Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Canon 10x30 IS II

  1. #1
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,805
    Taggato in
    238 Post(s)

    Canon 10x30 IS II

    Recensione fatta a inizio 2016.


    Strumento che avevo sempre desiderato, uno stabilizzato permette di avere i pregi di una immagine ferma e quindi con dettagli molto meglio visibili, rispeto a quanto possibile "a mano libera", ma senza la necessità di portarsi dietro uno stativo; inoltre leggevo sempre che la qualità ottica del "canoncino" era tale (relativamente al prezzo), che la stabilizzazione era praticamente regalata.
    Innanzitutto, ho verificato direttamente in loco lo stato generale, la collimazione ed il funzionamento della stabilizzazione (motivo per cui ho scelto il ritiro diretto al magazzino del venditore), ed era tutto ok.

    Appena arrivato a casa, come mio solito, ho verificato che le caratteristiche dichiarate siano rispettate, quindi...

    • ingrandimento: 10x ► misurato: 9,7x;
    • diametro lenti: 30 mm ► misurato: 30 mm;
    • campo reale: 6° ► misurato: 5,9° (utilizzato come riferimento il reticolo graduato del vortex solo r/t);
    • pupilla d'uscita: 3 mm ► misurata: 3 e qualcosa (perfettamente rotonda ed omogeneamente illuminata);
    • minima distanza di messa a fuoco: 4,2 m ► misurata: 4,2 m;
    • dimensioni 127x150x70 mm ► misurate: 127x150x66 (l'ultima misura varia in base alla distanza interpupillare, da 64 a 70 mm);
    • peso: 600 g ► misurato: 581 g senza pile, tappi e cinghia (627 g con le pile), mentre senza pile ma con i tappi si arriva a 598 g.

    In definitiva in Canon paiono essere molto precisi con caratteristiche dichiarate, il binocolo NON è waterproof e nemmeno semplicemente tropicalizzato, cosa di cui tenere conto se lo si vuole utilizzare in condizioni meteo, non ottimali.

    Passiamo subito ai difetti, sono fondamentalmente tre (secondo me naturalmente), il primo è che non sono previsti i tappi per gli obiettivi, il secondo è la mancanza del pulsante on/off dello stabilizzatore (presente sui modelli superiori, come il 15x50), che va tenuto premuto (ma mi sto attrezzando con il famoso elastico con bottoncino, per risolvere la cosa), mentre il terzo è che manca una scala graduata che indichi la distanza interpupillare, cosa molto utile per ritrovarla quando il binocolo passa in diverse mani, in Canon avrebbero ad esempio potuto stampigliare posteriormente due "lunette" graduate ed aggiungere un piccolo indice sulla scatola dei prismi ad indicare detta distanza.
    Per il primo problema, invece vi ho posto rimedio io con un pezzo di plexiglass nero che mi era rimasto, del biadesivo e due circoletti in espanso.

    C02.jpg C01.jpg C03.jpg

    In ultimo c'è quello che io definisco un difettuccio, ovvero quella sensazione temporanea di microsfocato/micromosso che capita a stabilizzazione attivata ogni tanto per qualche attimo (si nota soprattutto su oggetti contrastati), immagino sia dovuto alla "fatica" del prisma quando lo stabilizzatore è un po al limite del famoso grado.

    Finiti i difetti, passiamo ai pregi, confrontandolo otticamente con il Vixen ultima 8x56 ed il vortex DB 8x42, ho notato una curvatura di campo veramente limitatissima, lo si può definire praticamente "piatto" (provato sulle stelle), rispetto ai primi due la cromatica è molto piu limitata (ma non assente, su oggetti ad alto contrasto come le antenne stagliate sul cielo, esce abbastanza fuori), ha una distorsione a cuscinetto appena inferiore al vortex e superiore al Vx (che in questo caso è il piu "ortoscopico" di tutti), come definizione invece nulla da dire, veramente cristallino.

    C04.jpg C05.jpg

    Meccanicamente è solido e la regolazione della distanza interpupillare davvero precisa e solida (merito della particolare scatola prismi con i porro II), la messa a fuoco è fluida e si passa dalla minima distanza ad infinito con una rotazione della manopola di poco meno di 300°, la rotazione massima tra i due fine corsa è di circa 400°.
    Peso e compattezza sono davvero ottime, ho letto in alcuni report che veniva criticata ergonomicità (vista la forma "strana") ma personalmente lo trovo molto comodo, soprattutto nell'uso con una mano sola.

    Dal punto di vista del contenimento dei riflessi, ho fatto una prova (cattiva) con la Luna e col Sole, entrambe le ho mantenute appena al di fuori del campo del binocolo (per il Sole visto il rischio ho usato l'astrosolar ed il treppiede, che ho bloccato appena posizionato bene il bino con la nostra stella fuoricampo), in entrambi i casi si è palesato un riflesso a forma di falce di Luna, diciamo che come entità era simile alla Luna di cinque giorni (un po di piu con il Sole, come una falce di otto giorni), in condizioni meno critiche, solitamente non vi sono particolari problemi di riflessi.

    Solitamente non utilizzo quasi mai le custodie dei miei binocoli (preferisco i tappi per proteggerli e portarmeli appesi al collo), ma la custodia del canon la trovo particolarmente comoda con la sua ampia zip che estende l'apertura dall'alto al lato della stessa, facilitando moltissimo il prelievo ed il ricovero dello stesso; sono infatti in dubbio se usare il binocolo senza cinghie e portarmelo direttamente nella sua custodia.

    Alla fine ho deciso di togliere le cinghie dal canoncino ed usare la sua custodia, soluzione che al momento trovo piu comoda, inoltre insieme al tappo anteriore l'ho accessoriato con le "fette di salame" sugli oculari (pezzo di gomma sagomato e due strisce di velcro) ed un filtro solare (mi era rimasto un fazzoletto di astrosolar).

    C06.jpg C07.jpg C08.jpg

    Mancando la filettatura da 1 ¼", non mi rimane che fare un supporto tipo berlebach (ma piano anziché a "tetto") e trovare un elastico piu resistente (il primo ha ceduto) per mantenere premuto il tasto della stabilizzazione. Relativamente alla stabilizzazione, il "microsfocato" lo noto apparire soprattutto in osservazioni prolungate, quando la solidità delle mie braccia viene un po meno, ed in fase di inizio e fine panning (ovvero quando inizio il movimento per il panning e quando poi mi fermo) e come se lo stabilizzatore avesse un po di inerzia e si dovesse "riequilibrare" in fase di accelerazione/decelerazione, non so se ho reso bene l'idea. Quindi continuo a pensare, che semplicemente quando lo stabilizzatore arriva al "limite" delle sue possibilità di correzione (che ripeto, è di solo 1°), dia questo effetto.
    Le due pile AA, danno una decina d'ore di autonomia allo stabilizzatore, che si traduce in un paio settimane d'uso intenso.

    Tenendo sempre conto che stiamo parlando di un 10x30, devo dire che la sua qualità ottica, la trasparenza e soprattutto il campo piano, grazie alla stabilizzazione, si è rivelato un ottimo strumento per il cielo, donando stelline ben corrette e a fuoco fino a bordo campo, ovviamente la sua P.U. di 3 mm lo limita in questo ambito, mentre sotto cieli urbani questo diventa un pregio, scurendolo un po e aumentando i contrasti; inutile dire che (limitatamente ai suoi 10x), sulla Luna da veramente soddisfazione.

    Vista la qualità generale, concordo con chi dice che la stabilizzazione è regalata (almeno al prezzo a cui l'ho pagato).

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Ultima modifica di Angelo_C; 16-01-2022 alle 00:21
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  2. #2
    Nana Bruna L'avatar di giulio786
    Data Registrazione
    Dec 2021
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    170
    Taggato in
    7 Post(s)

    Re: Canon 10x30 IS II

    Io lo uso da anni con grande soddisfazione, la stabilizzazione è impagabile.

  3. #3
    Bannato L'avatar di Huniseth
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Vallee
    Messaggi
    10,440
    Taggato in
    739 Post(s)

    Re: Canon 10x30 IS II

    Bel binocolino, ne parlano bene, personalmente non saprei che farci, i vantaggi della stabilizzazione ci sono sicuramente sia in terrestre che in astronomia, ma che ci fò con un 10x30 non leggerissimo e da trattare come una reliquia?
    ps - dipende dal costo, se l'hai pagato poco valeva togliersi lo sfizio.

Discussioni Simili

  1. Filtro UHC Optolong per Canon FF e Canon 6D non vanno d'accordo
    Di DavideGallotti nel forum Strumenti di ripresa
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-10-2021, 18:59
  2. M51 - M3 - Canon 500 / 70q ED 70/474
    Di Huniseth nel forum Deep Sky
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-04-2016, 15:23
  3. Canon eos
    Di oregon103 nel forum Strumenti di ripresa
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-02-2016, 20:53
  4. Canon EOS 50D
    Di Salvatore nel forum Strumenti di ripresa
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 06-10-2015, 12:27
  5. Help .. Canon
    Di Huniseth nel forum Strumenti di ripresa
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 24-06-2013, 20:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •