Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Meteora L'avatar di Zak79
    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    8
    Taggato in
    2 Post(s)

    Da dove partire per osservare il cielo

    Salve, sono in procinto di acquistare il mio primo dobson, e vorrei capire, al di lá di stellarium sul telefonino, se é consigliabile usare carte stellari o altro per determinare la posizione degli oggetti celesti.

    Faccio un esempio, stasera voglio vedere Giove: come faccio a sapere in che posizione sarà alle undici di sera? Sará a ovest? A est? Quanto sarà alto sull'orizzonte?
    E tra una settimana dove sarà?
    Stesse domande per le costellazioni e oggetti Messer.
    Grazie a chi vorrà aiutarmi a capire

  2. #2
    Bannato L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,824
    Taggato in
    1207 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Studia le mappe stellari, impara a riconoscere le costellazioni e le stelle principali. Poi passa a studiare la posizione degli oggetti deep sky all'interno delle costellazioni, al punto che potrai trovarli senza guardare una mappa.
    Impara a riconoscere i pianeti fino a non confondere l'uno con l'altro (sono tutti diversi e inconfondibili).
    Una volta fatto tutto questo, sarai pronto per il telescopio.

  3. #3
    Meteora L'avatar di Zak79
    Data Registrazione
    Jul 2021
    Messaggi
    8
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Ok, grazie per la risposta.
    Due cose, le mappe stellari quali? Cartacee, oppure sul computer?

    E se voglio sapere dove sarà Giove o una stella tra una settimana o tra un mese, come faccio?

  4. #4
    Bannato L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    15,824
    Taggato in
    1207 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Per studiare le costellazioni, sono meglio le mappe cartacee: le trovi in rete in formato PDF, da visualizzare sullo schermo, o stampare.
    Per la dinamica del moto terrestre (rotazione e rivoluzione) usi la funzione data dei software astronomici per osservare come evolve la volta celeste nel corso delle 24 ore, dei giorni e dei mesi.

  5. #5
    Sole L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    882
    Taggato in
    95 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Se poi come me hai problemi a leggere le carte stellari al buio, a parte acquistare una torcia rossa (che perderai subito) puoi usare il tablet/smartphone con una delle mille app per riconoscere stelle e asterismi e avere le effemeridi di tutti gli oggetti del sistema solare, simulare la volta celeste in un dato giorno, ingrandire i pianeti magari per verificare la posizione dei satelliti, simulare Telrad e campo del tuo oculare e molto altro.

    Ne trovi sia gratis che a pagamento, sia IoS che Android. La più popolare è SkySafari ma ne esistono moltissime valide, come Stellarium per Android.

    Ciao!

  6. #6
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    25,995
    Taggato in
    2136 Post(s)


    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    sposto nel -Il cielo a occhio nudo-

  7. #7
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,486
    Taggato in
    215 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Se si deve osservare doppie e pianeti, allora vanno bene le app su cellofoni, palmari e quant'altro, se invece ci si rivolge al cielo profondo, sconsiglio l'uso di qualsiasi aggeggio che possa guastare l'adattamento al buio (il quale lo si raggiunge dopo 20/30 minuti, ma lo si può perdere in frazioni di secondo).

    Quindi evitare schermi di qualsiasi tipo, anche le app che hanno la funzione "vista notturna", sono ancora troppo luminosi (sotto un cielo veramente scuro), anche usando sullo schermo il classico foglio di "gelatina" rossa; molto meglio un atlante cartaceo (o stampe proprie) e una torcia rossa non troppo luminosa e se si ha paura di perderla c'è un aggeggio molto utile.

    https://www.amazon.it/PORTACHIAVI-BL...09978137&psc=1

    Oppure per la massima comodità ► https://www.amazon.it/Ricaricabile-M...073611&sr=8-17
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  8. #8
    Nana Bruna L'avatar di Giovanni1971
    Data Registrazione
    May 2021
    Località
    Lussemburgo
    Messaggi
    101
    Taggato in
    5 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Per quelli che preferiscono in ogni caso usare apps su iPhone e iPad, qui c’è un trucco per colorare di rosso lo schermo.

    https://www.skyatnightmagazine.com/a...for-astronomy/

    Riduce il rischio di essere “accecati” se si chiude involontariamente la app con modalità notte o se si riceve una chiamata...

  9. #9
    Pianeta L'avatar di Izar75
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Messaggi
    33
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Citazione Originariamente Scritto da Zak79 Visualizza Messaggio
    Salve, sono in procinto di acquistare il mio primo dobson, e vorrei capire, al di lá di stellarium sul telefonino, se é consigliabile usare carte stellari o altro per determinare la posizione degli oggetti celesti.
    Faccio un esempio, stasera voglio vedere Giove: come faccio a sapere in che posizione sarà alle undici di sera? Sará a ovest? A est? Quanto sarà alto sull'orizzonte?
    E tra una settimana dove sarà? Stesse domande per le costellazioni e oggetti Messer.
    Grazie a chi vorrà aiutarmi a capire
    Giustissimo il discorso delle mappe stellari e della luce rossa, ma secondo me siamo già troppo avanti per uno che comincia.
    Io ti rispondo da neofita e dobsoniano (ce l'ho da poco più di un anno), e cercherò di essere meno integralista dei più esperti perchè conosco bene tutte le difficoltà degli inizi, le paure, le ansie, le delusioni e le soddisfazioni, visto che ci sono ancora dentro e soprattutto è un anno che spulcio, leggo, chiedo, sperimento, ecc.


    Usa tutto quello che riesci! Stellarium, app, smartphone.. preghiere... tutto!

    All'inizio è tutto talmente difficile e oscuro che secondo me ogni aiuto è lecito e necessario, poi man mano potrai togliere cose.
    Il discorso dei dispositivi che fanno luce è vero, ma all'inizio è totalmente superfluo perchè avere o meno la visione notturna, quando non sai nemmeno cosa stai guardando, è del tutto inutile. E' come comprare le scarpe da running super fighe per non farti venire le vesciche, quando dopo 500 m sei già per terra con la lingua a terra. Ripeto: è un consiglio giustissimo, ma lo apprezzerai quando saprai fare una maratona completa, all'inizio non cambierà niente luce rossa o meno.

    Procedi un passo per volta: inizia col guardare il cielo il più possibile, a occhio nudo e guardando e usando le app, poi riguarda il cielo, poi riguarda le app, le mappe, così inizi a orientari nel cielo e riconoscere un po' le costellazioni. Di giorno usa Stellarium, capisci cosa passerà davanti a te quella sera, così la sera sai cosa stai guardando, e se hai un terrazzino o un balcone, mettiti comodo, passaci una mezzoretta ogni sera e impari a riconoscere cosa stai guardando.

    Non pensare di riuscire a distinguerle tutte o facilmente perchè ce ne sono alcune molto facili (Orione, Toro, Scorpione, ecc.), altre che sembrano facili ma non lo sono veramente (ad esempio le stelle che mancano per completare l'Orsa Maggiore dopo aver facilmente trovato il Grande Carro), o il Leone, che si vede l'asterismo del "punto di domanda" ma il resto è difficile, e soprattutto ci sono quelle che non si riconoscono praticamente mai.
    Non so dove abiti e che cielo tu abbia sopra la testa, ma all'inizio, paradossalmente, è meglio un cielo inquinato, perchè si vedono chiaramente le stelle più luminose, che poi sono quelle che creano asterismi e costellazioni, ed è più facili riconoscerle; se vai in un cielo con 3000 stelle visibili fai fatica a trovare persino il Grande Carro e ti ci perdi.
    Le app poi sono fantastiche proprio per fare quello che chiedi tu, ovvero sapere in anticipo dove sarà Giove, a che ora potrai vedere cosa, ecc. senza dover continuamente guardare fuori e stufarti dopo un po' e rinunciare. Basta capire in che direzione guardi da dove guardi (balcone, terrazzo, giardino, ecc.) e con Stellarium o qualsiasi altra app sai quando uscire a vedere cosa.

    Se compri un dobson prendilo almeno da 8", lo dicono tutti, su tutti i siti e video che ho visto in varie lingue, perchè se punti una cosa e non la vedi perchè il telescopio non cattura abbastanza luce, alla lunga ti stufi e molli tutto, poi chiaramente se vivi in un posto da cui si vede la via lattea ad occhio nudo, va bene anche un 150, ma anche lì, se poi ti appassioni veramente e vorrai vedere cose più interessanti o meglio, quei 50 mm potrebbero fare la differenza e saresti costretto a vendere e ricomprare.

    Per i pianeti è facile, soprattutto i due giganti gassosi: si vedono tutte le sere più o meno allo stesso orario e nello stesso punto, sono facili da puntare, e danno grandissime soddisfazioni (con un 8" nel mio caso). L'unico problema è che con un Dobson dovrai inseguirli perchè più aumenti gli ingrandimenti, meglio li vedi, ma più ti sfrecciano davanti nell'oculare e devi ricentrarli ogni 30 secondi (anche meno forse).
    Marte e Venere si vedono facilmente ad occhio nudo ma anche puntandoli (con l'8") non rendono come gli altri.
    La Luna divide: per qualcuno è bella.. si.. ma poi alla fine vista una volta anche basta, altri che invece hanno le mappe, la guardano per riconoscere i vari crateri.. starà a te decidere.

    Per gli oggetti del cielo profondo è tutto da vedere: Andromeda io l'ho vista dopo un anno di ricerche, quando sono finalmente riuscito ad andare in un cielo migliore. Gli ammassi stellari sono bellissimi anche da cieli suburbani, mentre quelli aperti, se non sai cosa stai guardando, è possibile che non ti renda neanche conto che stai vedendo un oggetto di Messier. O almeno a me, da ignorante, ha funzionato così.
    Quando usi Stellarium o altro, cerca di guardare l'immagine di quello che stai cercando di vedere, così sai cosa cercare, ma non ti aspettare mai di vedere quello che vedi in foto perchè rimarrai molto molto deluso; la Galassia di Andromeda io la vedo come un battuffolo lattiginoso, che so che è lei perchè è molto grande e ormai ho capito come trovarla, ma ad esempio se non avessi visto in foto che di fianco ce n'è un'altra più piccola, quando l'altra sera l'ho puntata, non avrei mai capito che quell'altro bagliore era l'altra galassia.

    Comunque, ribadisco, parti con tutti gli aiuti che riesci, poi man mano che impari togli questo e togli quello come ho fatto io, e forse un giorno arriveremo anche noi a livello degli altri che al buio totale, con le sole mappe cartacee, fanno la maratona di Messier col dobson.


    Detto ciò, se - ora che è quasi passato questo maledetto Covid e si è molto più liberi - se riesci a trovare e frequentare un gruppo di astrofili vicino casa, impari tutto quello che ho imparato io in un anno e con tanto tanto impegno, in meno della metà del tempo (se non meno), perchè c'è chi ci è già passato, ti aiuta, consiglia, risponde alla tue domande molto più velocemente e più praticamente di tanti forum o video che potrai ascoltare, ti fa provare i suoi strumenti, ti aiuta a puntare gli oggetti e a capire come si fa...

    Comunque questo tuo post mi ha fatto venir voglia di scriverne uno io in cui racconto la mia esperienza osservativa di 1 anno da dobsoniano.
    Se ti va leggila, così magari ti anticipo domande, dubbi e altro che potresti incontrare anche tu.

    P.S. Leggiti TUTTO il Vademecum per astrofili di questo forum. E' scritta da gente capace e aiuta e impari tantissimo senza stare a impazzire a cercare dappertutto e magari da gente che non è poi così preparata.
    Ultima modifica di Izar75; 24-08-2021 alle 16:38

  10. #10
    Sole L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    882
    Taggato in
    95 Post(s)

    Re: Da dove partire per osservare il cielo

    Ecco io questo post di Izar lo metterei nei tutorial per neofiti ... Ottimo davvero.

Discussioni Simili

  1. Milano: dove osservare?
    Di Ursus18 nel forum AstroFriends
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 21-01-2021, 14:08
  2. Dove osservare
    Di raffaele90 nel forum AstroFriends
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 22-03-2020, 06:39
  3. Verona - dove osservare
    Di Cleaning Doctor nel forum AstroFriends
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-05-2017, 10:20
  4. Da dove si può osservare?!
    Di ZuGiacomo nel forum AstroFriends
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 18-05-2017, 17:51
  5. Dove osservare vicino Napoli?
    Di hardatch nel forum Il cielo ad occhio nudo
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 10-07-2015, 13:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •