Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Nana Rossa L'avatar di gspeed
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Località
    Padova
    Messaggi
    371
    Taggato in
    47 Post(s)

    Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Cerco un aiutino per chiarirmi le idee, stavo pensando ad un diagonale dielettrico, in attesa di cieli bui. Anche perchè il Celestron a prisma di primo equipaggiamento, pur essendo di metallo e nulla ho da dire sulla qualità (ma non ho con cui compararlo), ha la rotellina di blocco oculari troppo sporgente e "gratta" negli oculari grandi, o meglio nell'unico grande che ho (ES 24mm 68°), per cui devo tenerlo leggermente sollevato. Vabbé ogni attacco di strumentite è accompagnato da giustificazioni più o meno razionali, lo sapete già

    Il campo reale massimo massimo che ho ora è di 48-49' con l'ES 24mm o il plossl baader 32mm. Già che ci sono potrei prendere un diagonale da 2" per poi dotarmi di un oculare buono da 2" per arrivare al massimo campo reale concesso che sembra essere intorno a 1.1/1.2°. Oltre il calo di luminosità ai bordi di un SCT si fa più marcato e vignetta (non ho ben capito se dipende dalla configurazione SCT o dal drawtube del c8) e altre aberrazioni (curvatura di campo e coma) renderebbero comunque poco piacevole l'osservazione.

    Con il diagonale da 2", un Baader Aspheric da 31mm potrebbe essere un buona soluzione arrivando a 1.1° anche se forse sarebbe meglio un semplice Plossl da 46mm (mi piaccino gli oculari leggeri) che a fronte di meno ingrandimenti mi darebbe una PU più vicina ai 5mm "canonici" per alcuni dso (ma penso che la curvatura di campo sia ben visibile).

    Però c'è un alternativa: spendendo sicuramente di meno potrei trovare il riduttore di focale 0.63x e quindi arrivare ai 1.1/1.2° senza complicarmi la vita con i 2"...

    Quindi:

    • Opzione 1: diagonale dielettrico 2" per sct (con adattatore a 1.25), e in futuro un oculare da due pollici per sfruttare il campo (consigli su quale?)
    • Opzione 2: diagonale dielettrico 1.25" e in futuro riduttore di focale (oppure viceversa, così ho i miei 1.1° da subito), sfruttando gli oculari che ho già.


    La prima opzione costa di più...

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di gspeed; 30-03-2021 alle 11:40
    C8, N150/750, Exos2 e aGotino ...Messier aveva mooolto meno!

  2. #2
    Nucleo Galattico Attivo L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,147
    Taggato in
    1169 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Ti conviene, spendere di più per usare un solo oculare?
    Usi un anello parafocale, oppure un paio di o-ring, per tenere sollevato l'ES da 24mm.
    Applicare il riduttore di focale f6,3 può essere una buona idea e c'è una vasta gamma di oculari fra i quali scegliere.

    Il diaframma di campo del C8 dovrebbe essere, più o meno, a metà strada fra i 26 e i 46mm, nel qual caso il campo massimo reale potrebbe essere inferiore a quanto previsto.
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  3. #3
    Nana Rossa L'avatar di gspeed
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Località
    Padova
    Messaggi
    371
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Si, infatti è intorno ai 1.1° anziché i quasi 1.5 teorici che si avrebbero con oculari da 2"

    In effetti spendere di più per un solo oculare... tra l'altro non è un tubo progettato per campi ampi.
    C8, N150/750, Exos2 e aGotino ...Messier aveva mooolto meno!

  4. #4
    Nucleo Galattico Attivo L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,147
    Taggato in
    1169 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    infatti è intorno ai 1.1° anziché i quasi 1.5 teorici che si avrebbero con oculari da 2"
    1,271º teorici, non 1,5º.
    Ma poco importa; il riduttore di focale può tornare utile per fare qualche "foto ricordo". 🤣
    https://www.astronomia.com/forum/sho...-non-hanno-mai
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  5. #5
    Nana Rossa L'avatar di gspeed
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Località
    Padova
    Messaggi
    371
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Che formula usi? Ce la prendiamo con @etruscastro semmai https://www.astronomia.com/forum/sho...o-apparente#10

    Oltre la teoria, la pratica dipende dal field stop dell'oculare - se non erro 46mm per i 2" lunghi, darebbe circa 1.32 (in pratica). Dove per 1-punto-32 indendo proprio 1 grado e 32 centesimi di grato (non 32').
    C8, N150/750, Exos2 e aGotino ...Messier aveva mooolto meno!

  6. #6
    Nucleo Galattico Attivo L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,147
    Taggato in
    1169 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Sì, è corretto, se il diaframma di campo fosse il massimo applicabile, per un oculare da 50,8mm sarebbe pari a 46 mm.
    Come il massimo applicabile a un oculare da 31,8 è di 28mm.
    Raramente si trovano diaframmi di campo così ampi.
    Ultima modifica di Angeloma; 30-03-2021 alle 22:24
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  7. #7
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,288
    Taggato in
    204 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Il campo degli SCT "classici" da 8" (quindi esclusi i meade ACF, celestron HD et simila) è limitato dal foro in culatta di 38 mm (i celestron, mentre i meade non ricordo se lo hanno 1 mm il più o in meno).
    Quindi il campo reale è di circa 1,07° (1,04° o 1,1° per i meade), qualsiasi oculare con diaframma di campo superiore a 38 mm (o 37/39 mm per i meade) vignetta.
    Però, la caduta di luce ai bordi è veramente minima, intorno al 10/12% con diaframmi di campo da 46 mm (più o meno il massimo per un oculare da 50,8 mm), insomma se non guardate la Luna, per tutti gli altri oggetti celesti che si osservano solitamente di notte, non ve ne accorgerete mai.

    Per il diagonale ti do un consiglio, non stare a spendere soldi, semplicemente prenditi una una vite più lunga, così che il pomello sia oltre il diametro dell'oculare, in questo modo il fondello non sbatterà da nessuna parte.
    Puoi spendere pochi centesimi da una ferramenta, e farti un pomellino "casereccio" con due dadi e una goccia di frenafiletti (o di colla), o prendertene uno "figo" da Lolli, che te lo fa della lunghezza che vuoi.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  8. #8
    Nana Rossa L'avatar di gspeed
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Località
    Padova
    Messaggi
    371
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Grazie Angeli

    Si certo, le vitine che grattano sono più una scusa, anzi già non è più valida perché proprio ieri sera ho brillantemente risolto scambiando le vitine del diagonale con quelle del backfocus che hanno un pomellino piccolo

    Rimane comunque la scelta, se ha senso dotarsi di un diagonale dielettrico per cieli bui e DSO, è meglio investire in un 2" o stare con il 1.25"? Nel primo caso per sfruttare tutto il campo dovrei poi prendere anche un altro oculare, nel secondo penserei al riduttore. Mi sembra che non abbia senso spendere di più per un solo oculare. A dire il vero non so neanche se ne valga proprio la pena di spingersi verso i 1.1° o oltre (vs i 49' che ho ora), è che veniamo dalla stagione degli ammassi aperti in cui a volte un campo un più ampio avrebbe fatto comodo, penso che per le prossime stagioni non ne sentirò la mancanza. Che poi, ho un newton 150/750 nell'armadio se volessi i campi larghi... ma alla fine non lo tiro mai fuori.
    C8, N150/750, Exos2 e aGotino ...Messier aveva mooolto meno!

  9. #9
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,288
    Taggato in
    204 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Se proprio vuoi spendere (e puoi spendere) meglio il diagonale da 50,8 mm che tanto viene fornito con riduttore da 31,8 mm.
    Almeno se dovessi beccare d'occasione il classico 40 mm 68° (53x - P.U. 3.8 mm)* o l'altrettanto classico 32 mm 82° (66x P.U. 3,1 mm)* potresti impiegarli senza problemi.



    *: per i calcoli ho usato una focale di circa 2100 mm e non i 2030 mm nominali, perché montando accessori da 50,8 mm (che sono più lunghi) si deve estrarre di qualche cm il fuoco (avvicinando il primario al secondario) e questo aumenta proporzionalmente la focale nominale del telescopio.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  10. #10
    Nana Rossa L'avatar di gspeed
    Data Registrazione
    Apr 2020
    Località
    Padova
    Messaggi
    371
    Taggato in
    47 Post(s)

    Re: Opzioni per massimo campo reale in SCT (C8)

    Grazie - capisco che spostando il primario la lunghezza focale cambia in quanto il secondario non è piatto, quindi ad una riduzione di distanza tra primario e secondario non corrisponde una ugual allungamento del fascio che va dal secondario al punto di fuoco.

    Ma mi sorgono altre domande:

    1. Non mi è chiaro perché i 2" necessitano di un fuoco più esterno: son più larghi, perché devono essere più "lunghi"? Anche il mio plossl 32mm da 1.25 è più lungo del 10mm, ma sono parafocali.

    2. Far lavorare il telescopio a delle focali maggiori di quelle per cui è stato progettato (siamo al +5%) ha delle controindicazioni?

    3.Mi sembra di aver capito che passando da un diagonale a prisma ad un dielettrico ci debba essere uno spostamento del primario tale da compensare la differenza di schema ottico, ma questo non dipende dal fatto che il dielettrico sia da 1.25" o 2", giusto?



    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    C8, N150/750, Exos2 e aGotino ...Messier aveva mooolto meno!

Discussioni Simili

  1. Ingrandimenti a parità di Campo Reale
    Di gspeed nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 22-04-2020, 07:37
  2. Campo reale e Campo apparente
    Di etruscastro nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 26-11-2018, 10:15
  3. Dubbi su campo visivo reale
    Di luca.g nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 21-08-2018, 21:08
  4. Oculari e Campo Reale
    Di Marcos64 nel forum Accessori
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 18-03-2015, 20:47
  5. Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 21-01-2013, 18:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •