scritto Gucci... perché gli stai pagando l'affitto del negozio di via Montenapoleone - ecco che mediamente il proprietario del rifrattore, che offre prestazioni sulla carta inferiori punto e basta perché ha un diametro "troppo" inferiore anche considerando doppie riflessioni, ostruzione e tutto, è più felice perché quello che il suo strumento gli può dare glielo dà MOLTO più regolarmente.

    E' molto difficile in Italia avere condizioni di stabilità atmosferica tali da oltrepassare quello che può dare al massimo un obiettivo da 200 mm.
    E ci sono posti in cui, in osservatori, la qualità media delle osservazioni in hi-res (che di norma non si fanno con lo strumento principale che è un Newton o un RC di grande apertura) è MIGLIORATA passando da che so, da un 177 ED a un altro ED molto ben collimato da soli 140... che soffriva meno la turbolenza. O diaframmando il 177... cosa che col rifrattore viene bene, e aumenta anche la correzione non solo dell'AC assiale.

    Con un riflettore devi mettere diaframmi eccentrici, se no aumenti l'ostruzione da paura... si può realmente fare solo se si parla di grandi strumenti da 400 mm di primario in poi.
    Tu prendi un RC da 500 mm f/8, e metti quasi tangente al bordo del supporto del secondario un diaframma da 18 cm di luce libera; avrai un 18 cm di apertura fuoco 4000 (f/22,2) non ostruito e totalmente (totalmente) privo per definizione di cromatismo di sorta. I residui anche minimi di aberrazione sferica saranno spariti come per incanto, e vedrai immagini planetarie da spavento, anche con un contrasto MOLTO alto.

    Più piccolo il diametro, maggiori le notti in cui potrai godertelo come te lo aspetteresti. Però con un tre pollici arriverai a vedere quello che compete a un tre pollici. E non arriverai mai al limite di un buon cinque pollici ben lavorato, nemmeno se il tre pollici l'hai pagato millemila dollàri (quelli di Ollio). Meglio quello che non quantomeno non ribolle, che un'immagine in teoria superiore di tanto che però nemmeno riesci a mettere con certezza a fuoco perché traballa troppo.
    Per cui di solito a parità di impegno per gestirli... i possessori di rifrattori che non siano dei secchi tendono di più al sorriso.

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-12-2019, 21:03
  2. Avamposto umano sulle nubi di Venere?
    Di martin84jazz nel forum Astronautica
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21-12-2014, 21:35
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-2014, 16:13
  4. Il mio miglior Giove! (seguiranno altre lavorazioni...)
    Di Giuseppe Petricca nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 02-04-2014, 13:40

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •