Una cometa perde I “pezzi”

Gli abitanti di Atlanta e della zona della Georgia vicino alla capitale, hanno assistito a uno spettacolo fantastico la notte del 20 maggio: un oggetto più luminoso della Luna piena ha attraversato il cielo

Fortunatamente, l’evento è stato ripreso dalla stazione locale del NASA’s Meteoroid Environment Office (multiple cameras) che, avendo più strumenti in posizioni diverse, ha anche calcolato la traiettoria del pre-impatto con l’atmosfera.

L’orbita assomiglia molto a quella della cometa di Halley e l’oggetto dovrebbe appartenere alla cosiddetta “Famiglia cometaria di Halley” (Halley Family). Il bolide è stato causato da un pezzo di ghiaccio di dimensioni di un paio di metri che è penetrato nell’atmosfera a una velocità di circa 40 km/sec, disintegrandosi completamente a circa 60 km d’$altezza$. Durante il periodo di visibilità si è visto chiaramente che il meteoroide si è spaccato in quattro pezzi. Si sta attualmente calcolando la traiettoria dei singoli frammenti per verificare se qualche meteorite abbia raggiunto il suolo (difficile, vista la natura cometaria dell’oggetto).

Divertiamoci a vedere il magnifico filmato che ha una velocità ridotta a 1/3 di quella reale, sperando che prima o poi capiti anche a noi!

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

5 Commenti

  1. WoooooW che invidia! Io continuo a sperare prima o poi di riuscire a vederene uno pure io … 🙁

  2. meraviglioso… @_@ … chissà quando osserverò un evento del genere realmente, invece di vedere qua sullo schermo…

  3. Bellissimo Enzo. Quanti eventi del genere accadono in media? due metri non sono pochi, se non era ghiaccio cosa poteva accadere ?

  4. Io ho avuto la fortuna di vedere una cosa del genere quest’inverno verso le 23.30 guardando verso sud un bolide è entrato nell’atmosfera rischiarando il cielo come un lampo di luce verde e si poi diviso per poi spegnersi

  5. caro Mario,
    direi quasi giornalmente o -almeno- più volte in un anno. Due metri sono veramente pochi e anche se di roccia si sarebbe comunque disintegrato.