Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 56
  1. #11
    Gigante L'avatar di stevesp
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,385
    Taggato in
    69 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    La montatura skywatcher azgti va con le pile stilo
    È più compatta della slt di Celestron

  2. #12
    Nana Bruna L'avatar di Armando31
    Data Registrazione
    Apr 2022
    Località
    Carosino TA
    Messaggi
    158
    Taggato in
    19 Post(s)

    AZGTI WI FI, 120/600 ACRO, IBIS 20X80ED, Olimpus 10X50, Asi 178MC, Canon 1300D, Obbiettivo 70/200 Makinon , Barlow TS 2,5X ,Oculari molti

  3. #13
    Meteora L'avatar di nessuno0505
    Data Registrazione
    May 2022
    Messaggi
    12
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Citazione Originariamente Scritto da faggio79 Visualizza Messaggio
    io ti consiglio di evitare la montatura equatoriale.

    Se vuoi un diametro generoso e hai il budget per un 150 su EQ, a questo punto, farei uno sforzo in più e mi butterei su un C8 su monobraccio SE o EVO.

    Ciao
    Io volevo stare entro i 1500, ma in effetti un Celestron SC 203 su monobraccio SE, pur costando qualcosa in più (2000), è un 200, i pianeti li osservo bene e li fotografo anche da casa e se volessi portarmelo qualche volta fuori per fare osservazione deep sky sono comunque 15 Kg + batteria, che si trasportano facile. Rimane il problema che è tutto automatico, ma a quel punto forse lo userei prevalentemente sul terrazzo (dove la polare non si vede e una equatoriale non si riuscirebbe comunque a stazionare bene). Se volessi risparmiare qualcosa potrei prendere il SC 152, sempre su monobraccio SE, che viene 1500 e pesa anche 1-2 Kg in meno. Uno SC da 150 su equatoriale go-to non viene meno di 2000 (e pesa 25 Kg).

    Il fatto è che io all'inizio pensavo di metterci anche 3000 euro, ma poi non so se mi appassionerò all'astronomia, quante volte lo userò, se lo userò solo sul terrazzo o mi verrà anche voglia di uscire fuori, se comprerò accessori per farci foto o no. Per cui credo che un limite di spesa sia saggio metterlo e con 1500 si prende della roba con cui, se ci prendo gusto, si può già fare molto.


    Citazione Originariamente Scritto da Alby68a Visualizza Messaggio
    Prendi un bel newton 150/750 su una exos2 o una eq5
    Il Newton mi piacerebbe e un 150/750 su exos2 non costa molto di più, ma rimane il problema di stazionare la equatoriale sul balcone (dove non si vede la polare) e soprattutto di trasportarla (pesa). Se alla fine la equatoriale fa solo il tragitto casa-balcone, a parte la maggiore bellezza di arredo quando non la uso, non ha molti vantaggi rispetto ad un SC o Mak su alt-az motorizzata, e se prendo un 150 il diametro è lo stesso.


    Citazione Originariamente Scritto da Zoroastro Visualizza Messaggio
    non partire da micragnoso
    Vale il discorso di cui sopra: devo prima provarla l'astronomia e non ha senso comperare una Ferrari se uno ha il foglio rosa, serve solo per fare il "patacca", come dicono qui in Romagna.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  4. #14
    Gigante L'avatar di stevesp
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,385
    Taggato in
    69 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Mi sembra che hai ancora tanti dubbi
    Contatta una associazione astrofili della tua zona e fai qualche uscita con loro

  5. #15
    Meteora L'avatar di nessuno0505
    Data Registrazione
    May 2022
    Messaggi
    12
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    E' che non so ancora bene l'uso che ne farò. O meglio, l'uso all'inizio lo sapevo (planetario visuale e foto dal terrazzo) ma poi leggendo le varie possibilità si vuole sempre fare tutto (o comunque non precludersi niente). Ma è un errore. Alla fine quando ho acquistato "volendo tutto" (in altri campi) ho sempre sbagliato, perché usavo il 25% di quello che avevo preso e sarebbe stato meglio acquistare da subito qualcosa che facesse meglio quel 25% che effettivamente serviva a me.

    Quindi, se ragiono su planetario visuale e foto dal terrazzo, il tubo è un mak e anche 150 va bene perché tanto non lo sposto (se non dentro casa); peraltro leggendo altre discussioni sui consigli mi pare di aver capito che un newtoniano, avendo corte focali, raccoglie molta luce e non sarebbe l'ideale sul terrazzo. Con un Mak peraltro c'è pochissimo o niente da collimare.

    Quanto alle montature, le alt-az sono abbastanza ballerine, per la fotografia anche solo planetaria siamo un po' al limite (vibrano!). Una equatoriale è molto più ferma (servirà pure a qualcosa quel peso in più). Tutto l'ambaradan certo pesa, ma a quel punto prediligerei l'osservazione dal terrazzo (concentrandomi sul planetario), e se un giorno volessi evolvermi e spostare il tutto in un posto più buio dovrei fare meno upgrade avendo già una montatura valida. Rimarrebbe il problema di stazionare senza vedere la polare, ma col goto potrei fare comunque l'allineamento elettronico come con un alt-az, avendo però una montatura più stabile e future proof.

    Se ragiono in questi termini, che ne dite di un mak su equatoriale exos2 go-to? Ci stanno dei Bresser che rientrano nel budget (1150 il 127 e 1539 il 152, ma sarei più per il secondo che ha pure il filtro solare).

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  6. #16
    Gigante L'avatar di Zoroastro
    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    1,412
    Taggato in
    139 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Citazione Originariamente Scritto da nessuno0505 Visualizza Messaggio
    Rimane il problema che è tutto automatico, ma a quel punto forse lo userei prevalentemente sul terrazzo (dove la polare non si vede e una equatoriale non si riuscirebbe comunque a stazionare bene)
    Ottimo, un C8 è patacca entry-level

    Comunque con equatoriale Celestron da balcone, senza vedere la Polare, staziono senza problemi con pochi primi di errore (2-3') usando ASPA (All Star Polar Alignment) e allineando rapidamente con lo Starsense (patacca junior level) - con allineamento manuale funzionerebbe benone ugualmente ma con tempi un po' più lunghi.

    Il vantaggio del terrazzo è che puoi tenerci la montatura già stazionata, proteggendola con un telo impermeabile. Così non devi rifare tutto a ogni osservazione e guadagni parecchio tempo.

    Vai col C8 equatoriale!!!

  7. #17
    Gigante L'avatar di cesarelia
    Data Registrazione
    May 2020
    Località
    Pisa
    Messaggi
    1,557
    Taggato in
    137 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Citazione Originariamente Scritto da nessuno0505 Visualizza Messaggio
    nel frattempo il cielo si può guardare anche con gli occhi
    Inizio a sentire un certo feeling
    Citazione Originariamente Scritto da nessuno0505 Visualizza Messaggio
    non mi piace l'idea dell'astronomia fast-food: tutto automatizzato, premo un pulsante e guardo ma poi se mi chiedono dov'è la stella polare manco lo so
    Confermo, siamo sulla stessa lunghezza d'onda.

    Per il telescopio non saprei tanto consigliarti, secondo me solo un 200mm potrebbe anche considerarsi "definitivo" per diversi anni, sia nell'uso planetario visuale+fotografico, che per le sue potenzialità nell'osservazione visuale del cielo profondo.
    Più o meno sono d'accordo con i consigli di @faggio79 e di @Zoroastro, si vive una volta sola. Ti assicuro che prendendo un diametro più grande non lo userai solo al 25%, il diametro è il cuore del telescopio (lo sanno bene quelli dell'EHT che sfruttano l'intero diametro terrestre): il limite dei dettagli che potrai vedere e fotografare in un pianeta (risoluzione) dipenderà dal diametro.

    Sul trasporto sembri indeciso: prima dici che non vuoi rinunciare alla trasportabilità, poi dici che non hai voglia di scarrozzare pesi e far chilometri. Forse per questo abbiamo messo troppa carne sul fuoco.
    Ti chiedi "ndo vado?" Che ne pensi di un weekend in un agriturismo disperso nella Maremma toscana? Ci sono anche alcuni posti buoni sull'Appennino Tosco-Emiliano.
    Per una buona trasportabilità si ricade naturalmente su Mak o SC, ma non li conosco bene e non saprei consigliare quanto diametro sacrificare in favore di leggerezza e minore ingombro in auto.

    Riguardo alla tua affermazione sui newtoniani: non tutti hanno corte focali, e comunque la focale conta poco. Magari possiamo affermare che i newtoniani hanno spesso rapporti focali più bassi, soprattutto in presenza di diametri importanti (se così non fosse seevirebbero tubi lunghi due o tre metri).
    Ma non dobbiamo preoccuparci né della focale né del rapporto focale perché in visuale la luminosità non dipende da quei fattori ma solo dal diametro.
    Poi ho paura che tu abbia associato più luce raccolta = più incidenza dell'inquinamento luminoso, ma non è così; in realtà l'IL ha più a che fare il contrasto.
    Ma più c'è luminosità (e quindi diametro) e meglio è, soprattutto per l'osservazione del cielo profondo ma anche per la fotografia planetaria (per tenere basso il gain e velocizzare i frame).
    Un po' di cifre: indicativamente ogni volta che aumenti il diametro del 41%, raddoppi la luminosità; quindi ad esempio tra mak 127 o 150 cambia qualcosa ma poco, invece tra mak 127 e C8 c'è decisamente un bel salto di qualità.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  8. #18
    Gigante L'avatar di stevesp
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,385
    Taggato in
    69 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Per la trasportabilità
    Se nella Opel corsa puoi ribaltare i sedili va bene, altrimenti un c8 con montatura equatoriale e accessori se ci va tutto (e non ne sono sicuro)nel baule non ti lascia caricare nessun trolley

  9. #19
    Meteora L'avatar di nessuno0505
    Data Registrazione
    May 2022
    Messaggi
    12
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Citazione Originariamente Scritto da cesarelia Visualizza Messaggio
    Sul trasporto sembri indeciso: prima dici che non vuoi rinunciare alla trasportabilità, poi dici che non hai voglia di scarrozzare pesi e far chilometri.
    E' vero. Ma vale il solito discorso (non volersi precludere niente, sbagliando): io lo userei principalmente sul terrazzo, ma per non rinunciare all'eventualità di poterlo trasportare cercavo comunque qualcosa di compatto. Riflettendoci però credo che la trasportabilità sarà la prima cosa a cui rinunciare: ho già acquistato in passato cose inutili "perché se poi me le voglio portare in viaggio?", ma alla fine in viaggio non le ho mai portate.

    Citazione Originariamente Scritto da Zoroastro Visualizza Messaggio
    Comunque con equatoriale Celestron da balcone, senza vedere la Polare, staziono senza problemi con pochi primi di errore (2-3') usando ASPA (All Star Polar Alignment) e allineando rapidamente con lo Starsense

    Il vantaggio del terrazzo è che puoi tenerci la montatura già stazionata, proteggendola con un telo impermeabile. Così non devi rifare tutto a ogni osservazione e guadagni parecchio tempo.
    Questo mi sembra un buon consiglio: se la montatura una volta stazionata posso lasciarla al suo posto, proteggendola in inverno con un telo impermeabile e smontando solo il tubo ottico (e l'elettronica, se ci sarà) quando non la uso, lo spazio per mettere una equatoriale, per quanto pesante, ce l'ho senza problemi. Per lo stazionamento elettronico però mi citi un software di una certa marca: questa cosa è possibile farla anche con software di marche diverse? Ovvero: tutti i go-to hanno un metodo software per allineare la polare, o solo quello della marca da te citata?

    Quanto al tubo ottico, ho letto questo interessante articolo: in sostanza quello dice di non prendere un riflettore come primo telescopio, perché se uno non ha mai collimato in vita sua è molto poco probabile che ci riesca al primo tentativo, perdendo di conseguenza tempo e voglia. Ad un rifrattore in effetti non avevo mai pensato, ma su montatura equatoriale fissa da tenere sul terrazzo non sarebbe male. Certo non ci andrei a spendere i denari per un 200 mm o un apocromatico di qualità, ma un buon acromatico sui 130-150 mm di apertura lo potrei considerare.

    L'altro consiglio che ho trovato interessante nell'articolo è quello di non fissarsi sull'apertura ma considerare soprattutto la qualità dello strumento. A parità di budget cioè preferire non il telescopio con l'apertura maggiore che esiste in quella fascia di prezzo, ma quello di migliore qualità anche se un po' più piccolo. Avete in proposito consigli su quelli che sono i marchi più validi? Grazie.

    Questo post contiene 4 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  10. #20
    Gigante L'avatar di stevesp
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,385
    Taggato in
    69 Post(s)

    Re: Consigli primo strumento

    Ripeto il consiglio
    Vai da un gruppo astrofili della tua zona per capire pesi ed ingombri
    Un rifrattore acromatico da 130-150 è un obice, altro che eq5

    Questo post contiene 2 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

Discussioni Simili

  1. Primo strumento - in cerca di consigli
    Di Ivan2021 nel forum Primo strumento
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-08-2021, 09:24
  2. Consigli sul primo strumento
    Di Soulcage nel forum Primo strumento
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 08-03-2021, 23:19
  3. Consigli per primo strumento
    Di Overlos nel forum Primo strumento
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 07-01-2019, 15:39
  4. Consigli per il primo strumento
    Di Andrea E nel forum Primo strumento
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 29-07-2018, 13:04
  5. Consigli primo strumento
    Di GuerrillaGecko nel forum Primo strumento
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 13-12-2014, 11:08

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •