Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Nana Rossa L'avatar di orione2000
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Soleminis (Cagliari)
    Messaggi
    302
    Taggato in
    4 Post(s)

    Post Osservato un buco nero di massa intermedia.

    Improvvisamente,in una galassia nana distante 800 milioni di anni luce da noi situata nell'ammasso di galassie Abel 1795, una sorgente di raggi X si accende,e stranamente scompare qualche anno dopo. Il caso conduce a una sola conclusione:quello osservato era un estremo segnale di una stella avvicinatasi troppo a un buco nero,e l'immensa forza gravitazionale ha disintegrato la stella,facendogli emettere raggi X. L'evento comunque è abbastanza comune nell'Universo,ma la cosa che rende speciale questo accaduto è il fatto che sarebbe il primo caso ad essere osservato all'interno di una galassia relativamente "piccola",che contiene 700 milioni di stelle. Tra l'altro il buco nero non è affatto massiccio come i buchi neri supergiganti,bensì avrebbe alcune centinaia di migliaia di masse solari:quindi si tratta di un buco nero di taglia stellare,ma che appunto risulta più grande del normale. Questa categoria di buchi neri sono molto interessanti per gli astronomi:perché potrebbero risultare i progenitori di quelli supermassicci. Scoprire questi tipi di buchi neri,tra l'altro,può aiutare a capire come si siano evolute le prime galassie agli albori dell'Universo.
    <<Gli scienziati sono alla ricerca di questi buchi neri di massa intermedia per decenni.Finora abbiamo raccolto molte informazioni su quelli piccoli e quelli molto grandi,ma quelli intermedi sono difficili da caratterizzare>> dice l'italiano Davide Donato presso il Goddard Space Flight Center (GSFC).
    In teoria trovare questo buco nero sarebbe stato impossibile se non fossero state effettuate numerose osservazioni nell'arco di un lungo periodo di tempo:ma fortunatamente Chandra punta abitualmente questo ammasso di galassie per effettuare le sue calibrazioni.
    <<La stella distrutta dal passaggio troppo ravvicinato al buco nero è inosservabile, ma la liberazione di energia durante la sua distruzione invece lo è. E lo studio dell’emissione osservata, la sua intensità ed evoluzione con il tempo, ha permesso di associarla in maniera convincente ad un fenomeno di distruzione mareale (tidal disruption, in inglese), escludendo altri fenomeni di interazione tra buco nero e materia per spiegare quanto osservato>>,spiega Stefano Covino dell'INAF,che insieme a Sergio Campana e Dino Fugazza hanno collaborato con Donato allo studio.
    Fonte:Media INAF

    Orione2000
    La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.(A.Einstein)

  2. #2
    SuperNova L'avatar di marcom73
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma città
    Messaggi
    3,530
    Taggato in
    16 Post(s)

    Re: Osservato un buco nero di massa intermedia.

    molto interessante... in fondo non è da tantissimo che osserviamo il cielo con tecniche " moderne " e per rilevare processi con tempi ben diversi da quelli UMANI, di certo è necessario che la finestra a cui si sta affacciati sia lunga... di certo il futuro sarà una continua occasione di nuove scoperte....
    Grazie Orione per la segnalazione.
    C11 - RC8 - SharpStar 65Q - AZ EQ6 GT
    Astrobin : http://www.astrobin.com/users/marmony73/

  3. #3
    Nana Rossa L'avatar di orione2000
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Soleminis (Cagliari)
    Messaggi
    302
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Osservato un buco nero di massa intermedia.

    Grazie mille anche a te per i complimenti!Concordo in pieno,non per forza i risultati si vedono subito.
    di certo il futuro sarà una continua occasione di nuove scoperte....
    Puoi contarci!
    Orione2000

    La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.(A.Einstein)

  4. #4
    Meteora L'avatar di Hintaing
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    1
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Osservato un buco nero di massa intermedia.

    Citazione Originariamente Scritto da orione2000 Visualizza Messaggio
    Improvvisamente,in una galassia nana distante 800 milioni di anni luce da noi situata nell'ammasso di galassie Abel 1795, una sorgente di raggi X si accende,e stranamente scompare qualche anno dopo. Il caso conduce a una sola conclusione:quello osservato era un estremo segnale di una stella avvicinatasi troppo a un buco nero,e l'immensa forza gravitazionale ha disintegrato la stella,facendogli emettere raggi X. L'evento comunque è abbastanza comune nell'Universo,ma la cosa che rende speciale questo accaduto è il fatto che sarebbe il primo caso ad essere osservato all'interno di una galassia relativamente "piccola",che contiene 700 milioni di stelle. Tra l'altro il buco nero non è affatto massiccio come i buchi neri supergiganti,bensì avrebbe alcune centinaia di migliaia di masse solari:quindi si tratta di un buco nero di taglia stellare,ma che appunto risulta più grande del normale. Questa categoria di buchi neri sono molto interessanti per gli astronomi:perché potrebbero risultare i progenitori di quelli supermassicci. Scoprire questi tipi di buchi neri,tra l'altro,può aiutare a capire come si siano evolute le prime galassie agli albori dell'Universo.
    <<Gli scienziati sono alla ricerca di questi buchi neri di massa intermedia per decenni.Finora abbiamo raccolto molte informazioni su quelli piccoli e quelli molto grandi,ma quelli intermedi sono difficili da caratterizzare>> dice l'italiano Davide Donato presso il Goddard Space Flight Center (GSFC).
    In teoria trovare questo buco nero sarebbe stato impossibile se non fossero state effettuate numerose osservazioni nell'arco di un lungo periodo di tempo:ma fortunatamente Chandra punta abitualmente questo ammasso di galassie per effettuare le sue calibrazioni.
    <<La stella distrutta dal passaggio troppo ravvicinato al buco nero è inosservabile, ma la liberazione di energia durante la sua distruzione invece lo è. E lo studio dell’emissione osservata, la sua intensità ed evoluzione con il tempo, ha permesso di associarla in maniera convincente ad un fenomeno di distruzione mareale (tidal disruption, in inglese), escludendo altri fenomeni di interazione tra buco nero e materia per spiegare quanto osservato>>,spiega Stefano Covino dell'INAF,che insieme a Sergio Campana e Dino Fugazza hanno collaborato con Donato allo studio.
    Fonte:Media INAF

    Orione2000
    Ho poca conoscenza galassia. che voglio tenermi aggiornato con con la conoscenza generale. quindi per questo motivo sto cercando di mantenere alcune informazioni preziose nel mio diario.

  5. #5
    Nana Rossa L'avatar di orione2000
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Soleminis (Cagliari)
    Messaggi
    302
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Osservato un buco nero di massa intermedia.

    Allego questo interessante video dell' INAF TV sempre a riguardo del buco nero:
    La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.(A.Einstein)

Discussioni Simili

  1. Buon appetito, caro buco nero
    Di Vincenzo Zappalà nel forum Articoli
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22-06-2013, 07:42
  2. Il Buco Nero
    Di tony70xx nel forum Astrofisica
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 24-02-2013, 18:08
  3. Nuovo buco nero nella Via Lattea
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-10-2012, 04:55
  4. Giocando attorno a un buco nero
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-10-2012, 08:44
  5. Come far crescere un buco nero
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-07-2012, 20:31

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •