Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17
  1. #11
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vallee
    Messaggi
    9,329
    Taggato in
    645 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Il problema della pellicola è che lo sviluppo costa......
    Riguardo al colore, ok per gli iso, le color credo siano fate con strati di emulsione dei tre colori, quindi avrebbero meno risoluzione del B/N? - Peendo a riferimento i sensori digitali.
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  2. #12
    Nana Rossa L'avatar di Lorenzogibson
    Data Registrazione
    Apr 2018
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    444
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Confesso che non ho nessuna esperienza nel digitale, proprio perché non mi piace usare il computer ( lo uso già abbastanza per lavoro) forse si può fare un paragone tra pixel e grana, ma non ne sono sicuro. Si tratta comunque di tecniche talmente diverse, che forse ha poco senso paragonarle, se non per avere una vaga idea teorica sul loro funzionamento. Si trovano comunque in rete tante discussioni in cui si paragonano le due tecniche, e molte diventano interminabili battibecchi sterili; per contro si trova poco o niente riguardo a condivisione e consigli pratici su chi ama la pellicola e ha voglia di sperimentare con essa nell'astrofotografia, per quanto folle possa sembrare nel 2021. Per questi motivi ho aperto la discussione, sicuramente ci sono tanti utenti che vogliono sperimentare come ho fatto io, se non ci fossero accetto comunque consigli su chi usava la pellicola alcuni anni fa, quando non c'era alternativa...

    Riguardo al costo e ai rischi dello sviluppo, li ho limitati molto facendo tutto a casa da solo, ho già anche l'ingranditore, mi mancano solo i filtri colore per le dominanti ( li ho ordinati ma ritardano nella consegna), poi posso anche stampare..

  3. #13
    Nucleo Galattico Attivo L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,378
    Taggato in
    1184 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Sviluppo e stampa in casa sono relativamente semplici se si tratta di B/N, ma maledettamente complicati se si tratta di negativi colore e pellicole invertibili.
    Tanto per cominciare, serve un ingranditore con testa colore (con i filtri incorporati) esposimetro per stampa, analizzatore colore, bacinelle e drum termostatati, termometro di alta precisione (al mercurio) tamburo per lo sviluppo delle pellicole, filtro per acqua 50 micron, bla, bla, bla...
    E luce giallo verde, o rosso, per il B/N e verde sicurissimo per il colore.
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  4. #14
    Nana Rossa L'avatar di Lorenzogibson
    Data Registrazione
    Apr 2018
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    444
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Si lo so @Angeloma, grazie per i consigli, anch'io se dovessi consigliare un neofita gli direi di partire con il b/n.
    Però ho scelto il colore, mi piace di più. Ho imparato a giocare con la temperatura dell'acqua sviluppando le pellicole, ho un termometro digitale che è molto preciso nel dare temperature sbagliate ( segna esattamente un grado in più), e mi sento pronto per sperimentare nella stampa, ho già i drum ( che sono semplici tubi di plastica) che cercherò di preriscaldare in maniera più o meno ripetibile, e butterò alcune foto prima di trovare i tempi giusti.

    Per l'ingranditore ho optato per un modello a condensatore , per il maggior contrasto e perché non volevo privarmi della scomodità di mettere i filtri colorati manualmente, direttamente sopra al condensatore.

    Non ero a conoscenza del filtro per l'acqua di cui parli, ma serve per forza?
    Grazie

  5. #15
    Nucleo Galattico Attivo L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,378
    Taggato in
    1184 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Serve per forza, se non vuoi ritrovarti con le pellicole tempestate di particelle di pattume.

    Il filtro per il filtraggio dell'acqua, apposito per la fotografia, ha uno scarico di spurgo. Dopo il primo "lavaggio", ho smesso di bere acqua dal rubinetto; sono passati quarant'anni...
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  6. #16
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vallee
    Messaggi
    9,329
    Taggato in
    645 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Che dire... buon lavoro
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  7. #17
    Nana Rossa L'avatar di Lorenzogibson
    Data Registrazione
    Apr 2018
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    444
    Taggato in
    42 Post(s)

    Re: Astrofotografia analogica ( pellicola ai sali d'argento)

    Grazie mille ad entrambi, credo che in questa discussione siano già presenti un numero di informazioni sufficienti per chi volesse cominciare con questa tecnica, attendo che altri utenti postino i loro "capolavori" analogici. Va bene anche se scannerizzati in digitale, non facciamo i pignoli. Chiedo ai moderatori di accettare in questa discussione anche fotografie Deep Sky, anche se non sarebbe la giusta sezione, per non disperdere informazioni utili legate ad una tecnica così desueta.
    Ho cercato la sezione dedicata all'astrofotografia analogica, ma non c'è....
    Ultima modifica di Lorenzogibson; 05-02-2021 alle 17:05 Motivo: Correzione

Discussioni Simili

  1. Rigenerazione sali igroscopici del CCD
    Di Gianluca97 nel forum Accessori
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 05-08-2017, 17:32
  2. La galassia Fuso d'argento
    Di alextar nel forum Deep Sky
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-05-2017, 07:08
  3. Wide-field 05h30m +30°00' su pellicola fotografica
    Di Danilo Pivato nel forum Deep Sky
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 07-03-2017, 12:37
  4. Astrofotografia... Analogica!
    Di abe nel forum Accessori
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 05-04-2016, 23:51
  5. I sali minerali: gli ioni importanti per la vita
    Di peppe nel forum Esobiologia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 22-06-2012, 20:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •