Pagina 3 di 8 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 75
  1. #21
    Nana Rossa L'avatar di Andrea I.
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Localitā
    Reggio Emilia
    Messaggi
    449
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalā Visualizza Messaggio
    No, Andrea... la forma dipende dalla distribuzione della materia. Non č una forma come noi l'intendiamo, ma si rifā al concetto di curvatura...
    Capito. Io nella mia testa, e con quello che credo di avere imparato, avevo metaforizzato la cosa come una "corrente di fiume" un "flusso di spazio-tempo" in continuo movimento...da qui la mia personale convinzione che fosse indeterminabile la ipotetica "forma". Sono molto fuori strada?

  2. #22
    Pianeta L'avatar di Matteo
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    82
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Anni fa ho letto il libro Flatlandia e ora leggendo questo articolo mi viene in mente una sorta di analogia con l'universo ma probabilmente mi sbaglio, comunque ci provo:
    Prendiamo un segmento che ė una realtā a 1 dimensione delimitata da due punti agli estremi che hanno dimensione 0.
    Se prendiamo un disco che ha due dimensioni il suo limite č costituito dalla circonferenza che ha una dimensione.
    ora se prendiamo una sfera tridimensionale abbiamo la superficie che la delimita che ha due dimensioni
    Praticamente per una realtā con n dimensioni troveremo un limite con n-1 dimensioni.

    Ora se prendessimo l'universo come realtá a 4 dimensioni (ma quella temporale possiamo usarla in tal senso?) avremmo un limite tridimensionale in cui ci possiamo muovere liberamente e che quindi non percepiamo.
    Un po' come dire che anche la superficie della Terra č finita ma non per questo incontriamo mai dei limiti quando camminiamo sulla sua superficie.

    forse ho fatto solo casino

  3. #23
    Meteora L'avatar di vecchiaspugna
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    14
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    quindi un universo anche se piatto, se potessimo viaggiare a velocitā infinita e sempre nella stessa direzione, ci riportrerebbe prima o poi al punto di partenza?

    corollario: se la luce avesse velocitā infinita potremmo guardarci il sedere?

  4. #24
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalā
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Localitā
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea I. Visualizza Messaggio
    Capito. Io nella mia testa, e con quello che credo di avere imparato, avevo metaforizzato la cosa come una "corrente di fiume" un "flusso di spazio-tempo" in continuo movimento...da qui la mia personale convinzione che fosse indeterminabile la ipotetica "forma". Sono molto fuori strada?
    no, direi di no. Stai solo guardando un lato del nostro Teatro... Essso č in realtā un'immensa struttura che continua a espandersi e ad allargarsi verso il futuro. Tuttavia, questa struttura possiede una forma che tende a segnarle il destino. Se la massa riuscirā a controbilanciare l'espansione il tutto si chiuderā du se stesso. In caso opposto di allargherā fino a dissolversi in un tripudio di materia elementare. La forma č qualcosa di estremamente ben collegato al destini dell'Universo. Una lotta continua tra gravitā e espansione: chi vincerā?

  5. #25
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalā
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Localitā
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da vecchiaspugna Visualizza Messaggio
    quindi un universo anche se piatto, se potessimo viaggiare a velocitā infinita e sempre nella stessa direzione, ci riportrerebbe prima o poi al punto di partenza?

    corollario: se la luce avesse velocitā infinita potremmo guardarci il sedere?
    pių o meno č cosė... Noi potremmo anche giā avere visto certi oggetti due volte, nel caso che l'Universo "osservabile" fosse pių grande dell'intero universo. Situazione difficile, ma non del tutto impossibile!

  6. #26
    SuperGigante L'avatar di Vincenzo Zappalā
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Localitā
    San Damiano d'Asti
    Messaggi
    2,762
    Taggato in
    1 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Matteo Visualizza Messaggio
    Anni fa ho letto il libro Flatlandia e ora leggendo questo articolo mi viene in mente una sorta di analogia con l'universo ma probabilmente mi sbaglio, comunque ci provo:
    Prendiamo un segmento che ė una realtā a 1 dimensione delimitata da due punti agli estremi che hanno dimensione 0.
    Se prendiamo un disco che ha due dimensioni il suo limite č costituito dalla circonferenza che ha una dimensione.
    ora se prendiamo una sfera tridimensionale abbiamo la superficie che la delimita che ha due dimensioni
    Praticamente per una realtā con n dimensioni troveremo un limite con n-1 dimensioni.

    Ora se prendessimo l'universo come realtá a 4 dimensioni (ma quella temporale possiamo usarla in tal senso?) avremmo un limite tridimensionale in cui ci possiamo muovere liberamente e che quindi non percepiamo.
    Un po' come dire che anche la superficie della Terra č finita ma non per questo incontriamo mai dei limiti quando camminiamo sulla sua superficie.

    forse ho fatto solo casino
    no, caro Matteo, sei molto vicino al succo della questione. Solo, devi pensare che la superficie terrestre sia il tutto e non potresti nč scavare ne saltare... O, meglio, scavare se vi sono "buchi" che deformano il tessuto spazio temporale (le stelle in piccolo e i buchi neri in grande)...Una deformazione della superficie dovuta alla massa in gioco. Se essa č troppa abbiamo proprio la sfera. Se č poca l'iperboloide...

  7. #27
    Pianeta L'avatar di Matteo
    Data Registrazione
    May 2012
    Messaggi
    82
    Taggato in
    4 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalā Visualizza Messaggio
    no, caro Matteo, sei molto vicino al succo della questione. Solo, devi pensare che la superficie terrestre sia il tutto e non potresti nč scavare ne saltare... O, meglio, scavare se vi sono "buchi" che deformano il tessuto spazio temporale (le stelle in piccolo e i buchi neri in grande)...Una deformazione della superficie dovuta alla massa in gioco. Se essa č troppa abbiamo proprio la sfera. Se č poca l'iperboloide...
    Certo non posso ne scavare ne saltare perché in una realtā a due dimensioni come una superficie l'altezza non esiste. Ma ė sbagliato considerare l'universo come una realtá a 4 dimensioni con un limite tridimensionale?

  8. #28
    Nana Rossa L'avatar di davide1334
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Localitā
    emilia
    Messaggi
    399
    Taggato in
    14 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Vincenzo Zappalā Visualizza Messaggio
    no, direi di no. Stai solo guardando un lato del nostro Teatro... Essso č in realtā un'immensa struttura che continua a espandersi e ad allargarsi verso il futuro. Tuttavia, questa struttura possiede una forma che tende a segnarle il destino. Se la massa riuscirā a controbilanciare l'espansione il tutto si chiuderā du se stesso. In caso opposto di allargherā fino a dissolversi in un tripudio di materia elementare. La forma č qualcosa di estremamente ben collegato al destini dell'Universo. Una lotta continua tra gravitā e espansione: chi vincerā?
    prendiamo per buona questa ipotesi: la massa controbilancerā l'espansione e arriverā un momento preciso di "immobilitā " prima di iniziare la contrazione.quello sarebbe realmente "la fine del primo tempo" giusto?e da li in poi lo spazio e il tempo andrebbero...all'indietro?un conto alla rovescia?in questo caso non esisterebbe i'infinito,giusto?

  9. #29
    Nana Rossa L'avatar di Andrea I.
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Localitā
    Reggio Emilia
    Messaggi
    449
    Taggato in
    2 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da davide1334 Visualizza Messaggio
    prendiamo per buona questa ipotesi: la massa controbilancerā l'espansione e arriverā un momento preciso di "immobilitā " prima di iniziare la contrazione.quello sarebbe realmente "la fine del primo tempo" giusto?e da li in poi lo spazio e il tempo andrebbero...all'indietro?un conto alla rovescia?in questo caso non esisterebbe i'infinito,giusto?
    No, il tempo non puo andare indietro semplicemente avanzando il tempo lo spazio si contrae, é comunque FUTURO.
    Trovo molto intrigante l'idea che la disposizione della materia/massa possa indicare una struttura di base dell'universo...sottointende che ci debba essere uno schema d'ordine di base in un sistema che tende naturalmente al caos. Che l'espansione spaziale sia una risposta per bilanciare la tendenza al movimento disordinato della materia in uno spazio limitato? Orpole ecco che reinizio a farmi dei film

  10. #30
    Nana Rossa L'avatar di davide1334
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Localitā
    emilia
    Messaggi
    399
    Taggato in
    14 Post(s)

    Re: Un dialogo sul nulla, il niente e -forse- il... tutto.

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea I. Visualizza Messaggio
    No, il tempo non puo andare indietro semplicemente avanzando il tempo lo spazio si contrae, é comunque FUTURO.
    Trovo molto intrigante l'idea che la disposizione della materia/massa possa indicare una struttura di base dell'universo...sottointende che ci debba essere uno schema d'ordine di base in un sistema che tende naturalmente al caos. Che l'espansione spaziale sia una risposta per bilanciare la tendenza al movimento disordinato della materia in uno spazio limitato? Orpole ecco che reinizio a farmi dei film
    si,il tempo non puō andare all'indietro,intendevo il fatto che,presupponendo una simmetria universale,la durata della contrazione sarebbe uguale a quella del "primo tempo",quindi calcolabile...o no?

Discussioni Simili

  1. Sarebbe utile un Wiki tutto nostro?
    Di Stefano Simoni nel forum Sondaggi
    Risposte: 134
    Ultimo Messaggio: 17-04-2016, 08:37
  2. Forse ci siamo?
    Di Vincenzo Zappalā nel forum News
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 05-06-2013, 19:51
  3. Giove - forse
    Di Huniseth nel forum Pianeti e dintorni
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 08-11-2012, 19:47
  4. Niente fischi per Einstein: ce lo dice WiggleZ
    Di Vincenzo Zappalā nel forum News
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 08-09-2012, 15:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •