Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    4,027
    Taggato in
    407 Post(s)

    Nel 1997 la NASA fu accusata di aver "invaso" Marte

    Quando la NASA fece scendere delicatamente su Marte il lander della missione Pathfinder, dal quale scese e iniziò ad andarsene in giro il piccolo rover Sojourner, non tutti ne furono entusiasti. Tre uomini di cittadinanza yemenita denunciarono la NASA per aver "violato" ciò che consideravano loro proprietà.

    Essi asserirono di avere ereditato il pianeta dai loro antichi antenati che avevano vissuto su Marte 3000 anni prima della missione della NASA. La loro affermazione pare si basasse (sic) su riferimenti oscuri nelle mitologie ebraica e sabaea, associati ad una interpretazione piuttosto... liberale nelle licenze poetiche dei testi antichi. Un po' quello che accade puntualmente dopo qualche evento di una certa rilevanza (attentati a capi di Stato e un paio di volte a pontefici, grandi terremoti, rivolgimenti politici e rivoluzioni etc etc) e salta subito qualcuno certo di avere individuato (sempre ex post) la quartina di Nostadamus in cui in modo un po' criptico l'evento sarebbe stato perfettamente previsto.

    Le corti yemenite non prendevano certo molto sul serio i tre, considerandoli un po' tocchi. Eppure costoro pretendettero un incontro con il locale ambasciatore degli Stati Uniti tramite il quale chiedettero alla NASA un blackout completo di tutti i dati provenienti da Marte fino a quando le due parti non hanno raggiunto un accordo. Man mano che la grottesca vicenda iniziò ad essere più di dominio pubblico, la ragion di Stato yemenita prevalse, e funzionari del governo avvertirono i tre uomini che sarebbero stati imprigionati se il caso non fosse stato abbandonato... e l'avvertimento venne preso immediatamente sul serio (le prigioni yemenite non devono essere proprio delle carceri-modello...).

    Tuttavia, anche se il contenzioso fu da loro abbandonato, non per questo i tre smisero di cercare di guadagnare denaro da Marte. Sempre sulla base della rivendicazione della proprietà, adattarono il loro schema. L'anno successivo, 1998, annunciarono la vendita di terreni su Marte per soli 2 US$ per metro quadrato, impegnandosi (certo) ad usare il ricavato per il restauro conservativo di diverse città antiche.

    Ben pochi presero sul serio questa nuova offerta, anche sulla base del trattato internazionale (Outer Space Treaty del 27/1/1967) afferma all'art. 2 che «lo spazio extra-atmosferico non è soggetto ad appropriazione nazionale né rivendicandone la sovranità, né occupandolo, né con ogni altro mezzo». Eppure, un po' di soldi da qualche gonzo riuscirono a raggranellarli lo stesso...

    Fa pensare a...
    https://www.youtube.com/watch?v=rHEIkBaGh_Y
    Ultima modifica di Valerio Ricciardi; 22-11-2020 alle 22:56
    INQUINAMENTO LUMINOSO - segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

  2. #2
    SuperNova L'avatar di SVelo
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    4,324
    Taggato in
    885 Post(s)


    Re: Nel 1997 la NASA fu accusata di aver "invaso" Marte

    Ma serio?

Discussioni Simili

  1. Chandra potrebbe aver "visto" la dark matter
    Di Red Hanuman nel forum News
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 11-02-2017, 12:20
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-05-2014, 13:09
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-08-2013, 07:56
  4. Un filmato in "stile" time lapse da Curiosity diffuso dalla NASA
    Di Valerio Ricciardi nel forum Sistema Solare
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-08-2013, 13:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •