Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Pianeta L'avatar di Piergiovanni Salimbeni
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Valganna
    Messaggi
    75
    Taggato in
    4 Post(s)

    L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Fare astronomia tra le luci di una città cercando di sopravvivere all’inquinamento (non solo luminoso) e in mezzo a case, lampioni, strade e ferrovie, è un'abilità che viene richiesta sempre più spesso a chi mostra interesse per l'osservazione del cielo. Inizia così il nuovo interessantissimo articolo firmato da Raffaello Braga. Buona lettura a tutti e buon inizio settimana. https://www.binomania.it/losservazio...-grande-citta/

  2. #2
    SuperGigante L'avatar di Fazio
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,744
    Taggato in
    320 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Citazione Originariamente Scritto da Piergiovanni Salimbeni Visualizza Messaggio
    ... Inizia così il nuovo interessantissimo articolo firmato da Raffaello Braga...[/url]
    Veramente ben fatto e molto interessante (come sempre) l'articolo di R. Braga.

  3. #3
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    25,430
    Taggato in
    2104 Post(s)


    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    sposto in -Profondo Cielo-.

  4. #4
    Nana Rossa L'avatar di Checco Lauro
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Saluzzo (CN)
    Messaggi
    404
    Taggato in
    17 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Grazie, è un articolo molto utile. Per quanto mi riguarda, l'osservazione dalla città almeno agli inizi è fondamentale come allenamento per capire come usare il telescopio...certo che, basterebbe schermare bene tutte le luci e sono sicuro che dalle città avremmo cieli quantomeno mediocri e non pessimi
    Dobson GSO 10", newton 130/900 eq2, Bresser skylux 70/00
    MaxvisiOn 24mm 82°, Celestron xcel lx 12mm, Celestron omni 9mm, Celestron omni barlow

  5. #5
    Sole L'avatar di cesarelia
    Data Registrazione
    May 2020
    Località
    Pisa
    Messaggi
    755
    Taggato in
    72 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Bellissimo articolo!

  6. #6
    Meteora L'avatar di Ale.diio
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    16
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Articolo molto bello e che offre tanti spunti.

    Grazie per averlo condiviso.

  7. #7
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,290
    Taggato in
    204 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Molto bello (non è una novità con le cose scritte da Braga).
    C'è tanta verità in questo articolo.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  8. #8
    Pulsar L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vallee
    Messaggi
    9,164
    Taggato in
    631 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    C'è molta verità nell'articolo, ma anche un pizzico di ottimismo. Ha poco senso parlare di seeing per almeno 6 mesi l'anno, a causa delle migliaia di camini che creano turbolenza a gogò, e se c'è un filo di foschia o peggio nebbia... la vedo dura.
    Interminati spazi io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si spaura.
    Mak180, G.Hi 152/900, Orion 80/400, Mak127, TS70ed/474, Wega 15x70, EQ6, binoview, Tasco80

  9. #9
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,290
    Taggato in
    204 Post(s)

    Re: L'osservazione del cielo da una grande città di Raf Braga

    Nessun ottimismo, per essere ottimisti (o pessimisti) si dovrebbe generalizzare (come la famosa frase «seeing medio italiano» che si legge spesso), questo Raf non lo fa, scrive esattamente quello che è, ovvero che sostanzialmente dipende, dipende da città a città¹, ma anche da zona a zona in quella città², come anche dal "microcontesto" del palazzo/casetta/villa³ e la "stagione" conta solo fino a un certo punto.


    [¹]: Una città come Milano posta sul bordo delle prealpi e a poca distanza dal "fondo" (orograficamente parlando) della pianura padana, ha spesso aria molto ferma, spesso inversione termica e se c'è vento è in regime laminare, ergo, spesso buon seeing. Di converso una citta marina che soffre sempre delle termiche dovute allo scambio termico tra terreno e massa d'acqua, a meno di non risiedere su un dolce declivio molto liscio (regime laminare) il seeing solitamente è sul fetente andante.

    [²]: Nelle città c'è il problema (tra gli altri ) "isola di calore", se si è in una zona estremamente urbanizzata (ergo, cementificata) è vero che la massa degli edifici e soprattutto le parti asfaltate, accumulano calore che rilasciano la sera (moti convettivi turbolenti), ma si può essere in città come Roma (dotata di enormi spazi verdi proprio all'interno dell'urbanizzato) o come Milano la quale possiede grandi parchi periferici, enormi aree degli scali ferroviari (non urbanizzate) dismesse o in dismissione o quella dei parchi centrali (sempione, giardini pubblici, monumentale, ecc), io abito proprio sul bordo di uno di questi (Parco delle Cave) e in vicinanza del parco sud, quindi poca (pochissima) isola di calore e camini dalla parte giusta (ovvero lontano dall'eclittica) e questo vuol dire seeing buono d'estate e inverno.

    [³]: Il microcontesto essenzialmente la tua postazione osservativa (il tuo balcone, il terrazzo condominiale, il tuo giardino, insomma il tuo palazzo), puoi osservare da un palazzo vecchio di categoria G (energeticamente inefficiente), che disperde da tutte le parti, da un balconcino a loggia (la tipologia peggiore per i moti convettivi) e quindi avresti turbolenza anche se il tuo palazzo fosse nel deserto, ma ci sono quelli che hanno la fortuna di avere un giardino (condominiale o privato), ma anche quelli (come me) che hanno l'edificio completamente isolato (cappotto) e i terrazzi completamente a sbalzo, quindi i moti convettivi delle dispersioni invernali sono minime, mentre la massa radiante del palazzo è minima, perché la maggior parte è "schermata" e questo va bene anche per i palazzi vicini (se si hanno palazzi nuovi o ristrutturati nei dintorni, questi hanno poca dispersione, sia radiante che da riscaldamento e quindi poca turbolenza in zona).


    Vedi, il senso dello scritto di Raf è questo, ovvero DIPENDE, dipende semplicemente dalle condizioni al contorno; lui a Milano è in condizioni silmili alle mie, infatti godiamo entrambi di seeing spesso ottimo, semmai la sfiga può essere il meteo (su quello va a cuBo).
    Ultima modifica di Angelo_C; 19-04-2021 alle 17:03
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

Discussioni Simili

  1. articolo di Raffaello Braga: la moda del vintage ...astronomico
    Di Piergiovanni Salimbeni nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-01-2021, 12:31
  2. Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 29-10-2016, 13:18
  3. Osservazione cielo a Palermo
    Di Ned nel forum Mi presento
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-08-2016, 13:01
  4. osservazione del cielo
    Di Robyssion nel forum Accessori
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 08-08-2016, 19:11
  5. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-12-2014, 11:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •