Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    SuperNova L'avatar di Valerio Ricciardi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Roma (di base)
    Messaggi
    3,542
    Taggato in
    345 Post(s)

    Marte, dorsale di Tharsis: due grandi paleolaghi recenti alle pendioci dell'Arsia

    Filtrando il titolo sensazionalistico, la novità (se tale è, resta da verificare quando sia stata pubblicata la prima volta) è interessante. Resto del parere che non è che in ogni occasione in cui vi siano state le condizioni perché si sviluppasse la vita si debba essre in qualche modo evoluta. Diciamo che se ve n'era, per un periodo dev'essersi trovata meglio.

    fonte: http://notizie.tiscali.it/articoli/s...oasi-vita.html

    Individuate alle pendici di vulcano su Marte le antiche oasi della vita

    Le pendici di un gigantesco vulcano alto il doppio dell'Everest potrebbero essere state, circa 200 milioni di anni fa, una delle più recenti 'oasi' della vita su Marte. Si trattava di laghi creati dallo scontro tra la lava eruttata dal monte Arsia e il grande ghiacciaio che lo ricopriva. A scoprirlo è stato un gruppo di ricerca dell'Università Brown, negli Usa, grazie ai dati attenuti dal satellite della Nasa Mars Reconnaissance Orbiter (Mro). Il ricsultato è pubblicato sulla rivista Icarus.

    Individuati due antichi bacino d'acqua grandi come il lago di Garda - Alto circa 16mila metri, il Monte Arsia è il terzo vulcano più alto del Pianeta Rosso e secondo le nuove osservazioni la sua attività eruttiva, 210 milioni di anni fa, potrebbe aver creato le condizioni adatte allo sviluppo di forme di vita. All'epoca infatti la regione era coperta da ghiacciai e lo 'scontro' tra lava e ghiaccio portò alla creazione di almeno due grandi laghi di acqua liquida, di 40 e 20 chilometri cubici, grandi quindi come il lago di Garda.

    Nell'area possibile rinvenimento di fossili "recenti" - Si tratta della più recente regione abitabile scoperta su Marte, il sito dove è stato inviato il rover Curiosity avrebbe avuto condizioni favorevoli alla vita ben 2,5 miliardi di anni fa. Le pendici del Monte Arsia, se realmente hanno mai ospitato forme di vita, conserverebbero testimonianze fossili molto più recenti e più facili da identificare.

    L'acqua marziana dispersa nello spazio in pochi secoli - Facendo un parallelo con quanto avvenuto sul nostro pianeta, mentre 2,5 miliardi di anni fa erano presenti solo semplicissime forme di vita unicellulari all'epoca del monte Arsia il nostro pianeta era popolato da praticamente tutti i tipi di organismi che esistono ancora oggi, dalle piante fino ai primi mammiferi. Le condizioni di Marte all'epoca erano però molto diverse da quelle della Terra e secondo i ricercatori l'acqua dei due laghi sarebbe scomparsa, dispersa nello spazio, in qualche centinaio di anni.
    INQUINAMENTO LUMINOSO- segnala impianti illegali nel territorio laziale, protetto dalla L.R. n. 23/2000: www.laziostellato.org

Discussioni Simili

  1. Ma quanto sono grandi i crateri lunari?
    Di Andrea Vanoni nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12-03-2014, 21:20
  2. Copernico una delle nostre grandi soddisfazioni
    Di Foto Astronomiche nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-02-2014, 16:46
  3. Quanto sono grandi le galassie?
    Di Giuseppe Petricca nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-04-2013, 06:48
  4. Piccole sfere, grandi impatti
    Di Vincenzo Zappalà nel forum News
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 12-07-2012, 14:56
  5. Montature equatoriali - grandi - immagini
    Di Huniseth nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-05-2012, 17:01

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •