Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    “Nulla sarà più come prima”
    Ce lo ripetevamo, come un mantra, io e @alextar man mano che la serata proseguiva.
    Quando ci si trova in una situazione come quella che abbiamo vissuto a Prato Gentile di Capracotta, la notte tra 30 e 31 marzo scorsi, in cui tutto ti gira a favore e spremi il tuo strumento e il cielo come due limoni, sai anche che, in futuro, sempre meno ti accontenterai di quelle “mezze serate” un po' così, in cui devi lottare contro nuvole, umidità e seeing scadente per cavare qualcosa dall'oculare.

    E se il buongiorno si vede dal mattino, c'è da dire che la solitaria strada percorsa, quando ancora la luce del sole illuminava il paesaggio molisano, ci ha aperto i cuori e immersi nella natura; poi, il tramonto ammirato dal sito, aperto sulle alte valli appenniniche alle cui spalle si ergevano i massicci montuosi ancora innevati, ci ha portato in una dimensione quasi spirituale.

    La serata è stata meteorologicamente perfetta: temperature sul posto comprese tra 5°C e 3°C, umidità sotto il 50%, cielo terso e trasparenza eccellente.
    Idem per quanto concerne le condizioni del cielo: Luna assente per tutta la nottata, IL migliore di sempre, con i soliti paesini che ben poco disturbo recavano, se non un po' a SO. Seeing ottimo, stimato su valori intorno a 8/10.
    Ho osservato dalle 20.15 alle 03.15 (comprensivo di salto all'ora legale), per la maggior parte del tempo con la splendida compagnia di Alex, con il quale il confronto e lo scambio di oculare sono stati più proficui che mai.
    Mi accompagnava la solita strumentazione: Dobson ES Ultralight 12”; cercatore rifrattore acromatico 70/400 con oculare WA 20mm 68°; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 82° 16mm ES 82° 11-6,7mm, TecnoSky Planetary ED 8-5mm.

    Segue il report di dettaglio, chiedo in anticipo scusa per l'eventuale presenza di qualche refuso e una minor cura della forma rispetto al solito, ma, come leggerete, c'era talmente tanto da scrivere che se mi fossi troppo attardato non avrei finito neanche per il prossimo novilunio!
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  2. #2
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    M42; M43 (Ori; DN; osservate con 24mm + UHC). Di riscaldamento e confronto con l'8” di Ale, quando sono già basse sull'orizzonte: non è ancora sopraggiunto il crepuscolo astronomico, ma già il pipistrello di Orione invade l'oculare. Il diametro minore (8”) si difende nel complesso bene, lasciano i dettagli di sfumature marginali al fratello maggiore (12”). Gustose.

    M67 (Cnc; OC; osservato con 24mm). Occupa una porzione estesa del CR dell'oculare, ha un nucleo grossomodo circolare, che riesco essenzialmente a risolvere, ricchissimo di stelle, con una LS omogenea ed elevata densità. Da esso si diramano due archi di stelle verso nord e altrettanti verso sud, dando all'oggetto, nel complesso, l'aspetto di un ragno.

    M44 (Cnc; OC; osservato con 24mm). Rapida occhiata nel settantino, dove merita come sempre, ben inserito nel contesto di un ampio fondo cielo.

    NGC2648 (Cnc; GX; osservata con 24mm, 16mm, 11mm, 8mm). Posta di tre quarti, piuttosto allungata in senso NE-SO, bulge puntiforme e brillante, corpo che sfuma rapidamente verso l'esterno; in distolta, si staglia più nitidamente sul fondo cielo.

    M81; M82 (UMa; GX; osservate con 24mm, 11mm, 6,7mm). Bode e Sigaro fanno sempre la loro figura in visione congiunta, ma stavolta sorprende la possibilità di salire con gli ingrandimenti senza sforzo e con un dettaglio mai raggiunto prima. La Sigaro, in particolare, è da perdere la testa per quanto è bella a 228x: nitidissima, posta perfettamente orizzontale nel CR e protesa in senso E-O, impressiona la facilità di scorgere le polveri oscure che la spezzettano in tre segmenti: due strisce nere poste nella metà orientale della galassia la tagliano all'asse maggiore.
    Quasi ortogonale rispetto alla precedente, la Bode si estende fino quasi a invadere tutto il CR dell'oculare, soprattutto se osservata in distolta, quando se ne colgono le propaggini più esterne del disco; ha bulge ellittico, decentrato rispetto al centro geometrico verso SO, estremamente brillante.

    M51; NGC5195 (Uma; GXs; osservate con 24mm, 11mm, 6,7mm). La Vortice è letteralmente impressionante a 228x: si stagliano maestosi e netti, ancor più in distolta, i due bracci che, partendo dal nucleo circolare e brillantissimo, si aggrovigliano su loro stessi; addirittura, si riconoscono chiaramente le porzioni più scure interne. La sorella minore mantiene il solito aspetto di stella fuzzy, con alone esterno, più ampio del solito, che sfuma rapidamente.

    M101 (Uma; GX; osservata con 24mm, 11mm). Provo la sorte anche con la Girandola, che però è un po' troppo bassa sull'orizzonte per la sua LS bassa e omogenea. Ciononostante, a 138x si legge bene la forma subcircolare e il bulge puntiforme e poco brillante, a sud del quale si scorge chiaramente una stellina, mentre s'intuiscono appena tre o forse quattro bracci.
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  3. #3
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Leo Quartet (NGC3185; NGC3187; NGC3189; NGC31893 – Leo, GXs; osservate con 24mm, 11mm). Osservate contemporaneamente a 138x. NGC3189 è posta di tre quarti, con andamento E-O; appare stretta e lunga, con bulge circolare e brillante. NGC3185 è posta di piatto, ha LS più omogenea e appare con dischetto grigiastro inclinato di circa 30°N rispetto alla precedente. NGC31893 è ortogonale alla prima, allungata in senso ONO-ESE, con bulge stellare. NGC3187 s'intuisce appena in distolta come un batuffolino grigio.

    NGC3177 (Leo; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Dischetto dalla LS piuttosto omogenea, posto di piatto; in distolta, si distingue meglio il bulge ellittico che segue l'andamento generale dell'oggetto, estendendosi in senso SO-NE.

    NGC3041 (Leo; GX; osservata con 16mm, 11mm). Galassia diafana, che rende meglio a ingrandimenti contenuti per la serata (138x) e in distolta; ha forma ellittica con un rapporto di circa 2/3 tra i due assi, di cui quello maggiore è orientato N-S; è posta di piatto e ha LS piuttosto omogenea: una macchia centrale piuttosto estesa e irregolare va a sfumare docilmente verso l'esterno.

    NGC3222; NGC3226; NGC3227 (Leo; GXs; osservate con 16mm, 11mm). La prima è più staccata verso ovest e sembra una stella fuzzy, con bulge stellare e molto brillante. Le altre due sono molto vicine e simili nell'aspetto e nella magnitudine, sembrando due occhi nel cielo che mi scrutano; sono poste di piatto, quasi perpendicolari tra loro, con bulge puntiforme.

    NGC3162 (Leo; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Galassia piuttosto evanescente, con LS omogenea, ellittica, ma poco eccentrica, con asse maggiore N-S.

    Leo Triplet (M65; M66; NGC3628 – Leo, GXs; osservate con 24mm, 6,7mm). Visione congiunta già appagante a 64x, salgo a 228x per l'osservazione di dettaglio. M65 è una bella galassia posta di tre quarti, estesa e molto allungata, con asse maggiore OSO-ENE; ha bulge stellare, molto brillante. M66 è molto simile alla precedente, se non per il bulge, che appare circolare e sfumato. La galassia Hamburger è perpendicolare alle precedenti, schiacciata, lunghissima: un vero fendente nel cielo. Ha bulge affusolato e grigiastro dai contorni poco netti; in distolta si coglie la forma irregolare delle propaggini periferiche: quelle occidentale si allarga sfrangiandosi, quella orientale sembra appuntirsi.

    M105; NGC3384; NGC3389 (Leo, GXs; osservate con 16mm, 11mm, 6,7mm). Le osservo in una spettacolare visione congiunta addirittura a 228x. M105 è un grande disco quasi circolare posto di piatto, con bulge stellare e alone esterno molto esteso. NGC3384 è anch'essa di piatto, inclinata di circa 60° rispetto alla precedente e con un asse maggiore grossomodo N-S; ha forma ellittica e un bulge brillante e piuttosto esteso. Quasi perpendicolare a quest'ultima, NGC3389 è molto meno luminosa e ha bulge stretto e allungato non molto luminoso, che segue la forma della galassia nel suo insieme; s'intuisce una porzione più oscura, al suo interno, decentrata verso est.

    M95; M96 (Leo, GX; osservate con 16mm, 6,7mm). La prima presenta è un disco sub-circolare con bulge tondeggiante, di diametro discreto, che va a sfumare in modo indefinito, tanto che i sui contorni sono interminabili. Molto più gradevole la seconda, posta di tre quarti, abbastanza allungata con asse maggiore OSO-ENE; ha un bulge ellittico con estremità appuntite e leggermente decentrato verso SO, mentre il corpo dell'oggetto ha una parte interna, periferica al nucleo, a maggior LS e poco estesa, che va poi a sfumare in una diafana porzione più esterna.

    NGC6543 (Dra, PN; osservata con 24mm, 5mm). La planetaria è molto bassa sull'orizzonte, tuttavia regge tranquillamente i 305x: appare come un disco ampio, di forma ellittica con asse maggiore N-S, caratterizzato da margini, molto netti, di forma irregolare, con una serie di ondulazioni che le danno un aspetto quasi “floreale”.

    NGC3367; NGC3377 (Leo; GXs; osservate con 16mm, 11mm). Visione congiunta a 138x. La prima è un evanescente dischetto grigiastro, posto di piatto, dalla forma ellittica poco eccentrica e asse maggiore N-S, connotato da una LS uniforme. La seconda è posta di tre quarti, più schiacciata e allungata della precedente, ma con una simile una disposizione spaziale; il bulge è puntiforme e molto brillante.

    M106 (CVn; GX; osservata con 11mm, 6,7mm). Molto bella appare questa galassia a 138x, ma ancor di più a 228x. È posta di tre quarti, ha forma ellittica molto lunga e schiacciata, con asse maggiore nord-sud e bulge ellittico, con estremità affusolate, e brillante. Si intuiscono due bracci principali che ne compongono la porzione periferica: uno parte da ovest e si protende verso sud e l'altro parte da est e si distende verso nord.

    NGC3412 (Leo; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Galassia posta di tre quarti, con bulge stellare e molto brillante; in distolta si osserva con discreto successo il corpo dell'oggetto, comunque abbastanza evanescente: ellittico con moderata eccentricità e asse maggiore N-S, sfuma indefinibilmente nel fondo cielo.
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  4. #4
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Catena di Markarian (M84; M86; NGC4388; NGC4402; NGC4387; NGC4435; NGC4438; NGC4413; NGC4425; NGC4458; NGC4461; – Leo, GXs; osservate con 24mm, 6,7mm). Non è descrivibile a parole il godimento nel vedere ben nove galassie nel CR dell'oculare, corrispondente peraltro a poco più di 1° offerto dal 24mm a 64x. L'osservazione di dettaglio è invece fatta a228x.
    - M84 e M86 sono le più luminose e sono molto simili: hanno l'aspetto di una stella fuzzy, con bulge puntiforme e molto brillante e alone che sfuma rapidamente verso l'esterno; la prima appare ellittica con asse maggiore SO-NE, la seconda sub-circolare e più luminosa.
    - NGC4388 e NGC4402 costituiscono un'altra coppia omogenea, essendo molto simili nell'aspetto e nell'orientamento: tutte e due di taglio con asse maggiore E-O, tra loro parallele, molto allungate, soprattutto la prima; NGC4388 ha bulge ad amigdala, piuttosto luminoso, e presenta l'estremità orientale appuntita, quella opposta più rotondeggiante. La seconda si apprezza meglio in distolta e presenta una LS più omogenea.
    - NGC4387 s'individua nello spazio triangolare compreso tra i primi tre oggetti; il bulge è un barlume circolare dai contorni piuttosto netti, attorno al quale si espande un alone sfocato.
    - NGC4435 e NGC4438, gli Occhi, si trovano poco più a est hanno un aspetto molto simile alla coppia di Messier, ma appaiono più piccole e meno luminose. Sono tra loro quasi gemelle, disposte di piatto, con asse rispettivamente E-O e ONO-ESE.
    - NGC4413 e NGC4425 s'incontrano salendo verso NO; la prima è più nitida e luminosa, ma sostanzialmente i due oggetti sono simili tra loro: hanno orientamento vicino a quello degli Occhi e LS abbastanza omogenea, che le fa apparire come aloncini ellittici posti di piatto. La prima è subito sopra due stelline, a formare una gradevole infilata di tre; la seconda è posta di tre quarti, con orientamento simile a NGC4438.
    Spostando poi di poco l'oculare, ecco l'ennesima coppia di galassie:
    - NGC4458 e NGC4461, poste di piatto, hanno forma ellittica e convergono verso est. Hanno entrambe bulge brillante circondato da un alone evanescente.

    M85 (Com, GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Galassia che non si distingue per particolare bellezza, appare a 228x come un dischetto grigio posto di tre quarti, di forma ellittica con asse maggiore E-O e LS sostanzialmente uniforme.

    M99 (Com, GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). Resa migliore a 138x. Galassia piuttosto estesa, di forma ellittica, posta di piatto, con bulge circolare e non particolarmente brillante, leggermente decentrato verso ESE. In distolta forse si colgono i bracci dell'oggetto, intuibili in zone a LS leggermente superiore all'interno del disco che ne compone il corpo, ma potrebbe trattarsi, in questo caso, di pura suggestione.

    M53 (Com, GC; osservato con 24mm, 5mm). Regge tranquillamente i 305x. Non molto luminoso, ma estremamente denso e ricco, di forma irregolare, molto piacevole da vedere.

    M64 (Com, GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). Stretta e lunga, posta di tre quarti con andamento E-O, ha LS abbastanza omogenea: in distolta si distingue il bulge, di forma ellittica molto eccentrica, che però non si stacca particolarmente dal corpo.
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  5. #5
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Segue un'altra sequenza di galassie, di difficile identificazione sul campo a causa dell'opulenza di questa zona di cielo: solo in fase di report, grazie a Stellarium, è stato possibile riconoscerle con certezza.

    NGC4267 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Piccola galassia, appare come una stella fuzzy dal bulge puntiforme non particolarmente luminoso, ma comunque ben staccato rispetto all'alone diafano circostante che sfuma rapidamente verso l'esterno. Potrebbe avere un'estensione leggermente maggiore in senso NE-SO.

    NGC4216 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Bella galassia, enorme a 228x, posta di taglio lungo l'asse N-S, molto luminosa, con bulge brillante, decentrato verso SO, leggermente allungato sulla direzione di maggior sviluppo dell'oggetto nel suo insieme.

    NGC4206 (Vir; GX; osservata con 16mm, 11mm). Posta in prossimità della precedente e osservata insieme alla medesima a 95x e poi da sola a 138x, appare simile in forma, anche se ha, evidentemente, magnitudine superiore (e quindi inferiore): posta di taglio, con andamento SO-NE, ha bulge non particolarmente brillante e una LS tutto sommato uniforme.

    NGC4189; NGC4193 (Vir; GX; osservata con 16mm, 11mm). Molto vicine, sono osservate insieme a tutti gli ingrandimenti provati. La prima è posta di piatto, ellittica poco eccentrica, con asse maggiore N-S, ha LS abbastanza omogenea, presentandosi come un dischetto sfumato. La seconda è posta di tre quarti, ha forma ellittica leggermente più stretta e allungata della precedente, rispetto alla quale è quasi ortogonale; ha bulge non particolarmente brillante, ma più chiaramente riconoscibile rispetto a quanto possibile nella vicina, di forma circolare.

    NGC4168 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Stella fuzzy, con bulge puntiforme e piuttosto brillante, circondato da un alone che sfuma rapidamente verso l'esterno.

    NGC4565 (Com; GX; osservata con 16mm, 11mm, 6,7mm). La galassia spillo è fantastica a 228x, una delle migliori di serata. Ha bulge a doppio fuso, col corpo che si sviluppa come lama tagliente, strettissima e protesa in senso E-O fino a occupare quasi tutto il CR. In distolta appare più netta e sembra più appuntita verso ovest che verso est.

    NGC4559 (Com; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Meno scenografica della precedente, ma comunque molto gradevole. A 228x rende soprattutto in distolta, è posta di tre quarti e ha forma a mandorla, apparendo più arrotondata verso est e più affusolata e aguzza verso ovest. La LS è piuttosto uniforme e, infatti, il bulge non è nettamente distinguibile dal corpo dell'oggetto.

    M60; NGC4647; NGC4638 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 6,7mm). Osservate insieme a 228x, le prime due appaiono come sorelle, vicine ma diverse: M60 ha bulge di diametro discreto, circondato da un disco circolare sfumato. NGC4647 ha aspetto simile, ma è più evanescente, forse lievemente schiacciata sull'asse N-S. NGC4638 è poco distante, è posta di tre quarti, ellittica, con asse maggiore E-O; ha bulge puntiforme, che sfuma rapidamente verso l'esterno.

    M59 (Vir; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Prossima al gruppetto precedente, è anch'essa di forma ellittica, posta di piatto, con asse maggiore N-S e bulge brillante e rotondo, spostato verso NE rispetto alla geometria dell'oggetto nel suo insieme.

    NGC4660 (Com; GX; osservata con 16mm, 6,7mm). Piccolina, ha forma ellittica piuttosto eccentrica, con asse maggiore NO-SE; il bulge è puntiforme, circondato da un alone quasi impalpabile.

    M68 (Hya; GC; osservato con 16mm, 5mm). Il globulare, anche se basso sull'orizzonte sud, regge bene i 305x. Ha una LS non eccezionale, ma uniforme, e un nucleo sub-circolare, leggermente compresso in senso N-S, ricco e denso, risolto quasi completamente in visione distolta. Tutt'attorno, una serie di stelle più diradate gli conferiscono complessivamente una forma irregolare.

    NGC5363; NGC5364 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 11mm, 6,7mm). La prima è osservata in dettaglio a 228x e appare posta di tre quarti, con asse maggiore NO-SE, e ha un bulge quasi puntiforme e molto brillante, che sfuma rapidamente verso l'esterno; la sua vicinanza a HIP68081A ne fa quasi il fantasma di quest'ultima. La seconda rende meglio a 138x ed è molto evanescente, ma già a 95x, se osservata in distolta, si rivela piuttosto estesa; è ellittica ma poco eccentrica, a maggiore sviluppo N-S, con LS omogenea e bulge non distinguibile.

    NGC5566; NGC5560 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 6,7mm). A 228x trovo ancora la resa migliore, ma per la seconda è necessaria la visione distolta per apprezzarla meglio. NGC5566 è più estesa, posta di piatto, ellittica abbastanza eccentrica a maggiore estensione SO-NE, con bulge stellare. NGC5566 appare di tre quarti, ellittica più eccentrica della precedente e più inclinata verso nord; ha bulge anch'essa puntiforme, ma meno brillante.

    NGC5576; NGC5574; NGC5577 (Vir; GXs; osservate con 16mm, 11mm, 6,7mm). Le prime due, simili nell'aspetto, formano una coppia omogenea disposta su un'immaginaria direttrice E-O: hanno bulge puntiforme e brillante, alone esterno sub-circolare che sfuma rapidamente. Più a est, completa il terzetto una galassia dalla forma molto diversa, di taglio, stretta e allungata, inclinata NO-SE, nel complesso con LS più bassa, ma più gradevole in distolta. Sembrerebbe non perfettamente simmetrica, ma leggermente più appuntita verso est rispetto a ovest.

    NGC5634 (Vir; GC; osservato con 16mm, 5mm). Ammasso globulare di piccole dimensioni, che appare a primo acchito come un batuffolo sfumato di forma grossomodo circolare. Soltanto in distolta se ne riesce a risolvere la porzione esterna, che appare conformata a raggiera, con una serie di rami che si dipartono dal nucleo.

    M5 (Ser; GC; osservato con 16mm, 5mm). Spettacolare a 305x, ricchissimo con nucleo circolare risolto fin nella parte più interna; complessivamente ha forma a cometa, nel senso che la porzione esterna è asimmetrica, con una “coda” semicircolare aperta verso est e qualche barlume sparso verso ovest. Non ha componenti particolarmente brillanti, ma mantiene una uniforme, quanto elevata, LS.

    M3 (CVn; GC; osservato con 16mm, 5mm). Altra esplosione di stelle 305x, ha nucleo risolto completamente, circolare e brillantissimo, composto da un abnorme quantitativo di astri; le componenti circostanti, pure organizzate in agglomerati molto densi, attribuiscono complessivamente all'oggetto un asse E-O più schiacciato rispetto a quello ortogonale; tutt'attorno, si distribuisce una serie di sbuffi, concentrati soprattutto verso est.
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  6. #6
    Sole L'avatar di Giova84
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Caserta
    Messaggi
    797
    Taggato in
    109 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Bilancio monstre (almeno per me): 72 oggetti osservati, di cui 33 per la prima volta in assoluto!
    Una cifra per me assurda, dato che viaggio di media su valori pari a un terzo. Ovviamente, so che molto dipende anche dalla zona di cielo selezionata...però, ragazzi, che serata! Da riconciliare, con l'astronomia, con Dio e l'Universo!

    Ringrazio chi ha avuto la pazienza di leggermi fino alla fine, deve essere stata oggettivamente parecchio dura
    Alla prossima...cieli sereni!
    Rifrattore acro SW 120/600 e Messier MC 127/1900 su montatura altazimutale ES Twilight I; ES Dobson UL 12"; oculari MaxVision 68° 24mm, AP UWA 16mm, ES 82° 11-8,8-6,7-4,7mm.

  7. #7
    SuperNova L'avatar di Marcos64
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Biella
    Messaggi
    3,761
    Taggato in
    577 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Complimenti! E' quel che si dice... una serata magica!
    Il Report me lo leggerò con la dovuta calma, per ora grazie.
    Dob SW 254/1200 - Mak SW 127/1500 Oculari: TS Paragon ED 35, Baader Hyperion 21, UWA 7 82°, Luminos 10 82

  8. #8
    Meteora L'avatar di Val_Ter
    Data Registrazione
    Apr 2019
    Località
    Castelrosso-Chivasso
    Messaggi
    22
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Grazie, ho preso appunti per le prossime serate!

  9. #9
    Nana Bianca L'avatar di nicola66
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Giugliano in Campania Napoli
    Messaggi
    7,063
    Taggato in
    700 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    @Giova84 Giovanni hai davvero fatto bingo ‘ hai visto giovanni da lassù ti è stato vicino tutta la serata “
    Immagino le varie esclamazioni
    Complimenti davvero un report eccezionale
    Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi

  10. #10
    SuperGigante L'avatar di alextar
    Data Registrazione
    May 2014
    Località
    marcianise (CE)
    Messaggi
    2,842
    Taggato in
    442 Post(s)

    Re: Nulla sarà più come prima: report di una nottata di grazia

    Per quanto mi riguarda la serata la identifichero' per sempre con una visione mozzafiato della galassia Sigaro... Mai E ribadisco mai ho visto nulla di neppure lontanamente paragonabile
    Ultima modifica di alextar; 08-04-2019 alle 11:12
    Dobson 200/1200 oculari ortho 6mm ed planetary 5mm, Plossl 15mm superplossl 10mm 25mm, barlow 3x Coma barlow 2x skywatcher dashcamere, la prima che mi capita a tiro

Discussioni Simili

  1. Report della mia prima osservazione con telescopio nuovo
    Di Ele nel forum Report osservativi
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 14-01-2016, 22:51
  2. Primo Report negativo e prima domanda....
    Di Mattia87 nel forum Report osservativi
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31-08-2014, 18:59
  3. Primo report, prima galassia
    Di StarMark nel forum Report osservativi
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-05-2014, 16:51
  4. Nulla
    Di Gabriella Bernardi nel forum Articoli
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-02-2013, 22:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •