Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Meteora L'avatar di Ale.diio
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    16
    Taggato in
    0 Post(s)

    Momento migliore per i pianeti

    Ciao,

    ho qualche dubbio sull'osservazione planetaria e quando è il momento migliore per farla.

    Quando la scorsa estate Giove e Saturno erano già visibili nel tardo pomeriggio/crepuscolo li vedevo proprio bene, con i dettagli che la mia strumentazione riesce a farmi vedere. Gli stessi pianeti visti di notte erano scadenti, troppo luminosi, non riuscivo più a cogliere nessun dettaglio, sembravano (soprattutto Giove) delle piccole lune piene per quanta luce vedevo.

    Da qui pensavo, se uno dovesse fare osservazione dei pianeti di notte, magari a causa degli orari in cui sorgono, sarebbe più utile fare osservazioni quando c'è la luna piena? In esatto contrasto rispetto alle osservazioni deep sky, la luce proveniente dalla luna non potrebbe aiutare il contrasto dei pianeti rispetto al cielo e quindi permettere una migliore osservabilità?

    Grazie mille

  2. #2
    Sole L'avatar di cesarelia
    Data Registrazione
    May 2020
    Località
    Pisa
    Messaggi
    927
    Taggato in
    89 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Se il pianeta è troppo luminoso bisogna abbassare la pupilla d'uscita (ingrandendo o diaframmando) oppure usare dei filtri (polarizzatori o colorati).
    Io ad esempio per Marte ingrandivo a 228x e a volte utilizzavo un filtro verde; per Giove mi trovavo meglio con un filtro blu, ingrandendo almeno a 150x.

    Poi dipende se il pianeta è in opposizione, a che distanza è, se è in fase, se il seeing è buono.

    Ciò non toglie che a volte la visione diurna o crepuscolare offre alcuni vantaggi in certe situazioni (tendenzialmente preferisco però la visione notturna)

  3. #3
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    25,686
    Taggato in
    2122 Post(s)


    Re: Momento migliore per i pianeti

    ci sono pianeti molto luminosi e con molti micro dettagli visibili (al netto del diametro!) in cui la visione migliore si ottiene proprio al crepuscolo, Giove ad esempio è il classico esempio, i pianeti si possono osservare sempre, col Inquinamento luminoso, con la Luna piena e quant'altro, l'importante è che il seeing sia sufficiente e che siano ragionevolmente alti sull'orizzonte. in alcuni casi anche l'aiuto di filtri neutri o interferenziali o di tipo wratten aiutano molto.

    sposto in -Sistema Solare-

  4. #4
    Gigante L'avatar di Richard1
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Messaggi
    1,681
    Taggato in
    162 Post(s)


    Re: Momento migliore per i pianeti

    Proprio vero! Una sera ero andato in montagna con il C8 ad osservare Giove con buio pesto, e pensavo di osservare in modo perfetto. Quando poi alle due di notte sono tornato a casa con un cielo cittadino pieno di luci ho notato che lo vedevo meglio! Vedevo nuovi particolari, mentre al buio pesto era troppo luminoso. Spesso ho osservato incredibili particolari di Giove proprio all’imbrunire quando il cielo era ancora chiaro. Per quanto mi riguarda però questo discorso non vale per Saturno. Vale la pena effettivamente di considerare qualche filtro a volte, come ti è stato consigliato.
    Celestron CPC 800, SW Mak 127/1500, binocolo 12x50

  5. #5
    Meteora L'avatar di Ale.diio
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    16
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Grazie mille per i consigli.

    Già conoscevo che aumentando gli ingrandimenti diminuisce la P.U. e questo migliora il contrasto.

    Per quanto riguarda i filtri per ora mi sto facendo le ossa sul rifrattorino 90, quando farò un salto di qualità su qualcosa di più performante, magari votato al hi-res, allora inizierò a considerare quell'acquisto.

    Giusto un'ultima domanda, per sapermi regolare per le future uscite: considerando i pianeti Giove, Saturno, Marte e Venere, a parità di condizioni (telescopio, altezza sull'orizzonte, opposizioni, seeing,...) si dovrebbero vedere meglio al buio o se il cielo è un po' illuminato? Non mi riferisco solo all'inquinamento luminoso artificiale o all'osservarli al crepuscolo ma proprio ai benefici della presenza della luna. Se illumina il cielo aiuta l'osservazione dei pianeti prima citati, magari troppo luminosi nel buio pesto? Così riuscirei ad osservarli bene con i loro dettagli? E' questo il mio dubbio.

    Se così fosse potrei programmare le uscite non di novilunio ma di luna piena, oppure ai quarti e mi dedicherei anche all'osservazione del terminatore della luna.

  6. #6
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,357
    Taggato in
    205 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Come ti hanno già detto, più che con Luna piena (che è un fonte di luce "compatta" e solo relativamente utile), è meglio osservare al crepuscolo (poco dopo il tramonto o poco prima dell'alba), il chiarore diffuso e (quasi) omogeneo del cielo, permette di livellare i contrasti molto efficaciemente, naturalmente aiuta anche la Luna e i lampioni sparati in faccia, ma è (molto) meglio il classico "cielo chiaro".
    Ovviamente questo in luce integrale (ovvero senza filtri), se invece usi filtri, in base al tipo ti può servire ogni anticchia di luce disponibile.

    Facendo una classifica (esclusivamente secondo la mia esperienza e secondo le mie personali preferenze osservative, quindi NON è il "verbo").
    • Venere: è utile osservarla subito dopo il tramonto o subito prima dell'alba, con il cielo ancora chiaro, a volte quando vicina al Sole e quindi in fase avanzatissima (mostra delle cuspidi bellissime), la osservo anche di giorno (occhio!!! In questo caso si deve stare moolto attenti a non incrociare il Sole, è bene tentare una simile osservazione solo se si ha il GOTO o se si sa esattamente cosa e come fare); Se si usa un filtro blu scuro come il W38a o (ancor meglio) il viola (W47) che toglie molta luce, è meglio osservarlo ben dopo il tramonto (o ben prima dell'alba), per intenderci, dalle parti del crepuscolo nautico. Questi filtri se usati con buoni diametri (18/20 cm) e con ottimo seeing, ti potrebbe far scorgere le nubi d'alta quota (che emettono molto nell'UV).
    • Giove: è un altro pianeta che beneficia di un po di luce ambiente (non come Venere) quando lo si osserva fino a P.U. intorno al mm, ma se il seeing è buono ed è possibile scendere a P.U. tra 0,75 e 0,6 mm (in luce integrale) meglio osservarlo con il buio (dopo il crepuscolo astronomico) visto che i suoi dettagli più minuti sono veramente a basso contrasto (mica ci sono solo le bande principali e la grande macchia rossa ) e quindi serve tutta la luce possibile, al massimo per evidenziare specifici dettagli si possono usare i filtri (ricordiamoci sempre che sono utili ma tolgono luce), sul gigante trovo utili soprattutto i gialli (W15 e W12) e i blu "medi" (W82a e W80a).
    • Saturno: è un oggetto "doppio" dal punto di vista osservativo, se ci si accenta sugli anelli, questi sono discretamente contrastati (ammesso di non voler "sgranare" anellino per anellino) e si possono osservare anche con un po (non troppa) luce ambiente (tra il crepuscolo civile e quello nautico), mentre se si vogliono osservare le bande sul disco, allora valgono le regole per Giove, anzi Saturno in questo caso, possiamo dire che è una versione più "bastarda" di Giove.
    • Marte: va (secondo me) osservato (seriamente) solo di notte, il pianeta beneficia di ingrandimenti che gli altri si sognano (io parto da P.U. di 0,65 mm o inferiori e comincio a fare seriamente a partire da P.U. di 0,5 mm), se è troppo luminoso (dubito a questi ingrandimenti e solo se avete diametri a partire da 20 cm ), se non riuscite ad osservarlo alle suddetti P.U. per via del seeing non collaborativo, piuttosto filtratelo, sono eccellenti (nel senso che fanno vedere i dettagli) tutti i rossi delle varie gradazioni (W29, W25, W23a e anche l'arancio W21) da utilizzare in base al diametro dello strumento (diametro maggiore, filtro più scuro).


    Dopo questo papocchio, visto che ho parlato di filtri, allego il solito bigino.

    Filtri colorati Wratten & Baader bis p3.jpg Filtri colorati Wratten & Baader bis p2.jpg Filtri colorati Wratten & Baader bis p1.jpg



    Ps.: quando mi riferisco al crepuscolo civile, nautico o astronomico, mi riferisco a questo ► https://it.wikipedia.org/wiki/Crepuscolo
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  7. #7
    Pulsar L'avatar di nicola66
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Giugliano in Campania Napoli
    Messaggi
    7,716
    Taggato in
    774 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Il miglior Giove l’ho visto nella primavera del 2019
    Cielo con nuvolosità sparsa seeing da brividi ....
    Telescopio c 8 Baader ortho da 10mm ancora oggi ce lo impresso davanti ai miei occhi 😍😍😍
    Praticamente immobile
    Lascia che l'anima rimanga fiera e composta di fronte ad un milione di universi

  8. #8
    SuperGigante L'avatar di Angelo_C
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,357
    Taggato in
    205 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Col seeing medio presente nella mia postazione osservativa milanese, col newton 200 "lungo" i 200x (206x con ramsden 8 mm) li faccio in 8 osservazioni su 10, la metà delle volte, sto sui 275x stabilmente (baader GO 6 mm).

    Da me il cielo è veramente fetente, ma il più delle volte il seeing è al bacio.
    La Mia Strumentazione • • • Associazione Astronomica Mirasole (AstroMirasole): http://astromirasole.org • • • Pagina facebook: facebook.com/AstroMirasole/

  9. #9
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    25,686
    Taggato in
    2122 Post(s)


    Re: Momento migliore per i pianeti

    la risposta di @Angelo_C è da enciclopedia, da stampare e ripeterlo ogni mattina prima di uscire di casa.
    il mio miglior Saturno l'ho osservato una sera col c11" con una nebbia che si stava alzando pazzesca, prima che il dew point mi mise fuori gioco il tubone, 700x con il tele super collimato e una immagine che teneva alla grandissima, ho sempre sospettato che quella sera si sarebbe potuto osare di più per quanto riguarda gli ingrandimenti, immagine che ancora ho stampato nella memoria.
    paradossalmente il mio miglior Giove l'ho visto con il rifrattore da 11cm una notte verso le 2:30 con una configurazione di passaggi di satelliti e GMR molto particolare.

  10. #10
    Meteora L'avatar di Ale.diio
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Messaggi
    16
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Momento migliore per i pianeti

    Grazie a tutti per i suggerimenti, soprattutto @Angelo_C per gli ottimi e molto esaustivi commenti.

    Mi ero già accorto dalle mie uscite che il crepuscolo aiuta in certi casi, però non dura molto e bisogna sempre sperare che i pianeti sorgano al momento giusto. Per questo speravo che la Luna potesse giocare a mio favore, ho capito che è meglio rivolgersi ad altri trucchetti (ingrandimenti maggiori e filtri).

    Grazie mille ancora.

    ciao

Discussioni Simili

  1. Finalmente il momento è arrivato..
    Di Tachipiri nel forum Primo strumento
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 24-07-2019, 18:58
  2. È arrivato il momento di cambiare
    Di Makaveli nel forum Telescopi e Montature
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 12-09-2016, 15:12
  3. Modifica è arrivato il momento
    Di carkinzo nel forum Strumenti di ripresa
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-09-2016, 20:29
  4. qual'è il periodo migliore per vedere i pianeti?
    Di Syd nel forum Sistema Solare
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-10-2014, 12:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •