Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    24,148
    Taggato in
    1973 Post(s)

    [DSJ] Deep Sky Journal N° 39 (Luglio 2014)

    Nel primo appuntamento del DSJ di astronomia.com del mese di luglio 2014, alziamo letteralmente in cielo i nostri strumenti per ammirare una degli oggetti più belli del cielo boreale, involontariamente noto anche per una incomprensione di un grande astronomo ma che aggiunge solo altra fama e notorietà a questo spettacolare oggetto, parliamo di NGC 5866 noto anche come “galassia Fuso” o M102!

    FOTO NGC 5866:

    NGC_5866.gif















    NGC 5866 è stata scoperta indipendentemente da C. Messier e da P.Méchain nel 1781, si trova nella costellazione del Drago alle coordinate celesti di Ascensione Retta 15h 06m 30s e di Declinazione +55° 45’ 49”, quindi osservabile tutto l’anno trovandosi ad una declinazione circumpolare.

    La sua magnitudine visuale è di +10 con una dimensione apparente di 5.2’ x 2.3’ che corrispondono a circa 60.000 a.l. di diametro, è una galassia lenticolare di classe S0 e la sua luce impiega circa 40.000.000 di anni per raggiungerci.

    È anche catalogata come UGC 9723, PGC 53933

    TROVIAMO NGC 5866 CON STELLARIUM:

    1.jpg












    2.jpg












    3.jpg













    Diciamoci la verità, trovare la NGC 5866 non è per niente difficile, sia data la sua luminosità superficiale alta e sia la posizione incastonata tra oggetti noti e ben visibili.

    Io parto da una triangolazione che tiene conto di Alkaid + 1.85 (il timone del grande carro) e traccio una retta immaginaria che la congiunge con Rastaban beta Draco + 2.75, a circa metà retta, nei pressi di Edasich + 3.25 troviamo la nostra galassia in compagnia di almeno altre 3 oggetti più effimeri.

    ANCHE I GRANDI SBAGLIANO ….. :

    come abbiamo accennato inizialmente, la paternità della prima scoperta di questa splendida galassia è un pochino controversa.

    Facente parte del catalogo di Messier sembra invece che il primo ad osservarla fù Méchain dato che Messier la inserì alle stesse coordinate di M101, il problema sembra, e sottolineo sembra, che Messier la abbia davvero osservata, ma al tempo il celebre “cacciatore di comete” usava cartine astronomiche con griglie spaziate di 5°, proprio la stessa distanza angolare di M101 e di M102.

    Ma non solo… anche il “solito” W. Herschel sembra l’abbia individuata autonomamente nel 1788….

    Che dire, uno scontro tra titani…..

    CONSIDERAZIONI OSSERVATIVE:

    vi porto la mia osservazione del 8/11/2013 con il mio fidato CPC 1100, in una sera con forte umidità e costellazione bassa…. Oculare ES 18mm 82° (155x)

    Dagli appunti:

    la MAGNIFICA galassia "FUSO",negli appunti la definisco... "commovente", incastonata tra 2 stelle che addirittura appaiono più fioche della galassia stessa, addirittura a volte sembra di poterla toccare, nettissima, direzione equatoriale con un forte rigonfiamento nella zona centrale ed inferiore... BELLISSIMA


    UN POCHINO DI STORIA: (liberamente tratto da wikipedia)

    zwickysb.jpgFritz Zwicky (Varna, 14 febbraio 1898 - Pasadena, 8 febbraio 1974) è stato un astronomo svizzero naturalizzato statunitense Propose per primo l'esistenza della materia oscura.

    Fritz Zwicky nacque a Varna, in Bulgaria, da padre svizzero. Ricevette un'educazione avanzata al Eidgenössische Technische Hochschule(Scuola politecnica federale), a Zurigo. Nel 1925 emigrò negli Stati Uniti.

    Nel 1925 arrivò al Caltech (California Institute of Technology), negli Stati Uniti; vi lavorò per il resto della sua carriera. Era famoso per chiamare i colleghi con cui aveva divergenze d'opinione "bastardi sferici" (perché, diceva, erano bastardi da ogni lato li si guardasse). Fu il primo a usare il teorema del viriale per dedurre l'esistenza della materia oscura. Propose l'utilizzo delle lenti gravitazionali.

    Con Walter Baade, elaborò la teoria secondo cui le supernovae possono creare stelle di neutroni e produrre raggi cosmici. Inoltre fu un pioniere dell'uso dei telescopi Schmidt.

    Nella fase finale della sua carriera, compilò il Catalogue of Galaxies and of Clusters of Galaxies (CGCG), dallo studio approfondito della loro distribuzione notò la tendenza delle galassie ad unirsi in superammassi. Vinse la medaglia d'oro della Royal Astronomical Society nel1972. Gli furono intitolati l'asteroide 1803 Zwicky e il cratere Zwicky sulla Luna.

    Fritz Zwicky creò la teoria della luce stanca (tired light) nel 1929 come alternativa all'interpretazione del redshift cosmico di Georges Lemaître e Edwin Hubble. Lemaître e Hubble credevano che il redshift cosmico fosse causato dall'effetto Doppler dell'espansione universale (la spiegazione oggi accettata).

    Fritz Zwicky credeva che il redshift fosse dovuto alla perdita di energia dei fotoni su grandi distanze, forse a causa dei campi gravitazionali frapposti tra sorgente e osservatore, variandone così la frequenza. Queste variazioni esistono, ma sono estremamente piccole, a volte aumentano la frequenza del fotone, e sono associate con un cambiamento di direzione del fotone. La proposta di Zwicky non fu accettata se non da una piccola minoranza di fisici.

    Zwicky inoltre inventò il metodo dell'analisi morfologica ed era famoso anche perché conosceva alla perfezione 17 lingue diverse. Egli è stato per molti anni il maggior scopritore di supernove extragalattiche avendone scoperte da solo od assieme ad altri ben 123; inoltre ha anche individuato 5 nove di cui una con Guillermo Haro.


    RACCOLTA DSJ DI ASTRONOMIA.COM

  2. #2
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di Red Hanuman
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Varese provincia
    Messaggi
    5,844
    Taggato in
    490 Post(s)

    Re: [DSJ] Deep Sky Journal N° 39 (Luglio 2014)

    Noo.... Maniaco! Non ti passa più la passione per Zwicky, eh?

  3. #3
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    24,148
    Taggato in
    1973 Post(s)

    Re: [DSJ] Deep Sky Journal N° 39 (Luglio 2014)

    aggiunto il DSJ N° 39!

    buona lettura

    Etruscastro

Discussioni Simili

  1. [DSJ] Deep Sky Journal N° 28 (Marzo 2014)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-03-2016, 08:09
  2. [DSJ] Deep Sky Journal N° 26 ( Febbraio 2014)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 27-01-2014, 07:40
  3. [DSJ] Deep Sky Journal N°6 ( Luglio 2013 )
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 09-07-2013, 18:22
  4. [DSJ] - Deep Sky Journal N°5 (Luglio 2013)
    Di etruscastro nel forum Profondo Cielo
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 29-06-2013, 17:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •