1 agosto 2008 – Eclissi Totale di Sole!

Non sarà spettacolare come quella del 1999, ma un’eclissi di Sole è sempre un avvenimento da non perdere!

Il giorno 1 agosto 2008 si verificherà un’eclissi totale di Sole che interesserà, in modo parziale, quasi tutta l’Europa e, ancora più in parte, l’Italia: non aspettatevi granché, però.

Eclissi 1 Agosto 2008

Ma guardiamo subito la figura, tratta dal mio programma di previsioni delle eclissi di Sole: in questa mappa cartografica è indicata la zona di visibilità dell’eclissi in esame.

Iniziamo dalla parte più bella: la totalità.

Questa è indicata nella cartina con due linee verdi parallele, che mostrano il percorso che l’ombra della Luna effettua lungo la superficie terrestre con lo scorrere del tempo: tutte le zone della terra comprese tra le due linee verdi beneficeranno della possibilità di vedere il Sole oscurarsi totalmente. Se qualcuno volesse assistere al fenomeno, potrà fare un viaggetto in Siberia oppure al confine tra la Cina e la Mongolia: siamo in agosto, quindi non dovrebbe fare molto (troppo…) freddo.

Torniamo alla mappa. Le linee rosse, dotate o meno di un valore posto a fianco, rappresentano invece i luoghi della Terra in cui la fase di parzialità dell’eclisse raggiunge il valore riportato: “0.2” significa il 20% e così via fino a “0.8” che significa l’80%. La linea rossa senza numero, quella che taglia in due l’Italia, è il luogo dei punti in cui la grandezza dell’eclissi (la sua parzialità) è pari allo 0% e cioè è il limite al di là del quale l’eclissi non è visibile.

Ecco che dunque già da questo si vede che praticamente mezza Italia non vedrà niente… L’altra metà vedrà alquanto poco, ma è sempre meglio che niente!

Sempre sulla mappa sono indicate altre due linee colorate.

La linea blu a forma di “8 schiacciato” è il luogo dei punti della Terra in cui l’eclisse inizia o finisce al sorgere o al tramontare del Sole: è una linea complessa formata da tutti i punti del terminatore man mano che passa il tempo: ricordo che il terminatore è praticamente il confine tra il giorno e la notte, tra le zone esposte al Sole (in alcune della quali il Sole stesso è in eclissi) e quelle che invece sono al buio. Dato che la Terra ruota, man mano che passa il tempo, il terminatore si sposta, dato che le zone che si trovano ad occidente stanno andando verso il tramonto, mentre quelle orientali avranno il sorgere del Sole, in alcuni casi già eclissato.

La linea di color magenta infine è l’insieme dei punti della Terra in cui l’eclissi ha la sua fase massima (anche in questo caso dallo 0% all’80%, alla fase di totalità) però al sorgere o al tramontare del Sole. Ma torno su questo a brevissimo.

Infine sulla mappa sono segnati quattro punti importanti.

U1” è il punto in cui inizia la fase di totalità: in un posto (forse sperduto, ma non quel giorno!) delle isole polari del Canada, il Sole sorgerà completamente eclissato! Pensate che meraviglia: veder sorgere la corona solare! Questo punto si trova all’intersezione tra la linea magenta (massimo al sorgere o al tramonto) con le linee verdi di totalità: ecco che dunque il suo massimo si avrà al sorgere del Sole e sarà proprio il 100%: eclissi totale di Sole.

Il punto “U4” è invece la sua controparte: è l’ultimo punto della Terra in cui si potrà assistere all’a fase di totalità: in questo caso la totalità avverrà come fase massima (linea magenta) al tramonto del sole. In piena Cina senz’altro qualcuno osserverà la corona del Sole tramontare: un’altro spettacolo emozionantissimo! Pensateci!

Il punto “P1” ed il punto “P4” sono invece, rispettivamente, il primo e l’ultimo punto della Terra in cui la penombra dell’eclissi interessa la superficie terrestre: si trovano entrambi sulla linea magenta e dunque su “P1” il sole sorgerà coperto quasi al 40% (si trova vicino alla linea rossa etichettata con “0.4”) e analogamente su “P4” il Sole stavolta tramonterà con una fase dell’eclissi vicina al 40%.

E l’Italia? Vediamo subito a occhio che la linea rossa meridionale (quella dello 0%) la taglia in due e solo le zone dell’alta Italia potranno osservare una copertura del Sole non tanto più grande del 10%.

Dettaglio eclissi

Ma ora guardiamo la figura, sempre tratta dal mio programma, ma che rappresenta la zona dell’Italia ingrandita. Ho riportato le sigle dei capoluoghi di regione, tanto per dare subito un’idea di dove sarà visibile l’eclissi e dove non lo sarà. La carta parla chiaro: da Roma in giù non si vedrà nulla, mentre a mano a mano che si va verso il nord la magnitudine dell’eclisse crescerà per superare di poco il 10%.

Ho realizzato una tabellina dove ho riportato gli orari (in tempo estivo, quindi con l’ora legale) delle fasi salienti dell’eclissi per alcune città d’Italia:

Tabella orari

Sopra: tabella orari per alcune città d’Italia

Ad esempio in Valle Aurina, in Alto Adige, proprio sulla Vetta d’Italia (a 2912 metri di quota), si avrà la fase massima dell’eclissi per l’Italia, del 13%: l’eclissi inizierà alle 10:58 legali, culminerà alle 11.38 e terminerà alle 12:18 sempre legali. Anche da lassù lo spettacolo non sarà niente male!

Simulazione Eclissi

Sempre dal mio programma ho tratto la figura (a fianco), che rappresenta la situazione di fase massima per il punto più a Nord dell’Italia: l’orario è qui indicato in TU (tempo universale o di Greenwich) e la figura dà l’indicazione di quanto (poco) possiamo aspettarci dall’eclissi anche nella sua fase massima da noi.

Chiudo l’articolo con una raccomandazione: non guardare il sole direttamente, sia ad occhio nudo che tantomeno con un binocolo o peggio con un telescopio non dotato di filtro solare! E’ importantissimo: se non si usano opportuni filtri, non si deve guardare il Sole direttamente, altrimenti si rischiano gravissime lesioni alla retina che comportano danni irreparabili alla vista.

Accontentiamoci invece di osservare l’eclissi per proiezione, cioè puntando il telescopio verso il Sole e proiettando l’immagine del Sole stesso su di un cartone bianco:

Osservare l’eclissi in sicurezza

Da internet ho tratto la foto sovrastante scattata nel 2006 al Liceo Foscarini di Venezia, durante un’eclissi di Sole, utilizzando un antico cannocchiale: come vedete basta porre il cartoncino bianco su un leggio musicale e osservare il fenomeno in tutta tranquillità! Basta spostare ogni tanto il puntamento del cannocchiale e di conseguenza il leggio: il tutto molto semplicemente e in modo sicuro…

Buona osservazione!

I commenti di questo post sono in sola lettura poichè precedenti al restyling del 2012. Iscriviti al Forum di Astronomia.com ed entra a far parte della nostra community. Ti aspettiamo! : )

53 Commenti

  1. Che sfiga… ho il telescopio, ho il filtro solare, vivo a Cagliari… non potrò godermi lo spettacolo. 🙁

  2. Che peccato che sarà così lontana, quella del 99 è stata una figata. Fra quanti anni ne capiterà una simile?

  3. uffi..che peccato x quelli del sud….io sono di bari….e non potrò vederla….anche se non ho il telescopio….volevo provare in qualche modo…ma tanto è inutile che cerco….deve essere un bellissimo spettacolo.

  4. @carletto
    il 15 gennaio 2010 avverrà un’eclissi anulare di sole che interesserà marginalmente l’Italia, anzi “mezza Italia”, per poco tempo dopo l’alba e con magnitudine al massimo del 30%: deludente come quella descritta, ma comunque da non perdere per chi ne avrà la possibilità.
    Invece il 4 gennaio del 2011 (pazientate!) ci sarà un’eclissi parziale di sole che interesserà l’Italia con grandezza dell’eclissi compresa tra il 60 ed il 75% !! Il tutto in funzione della zona da cui si osserva…
    Più del 60% significa che il Sole verrà coperto parecchio, quindi sarà un evento molto bello da osservare. 😎
    Il 3 novembre 2013 si avrà un’altra eclissi che si vedrà solo da mezza Italia (proprio quella che invece non potrà vedere l’eclissi di agosto!!!): anche questa sarà però molto deludente… 🙄
    Infine il 20 marzo 2015 altra bella eclissi totale di sole, che in Italia avrà una grandezza ancora una volta tra il 50% ed il 70%!!! 😎
    Iniziate a segnare queste date sulle agende!!! 😉

    Tornando all’eclissi di agosto, chi abita nel Nord Italia non si lasci scappare questa occasione di vedere il Sole leggermente intaccato dalla Luna!!

  5. non è giustooooo!!! io abito al sud…. 🙁 😥 😥 🙁 😥 🙁 sono disperataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!chi mi ospita????!!! ❓

  6. @arranita
    io abito a Roma, quindi neanche io potrò osservare l’eclissi (cosa che mi dispiace veramente tanto 😥 ).
    Neanche andando nel Nord Italia però la situazione migliorerà più di tanto… Bisognerebbe andare in Siberia! O in Cina!
    Comunque segnati da qualche parte le date delle prossime eclissi: quella del 2011 non sarà niente male!!!!
    Dai, che ci rifacciamo con l’eclissi di luna del 16 agosto, ben visibile in tutta Italia!!

  7. 9-07-2008 Ciao sono Federico ti volevo fare una domanda… ho appena visto il canale di sky national geographic, il documentario parlava degli effetti delle eclissi lunari.Beh io nn sapevo che puo’ provocare terremoti e sono rimasto incuriosito dal fatto che il 15-8-08 devo recarmi in Thailandi a Puker e grazie a internet ho visto che il 16-8-08 ci sara’ una nuova eclissi lunare…mi sai aiutare a sapere se in Thailandia questo fenomeno si verifichera’ . Nel documentario uno scienziato aveva preveduto il terremoto di S.Francisco e la forte scossa nel oceano indiano… scusami se nn mi sono spiegato bene ma sono molto curioso se puoi rispondermi su questa eclissi lunare che ci sara’ il 16-08-08 doveeee?????? ci sara??? ciaooo sempre se puoi rispondermi… ciaoo da fede da roma.

  8. Se non erro, per osservare l’eclissi col metodo della proiezione, si può usare più semplicemente una lente di ingrandimento.

  9. Salve, a volte mi sembra che su national geographic si esageri un pò, ad esempio come quando, qualche anno fa, alcuni scienziati avevano detto che il Vesuvio fosse in procinto di eruttare… Come può un eclissi lunare provocare terremoti? Delucidatemi per favore… 😕 Grazie! 🙂

  10. @federico
    sì, in Thailandia l’eclissi di luna la potrai vedere, ma con orari differenti rispetto ai nostri.
    Siamo alle solite con le previsioni! Ecco cosa succede: 1000 maghi (o meglio presunti tali) fanno 1000 previsioni differenti (guerre, terremoti, catastrofi, morti, nascite, sconfitte e chi più ne ha più ne metta, basta che siano delle disgrazie…).
    Statisticamente uno di questi 1000 magari ci azzecca e allora che cosa fa? Ovviamente inizia a sbandierare ai 4 venti che ha indovinato una previsione, magari partecipando a trasmissioni scientifiche!!
    Il bello è che gli altri 999 non si azzardano assolutamente a dire “io avevo previsto la tal cosa, ma non si è avverata…” altrimenti perderebbero la credibilità (che già non dovrebbero avere). E quindi di queste altre 999 previsioni non se ne sa nulla…
    Chiaro il concetto? Se questi 999 parlassero, finalmente si potrebbe toccare con mano da una parte la stupidità e dall’altra la creduloneria della gente…

  11. @Enea
    no, se usi solo una lente d’ingrandimento durante un eclissi di sole, (ma anche con il sole in un qualunque momento del giorno) non fai altro che concentrare i raggi del sole in un unico punto (il fuoco della lente): quante volte abbiamo bruciacchiato pezzi di carta in questo modo? Potresti accendere pure un fiammifero!
    Per avere un’immagine del sole visibile su di un cartoncino, devi ingrandire l’immagine con un sistema ottico (un cannocchiale o un telescopio, appunto): in questo modo ti accorgerai che quanto più allontani il cartoncino tanto più grande è l’immagine del sole, ma dopo un po’ non riuscirai più a distinguerla perchè si indebolisce a mano a mano che ti allontani.
    Passando alle eclissi di luna e ai terremoti, si tratta di due eventi differenti, non strettamente connessi, per cui possono accadere magari nello stesso momento, ma in modo completamente incorrelato: vi è mai capitato di accendere una luce in casa e in quel momento sentire il clacson di un auto lontana? Gli eventi “accensione di una luce” e “suono di un clacson” sono così frequenti (ma totalmente incorrelati) che magari qualche volta coincidono! Pensate però a quante persone la sera accendono le luci di casa e a quante auto si muovono…
    Stessa cosa per i terremoti che quotidianamente si verificano sulla terra: uno di essi sicuramente avviene durante l’eclissi di luna, ma anche quando uno chiude la propria porta di casa o dà un bacio alla propria ragazza 😉

  12. Salve Pierluigi, riguardo al sole se ne stanno sentendo tante sull’attività che ci sarà fra qualche anno. Io da persona “ignorante” non riesco proprio a capire come possono tempeste solari influire in maniera negativa sull’uomo? Io sapevo solo sugli apparecchi elettronici eppure sempre i soliti “pseudo” scienziati insistono a dire che la prossima attività solare sarà devastante proprio per la terra. Sono sempre le solite panzanate o c’è una base scientifica?
    Grazie!

  13. @tutti,
    carissimi mi associo ovviamente a Pieluigi e faccio un invito corale: il prossimo anno ci sarà l’anno mondiale dell’astronomia, cadendo i 400 anni dalle prime osservazioni al telescopio di Galileo Galilei. E rappresentò anche la nascita della ricerca scientifica. Vogliamo cominciare a celebrarlo nel modo migliore? Smettiamo tutti di vedere le trasmissioni “scientifiche” della TV, di leggerle sui giornali, di farci abbindolare dagli astrologi e dai maghi. Andiamo tutti a leggere il Sidereus Nuncius e vedremo che le emozioni che trasmette Galileo sono ben maggiori di quelle che ci stanno propinando a valanga.
    Me lo promettete?

  14. Ok, prof, sarà fatto! Purtroppo a forza di sentirne di cotte e di crude il mio cervello va in tilt e non riesco più a capire dove stia la verità. é ovvio che quelli che vanno in tv e soprattutto a trasmissioni come quelle non sono dei veri scienziati.
    W l’astronomia! (quella vera) 😛

  15. Ma bene, qui a Bolzano me la godrò l’eclissi, perlomeno in parte; sono già pronto con vetri e schermi da saldatore ecc…. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  16. 🙂 Salve Professore, un saluto, è sempre un piacere sentirla….. no, no, nessun rapimento purtroppo, magari! Ma sono ancora qui su questo pianeta, ehehe :mrgreen: :mrgreen: ..solo un periodo di ferie. E a proposito di letture sotto l’ombrellone, naturalmente mi sono divorato un libro in tema, l’ha mai letto SE L’UNIVERSO BRULICA DI ALIENI…DOVE SONO TUTTI QUANTI? di Stephen Webb…veramente una figata, molto istruttivo sul piano scientifico devo dire…non avrei mai immaginato tutte le condizioni necessarie alla vita..ad esempio una cosa che non sapevo è che la vita qui non ci sarebbe senza la presenza di Giove -od equivalente gigante gassoso in un altro Sistema- perchè ci protegge attirando a sè asteroidi & c. 😯

  17. Che bello, sono contentissima, è la prima eclissi solare che posso vedere con il telescopio!!! 😛 Devo andare subito a ritirare il filtro…!
    Ma..QUINDI C’è UN’ECLISSI DI LUNA IL 16 AGOSTO??? 😛 😛 Non vedo l’ora!
    E già che ci siamo, qualche bella cometina no…..???
    Complimenti per il sito, Pierluigi, è davvero bello!

  18. @agne
    mi raccomando di usare il metodo di proiezione descritto nell’articolo: il sole non perdona! 😎
    Sì, c’è un’eclissi di luna dopo appena 15 giorni: pazienta ancora un po’, che sta per uscire il mio articolo! 😯
    Grazie per i complimenti, che rigiro volentieri al grande stefano: è lui il creatore del sito! 😉
    Buone osservazioni!!

  19. Io ho la casa a Bolzano…quasi quasi faccio un giretto su.
    Peccato che la totale stavolta sia poco raggiungibile…è sempre uno spettacolo mozzafiato e capita poche volte di vederne una.

  20. Ehm…non vorrei sembrare polemico…ma scrivere in giro che possono bastare dei normalissimi occhiali da sole vuol dire che si odiano le retine e i cristallini dei lettori.
    Prima di tutto degli occhiali da sole in commercio solo una piccola parte filtrano davvero i raggio UV. Ma anche quelli con filtri UV decenti non proteggono abbastanza guardando dritti al sole.
    Comunque non c’è mai da fidarsi delle specifiche di assorbimento degli occhiali che comprate, ne va della vostra salute!
    Non bisogna mai guardare direttamente il sole, ancora di meno durante le eclissi. L’unico filtro adeguato è un vetro da saldatori e non il vetro colorato delle giovani marmotte (che non assorbe i raggi UV!!).
    La cosa migliore rimane sempre quella di proiettare l’immagine come giustamente consigliato da Pierluigi.

    Vorrei ricordare che l’esposizione a raggi UV danneggia il cristallino e la retina mentre luce blu-violetta molto intensa danneggia la retina. Questi danni spesso sono irreparabili e possono portare anche ad altre patologie nel futuro (cataratta per esempio).

  21. bravissimo Andrea!
    Assolutamente NON bisogna usare gli occhiali da sole…
    @Prof Amedeo
    suggerisco una doverosa correzione! 😉

  22. Salve a tutti,
    vorrei in qualche modo vederla questa eclissi di sole però non ho i filtri, e qui arriva la mia domanda, se applico all’oculare un filtro artigianale, come una pellicola fotografica o un vetro oscurato riesco a vedere senza farmi del male? :mrgreen: o meglio lasciar perdere?

  23. Il problema non è solo la luminosità (che cmq può portare danni alla retina) ma piuttosto i raggi UV.
    La cosa migliore da fare è proiettare su un cartoncino bianco posto alla giusta distanza.
    Nessun filtro artigianale ne tantomeno un vetro uscurato ti garantiscono la necessaria barriera ai raggi UV.
    Per cui:
    con uno strumento ottico usare la proiezione mentre per gli occhi un bel vetro da saldatore.

  24. @kenji
    Oppure, se vuoi usare uno strumento, è opportuno acquistare un supporto adatto come un filtro solare Astrosolar (uno dei migliori in circolazione). Se non si ha esperienza è altamente sconsigliato autocostruire tali filtri!

    Inoltre, sconsiglio del tutto i filtri da applicare direttamente agli oculari: sono pericolosissimi, si rischia una frattura del supporto e l’inevitabile esposizione diretta della retina ai raggi UV.

  25. Grazie mille per le risposte!cercherò di compare un filtro regolare entro il primo di agosto, non voglio perdermi la mia prima eclissi di sole con il mio primo telescopio.

  26. Ciao a tutti,

    Complimenti per il sito, veramente ben fatto …

    Volevo raccontarvi la mia esperienza del ’99. Io sto in Svizzera, vicino a Milano e qui la copertura del sole era sul 90%, credo. Comunque non mi bastava e così visto che non e’ troppo lontana, sono andato in Austria dove passava il 100% … Ragazzi !!! Una roba pazzesca !!! C’e’ una differenza abissale tra il 98% e il 100% …. Se ne avete la possiilta’ organizzatevi per le prossime date.

    Vi assicuro che vale la pena di fare 500 km

    Ciao a tutti e buon spettacolo

    PS: il 1° agosto è la festa nazionale Svizzera 😛

  27. va bene! eleggo il sidereus nuncius a “libro delle vacanze”. -confesso di non averlo mei letto-! 😯 accetto volentieri consigli se qualcunaltro avesse ulteriori titoli.
    sorrisopreferiale
    daria

  28. @Roberto,
    io che nel lontano 1961 avevo già 16 anni ben mi ricordo l’emozione della mia prima eclissi TOTALE di Sole. E ti do pienamente ragione: niente di comparabile un 99% con un 100%. Due cose completamente diverse!! Chi può faccia un salto prima o poi dove si vede la totale e non guarderà più una parziale …

  29. Nel 99′ ero in vacanza a Brunico (BZ) ed arrivai di proposito più a nord vicino al confine austriaco del Lago di Anterselva. C’erano dei nuvoloni terribili ma scesi a valle più a sud di 10 km e mi gustai il 92%. Incredibile e stupendo mi viene ancora la pelle d’oca. Chi potrà si goda lo spettacolo. Qui a Pescara non avremo nemmeno il 3%.
    Ciao a tutti Maurizio

  30. C’è qualche sito che trasmetterà l’eclisse in diretta?
    Ciao e grazie in anticipo

  31. @Maurizio
    non ci crederai ma stavo per andare anche io ad anterselva (ho degli amici lassù)…poi mi organizzai con un mio amico e andai a vedere l’eclisse nei pressi di salisburgo…
    Purtroppo la prossima eclisse totale in italia la vedremo nel 2082 mi pare…e io non credo che ci sarò a vederla…

  32. Ben x te Andrea,
    ma avevo una bimba piccola e x Salisburgo c’era troppa strada da fare. Comunque proverò fra qualche anno ad andare in una zona d’ombra totale. Quali sono i prossimi appuntamenti x l’Europa?

  33. Qui Bolzano, osservata l’eclissi, cielo leggermente velato 🙂 semplicemente con un vetro da saldatore 🙄 , visto che ero al lavoro 🙁 , ma anche se il sole è stato solo minimamente “intaccato” dalla Luna, è sempre una vista emozionante.

  34. @Maurizio
    non c’è da stare allegri… 😕 Anche estendendo la ricerca a tutta l’Europa e magari a zone vicine abbiamo poco negli anni a venire, almeno non a brevissima scadenza!
    Il 20 marzo 2015 🙄 con la totalità tra la Gran Bretagna e l’Islanda : forse con una crociera ce la caviamo…
    Poi il 21 giugno 2020 l’anularità passa per l’Etiopia e l’Arabia Saudita meridionale… 😥
    Beh questa è meglio: il 2 agosto 2027, tra appena 19 anni esatti (toh, ma è proprio il ciclo di Saros!!), la totalità passa per Gibilterra, Algeria settentrionale, Tunisia, nei pressi di Malta e Lampedusa, Libia settentrionale, Egitto, ecc . Iniziate a prenotarvi! In Italia sarà dal 60% al 90-95% di magnitudine! 😯 Allora sì, varrà la pena di fare un bel viaggetto nel Nord Africa!

  35. No! sarà il caldo che mi fa sragionare!
    scusate: 19 anni non è il ciclo di Saros, ma quello di Metone! 😳 🙄

  36. @Andrea
    Prima dell’eclisse totale del 2082 ce ne sono altre 3!!
    Il 5/11/2059 con fase della totalità che passa in Sicilia
    Il 13/7/2075 con totalità che passa tra la Corsica, la Toscana e l’Emilia
    Il 3/9/2081 (che con quella dell’82 fanno due eclissi totali nel giro di 6 mesi!) la cui totalità passa nel Nord Italia (anche quella dell’82!!)
    Speriamo nell’ibernazione! 😉
    @tutti
    Ieri sera al TG5 hanno fatto un (bel) servizio sull’eclissi di sole, ma poi sono inesorabilmente caduti sulle informazioni “eclatanti”: la tizia ha detto che un’eclissi come questa si ripeterà in Cina solo nel 2372 (me lo sono segnato apposta per controllare!).
    Ovviamente non è vero… 😯 😯 😯 Ma che strano!!!
    Prima di tutto, dato che l’eclissi del 2372 non ha lo stesso percorso di quella di ieri, perché hanno scelto proprio quella? Per fare sensazionalismo? Evidentemente… 🙄
    Visto che hanno parlato abbondantemente della Cina, della concomitanza con le Olimpiadi e della stupida diceria che le eclissi portino disgrazie, ecco che ho pensato si riferissero a prossime eclissi totali di sole che interessino la Cina e Pechino in particolare…
    Ebbene gli “scienziati” :evil:, a cui si sono rivolti, dovrebbero sapere che proprio in Cina e proprio dalle parti di Pechino ci saranno 2 eclissi addirittura entro i prossimi 2 anni!
    Una il 22/7/2009 e l’altra il 15/1/2010!!
    E allora??? Cosa dire di più?! Che sono loro a portare disgrazie.
    Diffidate dunque delle notizie buttate là a caso…

  37. @Pierluigi:
    mi son sbagliato…parlavo di quella del 2081.
    Le altre due da te citate sono anulari e non totali e cmq in entrambi i casi il sole sorgerà già eclissato.
    Sicuramente uno spettacolo molto bello da vedere…ma non è un’eclissi totale.
    Anche quella del 2082 sarà un’anulare ma in questo caso il sole tramonterà durante l’eclissi.
    Ah…per i fortunati che arriveranno a vedere quella del 2081 si prospetta un viaggio in friuli o alto adige se vogliono vedere la totalità.
    Pagina della NASA sulle eclissi

    Invece per quel che riguarda il TG5 (ancora una volta son contento di non guardare la televisione…) oltre ad aver detto la solita notizia buttata lì senza capo ne coda si coprono di ridicolo.
    Le previsioni delle eclissi oltre un limite di 150-200 anni diventano poco attendibili. Figurati una previsione che riguarda un’eclissi fra 364 anni…
    Fra l’altro quella dell’anno prossimo sarà più centrale in cina…

    In generale quando i telegiornati citano “fonti scientifiche” o ancora peggio i fantomatici “scienziati” c’è da dubitare a priori della veridicità di quanto verrà “divulgato”…. 🙄

  38. @Andrea,
    d’accordo sull’informazione televisiva sempre più scadente e falsa. Comunque le eclissi si possono prevedere con ben più ampio intervallo di quello che dici tu. La stessa NASA arriva fino al 3000 nel futuro e a 1900 ne passato. Non per niente hanno trovato quella di Ulisse a Itaca… E vi sono molte prove di questa precisione ormai raggiunta negli annali cinesi.

  39. Oltre i 200-300 anni non si può stabilire con certezza se si tratti o meno di totale o anulare e l’esatto percorso…ci sono piccole varianti dovute alle microvariazioni delle orbite che svolgono un ruolo molto importante…
    Lo dicono proprio i fisici della NASA…non è che me lo sono inventato io…
    Sul sito scrovono:
    For eclipses five centuries or more centuries in the past or future, the largest uncertainty in the predictions is caused by fluctuations in Earth’s rotation due primarily to the tidal friction of the Moon.

    Ma in realtà io ho letto una pubblicazione di fisica astronomica in inglese proprio su questa cosa e parlava di incertezza oltre i 150-200 anni per arrivare a una totale non attendibilità oltre i 1000 anni…
    C’erano anche tutte le spiegazioni tecniche che dimostravano matematicamente e fisicamente come e perchè…purtroppo è materiale cartaceo che ho chissà dove (fra un mese trasloco e adesso ti lascio immaginare l’impossibilità a cercarlo…).
    :mrgreen:

  40. @Andrea,
    può anche darsi che tu abbia ragione, ma mi stupisco del fatto che proprio un sito che non considera valide le previsioni crei una lista delle eclissi fino al 3000. Non penso la NASA sia così simile alla nostra televisione. Non tutto è perfetto, ma vi sono sicuramente persone valide, che non scriverebbero cose senza alcun senso. Una cosa è dire che gli effetti mareali sono importanti ed un’altra che non riescano a tenerli sotto controllo. E poi c’è il fatto che sono riusciti a verificare con i calcoli le eclissi registrate negli antichi annali con grande precisione. Comunque, nessuno di noi potrà vedere le eclissi del 2300 e quindi il discorso si fa puramente accademico …

  41. Ecco…allora…secondo gli studi di Morriosn e Stephenson pubblicati nel 2004 la stima di ΔT ha questi margini di errore (vedi sotto).
    L’articolo a cui mi riferivo io potrebbe (ma non sono affatto sicuro) essere stato pubblicato sul “Journal of the British Astronomical Association”.
    Questo articolo era molto più pessimistico rispetto alle stime fatte da Morrison e Stephenson e le contestazioni che opponeva al loro lavoro mi sembravano molto convincenti sia matematicamente che dal punto di vista dialettico.

    Riporto la tabella di Morrison e Stephenson sui cui studi sono basate le tabelle di predizione delle eclissi.

    Table 3 – Uncertainty of ΔT (estimated)
    Year σ(seconds) Longitude
    -4000 16291 67.9°
    -3500 12378 51.6°
    -3000 8978 37.4°
    -2500 6094 25.4°
    -2000 3732 15.6°
    -1500 1900 7.9°
    -1000 622 2.6°
    – – –
    +2500 612 2.6°
    +3000 1885 7.9°
    +3500 3711 15.6°
    +4000 6068 25.3°
    +4500 8946 37.3°
    +5000 12341 51.4°

    Come si vede chiaramente nel passato c’è maggiore incertezza (rapporto di uno a dieci!).
    Questo è dovuto al fatto che misurazioni precise ci sono solo da poche decine di anni.
    Per fare collimare i dati registrati dagli uomini dell’antichità con le previsioni si è dovuto alzare di molto il margine di errore, infatti sono più attendibili le registrazioni fatte con metodi “preistorici” e tramandate per centinaia e migliaia di anni delle previsioni calcolate al computer.
    Sulle predizioni future invece si son prese molto per buone le registrazioni degli ultimi 40 anni e non si è ritenuto dover imparare dalla storia del passato che evidentemente insegna che quelle predizioni non riescono a dare spiegazione matematica delle variazioni.

    Io l’ho spiegata di corsa e scritta alla buona…

  42. @enzo: ovviamente è una cosa puramente accademica…noi due probabilmente già non vedremo l’eclissi del 2081… :mrgreen:

    Sulla NASA, pur rispettando molto gente capace che ci lavora e che presta un grande servizio alla scienza e all’umanità, è mia opinione che nel settore delle comunicazioni in particolare assomigli sempre di più alle televisioni.
    Sarà il bisogno di raccogliere fondi (dopo la corsa sulla luna son rimasti a secco…) o sarà il desiderio di apparire importanti (con i pochi mezzi economici che hanno stanno combinando pochissimo!!!!).
    Cmq di “castronerie” sul sito della NASA ne ho già lette tante nel passato…
    O meglio…al pubblico scrivono l’articolo ad effetto..poi vai a leggere le references e dicono cose molto diverse e molto più corrette…
    E dico purtropppo…perchè queste cose ci dicono quanto stiamo sbagliando strada… 🙄

    Un po’ come leggere le riviste tipo Focus (cito il primo che mi viene in mente…)…parti da una mezza verità di un mezzo studio scientifico mezzo serio e ci tiri fuori la notizia del secolo…ovviamente con una cadenza mensile nel caso del periodico… :mrgreen:

  43. @tutti:
    ma tornando a questa eclisse…nessuna foto?
    Chi l’ha vista?
    Qui da Marina di Carrara non s’è visto niente…il cielo era grigio dall’umidità e poi io rincorrevo il bimbo sulla spiaggia mentre guardavo attraverso il vetro da saldatore il sole…(si…lo so…devo essere stato parecchio ridicolo… :mrgreen: )
    Solo per un attimo mi è sembrato di scorgere il bordo della luna che intaccava il sole…ma è stato quasi impercettibile.

    A parte Moreno chi l’ha vista?

  44. ci sarà un eclissi anulare di sole il 26 gennaio 2009…..eclissi penombrale il 9 febbraio e il7 luglio ….eclissi totale io so che è il 22 luglio…. e c’è un eclissi parziale di luna il 31 dicembre …tutto nel 2009

  45. @federica
    Hai perfettamente ragione, però
    Le due eclissi di sole NON si vedono in Italia
    Le eclissi di luna di febbraio e luglio sono parziali in penombra, quindi particolarmente deludenti e pressoché invisibili ad occhio nudo. In fotografia forse qualcosa si riesce a distinguere: ci proverò senz’altro e a tempo debito presenterò meglio le fasi con altrettanti articoli.
    Infine l’eclissi dell’ultimo dell’anno sarà parziale, ma di una parzialità infinitesima, appena l’8% (0.08): questa magari si noterà un po’ di più ad occhio nudo o in fotografia ed anche di questa senz’altro farò l’articolo! C’è però un piccolo dettaglio: avverrà a cavallo della mezzanotte di capodanno!!
    Per le eclissi dunque il 2009 risulta alquanto deludente… Non trovi? 😉

  46. sono contenta di essere riuscita a trovare il sito,
    perche’ spiega molte cose interessanti che la maggior parte delle persone non sanno.
    grazie di cuore per aver inventato un sito dove poter conoscere ed approfondire argomenti astronomici 😉 😀

1 Trackback / Pingback

  1. Blog del Prof. Amedeo Gargiulo » Blog Archive » Eclissi parziale di sole del 1 agosto.