Le Perseidi che sfiorano la Terra

Quest’anno la meravigliosa pioggia delle lacrime di San Lorenzo, che vede il suo apice il 12 agosto, sarà guastata da una Luna quasi piena. Prima che sorga però, godiamoci lo spettacolo di riserva offerto dalle meterore sfiora-terra.

Quest’anno sarà colpa della Luna: lo sciame delle Perseidi del 2006 sarà una delusione. Certo, come ogni anno la Terra passerà attraverso i resti della cometa Swift-Tuttle e le meteore solcheranno il cielo. Ma nel momento di massimo picco, la nottata di Sabato 12 agosto, la luminosità della Luna rischia di sopraffare molte Perseidi, rendendole impossibili da osservare.

Perseide

Foto di Paul Evans, 30 luglio 2006

Questa sembrerebbe la fine della storia, tuttavia c’è un’alternativa.

Alcune Perseidi infatti saranno visibili. Il trucco è osservare prima che la Luna sorga. Basta organizzare la serata osservativa dalle 20:30 alle 22:30 di venerdì 11 agosto. A quell’ora la Luna non sarà ancora sorta e, al buio del crepuscolo, sarà possibile osservare una tipologia di meteore molto particolare. Le Perseidi “sfiora-terra” (Earthgrazers in lingua originale).

Le Earthgrazers sono meteore che passano radenti alla parte superiore dell’atmosfera terrestre, allo stesso modo in cui un sassolino rimbalza sulla superficie di uno stagno. Esse appaiono quando il radiante dello sciame è vicino all’orizzonte. Scenario, questo, che si presenterà venerdì 11 subito dopo il tramonto quando la costellazione di Perseo – $radiante$ dello sciame – spunterà all’orizzonte Nord.

Non aspettiamoci uno vero e proprio sciame però. Questo tipo di oggetti sono rari, un’ora di osservazione potrebbe regalare la visione di una o due meteore al massimo, ma saranno sufficienti. Le Earthgrazers sono colorate e meravigliosamente lente. Le persone che hanno avuto la fortuna di osservarle ne parlano per anni.

Trovare il punto ottimale di osservazione è semplice. Sarà sufficiente cercare un praticello sgombro, stendere una coperta e buttarsi a terra col naso all’insù. Una comoda sediolina reclinabile sarebbe il massimo, l’importante è rivolgerla verso Nord. Le sfiora-terra disegnano lunghe striature nel cielo, generalmente da nord a sud.

Perseidi

dove osservare le Perseidi

clicca per ingrandire

Se entro le ore 22:00 non avrai visto nessuno di questi oggetti, molto probabilmente non avrai più possibilità di scorgerne alcuna. Il motivo è semplice. Prendiamo come esempio il sassolino nello stagno. Un conto è lanciarlo da una posizione molto bassa, quasi allo stesso livello dell’acqua, un altro è lanciarlo da un’$altezza$ più elevata, rimbalzerebbe pochissimo sul pelo e andrebbe subito a fondo. Inoltre a quell’ora ci sarà anche la Luna a rovinare la festa.

La restante parte della notte, quindi, sarà per gli ostinati che, a dispetto della Luna, resteranno svegli per osservare. Essi vedranno le Perseidi, in numero molto minore naturalmente, ma di sicuro non resteranno a secco. Occasionalmente verranno ripagati da qualche palla infuocata – un bolide – che solcherà il cielo, rendendo l’attesa meno vana.

L’anno prossimo sarà un’altra storia. Le Perseidi del 2007 sfrecceranno nel cielo senza Luna.
Fino ad allora, tutti a caccia di Earthgrazers!

Fonte: http://science.nasa.gov/headlines/y2006/07aug_perseids.htm

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

2 Commenti

  1. PAMELA vorrebbe sapere dettagli circa le metoriti ma è spagnola e non comprende la lingua italiana.

    Molto presto avremo una traduzione in spagnolo di tutti gli articoli, vista la parecchia affluenza di utenti da Spagna e America Latina.