Non si può credere a tutto

Quando si è raggiunto l’equilibrio non si può venire influenzati da situazioni difficilmente gestibili.

Non si può credere a tutto

Contro tutto e tutti, i marziani arrivarono davvero. Erano proprio degli omini verdi e si presentarono sui cieli della Terra con il classico disco volante. La strana navicella apparve sopra la città di New York, ma non fu notata da molti, in quanto lo smog nascondeva la visione del cielo. In ogni modo, quando scesero gli alieni, si era formata una piccola folla e le forze dell’ordine avevano bloccato per tempo la circolazione. Nessuno cercò di comunicare e furono immediatamente condotti, anche con modi un po’ bruschi, al palazzo del Sindaco, che intanto aveva già convocato i suoi collaboratori, il Vice Presidente, qualche autorevole scienziato, un alto rappresentante del clero, tutte le reti televisive e le principali testate giornalistiche. I sette marziani, che non superavano il metro e mezzo d’$altezza$, furono fatti accomodare nella sala delle riunioni e si trovarono davanti a facce preoccupate e non certo cordiali.

I primi a parlare furono gli scienziati, scelti tra quelli che in qualche modo avevano avuto un ruolo importante nelle ultime missioni marziane. Il più anziano disse chiaramente: ”tutto ciò è assurdo! Abbiamo scandagliato Marte in lungo e in largo. Abbiamo ottenuto e speso milioni e milioni di dollari per cercare qualche segno di vita primitiva senza alcun segnale positivo. No, non possiamo accettarlo. Non ci meritiamo certo questo scandalo dopo tutti gli sforzi fatti. Mi spiace, ma “quelli” non possono esistere!” I suoi più giovani colleghi annuirono seriamente, pensando a quanti soldi e posti di lavoro avevano ottenuto con le innumerevoli missioni degli ultimi anni. Lo spettro di un ritorno agli anni bui di molti decenni prima li spaventava non poco. Il Vice Presidente si consultò con il Sindaco e chiese allo scienziato: “ma una forma di vita evoluta non avrebbe potuto nascondersi in qualche caverna sotterranea o in zone non osservate accuratamente?”. Malgrado l’omino verde, che sembrava guidare la piccola spedizione, cercasse di intromettersi, l’anziano uomo di scienza lo zittì: ”assolutamente no! Tutto quello che si doveva tentare è stato tentato. Anzi ho il piacere di comunicare in questa sede che l’analisi delle rocce del cratere Parington ci potrebbe forse fornire dati sconvolgenti sul passato del pianeta rosso”. Questa dichiarazione fu accolta con un applauso da parte degli organi di stampa, che riempirono in fretta i propri taccuini e fecero molte riprese dell’ancora piacente oratore.

A questo punto prese la parola la seconda carica dello Stato: “non ho nemmeno voluto disturbare il Presidente, ma sono più che sicuro di interpretare perfettamente il suo pensiero. La situazione internazionale è molto critica. Le nazioni asiatiche non aspettano altro che un nostro passo falso per acquisire un predominio economico, culturale e sociale decisivo. Non possiamo permetterci di ammettere di aver speso il denaro pubblico in ricerche che potrebbero apparire, anche solo lievemente, ingiustificate”. E concluse il suo breve discorso fissando i marziani con una chiara smorfia di disgusto. Come si permettevano quegli omuncoli di aprire una nuova crisi proprio in quel momento? Il Sindaco gli batté una mano sulla spalla e cercò di tranquillizzarlo. Era fondamentale dimostrargli il suo pieno appoggio in vista della prossima campagna elettorale.

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

27 Commenti

  1. @tutti e forse a nessuno …
    mi sono accorto che quasi costantemente il voto dei miei racconti subisce una brusca caduta per effetto di un solo giudizio. Ovviamente, è più che giusto e io non sono certo Asimov!! Tuttavia, per meglio capire le mie carenze e per trarre frutto dalle critiche, gradirei sinceramente che la persona (io penso sia sempre la stessa … ma posso ovviamente sbagliare) che non li gradisce me ne spiegasse apertamente i motivi, ossia oltre al voto molto basso (ieri mi è stato dato un “uno”) scrivesse anche un commento. Ben vengano anche i commenti severi e critici (anzi), in modo che possa aggiustare il tiro e migliorare ! In questo bellissimo sito c’è sempre molta schiettezza e quindi mi piacerebbe trarre profitto da un (o più) giudici severi!! Attendo messaggi terribili contro i miei racconti …. 😛

  2. E’ un racconto particolarmente interessante nella sua ironicità.
    Coglie tutti gli aspetti di questa società che stanno bloccando la “crescita” intellettuale di moltissime persone, legata direttamente con la “libertà” che sia di stampa, che sia di parola, visto che i marziani non hanno neanche potuto replicare. io lo leggo piu come una bella e profonda $riflessione$ piuttosto che un racconto fantascentifico.

  3. Sono pienamente d’accordo con il commento di nightghost.Complimenti al sig. Zappalà!

  4. Prof., non s’inquieti più di tanto, continui a scrivere come sempre, è chiaro che c’è qualcuno che spara voti a vanvera tanto per divertirsi 👿 , probabilmente se và a controllare l’IP sarà lo stesso della News di “18 miliardi di soli”…..

  5. @Moreno,
    no, no, non m’inquieto certo per tutto questo… Vorrei però che chi ha delle idee, anche contrarie, avesse il coraggio di esporle. Questo è un punto essenziale della discussione scientifica e in generale della crescita culturale. Non si deve avere paura di esporre la propria opinione. Può essere sempre utile a tutti. Spiace non per me (ne ho lette e sentite tante in 40 anni di ricerca), ma per chi cerca di nascondersi dietro falsi paraventi. Viva la sincerità e la libera discussione! Se poi è qualcuno che si diverte così, allora speriamo che sia un bambino dentro e fuori e non solo dentro … Sapessi quanti “bambini” dentro ho conosciuto che si davano una grande importanza “fuori”. E soprattutto nel “mio” $campo$ spesso considerato di menti superiori … In fondo, so che bastano pochi ma buoni (come te e molti altri in questo sito), ma spero sempre che il numero cresca e che la razionalità e la logica abbiano il sopravvento. E’ un po’ come quel lettore che si fa le domande e poi si risponde con altro nome … Come valutarlo? Uno scherzo? Una presa in giro? Un modo per sentirsi bravo e importante? O solo e soltanto infantilità ?
    Ciao e a presto

  6. E’ da molto che seguo questo sito, anche se è la prima volta che scrivo, colgo l’occasione per fare i miei più sinceri complimenti al Prof. Zappalà per il lavoro svolto e i numerosissimi articoli trattati! Bellissima anche questa storia, che ironicamente rispecchia il mondo in cui viviamo adesso…quando ha parlato il direttore della televisione mi è spuntato un sorriso beffardo pensando automaticamente a tutti i reality show e cose varie che ci rimbambiscono il cervello quotidianamente, rubando spazio a trasmissioni culturali relegate in fasce orarie non sempre possibili da seguire… 👿 Un saluto e mi raccomando avanti così!!

  7. Anche a me è piaciuto il racconto e anch’io mi sono trovato a sghignazzare quando ha preso la parola il rappresentante della chiesa… infatti per loro sarebbe un colpo molto più grave che per gli altri (almeno secondo me)… Qualunque fedele avrebbe non poche domande da porsi in merito a ciò che la chiesa insegna. Bravo prof.! Anche se non c’è sicuramente bisogno che lo dica e lo ripeta, io sono molto contento che lei scriva in questo sito e credo che la sua presenza, insieme a ciò che scrive, dia enorme longevità al sito stesso. Se qualcuno non apprezza pazienza, certo sarebbe bello che tutti noi avessimo il coraggio di esprimere il nostro parere nel bene o nel male, senza nasconderci… io tendo a considerare coloro che esprimono giudizi negativi senza darne spiegazione come invidiosi. 😎

  8. mio parere: dò “meno 190” a chi ha votato “1”.
    detesto chi lancia la pietra e ritira la mano.
    chi non gradisce può sempre fare a meno di leggere i tuoi racconti, chi non è in grado di apprezzare ironia e garbo può “passare oltre”. di certo non ne sentiremo la mancanza!
    millesoli per te, enzo
    daria

  9. Premettendo che non sono io l’utente che ha dato un brutto voto, anche perchè i racconti del prof. mi piacciono molto, avrei una piccola critica. In realtà non è una critica… è più che altro una mia curiosità: mi è sembrato, prof. Zappalà, che nei suoi racconti sia sempre presente una specie di apocalittico pessimismo. Ovviamente mi rendo conto che il suo tono è provocatorio, ma vorrei sapere se veramente lei crede che la nostra società sia in una situazione così drammatica da rischiare, in un futuro lontano, di degenerare in una delle situazioni descritte nelle sue brevi storie… dopotutto, anche se sui giornali sembra che ci siano solo avvenimenti negativi, c’è molto di buono nel mondo, solo che non fa notizia…
    Grazie
    P.S. per questo racconto: 5 meritate stelline!

  10. @Mik,
    non direi apocalittico (non per altro sono contrario ai fanatici del riscaldamento globale che credo una grande fandonia), ma pessimistico senz’altro. Non credo che si sia ormai in una strada senza ritorno, ma certo che il momento in cui viviamo è terribilmente squallido. Non esiste quasi più la voglia di pensare con la propria testa e tutto ci è imposto dall’alto. Non vi è più Cultura (con la C maiuscola), ma solo sceneggiate prive di realtà. sapere che tutto ciò che ci propinano alla Tv e sui giornali è quasi completamente falso ed elaborato per attirare gente a comprare quello che presentano negli intervalli pubblicitari è deprimente. Un esempio proprio ieri. Dunque, vicino a varese (se non sbaglio) hanno trovato una famiglia di Procioni (od orsetti lavatori) e lo hanno comunicato al TG2 (non in una piccola TV locale). ma questo andrebbe ancora bene. ma la notizia è stata commentata con ” i procioni sono rari in Italia e sono pericolosi perchè mordono”. Punto e a capo. Ora non c’è nessuno in TV, tra i tanti “esperti” dei TG pagati profumatamente che sappia che i procioni NON vivono assolutamente in Europa? E abbia solo detto che erano scappati da qualche casa? NO, anche i procioni potrebbero diventare un motivo di inquietudine , magari perchè sono extracomunitari e senza documenti. E poi mordono. Avete mai provato a prendere il gatto di casa, stringerlo per il collo e mettergli una mano in bocca. Cosa credete che farebbe? Io penso morderebbe. E lo stesso è quello che capita ai pacifici e timidi procioni. E adessa via con la caccia al mostro di varese, fortunatamente “raro” in Italia. E’ una piccola cosa, ma è veramente disgustosa. Dimostra ignoranza o falsità: non si scappa! Evviva la televisione!! Per non parlare poi delle macchie di sangue, del delitto di Cogne, etc, E poi tu dici che sono io il pessimista? mah… non credo.
    Per finire però ti ricordo che ho anche scritto il “brutto anatroccolo”, il “treno” che non è pessimista in fondo, il “buco nero”, quello della “luna nuova”, il “simpatico alieno”, che non sono certo pessimisti. Tuttavia, hai ragione e ti prometto che da sabato ne manderò qualcuno più allegro e ottimista d’accordo?

  11. @tutti,
    ragazzi calma… non voglio assolutamente le stelline!! Chiedevo soltanto, se aveva una motivazione precisa, che venisse allo scoperto colui che aveva ritenuto sgradevole il racconto. Solo per potere avere uno scambio di idee sicuramente utile sia per me che per lui. Non pretendo di essere bravo, in fondo è solo un gioco che mi diverte parecchio. ben vengano le critiche, quando sono costruttive, ma dette apertamente senza timori. A Moreno, ad esempio, ho detto chiaro che gli UFo sono boiate, ma mi è simpatico lo stesso, anzi forse anche più di prima. Si discute e poi ognuno si tiene pure le sue idee. Che male c’è. Siamo -in fondo-esseri pensati e razionali (spero almeno, eh MIk ?!)

  12. 😳 grazie Professore, allora mettiamola cosi: anche se qualcuno le ha dato una stella solamente, si consoli col fatto che è sicuramente VY Canis Majoris, quella che Wiki descrive come la più grande dell’Universo conosciuto…almeno compensa la mancanza delle altre 4… :mrgreen: :mrgreen:

  13. Per carità, i giornalisti, che sono quelli che dovrebbero informare, raccontare dei fatti, sono i primi disinformati, i primi a non informarsi. Si leggono stupidaggini in ogni campo. L’importante è “far notizia”, anzi sensazionalismo, più che dare la notizia in sé, attirare quindi l’attenzione, così la gente compra il giornale o guarda il tg. I giornali non si possono certo prendere come specchio della verità: è una visione del mondo distorta e parziale.
    Su questo non ci piove. Il problema è che molti di coloro leggono giornali o guardano tg, pendono dalle labbra dei giornalisti. Allo stesso modo è sconcertante vedere trasmissioni spacciate per documentaristiche, che sono in realtà un ammasso di scemenze, per giunta in prima serata. E tanti purtroppo le prendono per buone. Bufale e complottismi si diffondono a macchia d’olio.

    Poi, va bene, farsi idee sbagliate può capitare a tutti, ma la cosa peggiore, secondo me, è che chi non si smuove dalle sue idee neanche di fronte all’evidenza, per non parlare di come è facile scambiare le cause con gli effetti. Faccio un esempio stupido, un caso limite, ma che mi è rimasto particolarmente impresso: conoscevo una signora che uccideva le coccinelle, perché secondo lei “portavano gli afidi”. Trovando ciò stupido e ingiusto, ho catturato una di quelle poverette e l’ho messa in una scatola trasparente, dove avevo disposto un rametto con degli afidi; quindi le ho mostrato che la coccinella gli afidi se li mangiava: infatti sono le coccinelle, da predatori, ad andare dagli afidi. Non ci credeva lo stesso.

  14. @Moreno,
    grazie !!! Sapevo che di te potevo fidarmi … (malgrado gli UFO, ma un giorno te ne regalo uno nuovo di zecca!). 😉
    @n.b.,
    un ottimo esempio! Soprattutto il finale, direi. Bisogna credere solo a quello che dicono i “santoni” dell’informazione e poco importa se sono ignoranti e falsi. D’altra parte è proprio quello che vuole mettere in luce il racconto … Anni fa andavo abbastanza spesso alla RAI e alla TV. Poi mi sono accorto che anche le domande del pubblico, le lettere che arrivavano erano tutte false. Peggio ancora. le lettere del pubblico arrivavano ed anche le VERE telefonate, ma i responsabili le scartavano a priori, preferendo quelle costruite a tavolino. In un vecchio programma, si chiedeva anche di mandare una foto di chi faceva una domanda. E le foto in effetti arrivavano. Ma le lettere non venivano nemmeno aperte e si usavano come foto quelle dell’album di famiglia di uno dei tecnici di studio !!! Pazzesco, ma vero. Mi ricordo che vi era anche un povero grosso gatto che doveva fare da mascotte. Per farlo stare tranquillo gli hanno dato da mangiare tutto il pomeriggio in attesa della registrazione. Alla fine, ovviamente, il gattone si è addormentato. Il conduttore, imbestialito, se la prese con il gatto che non rispettava il suo compito!! E la registrazione cominciò con due ore di ritardo causa gatto stanco … Cose dell’altro mondo. Altro che alieni !!! Non ci andrei più nemmeno se mi pagassero a peso d’oro …

  15. ciao a tutti è la prima volta che visito questo sito ma sicuramente ci tornerò 🙂 . Ho letto il racconto ma se devo essere sincero non mi è piaciuto moltissimo, mi sembra che si sia dato una falsa immagine, forse stereotipata o troppo popolare sia della scienza che della religione (la parte del giornalista e il riferimento agli itrighi della politica ci stanno 😉 ). Ti ho dato 1 stellina, l’ho scritto dato che ho letto il tuo primo commento, in ogni caso non sono sicuramente io quello che le ha date in altri racconti perchè visito il sito per la prima volta. Non è orrendo eh, il titolo potrebbe andare, ma il concetto (cioè cosa volevi comunicare con questo racconto) non è sato chiarissimo , almeno per me e i personaggi (scienziato,ecc..) cadono troppo sul banale.
    Non fucilatemi adesso ehh!!! 😕

  16. Anch’io ho preferito altri racconti del medesimo autore, ma questo non è affatto male. Secondo me riassume l’atteggiamento che dovremmo aspettarci da chi ci governa. L’esistenza degli alieni sarebbe un enorme problema per molti, proprio come descritto nel racconto. Se dovessi fare un’obiezione forse direi che i giornalisti ci guadagnerebbero a divulgare una notizia del genere, sarebbe forse il più importante scoop della storia. Però i media (perdonate se generalizzo) scrivono a pagamento e allo stesso modo possono tralasciare di scrivere una scomoda notizia, sempre a pagamento… Se fossi il Papa pregherei affinche gli alieni non venissero mai fuori… per non dilungarmi troppo: il racconto è drammaticamente realistico! 😎

  17. @ivan,
    magnifico. Sono contento che tu mi abbia fatto le critiche a viso aperto. Che abbia dato una falsa immagine può starci, ma d’altra parte dovrebbe essere un racconto di fantasia e non di realtà. Lo spirito era dimostrare che a volte si preferiscono proprio le cose perfette, regolari e banali a quelle eccezionali. Quello che tu trovi come “stereotipato” era proprio l’intenzione del racconto! Comunque, i miei racconti riflettono una visione personale della società, ecc. e possono ovviamente non essere compresi da tutti. Nel suo sarcasmo pieno di luoghi comuni io l’ho invece trovato riuscito. comunque ti ringrazio della franchezza. continua a leggerci!

  18. 🙂 La ringrazio del futuro UFO, Professore, spero non consumi troppo…. :mrgreen: :mrgreen:
    P.s. : vado fuori tema, ma ho letto da qualche parte che quest’anno ricorre il centenario di Tunguska, che ne dice di un articolo?

  19. @Maurizio,
    in realtà, per quanto io conosco un certo giornalismo (non tutti però sono così, vedi ad esempio Silvia Rosa-Brusin e pochi altri), preferiscono di gran lunga COSTRUIRE gli scoop e non prenderli in quanto reali. Possono manipolarli meglio e dirigerli dove vogliono. Nel caso del racconto, sarebbe molto meglio inventare a tempo debito e con la sceneggiata del caso qualcosa a tavolino (come d’altra parte stanno preparando gli “scienziati” della novella) piuttosto che accettare una realtà sotto agli occhi di tutti. Ovviamente io arrivo sempre al paradosso, se no che “fantascienza” o “fantasy” sarebbe ? Non sono racconti di realtà, ma di estremi, sia nel bene che nel male. Guai a cercare una vera logica, perderei qualsiasi scopo. Ritornando ai “giornalisti”. I miei sono proprio eccessi, ma, purtroppo, molte volte ho toccato con mano situazioni non estremamente lontane. Credimi …

  20. @ivan,maurizio,mik,…
    il prossimo raccontino vorrebbe essere solo divertente e sicuramente non apocalittico. fatemi sapere cosa ne pensate. Mi piacciono i giudici severi 😀

  21. Buongiorno a tutti quelli che credono e a quelli che NO. Visito spesso questo sito, ma naturalmente lo “uso” dal il mio punto di vista.
    Tante volte non mi riconosco in moltissimi interventi, ma pazienza, già è tanto che io possa accedere a certe informazioni! Quello che prendo da Voi è la Vostra conoscenza tecnica (e non solo), e la applico sempre alla mia conoscenza Spirituale.
    Sono una “appassionata” credente, e di conseguenza vi regalo la facile etichetta di “credulona”, ma di questo non mi preoccupo e non nascondo la mia Fede ( X Moreno: non sei il solo a credere in altre forme di vita!) Quindi, vorrei dirvi che ci sono anch’io e mi sento appartenente lostesso a questo sito. Amo i racconti fantastici perchè penso che dietro alla fantasia si nasconda sempre un messaggio reale, e amo le persone che mettono a disposizione la loro conoscenza ma con le quali si possa mangiare anche un panino assieme! Pane e Conoscenza che meraviglia! Il “voto” io non lo conosco. No al giudizio SI alla Conoscenza!!
    Un abbraccio cosmico.
    Ivonne

  22. In enorme ritardo sulla pubblicazione di questo racconto, vorrei timidamente suggerire al prof. e allo staff: abolite il sistema di voto degli articoli, e mettete la registrazione obbligatoria al sito e per chi vuole commentare. E’ solo un’idea, ma risolverebbe qualche situazione spiacevole, credo.

    Adesso vado a leggere l’ultimo numero della rivista “Le Stelle”, dove c’é un interessante articolo su ‘giochi di prestigio intorno a Saturno’. 😉

  23. 😉 Bravo prof. bel racconto, solo che mi è dispiaciuto per i marziani che non hanno potuto parlare solo per colpa delle persone e dei loro pregiudizi, purtroppo questa storia fa capire che viviamo in un mondo che ci manipola in continuazione in ogni momento della giornata…

  24. @ Ivonne: grazie per il commento a cui mi associo e grazie a Stefano per le precisazioni.
    @ Maurizio: ce l’hai con la gerarchia della Chiesa Cattolica? Forse nella sua espressione più visibile puo’ essere considerata un centro di potere (e lo è, a mio modesto parere) ma non è solo questo, è anche e soprattutto guida spirituale – ambito non meno importante di quello scientifico per la vita dell’Uomo. Per quanto riguarda il tuo commento sul Papa (io immagino che tu ti riferisca all’attuale)… beh… lo immagino presente nel consesso di “dotti, medici
    e sapienti” descritto nel racconto del Prof. Zappalà… e per come lo percepisco io sai che parte avrebbe potuto fare? Quella dell’unico veramente interessato ai nuovi visitatori! 😉 e sai perchè? Perchè contrariamente ai luoghi comuni che circolano su di lui, mi sembra tra le Autorità mondiali attuali uno tra i più liberali e aperti al confronto sincero… al di là delle apparenze… scusa ma gli voglio molto bene e almeno su questo sito lasciatemelo difendere! A me sembra che porprio il suo insistere sulla Fede supportata dalla Ragione stia spingendo i fedeli (come di fatto sta avvenendo) ad una presa di coscienza critica e quindi più responsabile nel vivere la propria fede.
    @ Alex: secondo me niente registrazione obbligatoria, almeno qui ognuno si assuma le sue responsabilità liberamente… bene fa il prof. Zappalà a richiamare tutti i lettori di questo sito ad assumere comportamenti maturi, almeno qui dove non sono le ideologie o il vuoto mentale dei reality a farla da padrone… lascierei quel minimo di libertà che stimola alla responsabilità… 🙂
    @ prof. Zappalà: infine prof… che dire! I suoi racconti sono sempre provocazioni e spunti per riflettere. Personalmente penso che l’Uomo (essere in divenire) sia così imprevedibile e ricco di risorse che del plagio planetario può anche farsene un baffo! E un piccolo segno sono gli interventi a questo e ad altri meritevoli siti.
    Buona navigazione a tutti! Anche se a vista! :mrgreen: