Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 33
  1. #1
    Meteora L'avatar di llikllis
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    3
    Taggato in
    0 Post(s)

    Consiglio per primo telescopio

    Ciao a tutti,

    da buon neofita, sono qui per chiedere aiuto nella scelta del mio primo telescopio.
    Per cominciare, ecco le mie risposte al questionario.

    1) Cosa voglio osservare principalmente
    c- Planetario e Cielo Profondo in quantità uguali

    2) Uso del telescopio
    a- Solo visuale


    3) La cosa più importante per me è
    d- Un compromesso tra funzionalità e diametro


    4) Osservo più spesso:
    c- Posso spostarmi senza problemi

    5) Il cielo da dove osservo generalmente è:
    c- Cielo rurale; la Via Lattea è visibile, l'IL è basso e localizzato solo in direzione delle città.


    6) Quando mi sposto
    b- Ho spazio in macchina, con un po’ di sforzo..


    7) Per raggiungere il luogo di osservazione con la mia auto:
    b- Ho un breve tragitto e pochi passi

    8) Posso trasportare facilmente:
    c- 30 kg


    9) Messa a punto:

    a- Non ne voglio sentir parlare!
    b- Con un cacciavite me la cavo …
    c- Sono capace di collimare il telescopio

    10) Quando sono sul posto:
    b- Sono disposto ad aspettare un po' per preparare la serata

    11) Per trovare il bersaglio:
    a- Mi piace studiare una mappa

    12) Quando ho trovato l'oggetto:
    c- Penso non aver problemi ad inseguire il bersaglio

    13) Per lo strumento senza accessori, posso spendere:
    € 300

    Aggiungo qualche dettaglio. L'astronomia mi appassiona da molto, ma per ora ho approfondito la materia solo in maniera teorica (libri). Da qualche mese sono passato all'atto pratico, ho comprato un binocolo 10x50 e ho cominciato a prendere confidenza con il cielo, a riconoscere le costellazioni, a orientarmi con le mappe, a trovare i primi DSO. E mi sono divertito un mondo. Purtroppo, da casa non riesco ad osservare niente, ho la visuale libera solo verso sud con una siepe bella alta che da tanta parte dell'ultimo orizzonte il guardo esclude (scusate Leopardi, mi è partito il colpo...) e inquinamento luminoso mica male: di solito non si riescono a vedere nemmeno le Pleiadi. Quindi mi devo spostare un po' verso le montagne (abito alle porte di Bergamo), dove il cielo migliora. Più raramente riesco ad arrivare in alta montagna, dove riesco a vedere la galassia di Andromeda ad occhio nudo in visione distolta.
    La mia idea sarebbe buttarmi su un dobson, ma sono in dubbio: 150/1200 o 200/1200? Con il 200 mm sforerei un pochino dal budget, ho visto, ma con un po' di sforzo, forse, potrei anche riuscirci. Ne vale la pena? Ovvio, la quantità di luce che si raccoglie non è la stessa, e non è un dettaglio da poco, ma durante una serata osservativa a conclusione di un corso di astronomia a cui sono riuscito a partecipare, dove c'erano entrambi i telescopi in questione, da buon neofita non sono riuscito a cogliere differenze significative. Certo, il contesto non era quello giusto per un'attenta osservazione (pochi telescopi e parecchia gente), ed era la prima volta che accostavo l'occhio a un oculare, ma uno degli esperti che conducevano la serata e a cui ho chiesto suggerimenti mi ha consigliato il 150/1200, come primo strumento.
    Ultima cosa, la collimazione. Sono famoso per essere particolarmente imbranato e leggendo nel forum mi sembra di aver capito che quella del dobson più piccolo sia più facile e forse mi metterebbe meno in difficoltà (anche se, alla fine, imparo anche io a fare tutto).
    Voi cosa ne pensate?
    Sono sulla strada giusta o sto vagando senza meta, come d'altra parte spesso mi accade?
    C'è qualche altro strumento che potrebbe fare al caso mio e che non ho considerato?
    Grazie a tutti.

    Lucio

    Questo post contiene 3 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!

  2. #2
    Staff • Moderatore Globale L'avatar di etruscastro
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Tarquinia (VT)
    Messaggi
    23,262
    Taggato in
    1904 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    il dobson è un'ottima scelta, e se si parla di dobson deve essere il maggior diametro possibile.
    per valutare quanta differenza ci passa tra un 150 e un 200 bisogna paragonarli su oggetti al limite dove il diametro sfodera le migliori prestazioni al netto del cielo buio.
    quindi, se puoi fai uno sforzo e prendi il 200mm

  3. #3
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,962
    Taggato in
    282 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    In considerazione delle tue premesse, con una siepe bella alta davanti un Dobson avendo base a terra sarebbe penalizzato dalla siepe e costretto a partire da un tot di gradi in alto, questo dipenderà da quanto sei lontano dalla siepe, con il budget a livello di prestazioni non ci caverai molto di meglio, anzi nulla, considera anche la trasportabilità se ti dovrai spostare sia il 150 che il 200mm hanno un certo ingombro...
    Per la collimazione, sono di costruzione identica e non è vero sia più facile farla a quello più piccolo, si fa alla stessa maniera, non si tratta neanche di una cosa difficile basta capire come si deve farla e quindi studiarla un minimo prima...

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 UWA-10 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  4. #4
    Nana Bruna L'avatar di Shaula87
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Località
    Cagnano Amiterno (AQ)
    Messaggi
    239
    Taggato in
    6 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Penso che un dobson sia la scelta migliore nel tuo caso
    Un 200 mm ha già un potere risolutivo di tutto rispetto e pesa circa 4 kg ni meno rispetto al mio dobson (250/1200, solo il tubo pesa 12 kg), mentre riguardo la collimazione non è un fattore di diametro, ma di rapporto focale. Un 200/1200 ha rapporto focale 6, richiede una collimazione precisa...più il rapporto focale è basso e più precisione ci vuole. Il mio ha rapporto focale 4,7 e mi ha fatto passare i guai per collimarlo! Questo perché ero inesperta...poi ho imparato, grazie anche a questo forum, ed ora la faccio a occhi chiusi
    Ad ogni modo la collimazione di fabbrica, generalmente, è fatta bene, quindi non sarà necessario collimare nell'immediato
    Poi ci sono vari strumenti per facilitare le manovre: tappi forati, collimatori chesire, il REEGO....
    Riguardo agli ingombri, beh, un tubo di 1200 sta comodo comodo disteso sui sedili posteriori di una C 3
    La montatura non è un grosso problema, la "incastri" dove vuoi
    Con un dobson 200/1200 ti toglierai un mucchio di soddisfazioni

    Questo post contiene 3 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Dobson SW 254/1200 BD, oculari: Hyperion 24mm/68°, FF 12mm/60°, ES 82° LER 6,5mm, Planetary ED 5mm/60°, filtri: Baader neodymium 2", polarizzatore variabile 1,25"

  5. #5
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,962
    Taggato in
    282 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Il fatto che il tubo di un Dobson entri su un sedile di un auto, non vuol dire che sia il massimo della trasportabilità, si parla di andare in montagna se non vuole osservare dove non si vedono le Pleiadi a occhio nudo e con la siepe alta di fronte, andare in montagna vuol dire portarsi dietro anche valigetta oculari, pila, power tank quello che sia (sgabellino obbligatorio), diventa ogni volta mezzo trasloco andata e ritorno, io prima di pensare al tubone come unico pezzo da trasportare penserei anche all'insieme, se si ha una location dove arrivi con la macchina e metti tutto giù poi osservi è un conto, ma se devi fare strada a piedi per arrivare al posto dove fa fatica un fuoristrada è tutto un altro tipo di trasporto...
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 UWA-10 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  6. #6
    Galassia L'avatar di Angeloma
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Camaiore - Viareggio
    Messaggi
    13,928
    Taggato in
    1070 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    La collimazione: tra un Newton f6 e uno f8, come difficoltà, siamo lì. È da f5 in poi, che è un po' meno agevole.
    La siepe: se non puoi ridimensionarla con adeguati strumenti da potatura, fa niente. Anche alzando d'un paio di metri il punto d'osservazione, non cambia una virgola; inutile pensare a un altro tipo di telescopio. Magari, una torretta d'osservazione antincendio farebbe comodo.
    Il trasporto: questo è un problema. Non puoi allontanarti di molto, a meno di fare un paio di viaggi. Puoi risolvere in due modi: Dobson truss, sconsigliabile per un principiante e fuori budget. Oppure zaino in spalla, che sia capace di contenere il tubo: soluzione più consona, ché in fin dei conti, il tubo ha una lunghezza di 110-115cm. Anche un buon carrello portapacchi è una discreta soluzione: ci carichi tutta l'attrezzatura.

    Una terza via, ossia uno strumento più compatto e trasportabile, ti manda fuori budget e devi scendere di apertura. Avendo un unico strumento, non lo consiglio.

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Newton: GSO 303/1500; 150/1400; Bresser NT-150L Hexafoc - Mak: Sw 127/1540 BD; VMC11OL - rifrattori: 50/600; 70/350; ETX70 AT; 70/700; 77/910; 90/500.

  7. #7
    Nana Bianca L'avatar di frignanoit
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Monfestino MO
    Messaggi
    5,962
    Taggato in
    282 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Citazione Originariamente Scritto da llikllis Visualizza Messaggio
    4) da buon neofita non sono riuscito a cogliere differenze significative. Certo, il contesto non era quello giusto per un'attenta osservazione (pochi telescopi e parecchia gente), ed era la prima volta che accostavo l'occhio a un oculare
    Dipende molto anche dagli oggetti osservati e dallo stato del cielo, con molte turbolenze nell'aria il 150mm potrebbe risultare alla pari o più performante del 200mm perché quest'ultimo con il tubo più aperto raccoglie più turbolenze e la visione potrebbe apparire più deleteria, poi a raccogliere dettagli fini oltre a quello che si vede d'insieme che è quello che prima si raccoglie serve stare all'oculare parecchio e non è detto che ce ne siano da far notare differenze eclatanti, su diametri piccoli come da 70 a 90/100mm in generale non ci sono molte differenze a livello risolutivo, se si vedono solo le bande equatoriali su Giove nel 70 le stesse si vedono nel 90, idem per i globulari, oltre bisogna andare in Nabibia, dal 150mm invece inizia la risoluzione in stelline dei globulari e anche a vedersi qualche dettaglio sui pianeti, qui 50mm in più fanno la differenza...
    Bino-10-30x60 C-VX 8"N/f5 ADV EXOS-2 - C-XLT 6"N/f5 AMS - AC 80/400 Ocu: UWA-4 SPl-6 UWA-10 Zoom-7x21 UWA-23 SWA-24 SPl-26 SPL-32 SPl-40mm Barlow-2,25/1,3x, Antonio

  8. #8
    Nana Bruna L'avatar di Shaula87
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Località
    Cagnano Amiterno (AQ)
    Messaggi
    239
    Taggato in
    6 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Citazione Originariamente Scritto da frignanoit Visualizza Messaggio
    Il fatto che il tubo di un Dobson entri su un sedile di un auto, non vuol dire che sia il massimo della trasportabilità, si parla di andare in montagna se non vuole osservare dove non si vedono le Pleiadi a occhio nudo e con la siepe alta di fronte, andare in montagna vuol dire portarsi dietro anche valigetta oculari, pila, power tank quello che sia (sgabellino obbligatorio), diventa ogni volta mezzo trasloco andata e ritorno, io prima di pensare al tubone come unico pezzo da trasportare penserei anche all'insieme, se si ha una location dove arrivi con la macchina e metti tutto giù poi osservi è un conto, ma se devi fare strada a piedi per arrivare al posto dove fa fatica un fuoristrada è tutto un altro tipo di trasporto...
    Infatti non dico che sia comodo, anzi....però con un po' di organizzazione non è impossibile spostare un tubo di 12 kg più annessi e connessi
    Ovviamente uno strumento più piccolo e compatto sarà più maneggevole ed occuperà meno spazio in macchina, e risentirà anche meno di turbolenze e inquinamento luminoso, tuttavia un diametro ridotto non può raccogliere la stessa luce di un diametro maggiore purtroppo...
    Un dobson truss sarebbe l'ideale ma è difficile da usare se si è alle prime armi.....
    Uno strumento tipo gli Schmidt cassegrain costano troppo....
    Un bel dilemma! La scelta è dura...bisogna essere disposti a scendere a compromessi ,rinunciare a qualcosa in favore di altro...purtroppo il telescopio perfetto non esiste

    Questo post contiene 1 auto-link(s) ad AstroWiki. Collabora con noi!
    Dobson SW 254/1200 BD, oculari: Hyperion 24mm/68°, FF 12mm/60°, ES 82° LER 6,5mm, Planetary ED 5mm/60°, filtri: Baader neodymium 2", polarizzatore variabile 1,25"

  9. #9
    Meteora L'avatar di llikllis
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    3
    Taggato in
    0 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Grazie a tutti.
    Anche io ho pensato al problema della trasportabilità. Da casa, infatti, non mi posso inventare molto. Abito al piano terra di un condominio e ho a disposizione solo pochi metri di giardino chiusi dalla siepe, che deve restare alla stessa altezza di quella degli altri condomini. Se mi alzo per superare l'altezza della siepe, finisco per guardare in casa dei vicini e di quelli del piano di sopra. Meglio lasciare perdere.
    Sarà complicato spostarsi con un tubone, ma non vedo molte alternative. Sto studiando eventuali location per osservare e ce ne sono di raggiungibili con la macchina.
    Per il diametro, mi sembra di aver capito che mi consigliate di puntare al 200 mm. Tornerò a fare i miei conti per vedere se riusciamo a metterci quel po' di diametro in più.
    Ho anche un'altra domanda, che mi sa di abbastanza stupida, ma nel dubbio non si sa mai: se tengo il dobson in garage (coperto, ovviamente), ci sono controindicazioni? Perchè lo spazio è poco in giardino, non è molto in auto ma pure in casa non si sta molto larghi...

    Lucio

  10. #10
    Nana Bruna L'avatar di Shaula87
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Località
    Cagnano Amiterno (AQ)
    Messaggi
    239
    Taggato in
    6 Post(s)

    Re: Consiglio per primo telescopio

    Certamente!! Puoi metterlo al sicuro in garage ben coperto da un telo, meglio se lo metti in una di quelle sacche apposite con chiusura lampo, su amazon le trovi tranquillamente .... puoi anche riciclare una vecchia coperta.
    Dobson SW 254/1200 BD, oculari: Hyperion 24mm/68°, FF 12mm/60°, ES 82° LER 6,5mm, Planetary ED 5mm/60°, filtri: Baader neodymium 2", polarizzatore variabile 1,25"

Discussioni Simili

  1. Consiglio primo telescopio
    Di Deb nel forum Primo strumento
    Risposte: 79
    Ultimo Messaggio: 16-11-2018, 07:59
  2. Consiglio su primo telescopio
    Di Jolly nel forum Primo strumento
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 29-07-2018, 12:27
  3. Consiglio primo telescopio
    Di fabioss nel forum Primo strumento
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-08-2016, 13:22
  4. Consiglio!!!Il mio primo telescopio!
    Di atreb nel forum Primo strumento
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 05-09-2013, 08:28
  5. Consiglio per il primo telescopio
    Di Galileo Galilei nel forum Primo strumento
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 27-05-2013, 07:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •