OtticaTelescopio
OtticaTelescopio

La prima stella polare non si scorda mai, diceva qualcuno. Forse sto facendo confusione – ;-) – ma la sensazione che si prova nel momento in cui riconosciamo una stella e la chiamiamo per nome è sì d’amore, ma per il cielo! Soprattutto se quella stella è la Polare, riferimento di assoluta importanza per il nostro emisfero.

Come è noto, la stella polare (appartenente alla costellazione del Piccolo carro nota anche come Orsa minore) indica, con buona approssimazione, la direzione del Polo Nord geografico (dista da questo circa 1°); nel nostro emisfero è sempre visibile e, pertanto, sarà sufficiente il suo riconoscimento e l’osservazione diretta per individuare il punto cardinale. Di conseguenza avremo il sud alle nostre spalle, Est e Ovest rispettivamente a destra e sinistra.

Data la scarsa luminosità delle stelle che costituiscono il Piccolo Carro, la stella polare è assai poco identificabile. Si preferisce quindi cercare e riconoscere l’Orsa Maggiore (Grande Carro). Non è difficile grazie alla sua particolare forma e al fatto che nelle sue vicinanze non ci sono molte stelle che possono ostacolarne l’individuazione.

Riconosciuto il Grande Carro, per trovare la Polare basterà prolungare la linea congiungente le due ultime stelle Merak e Dubhe per una distanza pari a 5 volte quella che le separa. Si arriverà in una zona di cielo dove spiccherà una sola stella tra le altre più deboli. E’ proprio lei, la stella polare!

Come individuare la Stella Polare

Sopra: Come individuare facilmente la stella polare

Se proviamo a ripetere l’osservazione in giorni e orari differenti, troveremo la polare nello stesso identico punto. Questo perchè il prolungamento dell’asse di rotazione terrestre si trova, casualmente, quasi in corrispondenza della stella. Di conseguenza, mentre tutto il firmamento è soggetto ad un movimento apparente dovuto alla rotazione terrestre, la polare rimane fissa.

Il movimento rotatorio attorno alla Stella Polare

Sopra: Movimento apparente del firmamento attorno alla stella polare

Immaginiamo la volta celeste come un gigantesco ombrello aperto la cui punta è la stella polare. Noi siamo sotto l’ombrello. Se lo facciamo ruotare in senso antiorario otterremo proprio una simulazione di ciò che accade nella realtà.

La prima volta che ho trovato la stella polare non ho potuto fare a meno di pensare a quando, nei secoli passati, gli esploratori adottavano lo stesso metodo per orientarsi durante la navigazione notturna. Una strana ma piacevole sensazione, come di appartenenza ad un altro tempo, che spero si manifesti anche in voi.

Stampa questo articolo

ha pubblicato 535 articoli

38enne di professione informatico, è nato e vive a Roma dove lavora come system engineer presso una grande azienda nel settore IT. E' l'ideatore e sviluppatore di Astronomia.com, portale nato dal connubio tra due delle sue più g ... pagina autore

I 77 commenti di questo articolo sono in sola lettura poichè precedenti al nuovo restyling del portale. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nuova community!

  1. eh già, come dite in questa guida è una bella emozione riconoscere la stella polare, devo dire che ho cercato diverse volte ma senza riuscirci! Ma ieri sera intorno alle 23.30 ci sono riuscita… bellissima emozione davvero! Grazie x avere offerto anche ad una principiante (molto principiante) come me un posticino dove poter scrivere anche queste semplici emozioni. :smile:

  2. l’emozione nel guardare la s. polare c’è sempre pensando a quanti occhi l’hanno guardata e quanti in quel momento la stanno guardando.

  3. Complimenti per la filosofia astronomica :)
    Grande bella passione che mi sta lentamente contagiando.
    Aspetto ansioso la seconda parte della guida !

    Buon lavoro

  4. ottimo lavoro!

    sono molto ansioso di leggere il 2° volume!!! ho messo in pratica i tuoi consigli!
    hanno funzionato, ho tante domande da fare…….. spero di trovare risposta leggendo i tuoi prossimi capolavori!!!!!!!!!

  5. Ottimo lavoro,
    grazie alla tua guida ho trovato la stella polare e con grande gioia sono riuscita a farla vedere anche a mia figlia di 6 anni; e già sto contagiando anche lei con la mia passione per il cielo. Un grazie sentito da tutte e due!:smile:

  6. non ho ben capito l’immagine del movimento di tutto il firmamento attorno alla stella polare:shock:, :oops:, ma per tutto il resto è OK:cool:. ogni volta che lo rileggo capisco sempre di più… :idea:, spero di capire anche quel disegno:lol:.
    la stella polare mi ha aiutato anche a trovare tutto il resto…. saturno a est, venere che tramonta a owest…….:mrgreen:. sono impaziente di leggere il secondo volume:mad:, ma ancora devo imparare e capire meglio cose di questo volume:sad:……………… ottimo lavoro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  7. sono ansioso di leggere il secondo volume grazie per la facile spiegazione che dai

  8. :grin:..ciao…ho letto la guida…interessante…
    chissà se nel prossimo volume c’è una parte che illustra come scegliere il primo telescopio…:???:…non l’ho ancora preso perchè sono ancora indecisa tra alcuni modelli……..:?: